Pagina 11 di 42 PrimaPrima ... 91011121321 ... UltimaUltima
Risultati da 101 a 110 di 411
  1. #101
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,311
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Quest'anno però abbiamo anche una BDC veramente tosta

    vediamo quanto dura però
    l'incidenza della mjo non ha un peso indifferente e se le proiezioni sono corrette potrebbe tornare ad avere scarsa magnitudo nel giro di una settimana

  2. #102
    Brezza leggera L'avatar di HeavyMetal
    Data Registrazione
    19/05/19
    Località
    Roveleto di Cadeo PC 64 metri s.l.m
    Età
    16
    Messaggi
    259
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Quest'anno però abbiamo anche una BDC veramente tosta

    Cos è la BDC??
    Dolomiti ed Heavy Metal nel cuore 🤘

  3. #103
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,311
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da HeavyMetal Visualizza Messaggio
    Cos è la BDC??
    circolazione di Brewer e Dobson
    ovvero la redistribuzione dell'ozono dalle latitudini equatoriali ai poli, grazie alla circolazione dei venti stratosferici
    l'ozono si forma in grande quantità proprio a tali latitudini per ovvie ragioni di insolazione ma per la redistribuzione di cui sopra è più abbondante ai poli



    le lunghezze d'onda sotto i 240nm sono assorbite e spezzano i legami dell'ossigeno molecolare O2
    le molecole di ossigeno atomico a loro volta vanno ad unirsi a quelle di ossigeno molecolare formano quella di ozono O3 che assorbe le lunghezze d'onda tra 240 e 340 nm
    la radiazione ultravioletta poi spezza nuovamente i legami dell'ozono e ricomincia il ciclo in un continuo gioco di creazione e distruzione
    per cui la quantità al netto di altri fattori rimane costante

  4. #104
    Vento moderato L'avatar di GiagiKarl
    Data Registrazione
    04/02/19
    Località
    Gualdo Tadino (PG)
    Età
    15
    Messaggi
    1,158
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Sostanzialmente cosa comporterebbe una forte BDC?
    2012: 31 Gennaio - 15 Febbraio (120 cm) T. minima: -10,9°C
    2017: 5 - 19 Gennaio (40 cm)T. minima: -10,7°C
    2018: 24 - 28 Febbraio (30 cm) T. minima: -11,2°C



  5. #105
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,538
    Menzionato
    72 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da GiagiKarl Visualizza Messaggio
    Sostanzialmente cosa comporterebbe una forte BDC?
    Accumulo di ozono alle latitudini polari il che favorisce forti stratwarming.

  6. #106
    Vento fresco L'avatar di Fabri93
    Data Registrazione
    19/04/09
    Località
    Empoli (FI)
    Messaggi
    2,985
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Una BDC forte comporta un conseguente maggior trasporto di ozono ai poli, quindi una maggior possibilità di avere stratwarming.

  7. #107
    Vento fresco L'avatar di Fabri93
    Data Registrazione
    19/04/09
    Località
    Empoli (FI)
    Messaggi
    2,985
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Non va presa mai da sola e deve essere analizzata in accoppiata al Solar Flux e alla Quasi Biennal Oscillation

  8. #108
    Vento moderato L'avatar di GiagiKarl
    Data Registrazione
    04/02/19
    Località
    Gualdo Tadino (PG)
    Età
    15
    Messaggi
    1,158
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Fabri93 Visualizza Messaggio
    Non va presa mai da sola e deve essere analizzata in accoppiata al Solar Flux e alla Quasi Biennal Oscillation
    Ok, grazie.
    Da quel che vedo comunque la QBO sta scendendo pian piano ma ancora è nettamente positiva, quindi circolazione zonale.
    Mentre il solar flux non so dove controllarlo.
    2012: 31 Gennaio - 15 Febbraio (120 cm) T. minima: -10,9°C
    2017: 5 - 19 Gennaio (40 cm)T. minima: -10,7°C
    2018: 24 - 28 Febbraio (30 cm) T. minima: -11,2°C



  9. #109
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,641
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Si però il grande problema, evidenziato da mat, che qualsivoglia TST event favorito dalle forzanti di cui sopra potrebbe essere modulato nella locazione del trasporto di calore da quel pattern in pacifico. La collocazione delle onde troposferiche sarà comunque fondamentale per permettere poi una fase s—t efficace. La storia recente è a
    Stata eloquente.
    Poi al netto dello studio della dinamiche "verticali" del vp, sappiamo che quel pattern in area pacifico non favorisce una nao negativa.
    Detto ciò, è lo ribadisco, parliamo di pattern circolatori "giovani", con poco "storico". Dunque il mio invito è di andarci piedi di piombo....
    Buona domenica
    #SAVETHEBEAR

  10. #110
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,641
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Detto ciò comunque sia non è escludibile che che un potente evento t-s-t possa rimodulare il pattern in area pacifica. Insomma ci vuole pazienza e prudenza
    #SAVETHEBEAR

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •