Pagina 38 di 227 PrimaPrima ... 2836373839404888138 ... UltimaUltima
Risultati da 371 a 380 di 2264
  1. #371
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,158
    Menzionato
    77 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Premesso che un eventuale ipotesi di SC non si guarda a 1 o 2 o 5 hpa bensì a 10 hpa, ritengo assolutamente normale in questo periodo un raffreddamento e approfondimento del VPS per cause principalmente radiative e perchè è questo il periodo dell'anno in cui il VPS raggiunge i suoi massimi regimi...al momento personalmente non vedo "pericoli" di SC, forse ci arriveremo vicini alla soglia fatidica, ma forse anche no.

  2. #372
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    9,828
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    io ho notato più che altro una proliferazione di lp che rispetto alle condizioni tropo potrebbero tra le altre cose essere imputabili alla maggior energia spendibile a parità di calendario nell'atlantico subtropicale in una fase di rimescolamento tra latitudine polare e temperata



    per il resto la dinamica del breve-medio mi pare tutto fuorchè cw visto che l'asse di rotazione porta il decentramento della struttura proprio verso il continente americano con ovvi effetti sullle pv e quindi sulle vorticità del lobo canadese troposferico





    se c'è un abbozzo di cw a lungo termine sinceramente non ho visto

  3. #373
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    51
    Messaggi
    7,314
    Menzionato
    32 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Dopo il passaggio dell'AO index al valore circa di -4:

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-ao.fcst.gif

    in coincidenza del quale sembra evidente la completa soppressione dei flussi verticali di calore:

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-immagine.jpg

    vorrei far notare la possibile risalita del PNA su valori positivi:

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-pna.sprd2.gif

    La ripresa degli eddy heat fluxes con questa concomitanza depone a favore del rinforzo della prima cresta d'onda (wave 1).

    Si tratta della trasmissione di momento easterlies in grado di arrivare in assoluto alle quote più alte della stratosfera e visibile nelle termografie strato come upper warmings (1-2-5 hpa).
    Si tratta di una dinamica ben augurale in quanto mette lo stop ad una pericolosa soppressione dei flussi di calore ma che va seguita con attenzione...in quanto in grado di incidere in maniera diversa sul vps alle quote di rilievo (10/30 hpa) a seconda che sia successivamente confortata dalla seconda cresta d'onda e quindi in sinergia (wave 2) oppure no.

    Presto per affrettare conclusioni, seguiamo con interesse l'evoluzione
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-immagine.jpg  
    Matteo



  4. #374
    Vento forte L'avatar di bugimeteo
    Data Registrazione
    14/07/06
    Località
    Hp=benessere
    Età
    44
    Messaggi
    4,885
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Premesso che un eventuale ipotesi di SC non si guarda a 1 o 2 o 5 hpa bensì a 10 hpa, ritengo assolutamente normale in questo periodo un raffreddamento e approfondimento del VPS per cause principalmente radiative e perchè è questo il periodo dell'anno in cui il VPS raggiunge i suoi massimi regimi...al momento personalmente non vedo "pericoli" di SC, forse ci arriveremo vicini alla soglia fatidica, ma forse anche no.
    Questo come sempre secondo le tue personalissime convinzioni che mi tocca puntualmente smentire.
    Perché gli sc partono sempre alle quote di 2 e 5 per poi scendere
    Investo in un futuro meteoclimatico in palese enfasi scalare

  5. #375
    Vento forte L'avatar di bugimeteo
    Data Registrazione
    14/07/06
    Località
    Hp=benessere
    Età
    44
    Messaggi
    4,885
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da Adriano90 Visualizza Messaggio
    Non starai mica pensando a un CW?
    Decisamente no
    Investo in un futuro meteoclimatico in palese enfasi scalare

  6. #376
    Brezza tesa L'avatar di Geppox
    Data Registrazione
    14/04/04
    Località
    Asiago
    Messaggi
    723
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Dopo il passaggio dell'AO index al valore circa di -4:

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-ao.fcst.gif

    in coincidenza del quale sembra evidente la completa soppressione dei flussi verticali di calore:

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-immagine.jpg

    vorrei far notare la possibile risalita del PNA su valori positivi:

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-pna.sprd2.gif

    La ripresa degli eddy heat fluxes con questa concomitanza depone a favore del rinforzo della prima cresta d'onda (wave 1).

    Si tratta della trasmissione di momento easterlies in grado di arrivare in assoluto alle quote più alte della stratosfera e visibile nelle termografie strato come upper warmings (1-2-5 hpa).
    Si tratta di una dinamica ben augurale in quanto mette lo stop ad una pericolosa soppressione dei flussi di calore ma che va seguita con attenzione...in quanto in grado di incidere in maniera diversa sul vps alle quote di rilievo (10/30 hpa) a seconda che sia successivamente confortata dalla seconda cresta d'onda e quindi in sinergia (wave 2) oppure no.

    Presto per affrettare conclusioni, seguiamo con interesse l'evoluzione

    Va in tale direzione anche l'emissione serale di ecmwf; sarà da osservare attentamente l'area siberiana nelle prossime due settimane. Come giustamente fai notare, il ritorno della PNA su valori positivi potrebbe essere determinante sul dopo. Certo che se qualcosa dovesse andar storto...

  7. #377
    Tempesta L'avatar di Fabry18
    Data Registrazione
    23/02/06
    Località
    Tagliacozzo (AQ)
    Messaggi
    10,461
    Menzionato
    7 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    io già ho la testa fasciata....altro inverno turco e qui vento..vento vento...quindi geppox sicuro andrà storto qualcosa, queste cose borderline non fanno per noi

    tornando seri, mat69 conferma la mia idea di stamattina...in attesa e preghiamo che sia a 2 onde l'operazione
    No spoken word....Just a scream

  8. #378
    Vento fresco
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    64
    Messaggi
    2,033
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Grazie matteo e bugimeteo per lo splendido lavoro

  9. #379
    Vento fresco
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    64
    Messaggi
    2,033
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da bugimeteo Visualizza Messaggio
    Decisamente no
    Cosa ti fa comprendere quanto hai segnalato?

  10. #380
    Burrasca L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    Altedo (BO)
    Età
    37
    Messaggi
    6,428
    Menzionato
    37 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Dopo il passaggio dell'AO index al valore circa di -4:

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-ao.fcst.gif

    in coincidenza del quale sembra evidente la completa soppressione dei flussi verticali di calore:

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-immagine.jpg

    vorrei far notare la possibile risalita del PNA su valori positivi:

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-pna.sprd2.gif

    La ripresa degli eddy heat fluxes con questa concomitanza depone a favore del rinforzo della prima cresta d'onda (wave 1).

    Si tratta della trasmissione di momento easterlies in grado di arrivare in assoluto alle quote più alte della stratosfera e visibile nelle termografie strato come upper warmings (1-2-5 hpa).
    Si tratta di una dinamica ben augurale in quanto mette lo stop ad una pericolosa soppressione dei flussi di calore ma che va seguita con attenzione...in quanto in grado di incidere in maniera diversa sul vps alle quote di rilievo (10/30 hpa) a seconda che sia successivamente confortata dalla seconda cresta d'onda e quindi in sinergia (wave 2) oppure no.

    Presto per affrettare conclusioni, seguiamo con interesse l'evoluzione
    Grande Matteo, complimenti per la bella e chiara analisi
    Se ho capito bene, se da un lato la riattivazione della prima onda, concatenata al passaggio del PNA in zona neutro/debolmente positivo e che contribuisce a dare una "frustata" al JS, è una cosa positiva in quanto riattiva i flussi di calore dall'altro potrebbe dare nuova linfa al disturbo aleutinico che io intravvedo nelle mappe della media strato e che è contrassegnato dalla "H":

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-gfs_z50_nh_f216.jpg

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-gfs_z30_nh_f216.jpg

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-wave1.jpg
    Ciò potrebbe avere come prima conseguenza un nuovo spostamento del core del VP verso il continente euroasiatico
    Per quanto riguarda il discorso CW, mi risulta che la Nina e la PDO debolmente negativa tendono a sfavorire l'insorgenza di riscaldamenti repentini dell'artico canadese, tuttavia vi sono alcuni forecast su base GFS che non lo escludono (sebbene a distanza >10 gg):

    Monitoraggio Vortice Polare semestre invernale 2017/18-1_10-hpa.jpg

    Stratospheric forecast 1 – Wave1 – GFS | Weather is cool

    Forse però il forecast su base ECMWF è più "ottimista" in tal senso, sebbene anch'esso veda comunque nel long range una riattivazione della prima onda e un indebolimento della seconda

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •