Pagina 59 di 344 PrimaPrima ... 949575859606169109159 ... UltimaUltima
Risultati da 581 a 590 di 3436
  1. #581
    Vento fresco L'avatar di Cloover
    Data Registrazione
    31/07/06
    Località
    montecatini(pt)
    Età
    43
    Messaggi
    2,056
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2012-2013

    Citazione Originariamente Scritto da pubblico Visualizza Messaggio
    boia dhe sai osa cloover, che tra un pohino diventiamo paesani...
    Come mai? ma mandami un mp o scrivimelo su fb che qui siamo leggermente OT \as\
    Filippo Casciani previsore di Meteodue.it/

  2. #582
    Brezza tesa L'avatar di Massimo73
    Data Registrazione
    08/01/09
    Località
    Valsesia, 381 m slm
    Messaggi
    592
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2012-2013

    Un complesso calcolo di correlazione statistica, sarebbe possibile anche con il profilo verticale dell'AO index o con il North Annular Mode, ma il tempo latita. In compenso, didatticamente, lascio l'andamento dell'inverno 2002-2003, dal quale si possono ricavare delle minime analogie di situazione:



    L'anomalia gpt alla quota isobarica di 10 hPa tra il 1° e il 15 novembre 2002

    Analisi stratosferica 2012-2013-compday.79.44.70.100.321.13.48.37.gif

    E quella avutasi nella prima metà del mese in corso

    Analisi stratosferica 2012-2013-compday.79.44.70.100.321.13.54.44.gif

    Andamenti molto diversi a livello di AO al suolo, ovvio e anche in strato il NAM non toccò alcuna soglia: non ci aspettiamo che vada a finire come nel 2002, ma solo una considerazione didattica di similitudine stratosferica.
    Ultima modifica di Massimo73; 18/11/2012 alle 08:58

  3. #583
    Vento teso L'avatar di Sandro58
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Roma
    Età
    61
    Messaggi
    1,891
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2012-2013

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro669 Visualizza Messaggio
    io l'ho buttata là !!! se i flussi di calore continueranno come stanno facendo ora ( wave 1 e attivazione della wave 2 ) non è da escludere per metà/fine dicembre un possibile MMW .. ma ripeto è buttata li la cosa e ne avevo discusso con sandro poco tempo fà e anche lui la vedeva più o meno cosi
    Alessandro, io certamente ti ho detto che e' possibile un warming stratosferico da dopo la meta di dicembre e + possibilmente verso la fine, in linea + o meno con gli accadimeni di 1968 e 2003 (sfalzati tra loro di 30gg).

    Si, e' probabile, il forte raffreddamento avutosi in queste fasi ne sta accellerando la possibilita' ..... aspettiamo a vedere che succede xche' la QBO- non sempre consente un buon coupling, ma la AO negativa x dicembre la darei all'80 - 90% e gli attriti potranno sentirsi in modo profondo.

  4. #584
    Brezza tesa L'avatar di pubblico
    Data Registrazione
    22/05/08
    Località
    Torricella S. (Ri)
    Età
    34
    Messaggi
    524
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2012-2013

    se parlano di questo stratwarming siamo davvero sul filo del ridicolo

    Analisi stratosferica 2012-2013-nhtmp30mb384q.gif

  5. #585
    Brezza tesa L'avatar di pubblico
    Data Registrazione
    22/05/08
    Località
    Torricella S. (Ri)
    Età
    34
    Messaggi
    524
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2012-2013

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro58 Visualizza Messaggio
    Alessandro, io certamente ti ho detto che e' possibile un warming stratosferico da dopo la meta di dicembre e + possibilmente verso la fine, in linea + o meno con gli accadimeni di 1968 e 2003 (sfalzati tra loro di 30gg).

    Si, e' probabile, il forte raffreddamento avutosi in queste fasi ne sta accellerando la possibilita' ..... aspettiamo a vedere che succede xche' la QBO- non sempre consente un buon coupling, ma la AO negativa x dicembre la darei all'80 - 90% e gli attriti potranno sentirsi in modo profondo.
    Una prima parte di inverno con AO-

    Mi aspetto anche io questo... come dicevo probabilmente questo cooling è "necessario"

  6. #586
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,410
    Menzionato
    69 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2012-2013

    Ma leggete bene quello che uno scrive oppure no?
    Il col. Giuliacci parla di stratwarmig ALLA QUOTA DI 100 HPA.......e qui, direi che cascherebbe l'asino perchè 100 hpa di "propriamente stratosferico" hanno ben poco: siamo ai confini fra troposfera e stratosfera ma direi che la quota di 100 hpa è molto più assimilabile alla troposfera che non alla strato......e mi riferisco anche a foiano: inutile vedere le dinamiche a 100 hpa quando si parla di stratosfera perchè a quella quota siamo al limite delle correnti a getto, appena più in alto di queste e lì di "stratosferico" c'è ben poco laddove nella vera stratosfera, ovvero dai 50 hpa in sù, contano esclusivamente i processi fotochimisci, l'ozono e il raffreddamento radiativo.

  7. #587
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,410
    Menzionato
    69 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2012-2013

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Ma leggete bene quello che uno scrive oppure no?
    Il col. Giuliacci parla di stratwarmig ALLA QUOTA DI 100 HPA.......e qui, direi che cascherebbe l'asino perchè 100 hpa di "propriamente stratosferico" hanno ben poco: siamo ai confini fra troposfera e stratosfera ma direi che la quota di 100 hpa è molto più assimilabile alla troposfera che non alla strato......e mi riferisco anche a foiano: inutile vedere le dinamiche a 100 hpa quando si parla di stratosfera perchè a quella quota siamo al limite delle correnti a getto, appena più in alto di queste e lì di "stratosferico" c'è ben poco laddove nella vera stratosfera, ovvero dai 50 hpa in sù, contano esclusivamente i processi fotochimisci, l'ozono e il raffreddamento radiativo.

    Scusate scusate, il col. Giuliacci parla di stratosfera senza specificare quote:

    "Dall’altra, il contemporaneo surriscaldamento della stratosfera tra i 120 e 240 gradi di latitudine est, ovvero a di sopra delle Aleutine e del Canada, circostanza che costringerebbe il vortice polare a fuoriuscire dalla sua sede e a “splittare” verso il continente europeo (vedi seconda immagine)."


    Resta il fatto che la quota 100 hpa di strato ha e "sa" ben poco e non credo che sia un parametro di riferimento per parlare e comprendere dinamiche strato che considero tali solo dai 50 hpa in su.

  8. #588
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    50
    Messaggi
    7,129
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2012-2013

    Ne butto lì un'altra e un altro motivo per cui la dinamica di risposta S-T, in questo specifico caso mi lascia più di una perplessità.
    Partiamo dal presupposto che di run i quali abbiano visto in troposfera un vortice polare tutt'altro che very strong, se ne sono visti già diversi anche nel long range quindi sotto presumibile effetto dell'ESE cold.
    Ne prendo un altro a caso ove analizzo la dinamica presupposta dal modello su tutta la colonna tropo/strato:



    prendo la relativa quota a 10 hpa:



    anche in una prospettiva nel medio lungo:



    strato stessa emissione:



    Credo quindi ci sia ancora molto da osservare, partendo dal presupposto che il disaccoppiamento, per ora, mi pare pressochè palese
    Matteo

    Freelance

  9. #589
    Brezza tesa L'avatar di pubblico
    Data Registrazione
    22/05/08
    Località
    Torricella S. (Ri)
    Età
    34
    Messaggi
    524
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2012-2013

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Ne butto lì un'altra e un altro motivo per cui la dinamica di risposta S-T, in questo specifico caso mi lascia più di una perplessità.
    Partiamo dal presupposto che di run i quali abbiano visto in troposfera un vortice polare tutt'altro che very strong, se ne sono visti già diversi anche nel long range quindi sotto presumibile effetto dell'ESE cold.
    Ne prendo un altro a caso ove analizzo la dinamica presupposta dal modello su tutta la colonna tropo/strato:

    Immagine


    prendo la relativa quota a 10 hpa:

    Immagine


    anche in una prospettiva nel medio lungo:

    Immagine


    strato stessa emissione:

    Immagine


    Credo quindi ci sia ancora molto da osservare, partendo dal presupposto che il disaccoppiamento, per ora, mi pare pressochè palese
    l'ultima volta che ci fu un decoupling simile abbiamo avuto un ese cold seguito nel suo immediato da un mmw

  10. #590
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    50
    Messaggi
    7,129
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2012-2013

    Citazione Originariamente Scritto da pubblico Visualizza Messaggio
    l'ultima volta che ci fu un decoupling simile abbiamo avuto un ese cold seguito nel suo immediato da un mmw
    Perchè ciò possa avvenire deve esserci un tentativo di "aggancio" con violenta risposta da parte delle 2 onde planetarie.
    Solo a quel punto può partire un E-P flux in strato.
    Matteo

    Freelance

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •