Pagina 126 di 126 PrimaPrima ... 2676116124125126
Risultati da 1,251 a 1,257 di 1257
  1. #1251
    Vento forte L'avatar di luca_mo
    Data Registrazione
    03/10/10
    Località
    Modena
    Età
    26
    Messaggi
    3,816
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    sì, tutto vero Ale, a me però pare che in questi ultimi anni, con una stratosfera sempre più fredda sempre più precocemente (e non, come nell'anno corrente), il CW sia soltanto un disturbo al posto sbagliato nel momento sbagliato, rigorosamente ad un onda, che faccia dapprima dislocare un po' il VPS per poi appunto mandarlo in compressione e accelerazione e via così di schiacciasassi per almeno 2/3 della stagione... non dico vi sia una correlazione diretta, ovviamente, col tempo europeo, ma che a CW segua una stratosfera più chiusa e fredda (tolti i rari casi di MMW subito dopo) mi sembra che sia piuttosto palese... in mancanza di una troposfera reattiva, il danno è fatto, si va in ESE cold. Adesso si è andati lo stesso anche con una tropo ben reattiva fino a poco tempo fa...
    Mah..io siceramente una Troposfera con indici AO e NAO costantemente positivi da Dicembre faccio ftica a definirla reattiva..io la considero ben settata su un VP strong
    Febbraio 2012...io c'ero!!!
    UNIVERSITA' DI SCIENZE GEOLOGICHE - MODENA

  2. #1252
    Tempesta
    Data Registrazione
    29/03/06
    Località
    cesano di senigallia
    Età
    41
    Messaggi
    10,971
    Menzionato
    48 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    c'è stato uno stratcooling ma nel 17-18 c'era tutto un altro vpt

    Immagine
    Quali sono le differenze tra il vp quest anno e quello di due anni fa? Grazie.
    e fu cosi che con mia grossa sorpresa il 26-27 febbraio 2018 mi accorsi che la meteo era ancora VIVA!

  3. #1253
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    28
    Messaggi
    15,931
    Menzionato
    87 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da luca_mo Visualizza Messaggio
    Mah..io siceramente una Troposfera con indici AO e NAO costantemente positivi da Dicembre faccio ftica a definirla reattiva..io la considero ben settata su un VP strong
    come specificato da Ale e sottinteso da me, mi riferivo alla fase preparatoria invernale, in special modo a novembre e inizio dicembre (difatti mezza PP ha visto neve, seppur poca, ed una fase divertente), poi dopo il pacifico è completamente morto
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #1254
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,317
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da rafdimonte Visualizza Messaggio
    Quali sono le differenze tra il vp quest anno e quello di due anni fa? Grazie.
    banalmente basta guarda la ao
    nonostante i valori della nao che hanno ovviamente contribuito sin quasi a fine stagione a impedire azioni intrusive a due onde il vpt è stato debole, quest'anno chiuderemo gennaio senza un giorno di ao negativa
    2017 0.942 0.340 1.365 -0.089 -0.730 0.402 0.634 0.150 -0.492 0.690 -0.078 -0.059
    2018 -0.281 0.113 -0.941 0.544 1.180 0.380 0.612 0.836 0.585 0.413 -1.116 0.110
    2019 -0.713 1.149 2.116 -0.255 -1.231 -0.601 -0.890 -0.722 0.306 -0.082 -1.193 0.412

    comunque puoi vederlo anche con le reanalisi
    prendiamo una carta di oggi per esempio



    e confrontiamola con l'attuale


  5. #1255
    Burrasca L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    50
    Messaggi
    7,264
    Menzionato
    30 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    come specificato da Ale e sottinteso da me, mi riferivo alla fase preparatoria invernale, in special modo a novembre e inizio dicembre (difatti mezza PP ha visto neve, seppur poca, ed una fase divertente), poi dopo il pacifico è completamente morto
    L'impressione avuta, proprio relativa a novembre e dicembre, è di essere dentro una fase di La Nina strong (cosa che attualmente invece non è) con anomalìe negative marcate di momento angolare, PNA negativo, fasi deboli e poco forzanti della mjo, addirittura dipolo Nad scomparso con fase di transito verso PDO neg.

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-compday.spfnlbzaa3.gif

    Davvero tutto abbastanza inconsueto rispetto gli standard a cui ci eravamo abituati negli ultimi anni.
    La stratosfera peraltro è rimasta molto fredda durante tutto il periodo se ricordo bene con l'emersione di un solo minor warming isolato.
    La wave 1 praticamente assente e l'assetto in wave 2 pattern sostenuto da flussi abbastanza costanti ma piuttosto deboli.
    Ovviamente tutto questo è stato preceduto da una disastrosa estate e un altrettanto devastante mese di ottobre per l'artico che certamente hanno messo buone basi per rendere debole il gradiente orizzontale e verticale e conseguentemente low l'heat flux.
    Si aggiunga la palese differenza dei livelli di Ozono polare stratosferico rispetto lo scorso inverno che si è attestato su livelli costantemente sotto media salvo un isolato picco durante il Canadian W. e quasi (low) record nell'attuale fase di strat cooling.

    Questo ad oggi.
    Ora cambierà qualcosa ad iniziare dalla stratosfera ma quello che è oggi la risultante in troposfera è frutto di quanto già avvenuto.

    Matteo



  6. #1256
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,317
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    L'impressione avuta, proprio relativa a novembre e dicembre, è di essere dentro una fase di La Nina strong (cosa che attualmente invece non è) con anomalìe negative marcate di momento angolare, PNA negativo, fasi deboli e poco forzanti della mjo, addirittura dipolo Nad scomparso con fase di transito verso PDO neg.

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-compday.spfnlbzaa3.gif

    Davvero tutto abbastanza inconsueto rispetto gli standard a cui ci eravamo abituati negli ultimi anni.
    La stratosfera peraltro è rimasta molto fredda durante tutto il periodo se ricordo bene con l'emersione di un solo minor warming isolato.
    La wave 1 praticamente assente e l'assetto in wave 2 pattern sostenuto da flussi abbastanza costanti ma piuttosto deboli.
    Ovviamente tutto questo è stato preceduto da una disastrosa estate e un altrettanto devastante mese di ottobre per l'artico che certamente hanno messo buone basi per rendere debole il gradiente orizzontale e verticale e conseguentemente low l'heat flux.
    Si aggiunga la palese differenza dei livelli di Ozono polare stratosferico rispetto lo scorso inverno che si è attestato su livelli costantemente sotto media salvo un isolato picco durante il Canadian W. e quasi (low) record nell'attuale fase di strat cooling.

    Questo ad oggi.
    Ora cambierà qualcosa ad iniziare dalla stratosfera ma quello che è oggi la risultante in troposfera è frutto di quanto già avvenuto.

    proprio in tali aspetti si vede l'impronta del forte segnale IOD in uscita
    credo che la controprova sarà se nei prossimi mesi emergerà effettivamente un segnale più o meno convincente da nina considerando che già durante l'autunno prima dello sviluppo di una poderosa kelvin eravamo andati in quella direzione
    dopo di che siamo tornati verso un segnale spurio di nino modoki, senza però un andamento della convezione coerente con una fase enso del genere
    la pdo invece ha proseguito nella transizione
    insomma un bel pastrocchio

  7. #1257
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    28
    Messaggi
    15,931
    Menzionato
    87 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    L'impressione avuta, proprio relativa a novembre e dicembre, è di essere dentro una fase di La Nina strong (cosa che attualmente invece non è) con anomalìe negative marcate di momento angolare, PNA negativo, fasi deboli e poco forzanti della mjo, addirittura dipolo Nad scomparso con fase di transito verso PDO neg.

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-compday.spfnlbzaa3.gif

    Davvero tutto abbastanza inconsueto rispetto gli standard a cui ci eravamo abituati negli ultimi anni.
    La stratosfera peraltro è rimasta molto fredda durante tutto il periodo se ricordo bene con l'emersione di un solo minor warming isolato.
    La wave 1 praticamente assente e l'assetto in wave 2 pattern sostenuto da flussi abbastanza costanti ma piuttosto deboli.
    Ovviamente tutto questo è stato preceduto da una disastrosa estate e un altrettanto devastante mese di ottobre per l'artico che certamente hanno messo buone basi per rendere debole il gradiente orizzontale e verticale e conseguentemente low l'heat flux.
    Si aggiunga la palese differenza dei livelli di Ozono polare stratosferico rispetto lo scorso inverno che si è attestato su livelli costantemente sotto media salvo un isolato picco durante il Canadian W. e quasi (low) record nell'attuale fase di strat cooling.

    Questo ad oggi.
    Ora cambierà qualcosa ad iniziare dalla stratosfera ma quello che è oggi la risultante in troposfera è frutto di quanto già avvenuto.

    chiaro, semplice ed esaustivo, nonché ben riassuntivo. meglio di così penso non si possa chiedere!
    purtroppo ci tocca anche quest'anno, in maniera ancora una volta diversa ed inaspettata. Pattern da NINA strong e la NINA non c'è, vai a capirlo
    Si vis pacem, para bellum.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •