Pagina 39 di 66 PrimaPrima ... 29373839404149 ... UltimaUltima
Risultati da 381 a 390 di 653
  1. #381
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,684
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Qualche annotazione di carattere modellistico e non.
    Partiamo dalla ECMWF00 240 ore di stamattina.
    Ovvio, carta straccia ma è "figo" l'invorticamento in uscita dalla Siberia....Vedremo.
    Invece per quanto concerne le ens a 240 ore di GFS non si vede quella situazione ma parimenti si assiste ad un mantenimento sostanziale di un AD con le vorticità perlopiù dislocate su Eurasia. Scarse intrusioni di aria calda verso il polo e setting che si mantiene costante nel lungo -lunghissimo termine. il jet strem sul comparto pacifico Atlantico vede molte semionde e non è particolarmente connotato.
    L'unica connotazione che si tende ad avere è quella di vedere un "storm track" basso in entrata sull'Europa occ.le.
    E ciò va proprio di direzione di quella NAO - di cui Daniele sopra.
    Credo che la scarsa attività d'onda vada a connotare questa fase in esito del forte raffreddamento che abbiamo oggi in strato. Un certo lag è immaginabile...
    L'uscita dalla fase di soppressione delle onde poi ci dirà molto.......
    Buona giornata, Giuseppe
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ech1-240_gif.png   Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-gensnh-21-1-240.png  
    #SAVETHEBEAR

  2. #382
    Staff MeteoNetwork L'avatar di Eltara
    Data Registrazione
    12/04/06
    Località
    Carignano/Chivasso (TO)
    Età
    35
    Messaggi
    7,234
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Applausi a tutti, è sempre piacevole leggere i post di questa stanza, specie in questo periodo di preparazione del terreno per il trimestre invernale
    Alessandro Tarable

  3. #383
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,622
    Menzionato
    73 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Qualche annotazione di carattere modellistico e non.
    Partiamo dalla ECMWF00 240 ore di stamattina.
    Ovvio, carta straccia ma è "figo" l'invorticamento in uscita dalla Siberia....Vedremo.
    Invece per quanto concerne le ens a 240 ore di GFS non si vede quella situazione ma parimenti si assiste ad un mantenimento sostanziale di un AD con le vorticità perlopiù dislocate su Eurasia. Scarse intrusioni di aria calda verso il polo e setting che si mantiene costante nel lungo -lunghissimo termine. il jet strem sul comparto pacifico Atlantico vede molte semionde e non è particolarmente connotato.
    L'unica connotazione che si tende ad avere è quella di vedere un "storm track" basso in entrata sull'Europa occ.le.
    E ciò va proprio di direzione di quella NAO - di cui Daniele sopra.
    Credo che la scarsa attività d'onda vada a connotare questa fase in esito del forte raffreddamento che abbiamo oggi in strato. Un certo lag è immaginabile...
    L'uscita dalla fase di soppressione delle onde poi ci dirà molto.......
    Buona giornata, Giuseppe
    Che sia benvenuta una fase anticiclonica !
    OT: guardatevi le cam delle dolomiti stamattina, spettacolo allo stato puro !

  4. #384
    Uragano L'avatar di baccaromichele
    Data Registrazione
    07/11/07
    Località
    Rimini / Montechiarugolo (PR) 110m
    Età
    23
    Messaggi
    15,943
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Qualche aggiornamento dai modelli stagionali:
    La media di vari modelli (ECMWF, Met Office, Meteo France, DWD e CMCC) continua a propendere per un trimestre caratterizzato da AO e NAO positive, ma il segnale è più debole che nell'aggiornamento di ottobre.
    Le anomalie di pressione mese per mese:
    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ejrzjb6woaafv7x.png
    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ejrzjbaxuaarmip.png
    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ejrzjbcx0aah6b-.png

    Curioso il modello SEAS5 (ECMWF) che prevede un trimestre di AO/NAO+ (seppur meno convinto che nell'aggiornamento di ottobre con qualche membro in più che vira verso AO/NAO-), ma con un vps che risulterebbe più debole della norma, sopratutto in gennaio e febbraio.
    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ejsenkrxkae7uea.jpg

    Il modello GloSea5 (Met Office) invece prevede AO/NAO+ associata ad un vps mediamente più forte della media, lasciando comunque spazio alla possibilità di major warmings nella seconda metà della stagione (spread elevato su febbraio e marzo)
    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ejsgmwiwsaapnmn.jpg


    Rimanendo più sul breve termine invece c'è una curiosa divergenza tra GFS ufficiale e le sue ENS con il primo che vede un vps freddo a fine mese, mentre le ens vedono un graduale indebolimento. Lo stesso segnale è presente in troposfera con GFS ufficiale che tende ad AO leggermente positiva, a differenza delle sue ENS (aggiornamento 12z di ieri)
    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ejqwpggvaaadr5z.jpg
    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ejriu6rw4aerz68.png
    Massima: +38,7°C 23/7/2009 e 8/8/2013
    Minima: -8,3°C 21/12/2009
    Neve: 2008=1.0cm 2009=6.5cm 2010=74.0cm 2011=1.5cm 2012=78.0cm 2013​=19.5cm 2014=5.0cm 2015=0.0cm 2016=0.0cm
    http://climarimini.altervista.org/index.html

  5. #385
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,783
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    grazie dell'aggiornamento Michele

  6. #386
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,328
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Blocco a est sempre piu monstre, finchè rimane a est potrà forse termicizzarsi, ma se mi andasse così a ovest rimarrebbe ridge dinamico
    Always looking at the sky

  7. #387
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    34
    Messaggi
    7,783
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    nel lungo gfs con classico schema da forte siberian high-aleutinian low
    reading invece vede uno sbilanciamento ancor più palese delle masse artiche




  8. #388
    Uragano L'avatar di Dream Design
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli coll. 249 mt.
    Età
    31
    Messaggi
    16,785
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    nel lungo gfs con classico schema da forte siberian high-aleutinian low
    reading invece vede uno sbilanciamento ancor più palese delle masse artiche

    Immagine


    Immagine
    Io sto aspettando come finisce il run 06z per questo motivo


    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!
    estremi dal 2001: -3.7 (2014) +38.1 (2007)


  9. #389
    Burrasca L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    San Marino di Bentivoglio (BO)
    Età
    36
    Messaggi
    6,272
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Ciao a tutti.
    Non vorrei dire una cavolata, pero' non e' un po' riduttivo valutare la forza o la debolezza del VP basandosi soltanto sull'intensita' dei venti zonali a 10 hpa? Ovvero, se ci ritroviamo con un disturbo singolo (come puo' essere, ad esempio, un anticiclone aleutinico oppure un CW) in grado di indurre un displacement del VP, ovvero un suo spostamento rispetto alla sua sede originaria, mi pare ovvio che i venti zonali possano ridursi, ma tale riduzione in assenza di un perdurare o di un'intensificazione del disturbo, sara' destinata ad esaurirsi.
    Per esempio, le proiezioni strato su base GFS lasciano presagire comunque un disturbo singolo:

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-gfs_nh-gphtemp_010hpa_20191114_f252.jpg

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-gfs_nh-gphws_010hpa_20191114_f252.jpg

    Stessa cosa si vede nelle proiezioni strato a lungo termine di ECMWF dove si intravvede, se non erro, un progressivo indebolimento del disturbo a doppia onda:

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ecmwfzm_ha1_f240.jpg

    Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ecmwfzm_ha2_f240.jpg

    Cioe', in sostanza non mi sembrano gran mappe eh quelle che si intravvedono nel medio/lungo termine, poi resta il fatto che andiamo molto in la' e quindi possono essere soggette a peggioramenti o (speriamo) miglioramenti


    IEMILIAR66 su Weather Underground.
    Nell'avatar: le due torri della mia città...

  10. #390
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    4,684
    Menzionato
    22 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Indubbio che andiamo verso il disturbo ad 1 onda. Ed è altrettanto vero che lo zonal wind non è indicativo in assoluto della dinamica di un VP strong/weak. la descrizione spaziale di ciò che accade è dirimente su quello di cui si disquisisce . Allo stesso tempo è sicuro che il VPT non è allocato sul polo geografico e che gli inciampi troposferici sono molti. Insomma vedremo cosa succederà....Al momento difficile sbilanciarsi.
    #SAVETHEBEAR

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •