Pagina 133 di 137 PrimaPrima ... 3383123131132133134135 ... UltimaUltima
Risultati da 1,321 a 1,330 di 1364
  1. #1321
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    50
    Messaggi
    7,297
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da LucaTs Visualizza Messaggio
    scusate la domanda ma l'outlook di febbraio esce? o farà talmente ca_are che ce lo risparmiate?
    No no, uscirà con...tutte le conseguenze del caso
    Matteo



  2. #1322
    Vento teso
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    64
    Messaggi
    1,989
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    No no, uscirà con...tutte le conseguenze del caso
    ce ne andasse 1 buona (:

  3. #1323
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,934
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    anche qui, cosa c'è da termicizzare in Est Europa?

    Allegato 519598


    te ne posto una, ma fino a fine run il freddo rimane lontanissimo.
    e penso che anche questo sia uno dei problemi di questa dinamica: avessimo avuto del vero freddo su Est Europa, la risalita in atlantico sarebbe stata probabilmente favorita....
    Eh certo che rimane lontanissimo, continua a determinare vorticità assurde in area russo siberiana, grazie al c....ma che senso hanno?...che senso hanno laddove si forma un termico fortissimo, in 48 h determinare su quelle stesse aree una 995 hpa con una -48° a 500 hpa ( passaggio fra le 192 e le 240 h nel run 06)

  4. #1324
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,934
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    No no, uscirà con...tutte le conseguenze del caso
    Io attendo un tuo intervento "dirimente"....

  5. #1325
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    50
    Messaggi
    7,297
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    il FU Berlin è palesemente da MMW desplacement... così fosse, mi aspetterei una nuova chiusura del VP in un secondo momento. oggi le quotazioni per un split, semmai ce ne fossero state a sufficienza, sono scese moltissimo.
    Non proprio
    Mi sembrano calate le quotazioni a favore di MMW in generale.
    Delle due tipologie ad ogni buon conto terrei più elevata la quota a favore dello split sostanzialmente per il fatto che ravviso oggi proprio in alta stratosfera le maggiori difficoltà da parte dell'heat flux di completare il trasporto di momento easterlies.
    Infatti in genere alle quote di 1/2/5 hpa il deposito dell'onda planetaria (che aprirebbe l'ipotesi Major Warming) all'ìnterno del polo al fine di invertirne i venti zonali richiede la prevalenza di Wave 1 la quale è, ad ogni buon conto la canalizzazione che normalmente dà adito ai primi disturbi (minor o upper warmings) a carico del vps.
    La seconda cresta d'onda interviene generalmente in subordine e contribuisce alla rottura dell'onda planetaria nelle dinamiche di split a partire da 10 hpa ( o leggermente sopra).
    Diversamente se interviene in maniera prevalente e molto forte il trasporto di momento a carico di wave 1 si va spesso in displacement.
    Sono dinamiche poco prevedibili con molto anticipo e che quasi fino all'ultimo momento mettono in evidenza la sola wave 1 ( che invece oggi si accompagna costantemente o quasi con la seconda cresta d'onda - quindi in wave 2) tranne il fatto che alcuni predictors troposferici possono ad esempio suggerire la dinamica più probabile.
    Oggi stando alle evidenze troposferiche raccolte in letteratura (vedi Martius, Polvani e Davies) la dinamica più probabile in caso di Mmw resta quella di split.
    Sta venendo meno anche il forcing dinamico attribuibile al contributo della Mjo e della fase positiva di anomalia di momento angolare che tornerebbe a breve negativa.
    I futuribili "inciampi" alle dinamiche del vortice polare quindi diminuiscono dal punto di vista dinamico anche se potrebbero essere di origini termiche ovvero quelle indotte da una rapida risalita del getto impossibilitato a scorrere attraverso correnti occidentali a tutte le quote laddove è intervenuto o interverrà a sostegno un robusto processo di termicizzazione.
    Aumentano quindi per ora non le % di Mmw displacement che richiedono un forte contributo dinamico nei confronti degli eddy heat fluxes ma quelle di un…."nulla di fatto" con un vortice polare disposto più o meno in modo omogeneo in una sorta di abbozzato 2 waves pattern seguito da accorpamento e nuovo rilascio.


    Questo al momento mi pare di vedere soprattutto se la destrutturazione del vps non avrà inizio dalle alte quote della stratosfera
    Ultima modifica di mat69; 29/01/2020 alle 15:48
    Matteo



  6. #1326
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    28
    Messaggi
    16,573
    Menzionato
    101 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    Non proprio
    Mi sembrano calate le quotazioni a favore di MMW in generale.
    Delle due tipologie ad ogni buon conto terrei più elevata la quota a favore dello split sostanzialmente per il fatto che ravviso oggi proprio in alta stratosfera le maggiori difficoltà da parte dell'heat flux di completare il trasporto di momento easterlies.
    Infatti in genere alle quote di 1/2/5 hpa il deposito dell'onda planetaria (che aprirebbe l'ipotesi Major Warming) all'ìnterno del polo al fine di invertirne i venti zonali richiede la prevalenza di Wave 1 la quale è, ad ogni buon conto la canalizzazione che normalmente dà adito ai primi disturbi (minor o upper warmings) a carico del vps.
    La seconda cresta d'onda interviene generalmente in subordine e contribuisce alla rottura dell'onda planetaria nelle dinamiche di split a partire da 10 hpa ( o leggermente sopra).
    Diversamente se interviene in maniera prevalente e molto forte il trasporto di momento a carico di wave 1 si va spesso in displacement.
    Sono dinamiche poco prevedibili con molto anticipo e che quasi fino all'ultimo momento mettono in evidenza la sola wave 1 ( che invece oggi si accompagna costantemente o quasi con la seconda cresta d'onda - quindi in wave 2) tranne il fatto che alcuni predictors troposferici possono ad esempio suggerire la dinamica più probabile.
    Oggi stando alle evidenze troposferiche raccolte in letteratura (vedi Martius, Polvani e Davies) la dinamica più probabile in caso di Mmw resta quella di split.
    Sta venendo meno anche il forcing dinamico attribuibile al contributo della Mjo e della fase positiva di anomalia di momento angolare che tornerebbe a breve negativa.
    I futuribili "inciampi" alle dinamiche del vortice polare quindi diminuiscono dal punto di vista dinamico anche se potrebbero essere di origini termiche ovvero quelle indotte da una rapida risalita del getto impossibilitato a scorrere attraverso correnti occidentali a tutte le quote laddove è intervenuto o interverrà a sostegno un robusto processo di termicizzazione.
    Aumentano quindi per ora non le % di Mmw displacement che richiedono un forte contributo dinamico nei confronti degli eddy heat fluxes ma quelle di un…."nulla di fatto" con un vortice polare disposto più o meno in modo omogeneo in una sorta di abbozzato 2 waves pattern seguito da accorpamento e nuovo rilascio.


    Questo al momento mi pare di vedere soprattutto se la destrutturazione del vps non avrà inizio dalle alte quote della stratosfera
    beh, era di due giorni fa mi riferivo all'ultimo disponibile cioè quello aggiornato all'altro ieri mattina, adesso non so come sia però se non lo era, era comunque lì lì, se riesco te lo vado a ripescare.

    comunque grazie per la delucidazione
    Si vis pacem, para bellum.

  7. #1327
    Brezza leggera
    Data Registrazione
    17/04/18
    Località
    Bazzano (BO)
    Età
    31
    Messaggi
    254
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    in poche parole mat, sarebbe uno split non split?? scherzi a parte, la situazione è parecchio incasinata secondo me e potrebbero venire fuori scenari imprevedibili. Ricordiamoci che gli stratwarmin o eventi stratosferici rimangono degli amplificatori e comanda sempre alla fine la troposfera, niente è automatico, gli split non hanno garanzia assoluta di gelo e neve, la natura fa e farà sempre quello che gli pare.

  8. #1328
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    50
    Messaggi
    7,297
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da padre Visualizza Messaggio
    in poche parole mat, sarebbe uno split non split?? scherzi a parte, la situazione è parecchio incasinata secondo me e potrebbero venire fuori scenari imprevedibili. Ricordiamoci che gli stratwarmin o eventi stratosferici rimangono degli amplificatori e comanda sempre alla fine la troposfera, niente è automatico, gli split non hanno garanzia assoluta di gelo e neve, la natura fa e farà sempre quello che gli pare.
    È probabile non ci sia a sto punto alcuno split come del resto nessun Mmw.
    Matteo



  9. #1329
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,896
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da padre Visualizza Messaggio
    in poche parole mat, sarebbe uno split non split?? scherzi a parte, la situazione è parecchio incasinata secondo me e potrebbero venire fuori scenari imprevedibili. Ricordiamoci che gli stratwarmin o eventi stratosferici rimangono degli amplificatori e comanda sempre alla fine la troposfera, niente è automatico, gli split non hanno garanzia assoluta di gelo e neve, la natura fa e farà sempre quello che gli pare.
    Se comanda sempre la troposfera mi sa che di scenari imprevedibili nel prossimo mese se ne vedranno pochi

  10. #1330
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,896
    Menzionato
    18 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Eh certo che rimane lontanissimo, continua a determinare vorticità assurde in area russo siberiana, grazie al c....ma che senso hanno?...che senso hanno laddove si forma un termico fortissimo, in 48 h determinare su quelle stesse aree una 995 hpa con una -48° a 500 hpa ( passaggio fra le 192 e le 240 h nel run 06)
    Sembra che la nuova pulsazione, in arrivo dalla stratosfera, provocherà l’ennesima accelerata zonale su comparto europeo a fine prima decade. Se le carte dovessero rimanere tali, le correnti zonali porterebbero senza troppa difficoltà alla destrutturazione del blocco freddo ad est e quindi all’ingresso di moti turbolenti anche all’interno del continente asiatico

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •