Pagina 132 di 137 PrimaPrima ... 3282122130131132133134 ... UltimaUltima
Risultati da 1,311 a 1,320 di 1364
  1. #1311
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    28
    Messaggi
    16,190
    Menzionato
    89 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Ammiro il tuo ottimismo, Marco, ma sinceramente non ne vedo molto i presupposti...un vp stratosferico in quella posizione, così disteso sui paralleli porta una fascia di alte subtropicali su di noi ed è quello che ora propongono i modelli nel long...dopo sembrerebbe esserci l'ennesimo riaccorpamento, peggio di così...

    questo non significa che non potrà esserci qualche avvezioncina nel frattempo, ma roba veramente di poco conto. Il freddo non c'è, e tanto meno ad est, è tutto più a nord. Forse solo un nuovo warming potrebbe cambiare qualcosa ma una buona volta su eurasia e con il giusto asse, cacchio!
    e, a parte i presupposti che non ci sono e che condivido con te, fare affidamento su un run GFS a fine corsa, dopo quanto ci ha fatto vedere e non vedere anche nel recentissimo passato, mi sembra un po' poco per sostenere qualcosa. al momento pare davvero più una mazzata al VP, anche piuttosto forte, ma non quella da KO e la trottola...riparte
    Si vis pacem, para bellum.

  2. #1312
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,912
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    come "a parte i presupposti"??...un displacement PRESUPPONE l'inversione dei venti zonali come per un MMW split...e di inversione dei venti zonali non vi è traccia in nessum gm.

  3. #1313
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    28
    Messaggi
    16,190
    Menzionato
    89 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    come "a parte i presupposti"??...un displacement PRESUPPONE l'inversione dei venti zonali come per un MMW split...e di inversione dei venti zonali non vi è traccia in nessum gm.
    sì, non farà forse un MMW Desplacement, ma perché non farà probabilmente nessun evento strato di rilievo. Parte il riscaldamento (probabilmente minor), lavora una sola onda e non così bene. Il problema è che non capisco per quale motivo dopo non debba ritornare a girare a mille il VP, sia in basso che in alto...
    Si vis pacem, para bellum.

  4. #1314
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,912
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    sì, non farà forse un MMW Desplacement, ma perché non farà probabilmente nessun evento strato di rilievo. Parte il riscaldamento (probabilmente minor), lavora una sola onda e non così bene. Il problema è che non capisco per quale motivo dopo non debba ritornare a girare a mille il VP, sia in basso che in alto...
    Perchè per tornare a girare a mille dovresti avere un displacement...che non c'è...e poi ormai il lavoro strato, a meno che non si vada a split è ininfluente , è una dinamica totalmente troposferica dopo le 144/168 h

  5. #1315
    Vento moderato
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    1,074
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    come "a parte i presupposti"??...un displacement PRESUPPONE l'inversione dei venti zonali come per un MMW split...e di inversione dei venti zonali non vi è traccia in nessum gm.
    Non mi soffermerei troppo sulle definizioni Marco. Un displacement non è di per se sempre negativo, il problema è come si dispone l'intera struttura del VP, e cioè molto male nel nostro caso. Dico questo, perchè se non ci fosse stata l'interferenza pesante della strato, quest'anno staremmo a parlare di ben altro. Basta vedere l'ultimo ottimo run di reading e come malgrado tutto l'onda venga regolarmente piallata dopo pochi giorni. Speriamo in un finale di inverno degno di questo nome, ma ho paura che si debba arrivare alla primavera prima di vedere qualcosa di decente.

  6. #1316
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,912
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Non mi soffermerei troppo sulle definizioni Marco. Un displacement non è di per se sempre negativo, il problema è come si dispone l'intera struttura del VP, e cioè molto male nel nostro caso. Dico questo, perchè se non ci fosse stata l'interferenza pesante della strato, quest'anno staremmo a parlare di ben altro. Basta vedere l'ultimo ottimo run di reading e come malgrado tutto l'onda venga regolarmente piallata dopo pochi giorni. Speriamo in un finale di inverno degno di questo nome, ma ho paura che si debba arrivare alla primavera prima di vedere qualcosa di decente.
    Non concordo Sergio, se fossimo andati in displacement avremmo chiuso baracca e burattini....in tal senso la 216 e 240 di ecmwf 00 , presupporrebbe un displacement che però se vedi le strato non c'è ( articata -----> displacement---------> piallata con ricompattamento del VP) e quindi non le considero neanche....gfs sta dando una pessima lettura dell'opposizione termica ovvero della termicizzazione dell'est europa laddove, se vedi il run 06 ad esempio, determina vorticità assolutamente inspiegabile over 180 h in area russo siberiana....per me bisogna aspettare, i gm stanno lavorando malissimo a livello troposferico e qualora (come è possibile) non si andasse a split in ogni caso io penso ad un two waves pattern in troposfera che attualmenti i gm stanno leggendo molto male.

  7. #1317
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    28
    Messaggi
    16,190
    Menzionato
    89 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Perchè per tornare a girare a mille dovresti avere un displacement...che non c'è...e poi ormai il lavoro strato, a meno che non si vada a split è ininfluente , è una dinamica totalmente troposferica dopo le 144/168 h
    ok, che dopo un MMW desplacement il VPS nel riaccentrarsi si riapprofondisca e giri a mille ok, è dato per assodato, ma non ho capito perché un VP totalmente settato su tutta la colonna da un ESE cold, a seguito di un minor con azione ad un'onda sola, non debba poi ritornare a girare come faceva prima del minor stesso.
    Difatti, a fine corsa ECMWF, si intuisce la ripartenza, sia da ufficiale che da ENS. Perché il 2waves pattern in troposfera dovrebbe proseguire? è questo il passaggio che mi manca...
    Si vis pacem, para bellum.

  8. #1318
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    28
    Messaggi
    16,190
    Menzionato
    89 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Non concordo Sergio, se fossimo andati in displacement avremmo chiuso baracca e burattini....in tal senso la 216 e 240 di ecmwf 00 , presupporrebbe un displacement che però se vedi le strato non c'è ( articata -----> displacement---------> piallata con ricompattamento del VP) e quindi non le considero neanche....gfs sta dando una pessima lettura dell'opposizione termica ovvero della termicizzazione dell'est europa laddove, se vedi il run 06 ad esempio, determina vorticità assolutamente inspiegabile over 180 h in area russo siberiana....per me bisogna aspettare, i gm stanno lavorando malissimo a livello troposferico e qualora (come è possibile) non si andasse a split in ogni caso io penso ad un two waves pattern in troposfera che attualmenti i gm stanno leggendo molto male.
    anche qui, cosa c'è da termicizzare in Est Europa?

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-gfsnh-1-168.png


    te ne posto una, ma fino a fine run il freddo rimane lontanissimo.
    e penso che anche questo sia uno dei problemi di questa dinamica: avessimo avuto del vero freddo su Est Europa, la risalita in atlantico sarebbe stata probabilmente favorita....
    Si vis pacem, para bellum.

  9. #1319
    Vento moderato
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    1,074
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Non concordo Sergio, se fossimo andati in displacement avremmo chiuso baracca e burattini....in tal senso la 216 e 240 di ecmwf 00 , presupporrebbe un displacement che però se vedi le strato non c'è ( articata -----> displacement---------> piallata con ricompattamento del VP) e quindi non le considero neanche....gfs sta dando una pessima lettura dell'opposizione termica ovvero della termicizzazione dell'est europa laddove, se vedi il run 06 ad esempio, determina vorticità assolutamente inspiegabile over 180 h in area russo siberiana....per me bisogna aspettare, i gm stanno lavorando malissimo a livello troposferico e qualora (come è possibile) non si andasse a split in ogni caso io penso ad un two waves pattern in troposfera che attualmenti i gm stanno leggendo molto male.
    GFS probabilmente legge qualcosa che gli altri modello non leggono, ma è qualcosa di "fluttuante" e quindi da origine a svarioni. Io mi son fatto l'idea che ci sia qualche componente solare che variando da un run all'altro interferisce nelle determinazioni. A parte questo, sulla termicizzazione ti ha in parte risposto jack9. Fino a qualche run fa però la termicizzazione in eurasia era vista molto bene, poi all'improvviso è sparita e guarda caso è sparita con il cambio di assetto del vp stratosferico che si è ellitticizzato nella infausta direzione ormai consolidata w-e. Quindi l'eredità dell'ESE-cold si va a sommare con questa ulteriore variante negativa del vp in strato, peggio di così non potrebbe essere...per il resto la tropo "fa quello che può"...

  10. #1320
    Vento fresco L'avatar di LucaTs
    Data Registrazione
    19/03/13
    Località
    Trieste
    Età
    23
    Messaggi
    2,555
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    scusate la domanda ma l'outlook di febbraio esce? o farà talmente ca_are che ce lo risparmiate?

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •