Pagina 66 di 79 PrimaPrima ... 1656646566676876 ... UltimaUltima
Risultati da 651 a 660 di 788
  1. #651
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    32
    Messaggi
    27,436
    Menzionato
    438 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    a sto giro concordo con Remigio. prendere gli states come esempio è un po' fuorviante. a loro basta una semplice ondulazione a carico dell'aleutinico per ricavare qualcosa. in realtà la situazione è abbastanza bloccata per noi (onda atlantica dormiente) ma a guardare i GM sembra lo sarà per tutto l'emisfero praticamente. ennesima chiusura del VPT oramai probabile verso le 200h e come diceva giustamente cavaz ennesimo hp sull'europa occidentale.
    Si vis pacem, para bellum.

  2. #652
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    55
    Messaggi
    7,672
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Cosa ti fa pensare che le dinamiche troposferiche non siano più imposte dall'alto? Sta comunque avvenendo un warming possente in strato (circa 70-80 °C di aumento in una settimana in siberia).

    Vero che il posizionamento del vp stratosferico è negativo per blocking in Europa, ma è anche vero che una qualche destabilizzazione del vp in tropo dovrebbe pur esserci dopo un terremoto simile e durare per qualche tempo tanto da influenzare la propagazione dell'onda su scala emisferica...insomma se l'esasperazione delle westerlies è forse figlia delle dinamiche stratosferiche credo che un possibile successivo reverse pattern troposferico in chiave europea (che le ENS nel long forse iniziano a "fiutare") possa essere anch'esso frutto di quell'eredità.

    Il punto è quello.
    Credo che il vps, dopo il possente minor in atto, vada incontro ad una fase scarsamente forzante proprio in quanto ritengo possa perdere progressivamente terreno rispetto ad una troposfera che, benché certamente ad oggi condizionata, ha saputo in qualche modo rispondere alle forzanti verticali imposte dalla strato.
    Non sarà un caso notare che a discapito di un NAM costantemente in condizioni di ESE cold non ci sarà pari corrispondenza nell'AO index.
    Entrano pienamente in gioco fattori quali Nino, Mjo (di riflesso) che sono i più deputati a poter invertire un pattern qualora ce ne fosse l'opportunità.
    IMHO ritengo che la stratosfera possa grossomodo solo subire da ora in avanti gli effetti di una troposfera iperenergetica.
    Fino a che punto lo vedremo
    Matteo



  3. #653
    Vento fresco
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    2,436
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Il punto è quello.
    Credo che il vps, dopo il possente minor in atto, vada incontro ad una fase scarsamente forzante proprio in quanto ritengo possa perdere progressivamente terreno rispetto ad una troposfera che, benché certamente ad oggi condizionata, ha saputo in qualche modo rispondere alle forzanti verticali imposte dalla strato.
    Non sarà un caso notare che a discapito di un NAM costantemente in condizioni di ESE cold non ci sarà pari corrispondenza nell'AO index.
    Entrano pienamente in gioco fattori quali Nino, Mjo (di riflesso) che sono i più deputati a poter invertire un pattern qualora ce ne fosse l'opportunità.
    IMHO ritengo che la stratosfera possa grossomodo solo subire da ora in avanti gli effetti di una troposfera iperenergetica.
    Fino a che punto lo vedremo
    Vero è che finora il vp srato ha essenzialmente impedito alla troposfera di produrre significative ondulazioni. Ora però, diciamo tra una o 2 settimane, sembra che possano collaborare...o ho dimenticato qualcosa? Non dovrebbe il NAM tendere ora al negativo? Quanto alla troposfera, forse temo sia ora troppo energetica ...ovvero il rischio di blocking ad elevati gpt ma "improduttivi" per il mediterraneo lo vedo sempre più reale...

  4. #654
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    55
    Messaggi
    7,672
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016




    Conferma, se ce ne fosse stato ancora bisogno, che il forte SSW si concluderà in un minor warming.
    Ben evidente l'assoluta assenza di un pattern stratosferico a 2 onde e la completa inversione dei vettori dell'e.p. flux mettono in evidenza la tendenza alla risoluzione del disturbo.
    L'impatto della fase cold in troposfera sarà da valutare in base alle contrapposte forze in campo tenuta presente la fase di maturazione del vps e l'avanzata inversione del processo radiativo stagionale.
    Matteo



  5. #655
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    55
    Messaggi
    7,672
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Vero è che finora il vp srato ha essenzialmente impedito alla troposfera di produrre significative ondulazioni. Ora però, diciamo tra una o 2 settimane, sembra che possano collaborare...o ho dimenticato qualcosa? Non dovrebbe il NAM tendere ora al negativo? Quanto alla troposfera, forse temo sia ora troppo energetica ...ovvero il rischio di blocking ad elevati gpt ma "improduttivi" per il mediterraneo lo vedo sempre più reale...
    Nulla di particolare da aggiungere in effetti a quello che hai detto.
    Solo un paio di considerazioni che riguardano il fatto che la collaborazione tropo/strato dapprima sbilanciata nel rapporto di forza a favore della seconda, dovrebbe mutare il proprio assetto a favore della prima; per quanto concerne il NAM, a meno che non si abbia un evento di tipo warm (magari proprio sul finire della stagione invernale) a causa di nuovi SSWs, credo possa avere poca influenza.
    Solo a titolo descrittivo la discesa in campo negativo dipende non tanto e non solo da un indebolimento del vps quanto dalla propria dislocazione fuori dalla sua proiezione ortogonale entro il quale viene misurato (data la sua posizione poco centrale rispetto il polo geografico).
    La risoluzione del disturbo porterà verso una naturale contenuta risalita.

    Sulla tropo energetica concordo benché non abbia la più pallida idea, strato in disparte, come potrebbero assestarsi gli equilibri....
    Sono in effetti molto curioso
    Matteo



  6. #656
    Vento forte L'avatar di terence88z
    Data Registrazione
    01/02/07
    Località
    Paglieta (CH)
    Età
    36
    Messaggi
    4,885
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Non sono d'accordo. Gli ultimi warming hanno avuto effetti si in troposfera, solamente la disposizione del VP non è stata e non sarà (almeno fino a metà mese) ottimale per ondate di freddo in Europa. Ben altro discorso, infatti, in nord america
    Assolutamente d'accordo, la stratosfera ha influenzato enormemente quest'inverno. Anzi, il mio pensiero è: "magari non avesse influito la stratosfera!"
    Comunque l'accoppiamento stratosfera-troposfera che si è avuto quest'anno, sia in ottica radiativa che di flussi di calore, penso rientri pienamente nella statistica della Qbo, che vede gli anni con Qbo+ presentarsi con un "migliore" accoppiamento tra i due gusci della nostra atmosfera.

  7. #657
    Vento forte L'avatar di terence88z
    Data Registrazione
    01/02/07
    Località
    Paglieta (CH)
    Età
    36
    Messaggi
    4,885
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Nulla di particolare da aggiungere in effetti a quello che hai detto.
    Solo un paio di considerazioni che riguardano il fatto che la collaborazione tropo/strato dapprima sbilanciata nel rapporto di forza a favore della seconda, dovrebbe mutare il proprio assetto a favore della prima; per quanto concerne il NAM, a meno che non si abbia un evento di tipo warm (magari proprio sul finire della stagione invernale) a causa di nuovi SSWs, credo possa avere poca influenza.
    Solo a titolo descrittivo la discesa in campo negativo dipende non tanto e non solo da un indebolimento del vps quanto dalla propria dislocazione fuori dalla sua proiezione ortogonale entro il quale viene misurato (data la sua posizione poco centrale rispetto il polo geografico).
    La risoluzione del disturbo porterà verso una naturale contenuta risalita.

    Sulla tropo energetica concordo benché non abbia la più pallida idea, strato in disparte, come potrebbero assestarsi gli equilibri....
    Sono in effetti molto curioso
    Effettivamente sarà interessante valutare quest'aspetto, anche se rientra in una tematica pienamente troposferica. Come hai ben detto, il vortice polare stratosferico sta andando incontro ad una morte fisiologica, per il quale verrà meno l'influenza ai livelli inferiori.
    A me comunque, riferendomi alla tua parte in grassetto, mi viene da pensare che per usufruire del momento d'ineriza latente troposferico ci sia bisogno comunque di una forzante troposferica che debba in qualche modo verificarsi. Voglio dire, se non avvengono scambi meridiani e blocchi anticiclonici, l'energia rotazionale rimasta al vortice polare troposferico rischia di tramutarsi in una primavera anticipata, con treni di perturbazioni caldo-umide atlantiche dirette verso il Mediterraneo centrale. Forse ci può essere d'aiuto la MJO? Ma qui entriamo in troposfera

    Comunque Mat, in ogni caso un grande plauso a te e a Fabio Campanella per la coerenza delle analisi, e soprattutto per non aver battutto ciglio neanche quando le carte davano il Vp per morto.

  8. #658
    Uragano
    Data Registrazione
    21/07/04
    Località
    nowhere
    Messaggi
    20,577
    Menzionato
    13 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    ot:per il range subito dopo metà febbraio la maggior parte degli spaghi 06 vedono il vpt spappolato.
    Ultima modifica di Pisky; 06/02/2016 alle 14:44
    "We are all star people, from the dust we came and to the dust we shall return. So let's celebrate Love. Ciao Mamma.

  9. #659
    Vento fresco
    Data Registrazione
    10/09/13
    Località
    Putignano (BA)
    Età
    50
    Messaggi
    2,168
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Citazione Originariamente Scritto da terence88z Visualizza Messaggio
    Effettivamente sarà interessante valutare quest'aspetto, anche se rientra in una tematica pienamente troposferica. Come hai ben detto, il vortice polare stratosferico sta andando incontro ad una morte fisiologica, per il quale verrà meno l'influenza ai livelli inferiori.
    A me comunque, riferendomi alla tua parte in grassetto, mi viene da pensare che per usufruire del momento d'ineriza latente troposferico ci sia bisogno comunque di una forzante troposferica che debba in qualche modo verificarsi. Voglio dire, se non avvengono scambi meridiani e blocchi anticiclonici, l'energia rotazionale rimasta al vortice polare troposferico rischia di tramutarsi in una primavera anticipata, con treni di perturbazioni caldo-umide atlantiche dirette verso il Mediterraneo centrale. Forse ci può essere d'aiuto la MJO? Ma qui entriamo in troposfera

    Comunque Mat, in ogni caso un grande plauso a te e a Fabio Campanella per la coerenza delle analisi, e soprattutto per non aver battutto ciglio neanche quando le carte davano il Vp per morto.
    Ciao, grazie per la stima che ricambio

    SET TROPOSFERA ON

    La Mjo per ora pare coerente con le anomalie attuali...

    rmm.phase.Last40days.gifnino_3_feb_low.png

    Mi pare difficile che se passa in fase 4 l'atmosfera possa andare verso le anomalie suggerite:
    nino_4_feb_low.png

    Per la 5 non abbiamo grafici da poter confrontare...
    intanto invece le NAEFS stanno leggendo egregiamente la situazione attuale e confermano in toto la fase prettamente atlantica in troposfera grazie alla dislocazione favorevole a questo tipo di evoluzioni dovute ad un displacemente a solo contributo della prima onda:

    Rnaanh1681.gif

    Successivamente pare persistere il pattern con una certa persistenza (dovuta sicuramente al rigonfiamento di Hadley causa Nino) di pressioni più alte su tutto il Sud Europa ed una EA che dovrebbe impennarsi nuovamente su valori elevati

    EAindex.pngRnaanh3841.gif

    SET TROPOSFERA OFF

    Tornando alla stratosfera mi sembra proprio che ci prepariamo ad un nuovo disturbo che a mio parere porterà ad un very early final warming....

    strato.png


  10. #660
    Banned
    Data Registrazione
    26/04/09
    Località
    Brigodunum (NO)
    Età
    35
    Messaggi
    17,856
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi stratosferica 2015-2016

    Non so se sono OT, ma...pareri per marzo?
    Sapete, non è per essere pessimista, ma su febbraio ho capito che è meglio metterci una croce sopra.

    E' vero che non c'è nulla che potrà salvare l'inverno, ma l'idea di un marzo invernale - se possibile - mi sarebbe di consolazione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •