Pagina 44 di 79 PrimaPrima ... 34424344454654 ... UltimaUltima
Risultati da 431 a 440 di 788
  1. #431
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    51
    Messaggi
    7,360
    Menzionato
    36 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Diciamo che non è affatto detto che sia la cosa di cui abbiamo proprio bisogno per prima cosa sono carte a lungo termine, se è vero che i forecast strato sono generalmente più stabili dei modelli "troposferici", non è comunque sicuro che rimangano identici a quelli odierni. Se comunque rimanessero uguali non si vede ancora quale sarebbe l'effettiva conseguenza di questo rapido incremento dei flussi, potrebbe risolversi anche stavolta in un nulla di fatto o potrebbe, come dice Fabri, generare un Warming più importante. Ultimo punto, nell'ipotesi estrema di un MMW ci sarebbe da verificarne la tipologia, un displacement ha effetti ben diversi in troposfera rispetto ad uno split .
    Detto questo, osserviamo i prossimi aggiornamenti con attenzione, alla ricerca dei segnali mancanti, consci del fatto che la stratosfera potrebbe darci una mano in febbraio ma potrebbe anche rivelarsi come carnefice delle ultime speranze invernali.


    Gli ultimi aggiornamenti non sembrano confortare ancora al momento l'ipotesi di un MMW (la cui modalità cold/warm va valutata poco prima del possibile evento) quanto piuttosto di una possibile marcata attività d'onda a cavallo tra la fine di gennaio e inizio febbraio.
    Non è affatto detto che un evento Major debba portare a risultati più eclatanti né tantomeno favorevoli rispetto a quello che possa essere un dialogo vivo e biunivoco tra tropo e stratosfera.
    Fino ad ora il confronto fra i diversi piani è stato estremamente significativo benché molto serrato quanto i tempi proprio a causa del confronto tra una stratosfera molto fredda ed una troposfera estremamente reattiva.
    Ad oggi mi sembra più verosimile l'ipotesi di un nuovo e marcato disturbo al vps a carico soprattutto della wave 1 in grado di smuovere gli assetti del vortice.
    Un'eventuale dinamica di questo tipo:





    porterebbe all'insorgenza di un'attività d'onda in grado di svuotare in gran parte di vorticità l'artico canadese e a seguire il comparto atlantico.

    Ultima modifica di mat69; 17/01/2016 alle 09:20
    Matteo



  2. #432
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/12/09
    Località
    San Giorgio a Cremano (NA)
    Messaggi
    712
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    in GFS da qualche run sembra partire a fine corsa un ulteriore riscaldamento in zona siberiana stavolta davvero imponente


  3. #433
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,370
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Intanto di nuovo sforata la soglia negativa di +1.5 del NAM
    Always looking at the sky

  4. #434
    Banned
    Data Registrazione
    26/04/09
    Località
    Brigodunum (NO)
    Età
    31
    Messaggi
    17,856
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Intanto di nuovo sforata la soglia negativa di +1.5 del NAM
    Ma è normale una strato ostinatamente così fredda? A mio avviso è una conseguenza tangibile del GW (troposfera più calda, stratosfera più fredda)

  5. #435
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    23
    Messaggi
    5,574
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da Nix novariensis Visualizza Messaggio
    Ma è normale una strato ostinatamente così fredda? A mio avviso è una conseguenza tangibile del GW (troposfera più calda, stratosfera più fredda)
    e quale sarebbe il collegamento?!
    prospetticamente le carte mostrano una potenziale tendenza verso alte potenzialità di prospettiva....

  6. #436
    Banned
    Data Registrazione
    26/04/09
    Località
    Brigodunum (NO)
    Età
    31
    Messaggi
    17,856
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da wtrentino Visualizza Messaggio
    e quale sarebbe il collegamento?!
    La massima concentrazione dei gas serra è in alta troposfera....i GHG trattengono l'infrarosso lungo che viene riemesso dalla Terra, causando un surplus energetico nella medio-bassa troposfera e un deficit energetico oltre la tropopausa, quindi in strato (proprio in virtù del fatto che le radiazioni a infrarosso lungo non riescono più a "passare" dal basso")...ecco che si spiega la troposfera calda e la stratosfera fredda

  7. #437
    Uragano
    Data Registrazione
    21/07/04
    Località
    nowhere
    Messaggi
    20,365
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Però mi sembra di poter dire che della stratosfera a questo punto ce ne può "fregare" nulla, visto che i giochi da una ventina di gg li comanda la troposfera.
    Anzi, magari è meglio rimanga buona.
    "We are all star people, from the dust we came and to the dust we shall return. So let's celebrate Love. Ciao Mamma.

  8. #438
    Bava di vento
    Data Registrazione
    30/03/15
    Località
    ceranesi (GE)
    Età
    27
    Messaggi
    74
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    In questi giorni stiamo assaporando i frutti dell'irruzione fredda che sta colpendo la nostra penisola, con copiose nevicate sulle regioni centro meridionali e freddo intenso al nord soprattutto durante le ore notturne . Ancora all'asciutto la Toscana e le regioni settentrionali a causa di un'insufficiente apporto umido, non in grado di generare diffuse nevicate.
    Conclusa l'irruzione fredda avverrà una ripresa delle correnti zonali in accordo con una ritorno su valori positivi degli indici Ao e Nao.
    Le miti correnti occidentali avranno non poca difficoltà nel procedere verso est a causa di una resistenza termodinamica ben radicata sull'Europa centro orientale, questo causerà in prima battuta una permanenza di correnti fredde orientali.
    Nel frattempo grosse manovre stanno per avvenire in area pacifica, con un intensa ripartenza della wave 1 (onda pacifica) fig.(1) che sparerà una vera e propria cannonata verso i piani altri dell'atmosfera (stratosfera)
    Analisi stratosferica 2015-2016-aaaaaaaa-waves.gif,
    i flussi di calore saranno davvero intensi e sempre più convergenti verso il polo fig.(2).
    Analisi stratosferica 2015-2016-aaaa-flux-febbr.gif
    L'intenso riscaldamento stratosferico operato dalla sola wave 1 prenderà i connotati di forte minor warming che schiaccerà il core del vps (vortice polare stratosferico) verso l'area Europea fig.(3).
    Analisi stratosferica 2015-2016-aaaaaaaaa-febbraio.gif

    Questo schiacciamento e approfondimento del vps verso l'europa determinerà un forte richiamo di calore dal basso sull'area atlantica con ripartenza dell'onda azzorriana.
    Sarà quindi molto probabile una forte ripartenza d'onda in atlantico sul finire del mese, con ritorno del freddo sulla nostra penisola. In prima battuta la provenienza dell'aria fredda sarà di matrice artica ma successivamente potrebbe ricevere contributi continentali.
    Fino ad ora abbiamo avuto dinamiche molto veloci non in grado di formare coriacei blocking con chiusure zonali frettolose, questo a causa di un continuo e serrato botta e risposta tropo-strato, grazie ad una stratosfera molto fredda ma anche a una troposfera a dir poco reattiva che non si è fatta sottomettere alle dinamiche cold imposte dall'alto.
    Questa nuova dinamica dovrebbe essere più lenta e intrusiva rispetto alle scorse per due motivi:
    1) la stratosfera prenderà una sonora batosta con questo nuovo warming, infatti il riscaldamento sarà reiterato nel tempo e probabilmente diverrà sempre più violento fig.(4)
    Analisi stratosferica 2015-2016-aaaaa-major.png
    2) La risposta cold della stratosfera alla compressione indotta dal nuovo riscaldamento sarà molto più debole rispetto alle scorse volte non riuscendo più a condizionare la troposfera.

  9. #439
    Tempesta L'avatar di Mario85
    Data Registrazione
    30/12/08
    Località
    LUCERA
    Età
    34
    Messaggi
    11,191
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da Jack_ Visualizza Messaggio
    In questi giorni stiamo assaporando i frutti dell'irruzione fredda che sta colpendo la nostra penisola, con copiose nevicate sulle regioni centro meridionali e freddo intenso al nord soprattutto durante le ore notturne . Ancora all'asciutto la Toscana e le regioni settentrionali a causa di un'insufficiente apporto umido, non in grado di generare diffuse nevicate.
    Conclusa l'irruzione fredda avverrà una ripresa delle correnti zonali in accordo con una ritorno su valori positivi degli indici Ao e Nao.
    Le miti correnti occidentali avranno non poca difficoltà nel procedere verso est a causa di una resistenza termodinamica ben radicata sull'Europa centro orientale, questo causerà in prima battuta una permanenza di correnti fredde orientali.
    Nel frattempo grosse manovre stanno per avvenire in area pacifica, con un intensa ripartenza della wave 1 (onda pacifica) fig.(1) che sparerà una vera e propria cannonata verso i piani altri dell'atmosfera (stratosfera)
    Analisi stratosferica 2015-2016-aaaaaaaa-waves.gif,
    i flussi di calore saranno davvero intensi e sempre più convergenti verso il polo fig.(2).
    Analisi stratosferica 2015-2016-aaaa-flux-febbr.gif
    L'intenso riscaldamento stratosferico operato dalla sola wave 1 prenderà i connotati di forte minor warming che schiaccerà il core del vps (vortice polare stratosferico) verso l'area Europea fig.(3).
    Analisi stratosferica 2015-2016-aaaaaaaaa-febbraio.gif

    Questo schiacciamento e approfondimento del vps verso l'europa determinerà un forte richiamo di calore dal basso sull'area atlantica con ripartenza dell'onda azzorriana.
    Sarà quindi molto probabile una forte ripartenza d'onda in atlantico sul finire del mese, con ritorno del freddo sulla nostra penisola. In prima battuta la provenienza dell'aria fredda sarà di matrice artica ma successivamente potrebbe ricevere contributi continentali.
    Fino ad ora abbiamo avuto dinamiche molto veloci non in grado di formare coriacei blocking con chiusure zonali frettolose, questo a causa di un continuo e serrato botta e risposta tropo-strato, grazie ad una stratosfera molto fredda ma anche a una troposfera a dir poco reattiva che non si è fatta sottomettere alle dinamiche cold imposte dall'alto.
    Questa nuova dinamica dovrebbe essere più lenta e intrusiva rispetto alle scorse per due motivi:
    1) la stratosfera prenderà una sonora batosta con questo nuovo warming, infatti il riscaldamento sarà reiterato nel tempo e probabilmente diverrà sempre più violento fig.(4)
    Analisi stratosferica 2015-2016-aaaaa-major.png
    2) La risposta cold della stratosfera alla compressione indotta dal nuovo riscaldamento sarà molto più debole rispetto alle scorse volte non riuscendo più a condizionare la troposfera.
    bell'intervento,ma ho dei dubbi sul fatto che l'ao da un picco di quasi -5 vada positiva,al massimo in territorio neutrale...

  10. #440
    Tempesta L'avatar di bufera87
    Data Registrazione
    19/09/05
    Località
    Vittorio V.(TV) 110m
    Età
    32
    Messaggi
    12,311
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Anche 18z insiste
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Analisi stratosferica 2015-2016-gfsnh-10-360.png  

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •