Pagina 103 di 116 PrimaPrima ... 35393101102103104105113 ... UltimaUltima
Risultati da 1,021 a 1,030 di 1157
  1. #1021
    Tempesta violenta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    13,507
    Menzionato
    64 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    è proprio quel rialzo delle velocità zonali a 10hPa a farci capire che ci sarà il trasferimento verso il basso del disturbo, "spinto" dalla ripresa del VPS a partire dall'alto. è il periodo a fuorviare, ce lo si aspetta a breve ma in realtà nelle code GFS è visto non prima del 20.

    ecco:

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-umedel60.jpg
    Si vis pacem, para bellum.

  2. #1022
    Burrasca L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    7,483
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    è proprio quel rialzo delle velocità zonali a 10hPa a farci capire che ci sarà il trasferimento verso il basso del disturbo, "spinto" dalla ripresa del VPS a partire dall'alto. è il periodo a fuorviare, ce lo si aspetta a breve ma in realtà nelle code GEFS è visto non prima del 20.
    Mah , non saprei, a 1 e 5 hpa il VPS ripartirà alla grande, per compressione verso il basso il momento easterlies dovrebbe propagarsi comunque e invece per ora non si vede nulla di ciò neanche delle code dei modelli.

  3. #1023
    Tempesta violenta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    13,507
    Menzionato
    64 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Mah , non saprei, a 1 e 5 hpa il VPS ripartirà alla grande, per compressione verso il basso il momento easterlies dovrebbe propagarsi comunque e invece per ora non si vede nulla di ciò neanche delle code dei modelli.
    insomma, sono un po' di runs che il parallelo (ma anche l'ufficiale a tratti) per il long fa vedere qualcosa, ma qui siamo nella stanza sbagliata. nella sostanza tocca aspettare e vedere come e quando sarà, e se sarà, questo trasferimento verso il basso del disturbo. la cosa preoccupante è che un reitero come quello visto in alto possa in qualche modo compromettere la dinamica. penso che lo scopriremo solo vivendo, è un'altra situazione nuova per l'ennesimo inverno di fila. un bandolo difficile per tutti da sciogliere, anche per i GM sin dall'inizio.
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #1024
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,218
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    È come se ci fosse un mantenimento dello split del vps per molti giorni che ovviamente, per mancanza di compressione dall'alto con ripresa delle velocità zonali, non scende. Come illustrato da Jack s'intravede la dinamica propagativa. Sarà vera gloria.
    P. S. : tutto può accadere in quanto lo scibile umano è limitato nel tempo
    #SAVETHEBEAR

  5. #1025
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    10/12/09
    Località
    San Giorgio a Cremano (NA)
    Messaggi
    667
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Mah , non saprei, a 1 e 5 hpa il VPS ripartirà alla grande, per compressione verso il basso il momento easterlies dovrebbe propagarsi comunque e invece per ora non si vede nulla di ciò neanche delle code dei modelli.
    nel fanta di GFS06 sembrano intravedersi i primi segnali....curioso di vedere il relativo parallelo
    Ultima modifica di Gius72; 07/01/2019 alle 12:03

  6. #1026
    Tempesta L'avatar di giofelix
    Data Registrazione
    16/06/02
    Località
    Savignano sul Rubicone (FC)
    Età
    60
    Messaggi
    12,476
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    sarebbe questa, la sintesi...
    Ma quando la neve si scioglie, il bianco dove va a finire?

  7. #1027
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    49
    Messaggi
    7,041
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Alcuni opportuni chiarimenti ed approfondimenti qui in un articolo a cura del CTS
    Matteo

    Freelance

  8. #1028
    Burrasca L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    7,483
    Menzionato
    55 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Ecco, nel long del parallelo gfs 06 ( over 288 h) si vede l'onda intrusiva probabilmente frutto della propagazione dall'alto...target, ultima decade di gennaio.

  9. #1029
    Brezza tesa L'avatar di Fulviots
    Data Registrazione
    12/03/10
    Località
    Salzano - Trieste Sissa (Bonomea)
    Età
    52
    Messaggi
    694
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    Fulvio solo una precisazione
    l'inversione ai 30 non è elemento dirimente della bontà propagativa di un ssw
    se vai indietro avevo postato l'andamento di alcune annate in tal senso
    vedrai come avvenne nel 12-13 ma non nel 85 tanto per citarne un paio dagli esiti diversi
    Ok, ma il succo del discorso non cambia, vengono ancora fatte delle ipotesi su una base che non si sa dove evolverà nel prossimo futuro. Io rimarrei cauto su questo fatto, ad oggi tutte le possibilità sono in gioco, quindi non escluderei nemmeno un mancato accoppiamento.
    E comunque vengono valutate evoluzioni proposte a distanze inaffidabili.

  10. #1030
    Vento fresco L'avatar di Fabri93
    Data Registrazione
    19/04/09
    Località
    Empoli (FI)
    Messaggi
    2,964
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Nella morsa del MMW, propagazione dell'ESE in troposfera, quale futuro si profila per l'Italia (Analisi del proseguo di Gennaio più parole su Febbraio) ?? •••

    Direi di partire subito con una bella animazione che mostra l'andamento del VPS in stratosfera alla quota di 10 hpa, molto interessante quest'ultima perché utilizzata sopratutto per determinare la natura di un riscaldamento stratosferico o un raffreddamento, la loro intensità ed effetti.
    Inoltre la stessa si usa per classificare sia eventi di tipo Minor che Major così come i vari tipi di Stratcooling, usata anche in vari studi delle dinamiche stratosferiche, tra tutte le quote stratosferiche quella più importante a mio avviso, inoltre viene utilizzata per calcolare il valore del NAM index e classificare come detto gli ESE COLD ( + 1.5) o WARM ( - 3.0).
    Importante sopratutto a 60N ma anche più generalizzata come 65-90N.

    •• Si nota chiaramente una tendenza alla bilobazione del VPS con anche inizialmente SPLIT, VP che rimane comunque bilobato e molto disturbato con tendenza ad un nuovo split ancora più forte nel corso della fase 2 (capirete il discorso a fine analisi).
    Riassorbimento graduale del Warming e dell'ESE in alta strato ma l'eredità lasciata dal MMW è pesante e ormai ha condizionato fortemente tutto il piano isobarico del Vortice Polare.



    •• Eredità pesante che rimarrà per giorni e giorni.Venti stratosferici totalmente o quasi anticiclonici ciò denota e conferma come il riscaldamento stratosferico sia stato di tipo Major e più precisamente MMW.
    Solo un forte riscaldamento come quest'ultimo è in grado di invertire l'andamento dei venti zonali stratosferici sul polo che da ciclonico diventa anticiclonico.



    •• Il danno grosso è ormai stato fatto, la grande botta c'è stata e anche se i flussi si azzerano di nuovo, anche se i venti zonali si riprenderanno, anche se le temperature si raffredderanno ormai quella lama spietata (MMW) ha compromesso in maniera pesante tutta la vita del VP invernale nord-emisferico e quindi in troposfera la situazione continuerà a vedere chiaramente un VPT Weak anche se nei piani più alti in stratosfera forse si potrebbe riprendere ma non in maniera preoccupante.
    L'EPV inoltre suggerisce, i suoi vectors suggeriscono la possibilità di nuovi riscaldamenti che in un contesto di generale debolezza, fiacca potrebbero risultare letali per il VP e potrebbero portare, sfociare addirittura in un Final Warming anticipato, quest'ultimo comunque è solo una mia breve supposizione, pensiero.


    •• Riazzeramento dell'attività delle waves ma terrei d'occhio sopratutto in previsione la seconda visto che la prima ormai ha già dato e nemmeno poco XD, dobbiamo a lei il grosso del lavoro per il MMW.




    •• Per certi versi il confronto con l'innominabile non era poi così campato in aria dal punto di vista termico.



    •• Inutile dire che il NAM avrà già sfondato la soglia critica, non mi fermerei al solo grafico del Lamma che purtroppo non viene aggiornato spesso.

    ––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––––

    •• MMW Propagation Prediction ?? Cosa è atteso a Gennaio e parte di Febbraio in Italia, Europa ?? (Proseguo invernale)

    Direi di partire con questo collage che spero possa togliere tantissimi dubbi sopratutto a chi li possiede per quanto riguarda la propagazione e i tempi di realizzazione delle '' pulsazioni '' strato-troposfera durante lungo tutto il lag temporale. Una quasi '' anatomia '' di un MMW e dei suoi effetti, ho impiegato molto tempo a realizzarlo quindi spero possa piacere.Più chiaro di così nessuno può farlo, vi sfido, ahaha...



    Capirete bene quindi in base al collage sopra che tutta la dinamica si prenderebbe quasi tutto il proseguo del periodo invernale.

    In Italia, Europa cosa è atteso in base al collage sopra ??

    Discorso che si traduce per noi troposferici in un clima che continuerà e punterà al dinamismo, frequenti affondi di aria fredda continentale sull'Est Europa con strizzate anche feroci, in base all'invadenza del '' famoso '' VP canadese in Atlantico coadiuvato ovviamente dall'attività dell'Anticiclone della Azzorre potremo essere interessati da fasi invernale anche crude nei periodi cui avviene lo svuotamento di vorticità canadese e l'elevazione azzorriana.
    Uno schema quasi a bartlett high (non so se si dice così) in evoluzione graduale al classico e possibile Scand +.

    9 - 18 Gennaio 2019 In Italia quindi dal 9 a circa il 14 Gennaio in regime di AO negativa potremo avere un nuovo affondo di aria fredda più '' articata '' che continentale quanta basta comunque per mantenere il clima freddo e invernale con anche ovviamente la possibilità di qualche fenomeno nevoso alle quote più basse, indicativamente sul solito lato adriatico ma stavolta anche quello basso tirrenico. Europa orientale ancora molto fredda.

    • Temporanea pausa ma nemmeno più di tanto tra il 18 ed il 22 Gennaio.

    22 Gennaio - 15 Febbraio 2019
    Temporaneità che ci dovrebbe condurre verso la seconda (Il numero 2 del collage sopra) e ben più intensa, profonda, duratura '' pulsazione '' del MMW in troposfera con AO ---. Qui mi aspetto se tutto va come deve una possibile forte e duratura fase invernale in Europa, Italia intensa contraddistinta da aria continentale, una cosa similare per certi aspetti al 1 Marzo 2018, il Febbraio 2012 sarebbe il top ma sto a fantasticare...

    Febbraio proseguo...Ancora sotto gli effetti del MMW, dinamico e freddo...

    ••• Chiudo qui il discorso e spero di avervi tolto diversi dubbi, grazie mille per l'attenzione, vi ricordo che l'analisi è tutta frutto del mio sacrificio e della mia passione, non copiatela facendola passare per propria ma valorizzate il mio lavoro e le mie ore spese a stilarla per spiegare a tutti concetti alquanto difficili in maniera più chiara...

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •