Pagina 219 di 225 PrimaPrima ... 119169209217218219220221 ... UltimaUltima
Risultati da 2,181 a 2,190 di 2249
  1. #2181
    Tempesta L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    27
    Messaggi
    11,029
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Dopo il rallentamento delle velocità zonali in troposfera è evidente l'incipit della rotazione antizonale delle masse artiche ormai sotto le 164 ore
    Ciao Matteo, in che modo la copertura nevosa attuale

    e prevista prima dell'effettiva partenza della goccia fredda

    potrebbe influenzare il percorso dell'aria fredda? So che dipende dalla permanenza della neve, dall'irraggiamento e della presenza del freddo nei bassi strati. Ovviamente la domanda non è rivolta solo a Matteo, vorrei soddisfare questa curiosità.

  2. #2182
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    55
    Messaggi
    7,670
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da Cristiano96 Visualizza Messaggio
    Ciao Matteo, in che modo la copertura nevosa attuale
    Immagine

    e prevista prima dell'effettiva partenza della goccia fredda
    Immagine

    potrebbe influenzare il percorso dell'aria fredda? So che dipende dalla permanenza della neve, dall'irraggiamento e della presenza del freddo nei bassi strati. Ovviamente la domanda non è rivolta solo a Matteo, vorrei soddisfare questa curiosità.
    Le dinamiche avvettive, quali quella invernale da est ovvero dalle gelide pianure russo-siberiane, verso l'Europa centrale e meridionale, giocano molto sulla presenza di strati di inversione termica al suolo per portare a segno il loro obiettivo.
    Vengono infatti facilitate, oltre che ovviamente dalla componente di moto antizonale (o con zonalità negativa) dalla presenza di strati freddi al suolo che ne facilitano lo scorrimento senza troppi intoppi.
    Pertanto in prossimità dell'avvezione è necessario l'aver preparato bene il terreno sopra il quale la sinottica ha descritto che la massa d'aria dovrà transitare.
    Il gioco è facilitato ovviamente dalla presenza di temperature molto basse e da strati spessi di inversione termica grazie ai quali vengono inibite o minimizzate dinamiche turbolente che creando vorticità tendono a rallentare il percorso della massa d'aria e sovente a deviarla verso strade più facili (quindi sovente verso nord) nel momento in cui il gradiente tende ad incalzare e il vento si rinforza.
    Per questo motivo certamente un suolo innevato aiuta non poco soprattutto quando, nel mese di febbraio inoltrato, l'albedo tende a minimizzare o a contenere il riscaldamento diurno.
    Ovviamente è meglio che la neve sia caduta già nei giorni precedenti e che questo abbia facilitato il raffreddamento del terreno fornendo all'aria una progressiva stratificazione dal basso verso l'alto.
    Matteo



  3. #2183
    Tempesta L'avatar di Cristiano96
    Data Registrazione
    12/09/12
    Località
    Fasano
    Età
    27
    Messaggi
    11,029
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Grazie mille!!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  4. #2184
    Burrasca forte L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    Altedo (BO)
    Età
    41
    Messaggi
    7,991
    Menzionato
    64 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Buongiorno a tutti.
    Dall'analisi delle mappe, mi sembra che dopo la coltellata al cuore subita , il VP voglia provare a riconquistare la sua posizione e con una lenta ma costante ripresa delle velocita' zonali attorno alla prima settimana di marzo:

    ecmwf10f168.jpg

    ecmwf10f192.jpg

    fluxes.jpg

    Cio' porterebbe a pensare che il tempo del FW non sia ancora arrivato, come avete ampiamente anticipato... Che ne dite?

  5. #2185
    Uragano L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    39
    Messaggi
    15,132
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    caro Gio hai detto bene
    con la dissipazione del warming canadese contestualmente all'insorgenza di ulteriori minor si andrà verso una lenta ricomposizione di quel che resta del vortice visto il pregresso e il periodo ormai avanzato









    ora dato che continuiamo a riscontrare fasi piuttosto anomale la domanda che potrebbe sorgere è
    considerata la mancanza di convergenza finale in questo episodio di mmw ci saranno le canoniche settimane di condizionamento o si potrebbe ritrovare più o meno rapidamente stabilità nel corso di marzo?

  6. #2186
    Burrasca forte L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    Altedo (BO)
    Età
    41
    Messaggi
    7,991
    Menzionato
    64 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    caro Gio hai detto bene
    con la dissipazione del warming canadese contestualmente all'insorgenza di ulteriori minor si andrà verso una lenta ricomposizione di quel che resta del vortice visto il pregresso e il periodo ormai avanzato

    Immagine




    Immagine


    Immagine


    ora dato che continuiamo a riscontrare fasi piuttosto anomale la domanda che potrebbe sorgere è
    considerata la mancanza di convergenza finale in questo episodio di mmw ci saranno le canoniche settimane di condizionamento o si potrebbe ritrovare più o meno rapidamente stabilità nel corso di marzo?
    Infatti Ale, me lo stavo chiedendo proprio ieri ... Se da un lato abbiamo un VP che tenta di "risorgere" dale sue ceneri e provocando un'accelerazione zonale, dall'altro lato invece mi sembra di notare una troposfera che, alla fine, si e' messa tranquilla a seguito degli effetti dello split che ivi si sono propagati o si stanno propagando:

    time_pres_HGT_ANOM_ALL_NH_2018.jpg

    Altra cosa interessante e' il forte incremento di ozono in zona euroasiatica a seguito (credo) del SSW :

    imageproxy.jpg

    Boh, comunque si vedono cose molto molto interessanti

  7. #2187
    Uragano L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    39
    Messaggi
    15,132
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    sì ti confermo che quell'impennata è direttamente correlata al fenomeno

  8. #2188
    Burrasca L'avatar di inocs
    Data Registrazione
    11/07/03
    Località
    Caposele (AV) - 480 m
    Età
    48
    Messaggi
    6,203
    Menzionato
    39 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    È anche il momento di dirlo: da oggi lo SW e lo split del 1985 (con i dovuti distinguo, che non intaccano la sostanza) non è più solo tra gli eventi rari. Fa piacere poterlo dire, quando solo qualche settimana fa lo citavamo come caso più unico che raro, del tutto irripetibile, anche solo lontanamente.


    Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk
    I modelli fanno e disfanno. I santoni del web cianciano.

    *
    Always looking at the sky

    *

  9. #2189
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    27
    Messaggi
    6,409
    Menzionato
    36 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da inocs Visualizza Messaggio
    È anche il momento di dirlo: da oggi lo SW e lo split del 1985 (con i dovuti distinguo, che non intaccano la sostanza) non è più solo tra gli eventi rari. Fa piacere poterlo dire, quando solo qualche settimana fa lo citavamo come caso più unico che raro, del tutto irripetibile, anche solo lontanamente.


    Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk
    Beh piano, è capitato dopo 30 e passa anni e chissà quando ricapiterà... resta comunque una dinamica molto rara, specie del calibro dell'85 (che, per me, rimane molto più rilevante di questo episodio)

    Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk
    prospetticamente le carte mostrano una potenziale tendenza verso alte potenzialità di prospettiva....

  10. #2190
    Burrasca L'avatar di inocs
    Data Registrazione
    11/07/03
    Località
    Caposele (AV) - 480 m
    Età
    48
    Messaggi
    6,203
    Menzionato
    39 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da wtrentino Visualizza Messaggio
    Beh piano, è capitato dopo 30 e passa anni e chissà quando ricapiterà... resta comunque una dinamica molto rara, specie del calibro dell'85 (che, per me, rimane molto più rilevante di questo episodio)

    Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk
    I dovuti distinguo sono a prescindere. La rarità di simili dinamiche pure. E l'unicità del 1985 pure. Ma da oggi abbiamo un altro anno da affiancare al mito. Dubiti forse che citeremo anche fine febbraio 2018 ad ogni SW che avverrà, come fatto per 30 anni con il 1985? Io no (giusto o sbagliato, congruo o incongruo, scientifico o meno che sia)

    Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk
    Ultima modifica di inocs; 27/02/2018 alle 13:15
    I modelli fanno e disfanno. I santoni del web cianciano.

    *
    Always looking at the sky

    *

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •