Pagina 5 di 7 PrimaPrima ... 34567 UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 61

Discussione: Feed back circolatori

  1. #41
    Vento fresco
    Data Registrazione
    14/02/08
    Località
    Mantova - Padova
    Messaggi
    2,597
    Menzionato
    35 Post(s)

    Predefinito Re: Feed back circolatori

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Messaggio eliminato, l'avevo letto in velocità e mi sembrava interessante....sorry
    Il taglio dell'articolo era in effetti pessimo, e sembra fatto apposta per ridicolizzare professionisti del settore come Christy, se questa è la divulgazione che si vuole fare.

  2. #42
    Vento forte L'avatar di bugimeteo
    Data Registrazione
    14/07/06
    Località
    Hp=benessere
    Età
    43
    Messaggi
    4,802
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Feed back circolatori

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Il taglio dell'articolo era in effetti pessimo, e sembra fatto apposta per ridicolizzare professionisti del settore come Christy, se questa è la divulgazione che si vuole fare.
    Sara sicuramente un grande professore, ha contribuito al primo rapporto dell ipcc, avrà milioni di altre e meriti ma sul gw(a) ha cambiato più idea lui che Mastella partiti politiciFeed back circolatori
    Investo in un futuro meteoclimatico in palese enfasi scalare

  3. #43
    Tempesta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    11,977
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: Feed back circolatori

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Il taglio dell'articolo era in effetti pessimo, e sembra fatto apposta per ridicolizzare professionisti del settore come Christy, se questa è la divulgazione che si vuole fare.
    mah, se uno del genere è un professionista allora siamo a posto eh professionista nel senso che cambiare "mestiere" era la sua professione ed in questo era particolarmente bravo, certo.
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #44
    Bava di vento
    Data Registrazione
    11/07/17
    Località
    Trento
    Messaggi
    93
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Feed back circolatori

    Citazione Originariamente Scritto da FilTur Visualizza Messaggio
    Il taglio dell'articolo era in effetti pessimo, e sembra fatto apposta per ridicolizzare professionisti del settore come Christy, se questa è la divulgazione che si vuole fare.
    Mai parlato dei lavori di Christy nei primi anni '00. Io parlavo di quelli riportati nell'articolo risalenti alla fine della prima decade e l'inizio della seconda decade del millennio. Alcune affermazione di questo sedicente disinformatore climatico lasciano veramente senza parole. Smentito più volte viene ancora riportato da rilevantissimi siti scientifici come climate monitor.
    Mi hai iscritto nella lista "ignorati", perfetto, però non posso lasciar passare un'affermazione del tipo "sembra fatto apposta per ridicolizzare professionisti del settore come Christy" quando è il primo che si è reso ridicolo davanti al panorama scientifico


    PS: comunque complimenti a mat69 per il thread. Decisamente interessante
    Ultima modifica di IMade...; 24/10/2017 alle 16:42

  5. #45
    Burrasca L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    6,891
    Menzionato
    53 Post(s)

    Predefinito Re: Feed back circolatori

    la risposta di Lupicino su climatemonitor...e, secondo me, non ha affatto tutti i torti.

    Derelitti | Climatemonitor

  6. #46
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    49
    Messaggi
    6,891
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Feed back circolatori

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    la risposta di Lupicino su climatemonitor...e, secondo me, non ha affatto tutti i torti.

    Derelitti | Climatemonitor
    Sbirciate e controsbirciate.....
    Marco ( e altri )possiamo evitare di trasformare questo thread in una succursale del grande fratello, per favore?
    Matteo

    Freelance

  7. #47
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,883
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Feed back circolatori

    provo a rilanciare il td con qualche considerazione in relazione alla nao invernale

    se prendiamo gli ultimi decenni, dagli anni '80, abbiamo questi valori per (eep= energeti electron precipitation e vento solare) che come si vede raggiungono i loro valori massimi proprio in fase discendente del ciclo

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-15.13.39.png

    la correlazione tra anomalie termiche (e dunque pressorie) e i valori di cui sopra è molto buona

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-15.16.49.png

    se facciamo lo stesso discorso dividendo in base a fasi qbo vediamo che la correlazione è decisamente più chiara durante le fasi di qbo-

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-15.21.15.png


    altro aspetto interessante il fatto che la correlazione tra l'attività geomagnetica (aa index) e nao invernale sia molto positiva dagli anni 60, quando abbiamo i cicli solari più intensi del secolo, mentre non sia altrettanto buona nella prima parte del secolo questo aspetto penso che sia di carattere prettamente endogeno visto che abbiamo in questa prima parte sia fasi amo di ambo i segni sia pdo

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-15.40.56.png

    un discorso a parte invece andrebbe fatto in rapporto al mei



    del resto la correlazione con il segnale enso è nota in letteratura e non riguarda solo la fase invernale:

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-16.32.29.png

    da:

    Effect of QBO and ENSO on the Solar Cycle Modulation of Winter North Atlantic Oscillation




    un dato particolarmente eclatante è che le fasi di nao positiva hanno una correlazione positiva al 95% durante le fasi discendenti del ciclo solare (sia che questi siano intensi che più deboli) visto che il campione copre gli ultimi 12 cicli solari

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-15.23.54.png


    dato che è stato decisamente confermato anche in queste ultime annate





    2013 0.35 -0.45 -1.61 0.69 0.57 0.52 0.67 0.97 0.24 -1.28 0.90 0.95
    2014 0.29 1.34 0.80 0.31 -0.92 -0.97 0.18 -1.68 1.62 -1.27 0.68 1.86
    2015 1.79 1.32
    1.45 0.73 0.15 -0.07 -3.18 -0.76 -0.65 0.44 1.74 2.24
    2016 0.12 1.58
    0.73 0.38 -0.77 -0.43 -1.76 -1.65 0.61 0.41 -0.16 0.48
    2017 0.48 1.00
    0.74 1.73 -1.91 0.05 1.26 -1.10 -0.61
    Ultima modifica di Alessandro1985; 01/11/2017 alle 16:31

  8. #48
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    49
    Messaggi
    6,891
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Feed back circolatori

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    provo a rilanciare il td con qualche considerazione in relazione alla nao invernale

    se prendiamo gli ultimi decenni, dagli anni '80, abbiamo questi valori per (eep= energeti electron precipitation e vento solare) che come si vede raggiungono i loro valori massimi proprio in fase discendente del ciclo

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-15.13.39.png

    la correlazione tra anomalie termiche (e dunque pressorie) e i valori di cui sopra è molto buona

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-15.16.49.png

    se facciamo lo stesso discorso dividendo in base a fasi qbo vediamo che la correlazione è decisamente più chiara durante le fasi di qbo-

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-15.21.15.png


    altro aspetto interessante il fatto che la correlazione tra l'attività geomagnetica (aa index) e nao invernale sia molto positiva dagli anni 60, quando abbiamo i cicli solari più intensi del secolo, mentre non sia altrettanto buona nella prima parte del secolo questo aspetto penso che sia di carattere prettamente endogeno visto che abbiamo in questa prima parte sia fasi amo di ambo i segni sia pdo

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-15.40.56.png

    un discorso a parte invece andrebbe fatto in rapporto al mei

    Immagine


    del resto la correlazione con il segnale enso è nota in letteratura e non riguarda solo la fase invernale:

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-16.32.29.png

    da:

    Effect of QBO and ENSO on the Solar Cycle Modulation of Winter North Atlantic Oscillation




    un dato particolarmente eclatante è che le fasi di nao positiva hanno una correlazione positiva al 95% durante le fasi discendenti del ciclo solare (sia che questi siano intensi che più deboli) visto che il campione copre gli ultimi 12 cicli solari

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-01-alle-15.23.54.png


    dato che è stato decisamente confermato anche in queste ultime annate

    Immagine




    2013 0.35 -0.45 -1.61 0.69 0.57 0.52 0.67 0.97 0.24 -1.28 0.90 0.95
    2014 0.29 1.34 0.80 0.31 -0.92 -0.97 0.18 -1.68 1.62 -1.27 0.68 1.86
    2015 1.79 1.32
    1.45 0.73 0.15 -0.07 -3.18 -0.76 -0.65 0.44 1.74 2.24
    2016 0.12 1.58
    0.73 0.38 -0.77 -0.43 -1.76 -1.65 0.61 0.41 -0.16 0.48
    2017 0.48 1.00
    0.74 1.73 -1.91 0.05 1.26 -1.10 -0.61
    Perfetto.
    Avevo anche notato, percorrendo studi (non ricordo bene se di M.Lockwood) un lag time di circa 2/3 anni della massima fase positiva della NAO invernale rispetto al massimo solare (quindi nella fase discendente).
    Si faceva riferimento all'Ap index.

    Feed back circolatori-solar-cycle-planetary-index.gif
    Qui mi pare che l'elettromagnetismo sia ancora piuttosto altino...
    Matteo

    Freelance

  9. #49
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,883
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Feed back circolatori

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Perfetto.
    Avevo anche notato, percorrendo studi (non ricordo bene se di M.Lockwood) un lag time di circa 2/3 anni della massima fase positiva della NAO invernale rispetto al massimo solare (quindi nella fase discendente).
    Si faceva riferimento all'Ap index.


    Qui mi pare che l'elettromagnetismo sia ancora piuttosto altino...
    mi hai letto nel pensiero
    volevo giusto far notare quell'aspetto in rapporto alla fase attuale ma poi mi sono perso
    grazie per l'integrazione

  10. #50
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    3,883
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Feed back circolatori

    sempre sul sole, questa volta in rapporto alle fasi enso:
    uno studio recente di Wen-Juan et al., 2016

    http://www.tandfonline.com/doi/pdf/10.1080/16742834.2016.1231567?needAccess=true


    partendo dall'ultimo episodio aveva cercato una correlazione tra gli episodi di nino Modoki che hanno una ciclicità circa decennale con quella solare correlando il numero di macchie con i valori ssta
    con un lag di 2-3 anni tra massimo e insorgenza del fenomeno la confidenza è maggiore
    qui le ssta dai picchi solai e con i lag rispettivi

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-19.42.36.png

    qui i valori pressori a livello del mare con relative anomalie dei venti a 850hpa
    sempre con i rispettivi lag

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-19.44.08.png

    per ottenere questo risultato

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-19.34.15.png


    gli studiosi individua anche un meccanismo per giustificare il fatto che il massimo solare determina il fenomeno: durante i massimi solari si verificano dei riscaldamenti in alta ed in bassa stratosfera in corrispondenza del Pacifico equatoriale e tropicale. Questo eccesso di calore viene trasferito verso il basso e verso le zone polari dalle onde planetarie. Giunta nell’atmosfera polare, l’aria calda tropicale modifica l’Oscillazione Artica e l’indice North Anular Mode generando anomalie che, a loro volta, determinano anomalie nelle SST, probabilmente a causa di variazioni della quantità di radiazione che raggiunge la superficie oceanica in conseguenza delle anomalie nella circolazione atmosferica e, forse a causa della variazione della copertura nuvolosa connessa alla variazione degli indici di circolazione atmosferica
    osservando il grafico si nota che lo studio ha un valore eccellente per quanto riguarda gli ultimi decenni ma si perde andando indietro nel tempo
    bisognerebbe capire se per via della scarsa affidabilità dei dati oppure perchè effettivamente la discrepanza è effettiva
    per la verità ci sono stati svariati studi di questo tenore anche in anni passati:
    questo di Nuzhdina del 2002:

    https://www.nat-hazards-earth-syst-sci.net/2/83/2002/nhess-2-83-2002.pdf

    tenta una correlazione tra i cicli solari e le inversioni del campo magnetico attraverso l'analisi delle macchie e dell'ap dagli anni 50 a fine millennio
    in relazione alle oscillazioni su breve e lungo periodo

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-20.05.18.png

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-20.05.35.png

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-21.03.05.png
    in rapporto a questo passaggio:

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-21.07.22.png

    interessante la possibile correlazione tra gli episodi di nina di una certa intensità e durata in rapporto ai cicli di inversione magnetica solare in media ogni 22 anni nota come ciclo di Hale, quindi dopo che si sono completati due cicli di Schwabe
    da quando abbiamo i dati puntuali dell'enso si nota come le più persistenti si siano verificante durante i minimi del 54,76, 96 ma in generale c'è una buona corrispondenza tra le nine e le fasi di minimo

    Climate Prediction Center - ONI

    l'ultima iniziata nel 2010


    c'è poi uno studio di Kodera del 2003

    https://www.jstage.jst.go.jp/article..._1%2B2_21/_pdf

    che indaga l'influenza solare in rapporto alla modulazione sulla TBO (tropospheric biennal oscillation)
    tale influenza partirebbe dalla strato equatoriale attraverso cambiamenti nella circolazione meridionale che condiziona i moti verticali e orizzontali della convezione equatoriale

    questi aspetti vengono valutate attraverso le modulazioni sulle ssta tra oceano pacifico e indiano
    annotando una maggiore presenza della convezione nel pacifico durante le fasi di massimo solare mentre nell'indiano durante il minimo
    così come c'è una buon propagazione verso la strato durante le fasi di minimo e viceversa
    qui il resoconto per le ssta nei periodi in esame (1919-58/59-98) con i vari lag per le fasi massimo e minimo HS e LS

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-20.34.34.png

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-20.34.55.png

    e per le temperature dell'aria e per la propagazione verticale
    sempre per massimo

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-20.36.23.png

    e minimo

    Feed back circolatori-schermata-2017-11-04-alle-20.36.31.png
    Ultima modifica di Alessandro1985; 04/11/2017 alle 21:03

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •