Pagina 30 di 124 PrimaPrima ... 2028293031324080 ... UltimaUltima
Risultati da 291 a 300 di 1231
  1. #291
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,708
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Indubbio che nonostante la propagazione evidente si paleserebbero dei punti "critici" dove il getto faticherebbe a passare....andando a innescare dinamiche forte risposte t-s.

    Ovviamente oggi il tutto è molto aleatorio
    #SAVETHEBEAR

  2. #292
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,246
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    quella di gfs mi suona come fase di "caricamento" per trasferimento di massa indotto dai forcing precedenti
    provo a spiegare l'ipotesi
    in questi giorni il warming euroasiatico sta producendo la classica azione a una cresta



    con la consueta rotazione impone il trasferimento verso l'artico canadese

    https://gifmaker.me/PlayFrameAnimati...HPLz8zlnnN9h1Q

    questo trasferimento riequilibra le masse rispetto ad oggi ma la tropo reagisce con nuovi forcing su ambo i lati
    nel mentre parte un azione della seconda cresta già visibile nel medio termine




    che si amplifica sin verso fine corsa con un vps molto stirato
    questo impone un ulteriore sbilanciamento delle epv




    a quel punto l'azione può portare a una precoce bilobazione troposferica oppure se i flussi non riescono a risultare stazionari a un ulteriore trasferimento di massa (ipotesi gfs) che impone un nuovo sbilanciamento sul lato opposto
    di solito quello schema (alta termodinamica, vp canadese profondo e imponente scompenso pressorio tra labrador e islanda) si risolve entro un intervallo non troppo lungo con una potente rossby convergente




  3. #293
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,246
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    ovviamente non sono equazioni fisse, sappiamo che non c'è nulla di scritto nella pietra
    quindi nel caso la troposfera trovi un equilibrio tra le fasce climatiche in coincidenza di questo forte approfondimento indotto dagli scompensi di cui sopra il vp potrà ritrovare stabilità e allineare i piani in tal guisa ma ci vorrebbe ancora un pochino di tempo rispetto a quella data per conclamare l'ese cold

  4. #294
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,835
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    quella di gfs mi suona come fase di "caricamento" per trasferimento di massa indotto dai forcing precedenti
    provo a spiegare l'ipotesi
    in questi giorni il warming euroasiatico sta producendo la classica azione a una cresta

    Immagine


    con la consueta rotazione impone il trasferimento verso l'artico canadese

    https://gifmaker.me/PlayFrameAnimati...HPLz8zlnnN9h1Q

    questo trasferimento riequilibra le masse rispetto ad oggi ma la tropo reagisce con nuovi forcing su ambo i lati
    nel mentre parte un azione della seconda cresta già visibile nel medio termine

    Immagine



    che si amplifica sin verso fine corsa con un vps molto stirato
    questo impone un ulteriore sbilanciamento delle epv

    Immagine



    a quel punto l'azione può portare a una precoce bilobazione troposferica oppure se i flussi non riescono a risultare stazionari a un ulteriore trasferimento di massa (ipotesi gfs) che impone un nuovo sbilanciamento sul lato opposto
    di solito quello schema (alta termodinamica, vp canadese profondo e imponente scompenso pressorio tra labrador e islanda) si risolve entro un intervallo non troppo lungo con una potente rossby convergente



    Immagine
    Se potessi scegliere però direi che eviterei una dinamica simile in quanto comunque, nonostante l’onda lunga che potrebbe formarsi in seguito, rischiamo di tornare ad un pattern NAO+ che potrebbe nuovamente incancrenirsi, come visto e rivisto nelle ultime stagioni

  5. #295
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,246
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Se potessi scegliere però direi che eviterei una dinamica simile in quanto comunque, nonostante l’onda lunga che potrebbe formarsi in seguito, rischiamo di tornare ad un pattern NAO+ che potrebbe nuovamente incancrenirsi, come visto e rivisto nelle ultime stagioni
    hai anticipato l'altro tema fondamentale di questo snodo
    anch'io auspicherei una fase più tranquilla per novembre
    il collasso del vpt in questa fase aprirebbe scenari non necessariamente entusiasmanti per la parte clou dell'inverno

  6. #296
    Vento fresco L'avatar di Cloover
    Data Registrazione
    31/07/06
    Località
    montecatini(pt)
    Età
    43
    Messaggi
    2,067
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Secondo me un ricompattamento di questo genere va messo in conto ed è anche fisiologico a metà Novembre, non per forza se ne deve uscire con uno sfracelo ed uno split da una situazione del genere, ma possono esserci soluzioni più diluite, come un aumento graduale del grado di ellitticizzazione....non è ancora un ESE al 15 di Novembre.
    L'importante che si mantenga una debole ellitticizzazione di tutta la struttura e permanga il 2 waves number pattern stazionario, senza rotazione dei blocchi e senza contrazioni
    Filippo Casciani previsore di Meteodue.it/

  7. #297
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,835
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Cloover Visualizza Messaggio
    Secondo me un ricompattamento di questo genere va messo in conto ed è anche fisiologico a metà Novembre, non per forza se ne deve uscire con uno sfracelo ed uno split da una situazione del genere, ma possono esserci soluzioni più diluite, come un aumento graduale del grado di ellitticizzazione....non è ancora un ESE al 15 di Novembre.
    L'importante che si mantenga una debole ellitticizzazione di tutta la struttura e permanga il 2 waves number pattern stazionario, senza rotazione dei blocchi e senza contrazioni
    Non è il ricompattamento in se a destarmi preoccupazione, quello come dici è fisiologico e anche auspicabile. Quello che invece temo è la sua localizzazione .

  8. #298
    Vento fresco L'avatar di Cloover
    Data Registrazione
    31/07/06
    Località
    montecatini(pt)
    Età
    43
    Messaggi
    2,067
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Non è il ricompattamento in se a destarmi preoccupazione, quello come dici è fisiologico e anche auspicabile. Quello che invece temo è la sua localizzazione .

    Generalmente però il ricompattamento avviene sempre sul settore canado-groelandese..... E proprio in tal caso diventa fondamentale analizzare il quadro termico al suolo , che in questo caso sarebbe tutt'altro che da de profundis, ma anticiperebbe probabilmente un nuovo aumento dei gradi di ellitticizzazione ed eccentricità del VP
    Cmq si parla di nulla per ora, magari il ricompattamento ci sarà ma non così estremo
    Filippo Casciani previsore di Meteodue.it/

  9. #299
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    8,246
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Cloover Visualizza Messaggio
    Generalmente però il ricompattamento avviene sempre sul settore canado-groelandese..... E proprio in tal caso diventa fondamentale analizzare il quadro termico al suolo , che in questo caso sarebbe tutt'altro che da de profundis, ma anticiperebbe probabilmente un nuovo aumento dei gradi di ellitticizzazione ed eccentricità del VP
    Cmq si parla di nulla per ora, magari il ricompattamento ci sarà ma non così estremo
    tra l'altro anche in questa corsa nel fanta saremmo ancora così

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-schermata-2019-10-30-alle-15.30.22.png

  10. #300
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,875
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    tra l'altro anche in questa corsa nel fanta saremmo ancora così

    Immagine
    Non si vede l'immagine

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •