Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 567
Risultati da 61 a 62 di 62
  1. #61
    Bava di vento
    Data Registrazione
    27/11/21
    Località
    Portugal
    Età
    62
    Messaggi
    121
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: SHT45 in Barani/Comet/MetSpec shelters

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    è un dubbio che ho sempre avuto, che ho sempre espresso, anche più che chiaramente con Jan, la soluzione è un datalogger con più sonde, nessun gw1000 se intendiamo effettuare un confronto puntuale, personalmente mi affido ad una visione oraria nella maggior parte dei casi, pongo attenzione al dato istantaneo solo quando esso è ripetuto e costante, in condizioni non dico adiabatiche ma estremamente stabili e senza tener conto dei due decimi che sono il minimo sindacabile per questa tipologia di apparecchiature in termini di tolleranza strumentale
    M.
    Buongiorno,

    È un peccato che un tempo nessuno mi prendesse sul serio con la mia metafora delle "mele e pere", come ad esempio quando arrivò la Cometa.
    A proposito, sono abbastanza sicuro che il confronto di un SHT31 Davis sarà in parte (il posizionamento fa il resto) molto diverso con un'elaborazione dei dati più adeguata.
    Poiché si annoia nel suo frigorifero olandese e i nostri scambi lo hanno portato a studiare Ecowitt.
    Da leggere: How to use the Ecowitt Gateway (GW1000 GW1100) local API – meteodrenthe

    Questa è la prima soluzione che implementeremo, prima di un'esecuzione DIY PI+Arduino (Derek) con letture ogni 10 secondi (come Davis) per vari motivi, tra cui il campionamento per smussare i dati.
    Se si vuole davvero vedere una tendenza, una media di 50 punti dati è più accurata di una media di 5 (Ecowitt Real Time API) nel migliore dei casi, perché si rimane con un passo EP superiore a 1min.
    Ma si tratta di una fabbrica di gas, dove sorgono alcuni problemi come l'alimentazione di Antonio.
    Il PI riceve i dati e gestisce l'invio e il backup, Arduino Wemos interroga e invia al PI. Devo aggiungere un monitoraggio termico della 18650, il sole portoghese non è il sole olandese o francese.
    Quindi inizieremo da casa, ma io resterò con il mio SHT45. Il PT100 è un punto in cui Derek e io non siamo d'accordo.
    Buona settimana.

  2. #62
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    61
    Messaggi
    7,130
    Menzionato
    154 Post(s)

    Predefinito Re: SHT45 in Barani/Comet/MetSpec shelters

    Citazione Originariamente Scritto da Toby R Visualizza Messaggio
    Buongiorno,

    È un peccato che un tempo nessuno mi prendesse sul serio con la mia metafora delle "mele e pere", come ad esempio quando arrivò la Cometa.
    A proposito, sono abbastanza sicuro che il confronto di un SHT31 Davis sarà in parte (il posizionamento fa il resto) molto diverso con un'elaborazione dei dati più adeguata.
    Poiché si annoia nel suo frigorifero olandese e i nostri scambi lo hanno portato a studiare Ecowitt.
    Da leggere: How to use the Ecowitt Gateway (GW1000 GW1100) local API – meteodrenthe

    Questa è la prima soluzione che implementeremo, prima di un'esecuzione DIY PI+Arduino (Derek) con letture ogni 10 secondi (come Davis) per vari motivi, tra cui il campionamento per smussare i dati.
    Se si vuole davvero vedere una tendenza, una media di 50 punti dati è più accurata di una media di 5 (Ecowitt Real Time API) nel migliore dei casi, perché si rimane con un passo EP superiore a 1min.
    Ma si tratta di una fabbrica di gas, dove sorgono alcuni problemi come l'alimentazione di Antonio.
    Il PI riceve i dati e gestisce l'invio e il backup, Arduino Wemos interroga e invia al PI. Devo aggiungere un monitoraggio termico della 18650, il sole portoghese non è il sole olandese o francese.
    Quindi inizieremo da casa, ma io resterò con il mio SHT45. Il PT100 è un punto in cui Derek e io non siamo d'accordo. Immagine

    Buona settimana.
    Molto bene, vediamo gli sviluppi

    Personalmente sono parzialmente in accordo sul discorso pt100/1000, sono potenzialmente sensori che possono avere accuratezze irraggiungibili da un sensore IC, ma richiedono un hardware di livello qualitativo elevatissimo per poterle sfruttare, cosa che può diventare uno scoglio insormontabile per un appassionato.

    Personalmente sto valutando alcune soluzioni professionali che però mantengono costi, seppur elevati, nei limiti del ragionevole.

    Qualora non riesca ripiegherò in una soluzione simile ma con sensori I2C

    Buona settimana anche a te

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •