Pagina 3 di 5 PrimaPrima 12345 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 44
  1. #21
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/04/20
    Località
    Roma
    Età
    47
    Messaggi
    73
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Filtri sensore e costante di tempo

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    ok, ora direi che il post deve proseguire con contributi reali e bypassando ogni genere di valutazione non inerente l'argomento, gli utenti non hanno alcuna voglia di leggere diatribe e battibecchi, in caso contrario anche questo verrà chiuso

    grazie a tutti

    M.
    👏👏👏👏👏

  2. #22
    Uragano L'avatar di Kallo78
    Data Registrazione
    09/12/11
    Località
    Rimini
    Età
    44
    Messaggi
    15,283
    Menzionato
    47 Post(s)

    Predefinito Re: Filtri sensore e costante di tempo

    Il parametro "costante di tempo" viene in qualche modo dichiarato o valutato dai produttori di sensori?

    Inviato dal mio SM-A528B utilizzando Tapatalk

  3. #23
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    59
    Messaggi
    6,261
    Menzionato
    131 Post(s)

    Predefinito Re: Filtri sensore e costante di tempo

    Citazione Originariamente Scritto da Kallo78 Visualizza Messaggio
    Il parametro "costante di tempo" viene in qualche modo dichiarato o valutato dai produttori di sensori?

    Inviato dal mio SM-A528B utilizzando Tapatalk
    Grazie Marco,
    si, la costante di tempo rientra tra i parametri principali di un sensore e, normalmente, viene sempre dichiarata nei datasheet

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  4. #24
    Bava di vento
    Data Registrazione
    27/11/21
    Località
    Portugal
    Età
    61
    Messaggi
    86
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Filtri sensore e costante di tempo

    Stiamo cercando di applicare un metodo di calibrazione a sensori completamente diversi.
    I nostri sensori non sono progettati esclusivamente per l'uso che ne facciamo.
    Inoltre, un sensore dei grandi nomi del settore meteorologico ha tutti i suoi componenti soggetti a specifiche rigorose (filo, guaina, connessione, supporto, filamento di misura, ecc.) per garantire la stabilità e calibrano il tutto perché tutto è stato certificato a monte per ridurre al minimo le rettifiche.
    Nel nostro SHTxx, l'unico punto in comune è il chip e la sua calibrazione di trasferimento, tutto il resto è discutibile.
    È come applicare la calibrazione del mio multimetro Fluke 289RMS (più costoso di un VP2) al vostro multimetro. Questo sarà ancora buono con l'unica manipolazione che faccio sul Fluke, perché è arrivato dalla fabbrica calibrato e certificato.
    Non sto criticando l'uso della vostra "camera climatica" regolabile (che cerco di fare a casa mia per trovare un modo più affidabile) ma quello che fanno quasi tutti: un frigo-box a una sola t°,
    non ha senso in funzione dei LIMITI degli strumenti utilizzati e del loro assemblaggio da parte di x o y cinesi.
    Mi spingerò oltre: la famosa sonda che si trova nel mio capanno da giardino è il mio primo SHT45 sperimentale eppure ha superato con successo la prova del frigorifero a casa e ad Antonio!
    Mentre ha salti negativi (3x in 24h)! Penso di poter isolare il problema intorno ai 12/14°!

    2022-11-29_15-18-02.png

    Per l'argomento del post, essendo la sonda cautelativa quella centrale, difficile da spiegare secondo le vostre argomentazioni, avrò un effetto graduale dall'alto verso il basso o viceversa tra i 3 Barani.
    Se fosse stato quello inferiore o quello superiore, ci si potrebbe interrogare sulla rilevanza dei risultati.
    Ora dovremo aspettare la primavera.

    Penso spesso a un insegnante durante i miei studi tecnici e alla sua frase preferita: "lo strumento giusto per l'obiettivo, il metodo giusto in funzione dello strumento, l'analisi contraddittoria dei risultati, la tecnica si evolve quindi anche i metodi devono evolversi".
    Insegnante di metodologia.

    Marco: Ho l'onestà intellettuale di ammettere che tu sei molto più competente di me con Excel, a riprova che il tuo master è la base di quello che ho modificato io.
    Se tutti avessero questo approccio...
    Quando vedo che stiamo ancora una volta discutendo della reputazione di una persona (plurale) e non di una tecnica, non ha senso continuare da parte mia.
    Buona giornata.

  5. #25
    Brezza leggera L'avatar di bianconero2009
    Data Registrazione
    20/06/13
    Località
    ESTERO (Francia)
    Età
    49
    Messaggi
    373
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Filtri sensore e costante di tempo

    60 minuto di applausi 👏 👏👏👏👏👏

  6. #26
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    59
    Messaggi
    6,261
    Menzionato
    131 Post(s)

    Predefinito Re: Filtri sensore e costante di tempo

    Molto bene Toby,
    grazie per le tue dettagliate informazioni e idee che io e penso tutti, rispettiamo ASSOLUTAMENTE!

    Permettimi, ti prego, di essere titubante, lo dico nuovamente, sulla metodologia, sono del parere che non si possono valutare differenze così lievi utilizzando schermature diverse, un test di questo tipo, in condizioni quindi non adiabatiche, va fatto utilizzando una sola schermatura, che avrà le sue caratteristiche e i suoi limiti ma saranno identici per tutti i sensori in test.

    A questo punto siamo tutti ansiosi se vorrai, una volta pronto, condividere il link dei dati in realtime, in maniera che tutti noi, nei limiti delle nostre capacità, potremo valutarne i risultati assieme a te, se vorrai

    M.
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  7. #27
    Uragano L'avatar di Kallo78
    Data Registrazione
    09/12/11
    Località
    Rimini
    Età
    44
    Messaggi
    15,283
    Menzionato
    47 Post(s)

    Predefinito Re: Filtri sensore e costante di tempo

    Una cosa è certa. Non c'è niente di più affascinante che la misurazione di un parametro, per quanto mi riguarda la temperatura su tutti.
    Qualche anno addietro non avrei mai pensato che fosse così complesso. Per me è stata una scoperta comprendere tutte le influenze ambientali alle quali è sottosposta l'accoppiata schermo/sensore. Ora, grazie al confronto con persone sicuramente più tecniche di me, capisco che nel suo funzionamento, il sensore interagisce con più sistemi fisici a esso
    esterni, e non solo con il sistema ambientale.
    - il sistema misurato, cioè il sistema fisico dal quale proviene l'informazione d'interesse attraverso il segnale d'ingresso;
    - il sistema utilizzatore, cioè il sistema al quale il sensore fornisce l'informazione attraverso il suo segnale d'uscita;
    - il sistema ausiliario, cioè il sistema che può essere utilizzato dal sensore per il suo funzionamento (ad esempio, il sistema d'alimentazione del sensore);
    E poi filtri, plastiche, metalli, insomma con tutte queste considerazioni mi risulta molto più facile rimanere "sereno" a fronte di variazioni di 0.1-0.2 quando in realtà non sappiamo bene cosa stiamo realmente misurando!

  8. #28
    Uragano L'avatar di Kallo78
    Data Registrazione
    09/12/11
    Località
    Rimini
    Età
    44
    Messaggi
    15,283
    Menzionato
    47 Post(s)

    Predefinito Re: Filtri sensore e costante di tempo

    Che poi, nei test in artico ad esempio, che sensori vengono usati nei vari schermi?


    Inviato dal mio SM-A528B utilizzando Tapatalk

  9. #29
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    59
    Messaggi
    6,261
    Menzionato
    131 Post(s)

    Predefinito Re: Filtri sensore e costante di tempo

    Citazione Originariamente Scritto da Kallo78 Visualizza Messaggio
    Che poi, nei test in artico ad esempio, che sensori vengono usati nei vari schermi?

    Inviato dal mio SM-A528B utilizzando Tapatalk
    nei test in artico vengono utilizzati sensori RTD, si tratta di PT1000 in classe A a 4 terminali, ovviamente tarate precedentemente, in due tipologie diverse di contenitore al fine di avere un sensore a bassa e uno ad alta emissività
    allego intanto i parziali di oggi, giornata estremamente poco interessante e monotona e, di conseguenza lo sono le differenze tra le due diverse tipologie di sensore, tujtte all'interno dell'incertezza di misura

    M

    edit
    scusa Marco, correggo quanto scritto prima, si tratta di PT1000 e non PT100, scusa l'errore
    File Allegati File Allegati
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  10. #30
    Uragano L'avatar di Kallo78
    Data Registrazione
    09/12/11
    Località
    Rimini
    Età
    44
    Messaggi
    15,283
    Menzionato
    47 Post(s)

    Predefinito Re: Filtri sensore e costante di tempo

    Va trovato il giusto compromesso.
    D'altronde pensare di usare sensori senza filtro nelle città odierne o in luoghi vicino al mare equivarrebbe ad avere sensori a "vita determinata".
    L'approccio utilizzato da Toby e Antonio e senz'altro interessante. Probabilmente con qualche ricerca di mercato più approfondita si potrà trovare un sensore migliore degli attuali EP con filtro migliore, facilmente intercambiabile e con una tecnologia costruttiva più accurata

    Inviato dal mio SM-A528B utilizzando Tapatalk

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •