Pagina 101 di 137 PrimaPrima ... 519199100101102103111 ... UltimaUltima
Risultati da 1,001 a 1,010 di 1364
  1. #1001
    Brezza tesa L'avatar di pubblico
    Data Registrazione
    22/05/08
    Località
    Torricella S. (Ri)
    Età
    35
    Messaggi
    550
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Tutto giusto ale resta comunque il fatto che non siamo ad ese cold conclamato. Quello al limite si vedrebbe oltre le 240. Intorno al 12/15 gennaio. Tra l’altro la destrutturazione delle epv avviene già dalle 72 e non bisogna cercare a 240.

    La soppressione debole dei flussi per mezza giornata non ha alcun significato. Non ancora.

  2. #1002
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,560
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da pubblico Visualizza Messaggio
    Tutto giusto ale resta comunque il fatto che non siamo ad ese cold conclamato. Quello al limite si vedrebbe oltre le 240. Intorno al 12/15 gennaio. Tra l’altro la destrutturazione delle epv avviene già dalle 72 e non bisogna cercare a 240.

    La soppressione debole dei flussi per mezza giornata non ha alcun significato. Non ancora.
    certo Antonio, mi sono limitato ad un riassunto dello status quo "ad alta voce" che serviva anche a me per fare il punto

  3. #1003
    Brezza tesa L'avatar di pubblico
    Data Registrazione
    22/05/08
    Località
    Torricella S. (Ri)
    Età
    35
    Messaggi
    550
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Sara interessante vedere la reazione troposferica a questo nuovo tentativo di ese.

    Questa situazione molto intrigante si può passare da un estremo all’altro nel giro di pochi run

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-84ff108d-b28c-4db6-8a05-28a6a54e3d4d.gif

    alta stratosfera molto dinamica

  4. #1004
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,851
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    rendiamoci anche conto però che OGNI anno diciamo le stesse cose, del tipo: non necessariamente ESE cold=zonalità poi, NECESSARIAMENTE, dopo ogni singolo ESE cold i 30gg minimo di AO+ (e NAO peggio ) ce li siamo sempre beccati.
    ok l'ottimismo, io sono il PRIMO, ma dopo gli ultimi anni è forse meglio guardare il tutto con un po' più di distacco e pragmatismo, o almeno, io sto facendo così. Se ci sarà ESE cold, non capisco per quale motivo non debba esserci zonalità, fermo restando che la situazione precedente non è delle migliori... ma si parla proprio di dinamiche t-s-t, quindi tutto parte dalla troposfera, sarà un caso dunque che andremo in AO+++++++, che vi devo dire:

    Allegato 517852


    obiettivamente, se devo pensare ad un qualcosa post ESE cold, penso ad un grafico del genere protratto per un bel po' di tempo
    Non è proprio così jack, sono rari ma ci sono stati episodi in cui l’ese cold non è riuscito a condizionare la troposfera e in quei casi si è assistito ad un rapido ribaltamento di fronte con nuovo t-s-t event e forte disturbo al VPS. Non voglio risultare ripetitivo e neppure farmi pubblicità ma ricordo il lavoro sugli ese cold che feci un paio di anni fa e in cui riassumevo tutte queste dinamiche, a breve dovrei riuscire a terminare una versione rivisitata e (spero) migliorata di quello studio

  5. #1005
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,851
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    ciao a tutti e un buon finale d'anno

    che il vps riceva una botta non indifferente in alta strato è piuttosto evidente anche se si è trattato di una compressione a un'onda

    Immagine

    quindi ritrovarlo con un grado di coesione ormai relativamente compromesso non stupisce più di tanto
    a 1hpa il culmine del rinforzo per altro è giunto con una coerenza molto stretta con la statistica climatologica

    Immagine


    la sincronizzazione su tutta la colonna non per questo è compromessa e anzi la ristrutturazione del vp che si deve limitare alla medio alta ha tutto il tempo per porre le basi per un definitivo allineamento
    si nota dal fu berlin che alla quota isentropica degli 850 i massimi di intensità delle epv sono tutte disposte sui bordi come da copione

    Immagine


    mentre più in basso questo upper warming non ha sfondato portando un ulteriore inasprimento da compressione divergente

    Immagine

    Immagine


    vedremo se i livelli di rinforzo andranno oltre la norma di riferimento nei prossimi aggiornamenti
    alle quote superiori il balzo c'è già stato

    Allegato 517849

    tutto questo è, una volta tanto , perfettamente in linea con quanto ci aspettavamo poiché si era detto che dato il grado di approfondimento preesistente del vp un'ulteriore rotazione sarebbe risultata decisiva per lo sfondamento della soglia
    da qui possiamo ripartire valutando eventuali distinguo legati alla peculiarità stagionale
    c'è un picco di rinforzo troposferico con cui fare i conti che raggiungerà un primo culmine in coincidenza della fase finale della prima decade di gennaio e corrisponde a un incremento dell'indice zonale molto coerente a tutte le quote"significative" dall'alta troposfera in giù
    come ricordato da Matteo ora dev'essere la troposfera a veicolare tale imponente incremento energetico in modo da portare una destabilizzazione da cui possa ripartire un nuovo progressivo incremento dei flussi (da non confondere con il richiamo da azzeramento)

    Allegato 517853

    e una nuova dinamica t-s
    se ci limitiamo alla corsa di reading la situazione è piuttosto lampante e l'assetto del vp promette di rimanere stabile con al più qualche strappo o un progressivo abbassamento del fp nelle fasi di relativo allentamento
    la mjo può forzare tranquillamente la situazione a patto come ricordava snow che il passaggio di fase sia rapido e indolore dato che la previsione in uscita non farebbe altro che assecondare l'attuale assetto neutro della corda pacifica
    attendiamo eventuali novità dalle farfalle troposferiche sperando di non aver lasciato aperta la voliera
    Complimenti Ale, post sontuoso che condivido in pieno . In pratica la dinamica è ormai assodata e ci porterà con molta probabilità alle soglie di un ESE cold tra una decina di giorni, da lì poi partono gli interrogativi, sarà entusiasmante in ogni caso monitorare anche questo risvolti

  6. #1006
    Brezza tesa L'avatar di pubblico
    Data Registrazione
    22/05/08
    Località
    Torricella S. (Ri)
    Età
    35
    Messaggi
    550
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Esempio lampante fu l’inverno 2008/09

  7. #1007
    Brezza tesa L'avatar di pubblico
    Data Registrazione
    22/05/08
    Località
    Torricella S. (Ri)
    Età
    35
    Messaggi
    550
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Vedi cavaz, però non è carino far passare Marco per uno che scrive castronerie quando poi anche te scrivi che fra 10 giorni saremo alle porte dell ese cold, mente oggi affermavi che L azzeramento dell ep flux era sintomo di un ese cold ormai venturo.
    le carte le vediamo tutti, lo conferma anche la vera soppressione dell ep flux vista in gfs ma sempre e solo oltre le 340 h con un effetto miraggio. Potrebbe essere che stavolta avviene oppure no lo scopriremo nei prossimi giorni. Ma se ti fanno notare che non siamo in ese cold ancora, non ancora sarebbe bene argomentare meglio le proprie ragioni. Senza rancore eh. Di seguito la carta citata

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-f24b3446-5f52-44ac-ace5-a4c92c329755.jpeg

  8. #1008
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,851
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da pubblico Visualizza Messaggio
    Vedi cavaz, però non è carino far passare Marco per uno che scrive castronerie quando poi anche te scrivi che fra 10 giorni saremo alle porte dell ese cold, mente oggi affermavi che L azzeramento dell ep flux era sintomo di un ese cold ormai venturo.
    le carte le vediamo tutti, lo conferma anche la vera soppressione dell ep flux vista in gfs ma sempre e solo oltre le 340 h con un effetto miraggio. Potrebbe essere che stavolta avviene oppure no lo scopriremo nei prossimi giorni. Ma se ti fanno notare che non siamo in ese cold ancora, non ancora sarebbe bene argomentare meglio le proprie ragioni. Senza rancore eh. Di seguito la carta citata

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-f24b3446-5f52-44ac-ace5-a4c92c329755.jpeg
    Ho voluto semplicemente lasciare aperto uno spiraglio data l’elevata distanza temporale e a quanto pare stamattina le strato ECMWF sono leggermente meglio. Rimango dell’idea che verso l’8/9 la soglia NAM verrà parecchio avvicinata se non superata di poco, da lì vedremo cosa accadrà.
    P.s. Le mie argomentazioni credo di averle portate, certo più di chi mi risponde con “Ti risponderà Mat quando avrà tempo”

  9. #1009
    Brezza tesa L'avatar di pubblico
    Data Registrazione
    22/05/08
    Località
    Torricella S. (Ri)
    Età
    35
    Messaggi
    550
    Menzionato
    2 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Va bene dai ma devi anche comprendere che c è una diversa preparazione tecnica è brutto concludere un confronto con “lasciamo perdere se no rovino il td”

    Comunque stamani non solo le strato ecmwf sono migliorate ma direi decisamente anche la sua chiusura a 240 h. Sa molto dì mjo in fase 6 😃

  10. #1010
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,911
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Ho voluto semplicemente lasciare aperto uno spiraglio data l’elevata distanza temporale e a quanto pare stamattina le strato ECMWF sono leggermente meglio. Rimango dell’idea che verso l’8/9 la soglia NAM verrà parecchio avvicinata se non superata di poco, da lì vedremo cosa accadrà.
    P.s. Le mie argomentazioni credo di averle portate, certo più di chi mi risponde con “Ti risponderà Mat quando avrà tempo”
    Ho portato anche io argomentazioni, ho scritto quella frase solo perch5mat avrebbe potuto argomentare meglio tecnicamente, cosa che ha poi fatto Antonio, poi se vuoi credere diversamente fa come ti pare.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •