Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 456
Risultati da 51 a 57 di 57
  1. #51
    Uragano L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    15,847
    Menzionato
    143 Post(s)

    Predefinito Re: Corrente atlantica ai minimi storici

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    A mio parere anno dopo anno l'effetto antropico diventa sempre più predominante ed invadente da essere già oggi approssimabile al 100%. Il trend naturale di fondo non si sa in realtà dove ci porterebbe: se era il sole, allo stato attuale direi che dovremmo iniziare ad avvertirne gli effetti dato il minimo in atto, al tempo stesso tornando al discorso del calo dell'insolazione a 65°N che sta per raggiungere il minimo degli ultimi 20mila anni ciò dovrebbe ulteriormente portarci ad un clima glaciale (ipotesi nella "Neoglaciazione", che spiegava la PEG anche alla luce di questo meccanismo astronomico di fondo: Neoglaciazione - Wikipedia).


    Comunque è argomento per un altro TD.
    No, il trend naturale all'incremento termico rispetto alla fine di un periodo freddo ( PEG) e col quale facciamo i confronti ( dal 1850 ad oggi) è NORMALE e OVVIO che fosse al rialzo , su questo non ci sono dubbi...che poi l'uomo ci abbia messo il carico da 11 questo è altrettanto ovvio, ma come non è propriamente normale oggi il livello termico globale ( soprattutto, ripeto, nella velocità) , non lo era anche nel 700/800 durante la PEG.

  2. #52
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,972
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Corrente atlantica ai minimi storici

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    No, il trend naturale all'incremento termico rispetto alla fine di un periodo freddo ( PEG) e col quale facciamo i confronti ( dal 1850 ad oggi) è NORMALE e OVVIO che fosse al rialzo , su questo non ci sono dubbi...che poi l'uomo ci abbia messo il carico da 11 questo è altrettanto ovvio, ma come non è propriamente normale oggi il livello termico globale ( soprattutto, ripeto, nella velocità) , non lo era anche nel 700/800 durante la PEG.
    Non è nè normale nè ovvio. La forzante astronomica suggeriva un ulteriore calo (ipotesi della Neoglaciazione), e quella che si stava vivendo al massimo era una fase temporanea tra cicli naturali endogeni al sistema + attività solare in aumento. Ma sarebbe dovuta a mio parere finire da un pezzo.

  3. #53
    Uragano L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    15,847
    Menzionato
    143 Post(s)

    Predefinito Re: Corrente atlantica ai minimi storici

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Non è nè normale nè ovvio. La forzante astronomica suggeriva un ulteriore calo (ipotesi della Neoglaciazione), e quella che si stava vivendo al massimo era una fase temporanea tra cicli naturali endogeni al sistema + attività solare in aumento. Ma sarebbe dovuta a mio parere finire da un pezzo.
    Mah, io torie e studi su queste tue considerazioni non ne ho lette...quindi per te la PEG era una circostanza che sarebbe dovuta continuare se non ci fosse stata l'industrializazazione fammi capire ??...teoria letta da nessuna parte e tutti gli studi riportano il fatto che al trend NATURALE di fondo volto all'incremento termico da metà 800, ci sia stata poi la forzante antropica sempre più forte, tutti.

  4. #54
    Uragano L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    29
    Messaggi
    23,972
    Menzionato
    982 Post(s)

    Predefinito Re: Corrente atlantica ai minimi storici

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Mah, io torie e studi su queste tue considerazioni non ne ho lette...quindi per te la PEG era una circostanza che sarebbe dovuta continuare se non ci fosse stata l'industrializazazione fammi capire ??...teoria letta da nessuna parte e tutti gli studi riportano il fatto che al trend NATURALE di fondo volto all'incremento termico da metà 800, ci sia stata poi la forzante antropica sempre più forte, tutti.
    Intendo dire che si stava vivendo una fase di riscaldamento che sarebbe potuta essere temporanea legata ai cicli solari. Seguendo l'ipotesi della Neoglaciazione ad essa sarebbe potuta seguire, coadiuvata da un minimo solare, una fase anche più cruda della PEG se la forzante solare, però, avesse contribuito.

    La Neoglaciazione è un periodo realmente esistito tra l'altro, identifica il progressivo raffreddamento delle temperature globali che si è avuto a partire dall'Optimum Olocenico:

    Neoglaciation - Wikipedia

    Il driver di questo processo sarebbe il calo dell'insolazione in estate sul Circolo Polare, calo che è prossimo a raggiugere un minimo tra qualche centinaio di anni:



    Dunque, se l'ipotesi è corretta, avremmo dovuto avere qualche altro centinaio di anni di calo termico senza CO2, al netto di oscillazioni con periodi di aumento termico per incrementata attività solare.

  5. #55
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/08/20
    Località
    FE
    Messaggi
    2,945
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Corrente atlantica ai minimi storici

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Mah, io torie e studi su queste tue considerazioni non ne ho lette...quindi per te la PEG era una circostanza che sarebbe dovuta continuare se non ci fosse stata l'industrializazazione fammi capire ??...teoria letta da nessuna parte e tutti gli studi riportano il fatto che al trend NATURALE di fondo volto all'incremento termico da metà 800, ci sia stata poi la forzante antropica sempre più forte, tutti.
    Perché il monossido di carbonio è un gas serra per caso? Durante l'età industriale immagino che si emetteva molto CO. Quindi la PEG è terminata per fattori interni ed esterni forzanti l'atmosfera terrestre ed il suo equilibrio.
    Per me l'uomo non centra una mazza con il riscaldamento globale, sono gli oceani che cambiano ciclicamente la modalità con la quale trattengono CO2, che a differenza del CO, è un gas serra come l'acqua. Ovvero poi cambia anche il valore di umidità contenuta dall'atmosfera.
    L'acqua è un gas serra potentissimo.
    Siamo in un massimo solare, non mi meravigliano certe bizzarrie o capricci climatici terrestri.

    L'uomo ha contribuito ad innalzare lo zero termico, questo può essere, le isole urbane sono fonti di calore inverosimili. L'uomo ha contribuito discretamente, ma non pienamente e sufficientemente per definirlo responsabile di cambiamento climatico e dell'AMO conseguentemente.
    Per il prossimo Inverno non mi aspetto nulla, come si scherzava dopo l'ultimo post che ho fatto nella sezione ENSO mi pare di ricordare.
    Nessun 1956, vortice polare freddo e chiuso a riccio, e noi a sbavare su qualche piccola retrogressione... poi tutto può cambiare..

  6. #56
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/08/20
    Località
    FE
    Messaggi
    2,945
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Corrente atlantica ai minimi storici

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Intendo dire che si stava vivendo una fase di riscaldamento che sarebbe potuta essere temporanea legata ai cicli solari. Seguendo l'ipotesi della Neoglaciazione ad essa sarebbe potuta seguire, coadiuvata da un minimo solare, una fase anche più cruda della PEG se la forzante solare, però, avesse contribuito.

    La Neoglaciazione è un periodo realmente esistito tra l'altro, identifica il progressivo raffreddamento delle temperature globali che si è avuto a partire dall'Optimum Olocenico:

    Neoglaciation - Wikipedia

    Il driver di questo processo sarebbe il calo dell'insolazione in estate sul Circolo Polare, calo che è prossimo a raggiugere un minimo tra qualche centinaio di anni:

    Immagine


    Dunque, se l'ipotesi è corretta, avremmo dovuto avere qualche altro centinaio di anni di calo termico senza CO2, al netto di oscillazioni con periodi di aumento termico per incrementata attività solare.
    Ricercatori del JPL della NASA , hanno identificato uno spostamento ciclico dell'asse terrestre, Adhikari e Ivins tra il 2015 e 2016, questo per dire che quel valore che indichi, senza inchinarsi all'AGW.. più di tanto è calcolabile da un'insieme di variabili.
    Hanno analizzato i dati dal 2003, e l'uomo in minima parte può essere responsabile, ma nel complesso è irrilevante nell'insieme dove si concentrano soprattutto certe variabili astronomiche. Come sole e pianeti.

    L'asse terrestre si è spostato, ovvero l'angolo è variato, inclinandosi per tutto il XX secolo verso la Baia di Hudson, poi dal 2003 ha invertito la rotta. Ed ora si muove verso le Isole Britanniche.
    Allego un esempio... ciò è dovuto alla migrazione delle masse glaciali e plausibilmente al loro scioglimento. Considerando ciò che avviene soprattutto in Groenlandia.
    terra-asse-1920x960_jpg_webp.jpg

  7. #57
    Uragano L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    15,847
    Menzionato
    143 Post(s)

    Predefinito Re: Corrente atlantica ai minimi storici

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro Visualizza Messaggio
    Perché il monossido di carbonio è un gas serra per caso? Durante l'età industriale immagino che si emetteva molto CO. Quindi la PEG è terminata per fattori interni ed esterni forzanti l'atmosfera terrestre ed il suo equilibrio.
    Per me l'uomo non centra una mazza con il riscaldamento globale, sono gli oceani che cambiano ciclicamente la modalità con la quale trattengono CO2, che a differenza del CO, è un gas serra come l'acqua. Ovvero poi cambia anche il valore di umidità contenuta dall'atmosfera.
    L'acqua è un gas serra potentissimo.
    Siamo in un massimo solare, non mi meravigliano certe bizzarrie o capricci climatici terrestri.

    L'uomo ha contribuito ad innalzare lo zero termico, questo può essere, le isole urbane sono fonti di calore inverosimili. L'uomo ha contribuito discretamente, ma non pienamente e sufficientemente per definirlo responsabile di cambiamento climatico e dell'AMO conseguentemente.
    Per il prossimo Inverno non mi aspetto nulla, come si scherzava dopo l'ultimo post che ho fatto nella sezione ENSO mi pare di ricordare.
    Nessun 1956, vortice polare freddo e chiuso a riccio, e noi a sbavare su qualche piccola retrogressione... poi tutto può cambiare..
    Ah si certo.....a parte che non ho capito l'accenno al monossido di carbonio cosa c'entri, mah....poi l'uomo non c'entra una mazza, si si...infatti abbiamo solo disboscato, cementificato, alterato e modificato corsi di fiumi, prolificato a dismisura , allevato in maniera intensiva e vergognosa animali, emesso CH4 in abbondanza ....NON C'ENTRA NIENTE L'UOMO ???....O tu pensi che quella "A" davanti a GW sia solo dovuta alla CO2??...poi probabilmente, mio pensiero ,non credo che quella "A" pesi il 98% sul GW, ma un buon 50/60% si eccome.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •