Pagina 98 di 137 PrimaPrima ... 488896979899100108 ... UltimaUltima
Risultati da 971 a 980 di 1364
  1. #971
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,911
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Eltara Visualizza Messaggio
    Posso darti un consiglio? Segui la stanza, leggi con assiduità e impara da chi ne sa di più. Al massimo fai domande relative ai tuoi eventuali dubbi. Porti come quello che ha la verità non fa mai bene, nè a te nè agli altri utenti.
    Non ho bisogno di consigli, i meccanismi pre ese cold sono chiarissimi da letteratura e sono quelli che ho scritto in risposta a galinsoga.

  2. #972
    Burrasca L'avatar di Eltara
    Data Registrazione
    12/04/06
    Località
    Carignano/Chivasso (TO)
    Età
    35
    Messaggi
    7,239
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Non ho bisogno di consigli
    Ecco, questo è proprio quello che intendevo sul modo sbagliato di porsi Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

  3. #973
    Vento teso
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    1,901
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Lo chiamo NON ese cold: in soldoni, aria calda che sale pre ese cold e forte rossby troposferica, e poi aria fredda che scende con soppressione dei flussi e abbattimento della rossby....non si vede nulla di ciò a 500 hpa in ecmwf.
    Si vede la decelerazione degli zonal-wind come probabile conseguenza di un Vortice polare che tende a riaccentrarsi e a diventare meno ellittico, quindi per assurdo calo temporaneo dei venti zonali per diminuzione dell'attrito ai bordi... contestualmente i flussi vengono soppressi, a questo punto non so quanto possa mancare all'inizio della manovra che descrivi tu (48 ore? 72 ore?).

  4. #974
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,851
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Lo chiamo NON ese cold: in soldoni, aria calda che sale pre ese cold e forte rossby troposferica, e poi aria fredda che scende con soppressione dei flussi e abbattimento della rossby....non si vede nulla di ciò a 500 hpa in ecmwf.
    Come ti hanno già detto praticamente tutti, quello che si vede nelle carte strato del FU Berlin è chiaramente un ESE cold con superamento della soglia NAM +1,5. VP barotropico, core nei pressi del Polo geografico e con gpt <2800 dam, soppressione dei flussi, insomma tutto quello che serve per avere un ESE Cold. Questo quello che succede sopra, poi volendo possiamo discutere degli effetti sotto

  5. #975
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,911
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da galinsog@ Visualizza Messaggio
    Si vede la decelerazione degli zonal-wind come probabile conseguenza di un Vortice polare che tende a riaccentrarsi e a diventare meno ellittico, quindi per assurdo calo temporaneo dei venti zonali per diminuzione dell'attrito ai bordi... contestualmente i flussi vengono soppressi, a questo punto non so quanto possa mancare all'inizio della manovra che descrivi tu (48 ore? 72 ore?).
    Dove vedi ladimunuzione degli attriti sugli edges?
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ecmwfpv850f72.gif  

  6. #976
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,911
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Come ti hanno già detto praticamente tutti, quello che si vede nelle carte strato del FU Berlin è chiaramente un ESE cold con superamento della soglia NAM +1,5. VP barotropico, core nei pressi del Polo geografico e con gpt <2800 dam, soppressione dei flussi, insomma tutto quello che serve per avere un ESE Cold. Questo quello che succede sopra, poi volendo possiamo discutere degli effetti sotto
    Se ha tempo ti risponderà Mat.

  7. #977
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,911
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Se ha tempo ti risponderà Mat.
    Peraltro è evidente l'azione a due onde...nuclei di intrusione evidenti a 72 h che possono provocare un abbassamento delle epv..

  8. #978
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,911
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    I flussi che comporterebbero un forcing ad un'onda non sono affatti annullati e non cessano,quindi il VPS non è pensabile in tali condizioni che possa riconquistare il polo geografico: da letteratura prima di un ese cold ci sono circa 10 giorni di flussi deboli e ciò dai grafici e dagli ep flux non si vede...un'inversione dei flussi di 1 giorno non dice nulla in merito alla possibilità di un ese cold.

  9. #979
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    8,911
    Menzionato
    75 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Come ti hanno già detto praticamente tutti, quello che si vede nelle carte strato del FU Berlin è chiaramente un ESE cold con superamento della soglia NAM +1,5. VP barotropico, core nei pressi del Polo geografico e con gpt <2800 dam, soppressione dei flussi, insomma tutto quello che serve per avere un ESE Cold. Questo quello che succede sopra, poi volendo possiamo discutere degli effetti sotto
    Peraltro dove sarebbe il core nei pressi del polo geografico??
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ecmwf1f168.gif   Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ecmwf1f216.gif   Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20-ecmwf10f192.gif  

  10. #980
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    30
    Messaggi
    1,851
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Rosso fuoco tra Alaska e Siberia ed il nascente VP scenari invernali 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Se ha tempo ti risponderà Mat.
    Ah bene allora siamo a posto

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •