Pagina 124 di 128 PrimaPrima ... 2474114122123124125126 ... UltimaUltima
Risultati da 1,231 a 1,240 di 1279
  1. #1231
    Tempesta L'avatar di Fabry18
    Data Registrazione
    23/02/06
    Località
    Tagliacozzo (AQ)
    Messaggi
    10,002
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da fabio.campanella Visualizza Messaggio
    ho colto la tua "perplessità"... o meglio per dirla alla Zalone, la tua non convintità
    Anche io ormai sono del parere che se la stratosfera si fa i __zzi suoi è decisamente meglio!!!!
    Dovete partire tutti dal presupposto che se a noi una cosa ci può dire malino ci dice malissimo...questo poi deve modulare tutto Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno




    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  2. #1232
    Vento forte L'avatar di bugimeteo
    Data Registrazione
    14/07/06
    Località
    Hp=benessere
    Età
    43
    Messaggi
    4,831
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da fabio.campanella Visualizza Messaggio
    ho colto la tua "perplessità"... o meglio per dirla alla Zalone, la tua non convintità
    Anche io ormai sono del parere che se la stratosfera si fa i __zzi suoi è decisamente meglio!!!!
    Mmw che non si è propagato e suoi mancati effetti ?
    Io vedo tutt altro, i plot parlano chiaro.
    Poi se uno si aspetta ad ogni mmw unl 1985/1929/1956 mischiati insieme non è un problema stratosferico
    Investo in un futuro meteoclimatico in palese enfasi scalare

  3. #1233
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,452
    Menzionato
    21 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da bugimeteo Visualizza Messaggio
    Mmw che non si è propagato e suoi mancati effetti ?
    Io vedo tutt altro, i plot parlano chiaro.
    Poi se uno si aspetta ad ogni mmw unl 1985/1929/1956 mischiati insieme non è un problema stratosferico
    Diciamo che quella carta rappresenta parte della dinamica d'innesco e parte dei suoi effetti. Se ricordate l'outlook ci aspettavamo una maggiore componente continentale e un'occidentalizzazione del pattern con retrogressione del lobo siberiano.
    Qualcosa l'avevamo capito ma c'è mancato proprio il tassello conoscitivo per comprendere come il MMW avesse influenzato poi la troposfera. Spiace ma francamente per quanto ne sappiamo ora (amatori e non) la dinamica evolutiva strato - tropo era impossibile prevederla.
    Con il senno di poi, anziché dannarsi l'anima per ciò che non è andato, guarderei con estremo interesse al posizionamento delle onde troposferiche ( leggasi IPO - PDO - PNA) circa le difficoltà di "amplificazione del pattern presente per gran parte di Gennaio".
    P.s.: ieri sera ho guardato di sfuggita il film "day after Tomorrow" e pensavo che per qualche utente solo quella di quel film potrebbe essere definita "un'ondata di gelo"....o si lamenterebbe qualcuno????
    #SAVETHEBEAR

  4. #1234
    Tempesta L'avatar di Fabry18
    Data Registrazione
    23/02/06
    Località
    Tagliacozzo (AQ)
    Messaggi
    10,002
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Diciamo che quella carta rappresenta parte della dinamica d'innesco e parte dei suoi effetti. Se ricordate l'outlook ci aspettavamo una maggiore componente continentale e un'occidentalizzazione del pattern con retrogressione del lobo siberiano.
    Qualcosa l'avevamo capito ma c'è mancato proprio il tassello conoscitivo per comprendere come il MMW avesse influenzato poi la troposfera. Spiace ma francamente per quanto ne sappiamo ora (amatori e non) la dinamica evolutiva strato - tropo era impossibile prevederla.
    Con il senno di poi, anziché dannarsi l'anima per ciò che non è andato, guarderei con estremo interesse al posizionamento delle onde troposferiche ( leggasi IPO - PDO - PNA) circa le difficoltà di "amplificazione del pattern presente per gran parte di Gennaio".
    P.s.: ieri sera ho guardato di sfuggita il film "day after Tomorrow" e pensavo che per qualche utente solo quella di quel film potrebbe essere definita "un'ondata di gelo"....o si lamenterebbe qualcuno????
    Riguardo l’ultima parte la maggior parte degli utenti si lamenterebbe..compreso io..della sciroccata immane che ci toccherebbe prima del fronte freddoVpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  5. #1235
    Vento teso
    Data Registrazione
    10/09/13
    Località
    Putignano
    Età
    45
    Messaggi
    1,931
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da bugimeteo Visualizza Messaggio
    Mmw che non si è propagato e suoi mancati effetti ?
    Io vedo tutt altro, i plot parlano chiaro.
    Poi se uno si aspetta ad ogni mmw unl 1985/1929/1956 mischiati insieme non è un problema stratosferico
    Veramente ho pensato ad una cosa diversa. Pensavo tu volessi sottolineare il fatto che con AO+ abbiamo avuto un'articata produttiva con anche neve a quote basse anche se al centrosud mentre quando "finalmente" il disturbo stratosferico si è propagato perche come si vede dai plot volenti e nolenti si è propagato, il tempo è diventato primaverile...
    avevo inteso questo..


  6. #1236
    Vento fresco L'avatar di UK-1050hPa
    Data Registrazione
    09/12/09
    Località
    Sulmona (AQ)
    Età
    37
    Messaggi
    2,692
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da fabio.campanella Visualizza Messaggio
    Veramente ho pensato ad una cosa diversa. Pensavo tu volessi sottolineare il fatto che con AO+ abbiamo avuto un'articata produttiva con anche neve a quote basse anche se al centrosud mentre quando "finalmente" il disturbo stratosferico si è propagato perche come si vede dai plot volenti e nolenti si è propagato, il tempo è diventato primaverile...
    avevo inteso questo..

    Anche io...

  7. #1237
    Bava di vento
    Data Registrazione
    17/04/18
    Località
    Bazzano (BO)
    Età
    30
    Messaggi
    234
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Buona sera ragazzi , in questi giorni sto notando un certo abbacchiamento generale e da un lato per come stanno andando i modelli in questi ultimi 2 giorni lo capisco, però bisogna anche essere obiettivi e pensare che il tutto deve essere ancora ben letto e digerito in quanto un antizonalità e un MMW in via di risoluzione non è che lo leggi in due quattrotto. I modelli non sono altro che calcolatori di miriadi e miriadi di operazioni con equazioni estremamente complesse ed è normale che in queste situazioni vadano in caos, questa detta cosi potrebbe essere più una speranza o come si può dire una sorta di "consolazione" nel senso che speriamo tutti che sia dovuto a questo, nel caso peggiore ovviamente se i modelli entro il finire della prossima settimana non dovessero arrivare ad una soluzione univoca allora ci sarebbe da preoccuparsi e domandarsi che cosa c'è stato ancora una volta in questa dinamica e capire cosa non quadrerebbe. Ora volevo fare un breve pensiero per quanto riguarda gli stratwarming e soprattutto far capire come non siano la bibbia assoluta e soprattutto l'equazione strat=gelo e neve in italia e un tarlo difficile da scalfire, in quanto in realtà quello che conta e il fattore primario rimane sempre la disposizione d'assi configurativi, in parole povere l'ASSE DEL VP e il suo equilibrio di vorticità e relative disposizioni d'onde. Ergo la troposfera è la vera regia del tempo, poi è normale che la stratosfera in molti casi ha forzato in peggio o in meglio le varie situazioni e spesse volte sia nel caso di stratcooling che in stratwarming abbiamo avuto un VP chiuso o VP disturbato e addirittura SPLITTATO. Riassumendo il tutto uno stratwarming aumenta le probabilità di avere situazioni potenzialmente storiche oppure di averne di frequente, peggio ovviamente sarebbe se avessimo un VP chiuso ma sia chiaro che anche senza stratwarming abbiamo assistito ugualmente a discreti inverni, in quanto la disposizione troposferica nonostante tutto era a favore. Io credo e sono convinto che gli stratwarming sono un arma a doppio taglio dove può scardinare un pattern quando va bene, ma può anche incancrenirlo e amplificarlo e peggiorare solo le cose in caso di ASSI MOTORI sbagliati, quindi quello che voglio dire è: il gioco vale la candela? ergo se la disposizione troposferica è già di partenza ottima uno stratwarming può anche amplificarla in positivo ma anche rovinarla ovviamente, mentre con situazioni di partenza già bruttine può magari migliorarla o peggiorarla ulteriormente. Esempio di quest anno dove un MMW ibrido con SPLIT in quota e DISPLACEMENT in basso con durata del disturbo del VPS ben oltre la casistica classica, i tempi di propagazione sono stati molto lenti ma soprattutto tutto troppo diluito secondo me dovuto proprio ad una disposizione non cosi ottimale (vedasi PDO+). Quindi credo che a questo punto siamo ad un bivio: o tutto o niente !! io la vedo cosi. Il vero motore ricordiamocelo sempre è il pacifico, il vero responsabile dei nostri inverni europei, la vera chiave di svolta deve avvenire sul pacifico. Salutoni.





  8. #1238
    Bava di vento
    Data Registrazione
    17/04/18
    Località
    Bazzano (BO)
    Età
    30
    Messaggi
    234
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da fabio.campanella Visualizza Messaggio
    Mah. Il problema non è il Pacifico. Torniamo sempre a fare gli stessi discorsi. Il problema è la carenza di variabilità configurativa. Leggo che tu sei di Bologna. Bene. Lo so che andrebbe di lusso un trimestre con NAO negativa grazie all’effetto di risonanza che la pdo negativa induce alla costruzione e ubicazione della seconda onda. Il problema è che si avrebbe mezza Russia, Balcani e mezza Italia al calduccio.... della serie purtroppo la coperta è troppo corta. Quello che torno a ripetere: manca ormai una variabilità configurativa a scapito invece di frequenti e ripetuti pattern i quali interstagionalmente premiano o penalizzano sempre le stesse zone. Mancano le vecchie care perturbazioni da ovest verso est, le basse ioniche, i famosi pendoli di Caroselli.... purtroppo è tutta opera dell’amplificazione artica, del basso gradiente termico orizzontale autunnale e di un vortice che parte spesso fortemente baroclino costretto a concentrare tutta l’energia potenziale sul dipolo.... tempi bui per ora al netto di questi ancora dubbi nella loro efficacia stratwarming....
    Sulla variabilità configurativa sono d'accordo con te, nel senso che in passato si susseguivano sempre le sciroccate e non avevamo certo 3 mesi di gelo e neve di fila! e anche le scaldate sono sempre state presenti, la cosa che è effettivamente cambiata sono configurazioni più rallentate e incancrenite dove appunto vengono sempre penalizzate le stesse zone e questo non solo in inverno ma anche nelle altre stagioni. In effetti se vogliamo fare un discorso orticellistico è vero che il nord italia viene maggiormente interessata con NAO - e d'altro canto un canadese un pelo invadente può anche dare una mano. Però volevo comunque rimarcare l'estrema importanza del Pacifico per il fatto che alla fin fine nasce tutto da li. La wawe 1 viene chiamata Wawe Mother o onda principale perchè ci sarà un motivo. Come ben sappiamo la corrente a getto si ondula a ridosso della catena montuosa americana, oltre all'alternanza tra oceani e continenti, di conseguenza la PDO ha un suo enorme peso per le configurazioni europee dove appunto va a modulare il js in uscita dal continente americano con la wawe 1 che negli ultimi anni compreso quest anno è sempre costantemente addossata sulla west america coast. Quello che è certo che in questi anni troppe cose sono cambiate e anche il fatto di avere avuto un MMW con un innesco cosi anomalo come anche una stratosfera iperraffreddata e dove spesse volte rischiamo il precondizionamento, sicuro sarà una cosa da studiare e secondo me molto vecchi concetti dovranno essere rivisti ed è proprio da questi errori che si cresce più forti e si cercherà di studiare e capire sempre più cose, rimarcando il fatto e rimanendo fermamente consapevoli che la climatologia come la meteorologia rimane e rimarrà sempre una scienza imprevedibile e caotica cosi come la certezza assoluta non esiste. Ora dovremo valutare se almeno l'ultimo treno stagionale arriverà o meno, tutto sta nella frenata del canadese e di conseguenza la Madden Oscillation vedremo se darà una bella spinta alla wawe 2 verso nord, ma finchè il canadese rimarrà cosi indiavolato e non avremo un imprinting deciso al JS sarà dura. Vedremo anche la frustata del PNA se sarà propedeutico per una maggior ondulazione del js con quindi maggior blocco alle correnti zonali. Salutoni.

  9. #1239
    Vento fresco L'avatar di Dago
    Data Registrazione
    02/05/07
    Località
    Milano Chiesa Rossa
    Età
    53
    Messaggi
    2,779
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Ragazzi .... qui non si é ancora riusciti a spiegare perché non si é osservata antizonalità nel NH. Solo uno triplo split ( a noi é toccato un lobo minore con asse non molto favorevole ) durato cinque giorni e stop

  10. #1240
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    38
    Messaggi
    1,950
    Menzionato
    50 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Se questo è tutto oggettivamente questo ssw ha portato poco, e solo perchè in questo momento ci sono anomalie dello stesso segno in troposfera e stratosfera non vuol dire che sia forzato dall'alto, la troposfera ha la sua variabilità. Abbiamo avuto simili anomalie anche a novembre prima dell'ssw e d'altra parte è tutto gennaio che abbiamo anomalie di segno opposto del nam tranne in prossimità della superficie dove sono comunque deboli, penso che l'andamento nel grafico sotto possa indicare una certa influenza della stratosfera in questo episodio ma come provarlo(con i numeri non ad occhio)? Di sicuro non è certo stato di quelli episodi dirompenti in cui osserviamo forti anomalie nell'intera colonna:

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-gfs_nh-namindex_20190204.png

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-ao.sprd2.gif

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •