Pagina 14 di 49 PrimaPrima ... 4121314151624 ... UltimaUltima
Risultati da 131 a 140 di 489
  1. #131
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,342
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da sponsi Visualizza Messaggio
    Tra l altro a MAGGIO RM - ..quando la NAO e' stata ben negativa e immagino buone oscillazioni -/+ in pacifico
    poi in generale è bene ricordare che un regime tendente a enso- consente maggiore variabilità della corrente a getto pacifica rispetto alla tensione zonale indotta dell'enso+ e quindi maggiori possibilità di oscillazioni del pna
    intanto le proiezioni di lungo termine anche in fase di accorpamento del vpt mi piacciono assai

  2. #132
    Vento teso
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    63
    Messaggi
    1,706
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    poi in generale è bene ricordare che un regime tendente a enso- consente maggiore variabilità della corrente a getto pacifica rispetto alla tensione zonale indotta dell'enso+ e quindi maggiori possibilità di oscillazioni del pna
    intanto le proiezioni di lungo termine anche in fase di accorpamento del vpt mi piacciono assai
    Nel senso che la js con enso + risulta tesa ..mentre - piu' oscillante... il fatto e' che a me non mi pare siamo fuori del tutto dal NINO.. riaccorpamento sul lato siberiano con DIPOLO esasperato gia da settembre. Cm mai ti piacciono ? Raffredd asiatico/estensione nevosa / Vp compatto ad evitare disturbi troppo prematuri nella fase di maturazione stagionale ond evitare che i colpi di calore dal basso vadano ad "esasperare" il raffreddamento radiativo in alto seguito poi da una bella sorpresina? un caro saluto

  3. #133
    Vento teso
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    63
    Messaggi
    1,706
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Una cosa che non ho mai capito, magari se esistono schemi.. e' meglio una frustata del PNA -/+ o viceversa in ottica invernale e che differenze ci sono? A livello emisferico come ce se ne accorge

  4. #134
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,342
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da sponsi Visualizza Messaggio
    Una cosa che non ho mai capito, magari se esistono schemi.. e' meglio una frustata del PNA -/+ o viceversa in ottica invernale e che differenze ci sono? A livello emisferico come ce se ne accorge
    in soldoni
    la letteratura parla di pna+ favorevole ai blocchi atlantici e viceversa attività depressionaria intensa
    quello che insegnano bene le ultime annate è che ciò che più conta è l'assenza di stazionarietà del pattern e la reattività del treno d'onda quindi un rapido passaggio da pna- a +

  5. #135
    Vento moderato L'avatar di GiagiKarl
    Data Registrazione
    04/02/19
    Località
    Gualdo Tadino (PG)
    Età
    15
    Messaggi
    1,164
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    MONTH NIÑO 1+2 NIÑO 3 NIÑO 4 NIÑO 3.4
    TEMP ANOM TEMP ANOM TEMP ANOM TEMP ANOM
    September 2019 19.50°C
    67.10°F
    -0.84°C
    -1.51°F
    24.61°C
    76.30°F
    -0.24°C
    -0.43°F
    29.33°C
    84.79°F
    0.64°C
    1.15°F
    26.70°C
    80.06°F
    -0.02°C
    -0.04°F

    In realtà ora siamo in una neutralità-negativa, che però alla lunga verrà probabilmente disturbata dalla MJO fuori dal cerchio in fase 1.
    2012: 31 Gennaio - 15 Febbraio (120 cm) T. minima: -10,9°C
    2017: 5 - 19 Gennaio (40 cm)T. minima: -10,7°C
    2018: 24 - 28 Febbraio (30 cm) T. minima: -11,2°C



  6. #136
    Vento teso
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    63
    Messaggi
    1,706
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    in soldoni
    la letteratura parla di pna+ favorevole ai blocchi atlantici e viceversa attività depressionaria intensa
    quello che insegnano bene le ultime annate è che ciò che più conta è l'assenza di stazionarietà del pattern e la reattività del treno d'onda quindi un rapido passaggio da pna- a +
    Perfetto e maggiore sara' il scendi sali..piu profonda sara' la rossby...

  7. #137
    Vento fresco L'avatar di Alessandro669
    Data Registrazione
    21/01/12
    Località
    Roma
    Età
    32
    Messaggi
    2,091
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    in soldoni
    la letteratura parla di pna+ favorevole ai blocchi atlantici e viceversa attività depressionaria intensa
    quello che insegnano bene le ultime annate è che ciò che più conta è l'assenza di stazionarietà del pattern e la reattività del treno d'onda quindi un rapido passaggio da pna- a +
    Eh si grandi annate hanno in genere portato a un passaggio del PNA da - a + ... un bel banco di prova st’anno

  8. #138
    Burrasca L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    San Marino di Bentivoglio (BO)
    Età
    36
    Messaggi
    6,245
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    esattamente la ragione per cui avevo inserito questo post
    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Dipende dal suo posizionamento, per avete un pattern a due onde (anche se poi queste configurazioni sono definite principalmente in stratosfera) c’è comunque bisogno dell’azione della wave mother. Il problema riscontrato negli ultimi anni non deriva dall’azione della prima onda ma dal suo posizionamento troppo addossato alla west coast così da portare un PNA fisso su valori positivi e un dislocamento del VPT verso il settore Groenlandese. Vediamo se finiremo anche quest’anno in questo cul de sac ma ad ora direi che stiamo riscontrando elementi di discontinuità rispetto alle passate stagioni autunnali
    Ale/Daniele, pensate che ci possa essere qualche ragione per cui l'onda planetaria principale possa essere piuttosto debole quest'inverno oppure ritenete che sara' abbastanza attiva, come gli anni precedenti? E' solo una mera curiosita' eh, non ho motivo o idee al momento per credere il contrario anche perche', se non sbaglio, da letteratura (per quel che puo' valere, visto che negli ultimi due inverni abbiamo visto di tutto e di piu') sono gli inverni caratterizzati da Nina strong a vedere un indebolimento consistente della LP aleutinica e conseguente insufficiente/debole attivita' d'onda… Quest'anno con un ENSO neutro e comunque un dipolo indiano positivo (IOD+) mi viene da pensare che il fulcro dell'attivita' convettiva risultera' essere piu' ad ovest o comunque in prossimita' della parte orientale dell'oceano indiano/ovest Pacifico (fasi MJO 1/2/3).In sostanza, come dite voi, ad un'HP piu' "centrata" in mezzo al Pacifico, anche se c'e' il rischio che si passi da troppo ad est a troppo a ovest


    IEMILIAR66 su Weather Underground.
    Nell'avatar: le due torri della mia città...

  9. #139
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,342
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Gio83Gavi Visualizza Messaggio
    Ale/Daniele, pensate che ci possa essere qualche ragione per cui l'onda planetaria principale possa essere piuttosto debole quest'inverno oppure ritenete che sara' abbastanza attiva, come gli anni precedenti? E' solo una mera curiosita' eh, non ho motivo o idee al momento per credere il contrario anche perche', se non sbaglio, da letteratura (per quel che puo' valere, visto che negli ultimi due inverni abbiamo visto di tutto e di piu') sono gli inverni caratterizzati da Nina strong a vedere un indebolimento consistente della LP aleutinica e conseguente insufficiente/debole attivita' d'onda… Quest'anno con un ENSO neutro e comunque un dipolo indiano positivo (IOD+) mi viene da pensare che il fulcro dell'attivita' convettiva risultera' essere piu' ad ovest o comunque in prossimita' della parte orientale dell'oceano indiano/ovest Pacifico (fasi MJO 1/2/3).In sostanza, come dite voi, ad un'HP piu' "centrata" in mezzo al Pacifico, anche se c'e' il rischio che si passi da troppo ad est a troppo a ovest
    in attesa di Daniele posso dirti che è sicuramente corretto il tuo ragionamento sull'enso Giorgio
    purtroppo quello che spesso fa la differenza in una stagione non è il caposaldo ma la sfumatura e così anche la circolazione indotta dalla nina può avere i suoi risvolti positivi, per esempio quando c'è un regime nao+ da scardinare, perchè la corrente a getto può avere una componente maggiormente meridiana anche se a rigor di logica ne limita l'intensità e stazionarietà
    tutti elementi comunque, come puoi facilmente immaginare, anche questi ultimi che a seconda dei casi possono costituire un vantaggio o meno
    il tuo quesito centra un punto importante che avevo abbozzato nelle mie considerazioni e a cui solo il tempo potrà rispondere, ma è una ipotesi plausibile

  10. #140
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,770
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Gio83Gavi Visualizza Messaggio
    Ale/Daniele, pensate che ci possa essere qualche ragione per cui l'onda planetaria principale possa essere piuttosto debole quest'inverno oppure ritenete che sara' abbastanza attiva, come gli anni precedenti? E' solo una mera curiosita' eh, non ho motivo o idee al momento per credere il contrario anche perche', se non sbaglio, da letteratura (per quel che puo' valere, visto che negli ultimi due inverni abbiamo visto di tutto e di piu') sono gli inverni caratterizzati da Nina strong a vedere un indebolimento consistente della LP aleutinica e conseguente insufficiente/debole attivita' d'onda… Quest'anno con un ENSO neutro e comunque un dipolo indiano positivo (IOD+) mi viene da pensare che il fulcro dell'attivita' convettiva risultera' essere piu' ad ovest o comunque in prossimita' della parte orientale dell'oceano indiano/ovest Pacifico (fasi MJO 1/2/3).In sostanza, come dite voi, ad un'HP piu' "centrata" in mezzo al Pacifico, anche se c'e' il rischio che si passi da troppo ad est a troppo a ovest
    Per l’inverno davvero non saprei dirti, troppe ancora le incognite da sciogliere. Ti posso dire invece che per la seconda parte dell’autunno e forse anche dicembre la mia idea è proprio come la tua un po’ per la storia dei ghiacci artici (già espressa da settimane) e un po’ per come si stanno disponendo le ssta, credo che l’asse del VP più probabile per quel lasso di tempo sarà Nord America - Siberia con NAO e PNA mediamente negativi

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •