Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    Bava di vento
    Data Registrazione
    27/11/21
    LocalitÓ
    Portugal
    EtÓ
    61
    Messaggi
    111
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Montaggio preciso dei sensori.

    Montaggio preciso dei sensori.

    Sulla base delle informazioni fornite da Barani, ho modificato una dima per montare correttamente i sensori.

    https://filedn.com/lxtJY18lcdpH0L6MO...t%20Barani.jpg

    A sinistra ci sono i marchi "Ecowitt and co", a destra i marchi per il montaggio fai da te.

    https://filedn.com/lxtJY18lcdpH0L6MO...arani%2002.jpg

    Ho fatto lo stesso per il Comet (190 mm - 35 mm dalla ghiandola).

    https://filedn.com/lxtJY18lcdpH0L6MO...it%20Comet.jpg

    Realizzato anche per il MetSpec Rad 02/14, a metÓ altezza, quindi 137 mm.

    https://filedn.com/lxtJY18lcdpH0L6MO...%20MetSpec.jpg

    Chiaramente questo tipo di dima Ŕ utile se si esegue un assemblaggio senza tubi inappropriati, ecc...

    Ho anche realizzato delle flange per le mie scatole per montarle sui tubi, una soluzione duratura senza collari di plastica da buttare.

    https://filedn.com/lxtJY18lcdpH0L6MO...130_193551.jpg
    https://filedn.com/lxtJY18lcdpH0L6MO...3_20-23-53.jpg

    Buone feste.

  2. #2
    Vento fresco L'avatar di ivano1370
    Data Registrazione
    06/12/10
    LocalitÓ
    Ortelle (LE)
    EtÓ
    52
    Messaggi
    2,534
    Menzionato
    50 Post(s)

    Predefinito Re: Montaggio preciso dei sensori.

    molto interessante , non sono d'accordo sulla posizione del sensore nel rad-14 , nel rad-02 ok ma nel rad-.14 al centro Ŕ una pessima idea

  3. #3
    Brezza leggera L'avatar di bianconero2009
    Data Registrazione
    20/06/13
    LocalitÓ
    ESTERO (Francia)
    EtÓ
    49
    Messaggi
    392
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Montaggio preciso dei sensori.

    Citazione Originariamente Scritto da ivano1370 Visualizza Messaggio
    non sono d'accordo sulla posizione del sensore nel rad-14 al centro Ŕ una pessima idea

    come sottolineato giustamente da Toby cito Barani al riguardo "(...) i don't know if the RAD14 sensor or Comet are at the wrong heights, but i would imagine, being in the middle of the cavity would be best"
    e credo che abbia mera conoscenza dei prodotti pm = allora secondo Te ?

  4. #4
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    LocalitÓ
    Montemarciano (AN)
    EtÓ
    59
    Messaggi
    6,341
    Menzionato
    134 Post(s)

    Predefinito Re: Montaggio preciso dei sensori.

    Citazione Originariamente Scritto da bianconero2009 Visualizza Messaggio
    come sottolineato giustamente da Toby cito Barani al riguardo "(...) i don't know if the RAD14 sensor or Comet are at the wrong heights, but i would imagine, being in the middle of the cavity would be best"
    e credo che abbia mera conoscenza dei prodotti pm = allora secondo Te ?
    Beh, ovvio a questo punto riconoscere che non c'Ŕ possibile dibattito, avete la fortuna di avere in mano tutte le veritÓ, speriamo serva anche a noi che solitamente brancoliamo nel buio nel cercare di capire i diversi comportamenti dei sensori e degli schermi e della riproducibilitÓ delle loro prestazioni al variare di ogni singola situazione/input

    Speriamo siano presto disponibili i link e i dati per poter valutare, questo siamo discretamente in grado di farlo, le eventuali differenze, senza dati alla mano le certezze sono proclami, e spesso non bastano neanche i dati per avere certezze in questo campo.

    Buon proseguimento, da parte mia non ritengo interessante approfondire ulteriormente

    Buone feste

    M.
    Ultima modifica di capriccio; 24/12/2022 alle 14:06
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



  5. #5
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/04/20
    LocalitÓ
    Roma
    EtÓ
    47
    Messaggi
    73
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Montaggio preciso dei sensori.

    Nell’attesa di poter valutare il vostro
    lavoro aspettiamo sperando siano disponibili e di facile comprensione i risultati delle vostre prove…. Aspettiamo il link… detto questo un’augurio a tutti di Buone Feste! E soprattutto viviamo queste cose con il giusto peso in modo da divertirsi e non da farne questioni di vita! La nostra Ŕ una passione e come tale deve essere!
    Ultima modifica di DanyV75; 24/12/2022 alle 11:45

  6. #6
    Vento fresco L'avatar di ivano1370
    Data Registrazione
    06/12/10
    LocalitÓ
    Ortelle (LE)
    EtÓ
    52
    Messaggi
    2,534
    Menzionato
    50 Post(s)

    Predefinito Re: Montaggio preciso dei sensori.

    Citazione Originariamente Scritto da bianconero2009 Visualizza Messaggio
    come sottolineato giustamente da Toby cito Barani al riguardo "(...) i don't know if the RAD14 sensor or Comet are at the wrong heights, but i would imagine, being in the middle of the cavity would be best"
    e credo che abbia mera conoscenza dei prodotti pm = allora secondo Te ?
    Quindi non sa se l'altezza del sensore nei rad deve stare piu' in su o piu' in giu , per˛ considerando che ha mera conoscenza Ŕ giusto cosý ma tu hai mai provato a cercare l'altezza giusta di un sensore in uno schermo sul campo? immagino di no, la metrologia non Ŕ fatta di slide o per mera conoscenza , va provato e riprovato in postazione , nel microclima in cui Ŕ installata quella postazione,ecco io nel mio piccolo lo faccio da 20 anni circa, guarda questo grafico 23-12-2022.jpg 23-12-2022 dati.jpg ecco questo rad-14 ha all'interno il sensore nella giusta posizione , e non Ŕ sicuramente al centro mentre i meteshield pro hanno i sensori come consiglia Barani (almeno per il momento) ed il comet a 190mm

  7. #7
    Brezza leggera L'avatar di bianconero2009
    Data Registrazione
    20/06/13
    LocalitÓ
    ESTERO (Francia)
    EtÓ
    49
    Messaggi
    392
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Montaggio preciso dei sensori.

    Su questa non mi esprimo, visto che non Ŕ parte del mio mestiere e scusando se ne "faccio questioni di vita" bah ed "ora si passi ad altro ed a divertrirsi" x citare (CQFD)
    Ultima modifica di bianconero2009; 24/12/2022 alle 13:05

  8. #8
    Bava di vento
    Data Registrazione
    19/04/20
    LocalitÓ
    Roma
    EtÓ
    47
    Messaggi
    73
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Montaggio preciso dei sensori.

    Questo Ŕ un consiglio… poi ognuno Ŕ libero di fare ci˛ che vuole! Senza ovviamente offendere il prossimo!

  9. #9
    Bava di vento
    Data Registrazione
    27/11/21
    LocalitÓ
    Portugal
    EtÓ
    61
    Messaggi
    111
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Montaggio preciso dei sensori.

    Buongiorno,

    Presumo che le specifiche del costruttore siano il punto di partenza obbligatorio.
    DopodichÚ lo si adatta, come per un'auto: io preferisco un'auto "direttiva", quindi gonfio gli pneumatici di 0,2 volte in pi¨.
    Per tornare alle altezze, abbiamo due tipi di volumi comparabili:
    1/ Il Barani e il Rad14
    2/ La comet e il Rad02.
    Barani raccomanda un'altezza di 85-90 mm, se si misura l'altezza del volume: +/- 165 mm, quindi metÓ altezza a 82,5 mm, ma se si osserva attentamente si pu˛ notare che il piatto Ŕ pi¨ alto di +/- 10 mm rispetto all'asse orizzontale dell'inizio della camera.
    Quindi 165 +10 /2 = 87,5 mm. Barani chiede da 85 a 90. Siamo a metÓ strada.
    L'equivalente del Barani al MetSpec Ŕ il Rad14.
    Per il Comet, l'altezza Ŕ di +/- 210 mm, la metÓ dell'altezza Ŕ di 105 mm, Comet raccomanda da 130 a 190, quindi senza il premistoppa da 95 a 155 mm.
    Chi ha un Comet sa che 190 (155) Ŕ apparentemente l'altezza ideale. Ma i sensori non si trovano al centro del cilindro, il che cambia tutto: non credo che qualcuno voglia sostenere che la temperatura di un cilindro si trovi al centro.
    Per vostra informazione, andate a vedere le altezze dell'F8000! Questo merita una spiegazione da parte di Comet.
    Dei 3 produttori, Barani Ŕ l'unico a dire che Ŕ da 85 a 90 se ci si trova nel nord Italia, nel sud Italia, in Portogallo, in Francia, in Olanda...
    Il punto di partenza per una valutazione con sensori sconosciuti Ŕ il punto centrale del cilindro.

  10. #10
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    LocalitÓ
    Montemarciano (AN)
    EtÓ
    59
    Messaggi
    6,341
    Menzionato
    134 Post(s)

    Predefinito Re: Montaggio preciso dei sensori.

    Citazione Originariamente Scritto da Toby R Visualizza Messaggio
    Buongiorno,

    Presumo che le specifiche del costruttore siano il punto di partenza obbligatorio.
    Dopodich├ę lo si adatta, come per un'auto: io preferisco un'auto "direttiva", quindi gonfio gli pneumatici di 0,2 volte in pi├╣.
    Per tornare alle altezze, abbiamo due tipi di volumi comparabili:
    1/ Il Barani e il Rad14
    2/ La comet e il Rad02.
    Barani raccomanda un'altezza di 85-90 mm, se si misura l'altezza del volume: +/- 165 mm, quindi met├* altezza a 82,5 mm, ma se si osserva attentamente si pu├▓ notare che il piatto ├Ę pi├╣ alto di +/- 10 mm rispetto all'asse orizzontale dell'inizio della camera.
    Quindi 165 +10 /2 = 87,5 mm. Barani chiede da 85 a 90. Siamo a met├* strada.
    L'equivalente del Barani al MetSpec ├Ę il Rad14.
    Per il Comet, l'altezza ├Ę di +/- 210 mm, la met├* dell'altezza ├Ę di 105 mm, Comet raccomanda da 130 a 190, quindi senza il premistoppa da 95 a 155 mm.
    Chi ha un Comet sa che 190 (155) ├Ę apparentemente l'altezza ideale. Ma i sensori non si trovano al centro del cilindro, il che cambia tutto: non credo che qualcuno voglia sostenere che la temperatura di un cilindro si trovi al centro.
    Per vostra informazione, andate a vedere le altezze dell'F8000! Questo merita una spiegazione da parte di Comet.
    Dei 3 produttori, Barani ├Ę l'unico a dire che ├Ę da 85 a 90 se ci si trova nel nord Italia, nel sud Italia, in Portogallo, in Francia, in Olanda...
    Il punto di partenza per una valutazione con sensori sconosciuti ├Ę il punto centrale del cilindro.
    Grazie per i chiarimenti Toby e mi trovi d'accordo sulla maggior parte delle tue osservazioni.

    Cio' che vorrei far notare e' che l'altezza ideale del sensore all'interno dello schermo solare e' argomento tanto affascinante quanto sconosciuto, soprattutto ai produttori.

    Credo che proprio Barani, ed in parte Comet, tra quelli che citi, siano gli unici che abbiano studiato, attraverso software specifici, e Barani ancor piu' proprio in virtu' delle caratteristiche innovative dei suo schermo, date dall'elicoidalita' dei piatti, che chiamerei piu' correttamente sezioni, l'airflow interno dello schermo in diverse condizioni di ventilazione, sia per intensita' che per direzione, al punto tale da poterlo spingere a dichiarare altezze corrette e/o preferibili per i suoi schermi.

    Lo studio dell'airflow interno, o detto piu' chiaramente, del comportamento dei flussi d'aria a diverse velocita', puo' aiutare a definire con maggior precisione quale potra' essere l'altezza ideale ma si tratta, a mio parere, di studi non del tutto risolutivi, essi vengono normalmente effettuati in camere climatiche con generatori del vento, in cui possiamo decidere liberamente temperatura e velocita' del vento con un flusso costante e laminare.

    Nella realta' ci troviamo ad operare con una ventilazione quasi mai costante, sia in direzione che in intensita' e variabile da installazione a installazione addirittura nella sua turbolenza a causa delle differenti caratteristiche di rugosita' del terreno o del luogo in cui ci si trova ad operare al punto tale che, tanto per citare a caso, l'equazione di Bernoulli, potremo come risultante avere comportamenti dell'airflow e delle caratteristiche di pressione dell'airflow totalmente differenti.

    Teniamo sempre a mente, inoltre, che la velocita' della ventilazione all'interno di uno schermo passivo e' sempre nettamente inferiore a quella esterna.

    Cio' non toglie che, giustamente, partire da una base univoca e identica per tutti, sia ideale e alla base di qualunque test che abbia un confronto tra i suoi scopi, ed e' qui che vorrei andare ad approfondire al meglio.

    Se lo scopo di tutto cio' e' il raffronto tra sensori identici in schermi differenti, sono totalmente in accordo con le tue affermazioni e sono assolutamente disponibile ad uniformare le altezze sensori degli schermi di alto livello che quasi tutti noi, appassionati di un certo livello, utilizziamo abitualmente.

    Questo ci consentira', al netto di quanto sopra descritto, di operare tutti con condizioni tecnicamente equiparabili.

    Se lo scopo e' quello di mettere a raffronto sensori di diversa tipologia, con sistemi di installazione differenti, con materiali di costruzione per il contenitore differenti, con tipologie di filtratura differenti, non e' l'altezza il problema con cui dobbiamo confrontarci e non e' pensabile installare sensori con caratteristiche differenti in schermi diversi con lo scopo di valutarne le differenze, i fattori influenzanti esterni nei trasferimenti termici, le differenti costanti di tempo innescherebbero alterazioni sul dato istantaneo tali da vanificare ogni possibile valutazione.

    In questo caso e' assolutamente necessario seguire due strade, delle quali la prima e' quella piu' facilmente attuabile:

    - i vari sensori sono installati nello stesso schermo, pertanto soggetti ai medesimi errori, ai medesimi trasferimenti termici, anche se si renderebbe necessaria una rotazione periodica dei sensori

    - si utilizzano schermi identici ma con un installazione estremamente selettiva (massima distanza da qualunque possibile fonte di disturbo, medesima altezza da terra su prato, medesima esposizione, distanza tra gli schermi non inferiore ai 2 mt al fine di evitare possibili influenze, installazione non a palo singolo ma su tubo lineare parallelo al terreno

    Detto cio' rimango personalmente in fervida attesa dei risultati dei vostri test, che saro' felice di discutere assieme, ma con la necessaria attenzione ad un aspetto, l'ultimo che vorrei citare ma che resta il piu' importante, e che DEVE essere alla base di queste esperienze, non conosciamo il misurando!

    Cio' significa che e' affascinante valutare i singoli comportamenti, saper cogliere un errore radiativo e la sua intensita', identificare e distinguere un overcooling da un overheating, valutare una migliore costante di tempo etc ma senza cadere nell'errore, o meglio tranello, di giudicare in meglio o in peggio uno schermo od un sensore tranne che per casi specifici (errore radiativo in primis)

    M.
    Ultima modifica di capriccio; 25/12/2022 alle 10:44
    MeteoNetwork
    Validazione stazioni amatoriali

    mauro.serenello@meteonetwork.it
    mauro.serenello@protonmail.com



Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •