Pagina 13 di 39 PrimaPrima ... 3111213141523 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 388
  1. #121
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,293
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da sponsi Visualizza Messaggio
    A ecco .. non mi pare possa essere un bene ..quel blob oggi e' mostruoso e rischia ancora una volta di forzare un pattern a 1 onda
    il pattern in avvio è sempre a un'onda
    bisogna vedere soprattutto l'asse con cui si imposta nei confronti della struttura (se da displacement o da split) e secondariamente la reattività in atl legata al ciclo nao
    da quando si è sviluppato questo assetto pacifico abbiamo avuto annate anche diverse rispetto alla capacità di intrusione

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-schermata-2019-10-07-alle-11.49.22.png

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-schermata-2019-10-07-alle-11.59.46.png








    ma mai con una sinergia completa

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-schermata-2019-10-07-alle-12.01.09.png

    il punto è che questa distribuzione npm fa gioco al ciclo nao+ per cui anche nelle annate potenzialmente favorevoli si arrivava puntualmente a un risultato simil zonale
    quest'anno veniamo da un ciclo relativo di nao- inedito rispetto agli ultimi anni e abbiamo raggiunto livelli interessanti di elettromagnetismo
    ora tornando alle sst





    il riscontro migliore è con l'anno scorso per via del picco di anomalie su bering ma ci sono delle divergenze importanti, quelle in atl non sto nemmeno a commentarle ma focalizziamoci sul pacifico
    abbiamo una condizionie spura in area enso in ambo i casi ma la transizione della fase pdo è diversa
    ora è noto che la spinta della pdo+ può anche essere favorevole a destrutturazioni del vp (vedi anni 40) ma ci vuole una buona reattività in atlantico che l'anno scorso pur in un contesto tutto sommato favorevole è mancata
    a questo punto due sono gli snodi importanti
    come evolve la bassa aleutinica nel convogliare i flussi di calore, da seguire attentamente l'evoluzione in area pna, e come reagisce l'atlantico per cui nel caso di spinta decisa si va a una distribuzione displacement o meno

  2. #122
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,500
    Menzionato
    70 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Dipende dal suo posizionamento, per avete un pattern a due onde (anche se poi queste configurazioni sono definite principalmente in stratosfera) c’è comunque bisogno dell’azione della wave mother. Il problema riscontrato negli ultimi anni non deriva dall’azione della prima onda ma dal suo posizionamento troppo addossato alla west coast così da portare un PNA fisso su valori positivi e un dislocamento del VPT verso il settore Groenlandese. Vediamo se finiremo anche quest’anno in questo cul de sac ma ad ora direi che stiamo riscontrando elementi di discontinuità rispetto alle passate stagioni autunnali
    Concordo in pieno, un'onda pacifica più al largo e posizionata verso Bering, è ben diversa daun'onda pacifica addossata alla west coast/Rockies

  3. #123
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,293
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    trasferendoci in troposfera, vediamo l'esordio dell'anno scorso




    se queste due carte fossero la cartina di tornasole stagionale saremmo a cavallo, purtroppo non è così semplice


  4. #124
    Vento teso
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    63
    Messaggi
    1,692
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    il pattern in avvio è sempre a un'onda
    bisogna vedere soprattutto l'asse con cui si imposta nei confronti della struttura (se da displacement o da split) e secondariamente la reattività in atl legata al ciclo nao
    da quando si è sviluppato questo assetto pacifico abbiamo avuto annate anche diverse rispetto alla capacità di intrusione

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-schermata-2019-10-07-alle-11.49.22.png

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-schermata-2019-10-07-alle-11.59.46.png



    Immagine



    Immagine


    ma mai con una sinergia completa

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-schermata-2019-10-07-alle-12.01.09.png

    il punto è che questa distribuzione npm fa gioco al ciclo nao+ per cui anche nelle annate potenzialmente favorevoli si arrivava puntualmente a un risultato simil zonale
    quest'anno veniamo da un ciclo relativo di nao- inedito rispetto agli ultimi anni e abbiamo raggiunto livelli interessanti di elettromagnetismo
    ora tornando alle sst

    Immagine


    Immagine


    il riscontro migliore è con l'anno scorso per via del picco di anomalie su bering ma ci sono delle divergenze importanti, quelle in atl non sto nemmeno a commentarle ma focalizziamoci sul pacifico
    abbiamo una condizionie spura in area enso in ambo i casi ma la transizione della fase pdo è diversa
    ora è noto che la spinta della pdo+ può anche essere favorevole a destrutturazioni del vp (vedi anni 40) ma ci vuole una buona reattività in atlantico che l'anno scorso pur in un contesto tutto sommato favorevole è mancata
    a questo punto due sono gli snodi importanti
    come evolve la bassa aleutinica nel convogliare i flussi di calore, da seguire attentamente l'evoluzione in area pna, e come reagisce l'atlantico per cui nel caso di spinta decisa si va a una distribuzione displacement o meno
    In atl una buona spia di quanto accade in pacifico potrebbe essere l area RM?

  5. #125
    Vento teso
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    63
    Messaggi
    1,692
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Tra l altro a MAGGIO RM - ..quando la NAO e' stata ben negativa e immagino buone oscillazioni -/+ in pacifico

  6. #126
    Vento teso
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    63
    Messaggi
    1,692
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Concordo in pieno, un'onda pacifica più al largo e posizionata verso Bering, è ben diversa daun'onda pacifica addossata alla west coast/Rockies
    Sicuramente ma piccole variazioni fanno la differenza..si rischia il limbo

  7. #127
    Vento forte L'avatar di bugimeteo
    Data Registrazione
    14/07/06
    Località
    Hp=benessere
    Età
    44
    Messaggi
    4,846
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Ao positiva in ottobre?
    Perche' no.....e allora....
    Investo in un futuro meteoclimatico in palese enfasi scalare

  8. #128
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,637
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da bugimeteo Visualizza Messaggio
    Ao positiva in ottobre?
    Perche' no.....e allora....
    Che sia la volta buona che con un ao positiva in ottobre ci portiamo ao/nao negativa in inverno....
    "È la nuova gestione"
    #SAVETHEBEAR

  9. #129
    Vento moderato L'avatar di GiagiKarl
    Data Registrazione
    04/02/19
    Località
    Gualdo Tadino (PG)
    Età
    15
    Messaggi
    1,125
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Che sia la volta buona che con un ao positiva in ottobre ci portiamo ao/nao negativa in inverno....
    "È la nuova gestione"
    Sarebbe la perfezione
    2012: 31 Gennaio - 15 Febbraio (120 cm) T. minima: -10,9°C
    2017: 5 - 19 Gennaio (40 cm)T. minima: -10,7°C
    2018: 24 - 28 Febbraio (30 cm) T. minima: -11,2°C



  10. #130
    Vento fresco L'avatar di Fabri93
    Data Registrazione
    19/04/09
    Località
    Empoli (FI)
    Messaggi
    2,983
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Inserisco questo piccolo scritto di ieri...

    Nel frattempo dalle anomalie dei GPH del piano isobarico del Vortice Polare si inizia già a notare un primo T-S-T Event Confermato da un calo dell'AO index verso metà mese, le proiezioni del NOAA confermano un moderato rafforzamento del vortice polare stratosferico tra l'altro sembrerebbe riorganizzarsi maggiormente sul lato canadese. Importante sarà ora la risposta al TST event e vedere di quale entità sarà il raffreddamento lassù, penso che dal 20 Ottobre dovrebbe salire pure l'AO index, stiamo entrando diciamo nel '' periodo cruciale '' perché tutto il lavoro per la stagione invernale, le basi le stiamo iniziando a gettare adesso. Vedremo tra una settimana...

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •