Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 51
  1. #1
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,328
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019


    Come si vede dalla linea rossa (media prima decade aprile 2019) rispetto alla media climatologica, l'ITCZ parte basso ad ovest ma è in perfetta media ad est




    La situazione dei venti nei bassi strati vede la presenza di un aliseo teso e ben strutturato nella zona occidentale del Sahara per la presenza di una cella anticiclonica in rinforzo a nord, centrata sull'Algeria. Mancanza di una cella di pari caratteristiche nella parte est che blocchi l'entrata del vento da nord-ovest dal Mediterraneo. In questo contesto l'aliseo rimane debole e l'ITF potrà salire. Non visibile in questa carta, ancora più a est c'è il rinforzo dell'HP subtropicale tra Arabia e India.



    Sotto, a conferma dell'analisi appena esposta, notiamo come la zona verde di dewpoint alto che rappresenta l'entrata del monsone / semestre umido sia schiacciata molto a sud dall'aliseo nella parte ovest. Al contrario, i venti umidi da sud ovest / Golfo di Guinea fluiscono nell'Africa centrale senza particolare opposizione. Se rimane così è molto probabile che nelle prossime settimane ci sia interazione con la parte occidentale della cella arabica e l'E-ITCZ salirà sopra la media.

    Always looking at the sky

  2. #2
    Vento teso
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    63
    Messaggi
    1,738
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Immagine

    Come si vede dalla linea rossa (media prima decade aprile 2019) rispetto alla media climatologica, l'ITCZ parte basso ad ovest ma è in perfetta media ad est

    Immagine

    Immagine


    La situazione dei venti nei bassi strati vede la presenza di un aliseo teso e ben strutturato nella zona occidentale del Sahara per la presenza di una cella anticiclonica in rinforzo a nord, centrata sull'Algeria. Mancanza di una cella di pari caratteristiche nella parte est che blocchi l'entrata del vento da nord-ovest dal Mediterraneo. In questo contesto l'aliseo rimane debole e l'ITF potrà salire. Non visibile in questa carta, ancora più a est c'è il rinforzo dell'HP subtropicale tra Arabia e India.

    Immagine


    Sotto, a conferma dell'analisi appena esposta, notiamo come la zona verde di dewpoint alto che rappresenta l'entrata del monsone / semestre umido sia schiacciata molto a sud dall'aliseo nella parte ovest. Al contrario, i venti umidi da sud ovest / Golfo di Guinea fluiscono nell'Africa centrale senza particolare opposizione. Se rimane così è molto probabile che nelle prossime settimane ci sia interazione con la parte occidentale della cella arabica e l'E-ITCZ salirà sopra la media.

    Immagine
    ciao caro credi stiamo gettando le basi per una stagione infuocata ?

  3. #3
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    30/12/14
    Località
    volta mantovana(MN)
    Età
    29
    Messaggi
    323
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019

    Mi pare di capire che salirà piu la parte est...quindi l'hp avrà asse maggiormente pro sud e Balcani/Grecia...
    questo invece è riferito a tutti: vedendo alcune proiezioni, per maggio si propende per un hp a ridosso dell'Europa occidentale e tempo secco al nord...che ne pensate?

  4. #4
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,800
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019

    Citazione Originariamente Scritto da neve90 Visualizza Messaggio
    Mi pare di capire che salirà piu la parte est...quindi l'hp avrà asse maggiormente pro sud e Balcani/Grecia...
    questo invece è riferito a tutti: vedendo alcune proiezioni, per maggio si propende per un hp a ridosso dell'Europa occidentale e tempo secco al nord...che ne pensate?
    se stiamo alla situazione attuale tra atl e indiano sicuramente
    l'AMM e lo IOD per il momento vanno nella direzione di portare maggiore sbilanciamento proprio verso est


  5. #5
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    30/12/14
    Località
    volta mantovana(MN)
    Età
    29
    Messaggi
    323
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019

    Te che ne pensi per le proiezioni di maggio? Lo reputi così impossibile un maggio con hp incentrato su spagna e francia?

  6. #6
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,684
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019

    Ovviamente invito a considerare questa discussione incentrata sull'ITCZ non dirimente circa la proiezione estiva. Il quadro che si andrà a comporre vedrà molte forzanti da valutare. Per quanto concerne le valutazioni sul mese di Maggio diciamo che la circolazioni tenderà a risentire maggiormente delle dinamiche recessive della circolazione polare più che delle forzanti tropicali. Aggiungiamo inoltre che sarà da valutare sia la tipologia della forzante che la magnitudo.
    #SAVETHEBEAR

  7. #7
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,800
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019

    Citazione Originariamente Scritto da neve90 Visualizza Messaggio
    Te che ne pensi per le proiezioni di maggio? Lo reputi così impossibile un maggio con hp incentrato su spagna e francia?
    non so se ti riferivi a me
    le proiezioni di maggio sono consistenti con una tendenza di massima che vede il decadere della forzanti connesse all'attività del vp ripristinando uno status quo ben oliato tra pacifico e atl in attesa di valutare le forzanti di origine tropicale specialmente nell'ottica del trimestre in divenire che potremmo scoprire meglio nelle prossime settimane

  8. #8
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    30/12/14
    Località
    volta mantovana(MN)
    Età
    29
    Messaggi
    323
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019

    Ottimo, grazie mille.

  9. #9
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    50
    Messaggi
    7,189
    Menzionato
    23 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019

    Nelle stagioni di transizione, specialmente in primavera quando le masse di aria più fredda perdono coesione rispetto all'attrattiva esercitata dal vortice polare e migrano verso latitudini più basse, non è del tutto raro assistere ad una commistione fra le dinamiche puramente tropicali che sono riferibili a moti convettivi spesso isolati dalla circolazione extratropicale e queste ultima.
    Ecco allora che la Cella di Ferrel subisce una contrazione e le onde vengono modulate dalla contrapposizione tra la corrente polare e l'aria calda presente a latitudini subtropicali.

    Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019-immagine.png

    Ormai tra meno di 48 ore l'aria molto fredda per la stagione in essere avrà sostanzialmente unificato le streamlines della corrente a getto conferendo allo stesso ITCZ (W ed E ITF) una condotta condizionata da queste dinamiche.
    Tutto questo per dire che l'affidabilità di questo indice quale predictor per le minori/maggiori invadenze delle fasce tropicali alle medie latitudini soprattutto durante il trimestre estivo, aumenta progressivamente nel momento in cui l'interferenza dell'aria fredda si attenua.
    Non dovrebbe mancare poi molto.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019-immagine.jpg  
    Matteo

    Freelance

  10. #10
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    50
    Messaggi
    7,189
    Menzionato
    23 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019

    Tra qualche giorno dovrebbero uscire i forecast ens. dei principali modelli elaborati nel mese di maggio inerenti l'analisi dell'itcz sul continente africano.
    Quello che si desumerebbe in base alle analisi di aprile è una tendenziale debolezza del monsone della nuova Guinea (WAM) ed una maggior traslazione verso nord dell'itf nella sua sezione orientale.

    Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019-cattura.jpg Analisi e Monitoraggio ITCZ 2019-cattura.jpg
    Matteo

    Freelance

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •