Pagina 14 di 55 PrimaPrima ... 4121314151624 ... UltimaUltima
Risultati da 131 a 140 di 542
  1. #131
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    49
    Messaggi
    6,937
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Non c'è da meravigliarsi sul fatto che il NAM salga nel momento in cui il gradiente meridionale di calore a 10 hpa si mantega basso.
    Il rinforzo zonale previsto su tutta la colonna del vortice polare risponde ad una cattiva trasmissione dei flussi di calore che si manterrà tale ancora per circa 7/8 giorni:

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-immagine.jpg
    Ma questo, al di là della verifica del valore del North Annular Mode, non è un ESE in quanto non supportato dall'incremento dell'epv (ovvero U che è l'indice medio zonale non trova conferma in un rinforzo delle vorticità potenziali) almeno per ora_

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-fluxes.gif

    e neppure da una trasmissione di eddy momentum westerlies che precede il rinforzo zonale indotto dalla stratosfera:

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-mome.jpg

    Quello che invece è probabile è il fatto che questa dinamica di incremento fisiologico (in troposfera) dell'indice zonale sia il segnale di una buona ripartenza dei flussi di calore dal basso.
    Se queste proiezioni dovessero quindi trovare conferma nelle prossime emissioni, il gradiente meridionale stratosferico attualmente con un grafico molto al di sotto dei valori normali per il periodo, dovrebbe invertire abbastanza repentinamente la rotta.

    Le evidenze in troposfera di quanto ipotizzato dovrebbero riscontrarsi attorno al 20 c.m. con una risalita dell'indice AO ed una probabile distensione dell'alta pressione europea sulla Scandinavia dovuta ad una rotazione dell'asse indotta dall'aumento delle velocità zonali.
    Se così fosse potremmo attenderci verso tale periodo una prima sfreddata dai quadranti nord orientali.
    Matteo

    Freelance

  2. #132
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    467
    Menzionato
    72 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    segnali di pronta ripartenza della wave 2 sino alla medio-alta strato
    ne consegue che la struttura con tutto il suo carico supplettivo di energia avrebbe un grosso problema di equilibrio
    Che spiegherebbe questo andamento delle CFS, con tre spaghi su quattro che vanno a MMW entro dicembre...

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-u10serie.png

    C'è anche lo spago bastian contrario che vede un VP forte per tutto l'inverno, ma è anche il più debole nel breve termine.

  3. #133
    Vento teso
    Data Registrazione
    10/09/13
    Località
    Putignano
    Età
    44
    Messaggi
    1,675
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Non c'è da meravigliarsi sul fatto che il NAM salga nel momento in cui il gradiente meridionale di calore a 10 hpa si mantega basso.
    Il rinforzo zonale previsto su tutta la colonna del vortice polare risponde ad una cattiva trasmissione dei flussi di calore che si manterrà tale ancora per circa 7/8 giorni:

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-immagine.jpg
    Ma questo, al di là della verifica del valore del North Annular Mode, non è un ESE in quanto non supportato dall'incremento dell'epv (ovvero U che è l'indice medio zonale non trova conferma in un rinforzo delle vorticità potenziali) almeno per ora_

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-fluxes.gif

    e neppure da una trasmissione di eddy momentum westerlies che precede il rinforzo zonale indotto dalla stratosfera:

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-mome.jpg

    Quello che invece è probabile è il fatto che questa dinamica di incremento fisiologico (in troposfera) dell'indice zonale sia il segnale di una buona ripartenza dei flussi di calore dal basso.
    Se queste proiezioni dovessero quindi trovare conferma nelle prossime emissioni, il gradiente meridionale stratosferico attualmente con un grafico molto al di sotto dei valori normali per il periodo, dovrebbe invertire abbastanza repentinamente la rotta.

    Le evidenze in troposfera di quanto ipotizzato dovrebbero riscontrarsi attorno al 20 c.m. con una risalita dell'indice AO ed una probabile distensione dell'alta pressione europea sulla Scandinavia dovuta ad una rotazione dell'asse indotta dall'aumento delle velocità zonali.
    Se così fosse potremmo attenderci verso tale periodo una prima sfreddata dai quadranti nord orientali.
    Analisi perfetta Matteo, il problema che dura due o tre giorni, poi a seguire fisiologico anticiclonazzo coriaceo su tutta l'Europa e l'Italia.

  4. #134
    Tempesta L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    27
    Messaggi
    12,358
    Menzionato
    59 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da fabio.campanella Visualizza Messaggio
    Analisi perfetta Matteo, il problema che dura due o tre giorni, poi a seguire fisiologico anticiclonazzo coriaceo su tutta l'Europa e l'Italia.
    nel caso di NAM condizionante sicuramente, ma in questo caso c'è davvero una cattiva comunicazione tra i vari piani della colonna e lo si vede dall'EPV. Il fatto è che si fa più probabile un rimbalzo, che sarebbe cosa buona e giusta nonché vista dai più da parecchio tempo... almeno come ipotesi. non dispererei, la situazione è davvero diversa rispetto agli scorsi anni. Soprattutto perché il tutto è davvero molto in anticipo rispetto "al solito".
    Si vis pacem, para bellum.

  5. #135
    Burrasca forte L'avatar di Fabry18
    Data Registrazione
    23/02/06
    Località
    Tagliacozzo (AQ)
    Messaggi
    9,549
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Possibilità che il rimbalzo non faccia altro che dare la possibilità dall’alto di replicare più ferocemente Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno?


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    No spoken word....Just a scream

  6. #136
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    4,334
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Fabry18 Visualizza Messaggio
    Possibilità che il rimbalzo non faccia altro che dare la possibilità dall’alto di replicare più ferocemente Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno?


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    bisognerà vedere chi è più cattivo

  7. #137
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    33
    Messaggi
    4,334
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    pensi sia possibile un rimbalzo di QUEL tipo?



  8. #138
    Burrasca L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    7,036
    Menzionato
    54 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    Ah però!

  9. #139
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    31
    Messaggi
    467
    Menzionato
    72 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Un altro aspetto positivo è che Reading pare non ci stia capendo una mazza sulla MJO e sbaglia sistematicamente a 24 ore da qualche giorno, ormai abbiamo una fase 3 moderata da ieri, con tendenza a proseguire verso fase 4.

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-ensplume_full.gif

  10. #140
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,093
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Vpt/vps 2018/19 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Non c'è da meravigliarsi sul fatto che il NAM salga nel momento in cui il gradiente meridionale di calore a 10 hpa si mantega basso.
    Il rinforzo zonale previsto su tutta la colonna del vortice polare risponde ad una cattiva trasmissione dei flussi di calore che si manterrà tale ancora per circa 7/8 giorni:

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-immagine.jpg
    Ma questo, al di là della verifica del valore del North Annular Mode, non è un ESE in quanto non supportato dall'incremento dell'epv (ovvero U che è l'indice medio zonale non trova conferma in un rinforzo delle vorticità potenziali) almeno per ora_

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-fluxes.gif

    e neppure da una trasmissione di eddy momentum westerlies che precede il rinforzo zonale indotto dalla stratosfera:

    Vpt/vps  2018/19 ed il futuro inverno-mome.jpg

    Quello che invece è probabile è il fatto che questa dinamica di incremento fisiologico (in troposfera) dell'indice zonale sia il segnale di una buona ripartenza dei flussi di calore dal basso.
    Se queste proiezioni dovessero quindi trovare conferma nelle prossime emissioni, il gradiente meridionale stratosferico attualmente con un grafico molto al di sotto dei valori normali per il periodo, dovrebbe invertire abbastanza repentinamente la rotta.

    Le evidenze in troposfera di quanto ipotizzato dovrebbero riscontrarsi attorno al 20 c.m. con una risalita dell'indice AO ed una probabile distensione dell'alta pressione europea sulla Scandinavia dovuta ad una rotazione dell'asse indotta dall'aumento delle velocità zonali.
    Se così fosse potremmo attenderci verso tale periodo una prima sfreddata dai quadranti nord orientali.
    Non avevo letto MAtteo, molto bene…..bella analisi.
    A chi pensa ad una sfreddata di 2/3 giorni dico che questa non sarebbe la classica circolazione secondaria con un Vp che si chiude in prima armonica e "buona notte ai sonatori"
    Qui la posta è alta con l'instaurazione di un energico scand+ "top di gamma" che va a minare in alto il VP.
    Tra l'altro in area Est Siberia si reitera un'uscita del getto molto arzilla. Le onde troposferiche lavorano in sinergia……
    un saluto, buona serata
    #SAVETHEBEAR

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •