Pagina 3 di 6 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 54

Discussione: Monitoraggio ITCZ 2020

  1. #21
    Burrasca forte L'avatar di burian br
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    8,290
    Menzionato
    361 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio ITCZ 2020

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    In realtà gli ultimi anni hanno avuto un recupero delle precipitazioni e c'è stata anche una regressione del deserto, rispetto agli anni 70-80 le precipitazioni sono aumentate notevolmente, pur restando al di sotto dei livelli di metà secolo.

    Immagine


    Anche il lago Chad ha avuto un recupero di estensione negli ultimi anni, al momento più che le precipitazioni il problema sono le pratiche agricole scorrette e la cattiva gestione delle risorse idriche.

    Il Sahel ha un trend millenario a suo sfavore, rispetto all'optimum olocenico l'insolazione si è ridotta parecchio il tropico è sceso di latitudine di quasi un grado. Non fa molta differenza rispetto a 50 anni fa ma rispetto all'epoca romana ad esempio non è trascurabile. Sulle fluttuazioni di breve termine invece sappiamo poco, tranne il fatto che le fasi AMO+ sembrano favorire un rialzo ITCZ.
    Non è nemmeno chiaro l'effetto del GW.

    Il mese scorso non è stato troppo negativo nonostante tutto.
    Immagine




    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Per gli amanti della storia, i Romani si spinsero in spedizioni (anche militari) fin sul fiume Niger e lago Chad.

    Spedizioni romane verso il Lago Ciad e il fiume Niger - Wikipedia

    I Romani si spinsero anche a cercare le sorgenti del Nilo, arrivando forse anche nel nord dell'Uganda:

    Spedizione romana alle sorgenti del Nilo - Wikipedia

  2. #22
    Vento teso L'avatar di damiano23
    Data Registrazione
    25/02/19
    Località
    Catania (CT) 7 mt.
    Età
    16
    Messaggi
    1,803
    Menzionato
    14 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio ITCZ 2020

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    In realtà gli ultimi anni hanno avuto un recupero delle precipitazioni e c'è stata anche una regressione del deserto, rispetto agli anni 70-80 le precipitazioni sono aumentate notevolmente, pur restando al di sotto dei livelli di metà secolo.

    Immagine


    Anche il lago Chad ha avuto un recupero di estensione negli ultimi anni, al momento più che le precipitazioni il problema sono le pratiche agricole scorrette e la cattiva gestione delle risorse idriche.

    Il Sahel ha un trend millenario a suo sfavore, rispetto all'optimum olocenico l'insolazione si è ridotta parecchio il tropico è sceso di latitudine di quasi un grado. Non fa molta differenza rispetto a 50 anni fa ma rispetto all'epoca romana ad esempio non è trascurabile. Sulle fluttuazioni di breve termine invece sappiamo poco, tranne il fatto che le fasi AMO+ sembrano favorire un rialzo ITCZ.
    Non è nemmeno chiaro l'effetto del GW.

    Il mese scorso non è stato troppo negativo nonostante tutto.
    Immagine




    Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
    Allora sarò rimasto agli anni 70-80, seppur siano lontanissimi dalla mia nascita.

    Sì comunque la desertificazione della parte settentrionale del Sahel può essere favorita o dalla mancanza di piogge sostanziose in alcune annate, dall'innalzamento delle temperature ma non mi sembra la causa attuale, ma sopratutto dal ritardo del monsone atlantico in primavera (infatti confrontando la media pluvio 1961/1990 con la 1981/2010 di N'Djamena ho notato un ritardo delle piogge nel periodo Aprile-Maggio, bimestre più torrido solitamente, ma un lieve calo della media termica estiva grazie all'aumento di giorni di pioggia degli ultimi anni), ma se abbiamo fin'ora vissuto un periodo di controtendenza, ovvero limite di divergenza tropicale alto di latitudine (ma non gli anni in estate), probabilmente grazie al segno dell'AMO (gap termico positivo in Atlantico), indice descrittivo EA positivo che favorirebbe uno sbilanciamento dell'hp africano verso l'Europa sudoccidentale (geopotenziali e pressione alti in Marocco-Penisola Iberica-East Atlantic normalmente) e un successivo sconfinamento del monsone di Guinea nel Sahel, l'estate 2020 sarebbe l'eccezione con questo trend e potrebbe essere caratterizzata da un deficit pluviometrico in questa nel "bordo del deserto"..
    Io sono già stato quello che voi siete, ma non so se voi sarete, e dico a tutti, quello che io sono.

  3. #23
    Vento moderato
    Data Registrazione
    24/04/05
    Località
    savignano s/p formic
    Età
    59
    Messaggi
    1,315
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio ITCZ 2020

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    Io ricordo di aver letto nel Sahel di siccità negli anni 70, quando appunto l'ITCZ era presumibilmente basso di latitudine (e lo era anche il flusso atlantico, come sappiamo).
    si gli anni 70 gravi siccità nel Sahel,qui estati fresche AMO-
    -16,1 il 6 e il 14/02/2012 +39,7 il 04/08/2018
    www.meteosystem.com/stazioni/savignanosulpanaro/

  4. #24
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    33
    Messaggi
    930
    Menzionato
    221 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio ITCZ 2020

    Citazione Originariamente Scritto da damiano23 Visualizza Messaggio
    Allora sarò rimasto agli anni 70-80, seppur siano lontanissimi dalla mia nascita.

    Sì comunque la desertificazione della parte settentrionale del Sahel può essere favorita o dalla mancanza di piogge sostanziose in alcune annate, dall'innalzamento delle temperature ma non mi sembra la causa attuale, ma sopratutto dal ritardo del monsone atlantico in primavera (infatti confrontando la media pluvio 1961/1990 con la 1981/2010 di N'Djamena ho notato un ritardo delle piogge nel periodo Aprile-Maggio, bimestre più torrido solitamente, ma un lieve calo della media termica estiva grazie all'aumento di giorni di pioggia degli ultimi anni), ma se abbiamo fin'ora vissuto un periodo di controtendenza, ovvero limite di divergenza tropicale alto di latitudine (ma non gli anni in estate), probabilmente grazie al segno dell'AMO (gap termico positivo in Atlantico), indice descrittivo EA positivo che favorirebbe uno sbilanciamento dell'hp africano verso l'Europa sudoccidentale (geopotenziali e pressione alti in Marocco-Penisola Iberica-East Atlantic normalmente) e un successivo sconfinamento del monsone di Guinea nel Sahel, l'estate 2020 sarebbe l'eccezione con questo trend e potrebbe essere caratterizzata da un deficit pluviometrico in questa nel "bordo del deserto"..
    I libri scolastici sono sempre fermi a qualche decennio prima e anche la maggior parte delle fonti di informazione, anche se sei giovane non mi stupisce.

    Non credo che il confronto tra quelle due medie offra molte informazioni, la 61-90 include comunque un decennio molto piovoso rispetto agli standard successivi (mentre la 81-2010 è poco diversa dalla 71-2000 visto che il grosso del recupero è post-2007).


    Io poi andrei molto cauto nel collegare quello che succede a sud del Sahara con l'EA, che era fortemente negativo nei piovosissimi anni 50-60 e più alto negli aridissimi anni 80. Le zone tropicali hanno dinamiche diverse dalle nostre, devi guardare la convezione e lo sviluppo verticale delle dinamiche atmosferiche più che i pattern determinati dall'andamento del getto a cui siamo abituati a guardare noi.

    Secondo alcuni studi invece il recupero delle precipitazioni del Sahel sarebbe dovuto al riscaldamento del Mediterraneo che apporta maggiore umidità da nord, cambiando un po' le dinamiche di queste zone.
    Sahel rainfall recovery linked to warming Mediterranean, study says | Carbon Brief
    Ultima modifica di snowaholic; 16/06/2020 alle 07:56

  5. #25
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    33
    Messaggi
    930
    Menzionato
    221 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio ITCZ 2020

    C'è stato un bel cambiamento delle SSTA del golfo di Guinea negli ultimi giorni, credo che ormai questo ITCZ su livelli record negativi abbia i giorni contati.

    Monitoraggio ITCZ 2020-cdas-sflux_ssta_global_1.png

    Per ora la convezione non sembra sembra assecondare questo cambiamento ma la situazione potrebbe cambiare più avanti (anche se non mi aspetto di passare ad eccessi opposti).

  6. #26
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,404
    Menzionato
    77 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio ITCZ 2020

    Vedendo la proiezione delle prp in Africa, zona equatoriale, per i prox 15 gg di gran risalite DELL'ITCZ non se ne vedono...

    Wetterzentrale - Top Karten - GFS Afrika 00Z

  7. #27
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    9,842
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio ITCZ 2020

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Vedendo la proiezione delle prp in Africa, zona equatoriale, per i prox 15 gg di gran risalite DELL'ITCZ non se ne vedono...

    Wetterzentrale - Top Karten - GFS Afrika 00Z
    eh sì
    anche perchè non basta che si raffreddi parte di guinea
    ci vuole anche un contributo dell'atlantico tropicale
    e finchè tna e tsa rimangono su valori alti e neutrali l'uno rispetto all'altro non ci sarà spazio per grosse risalite
    dopo di in questo periodo c'è anche la convezione a due onde nel pacifico che azzera le vorticità in atl

    C'ho la falla nel cervello


  8. #28
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    33
    Messaggi
    930
    Menzionato
    221 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio ITCZ 2020

    Cambio di passo molto netto, passiamo dal record decadale negativo a valori essenzialmente in media, resta giusto appena sotto la parte centrale.

    Monitoraggio ITCZ 2020-itcz.jpg

    Monitoraggio ITCZ 2020-west.gif

    Monitoraggio ITCZ 2020-east.gif

  9. #29
    Tempesta violenta
    Data Registrazione
    12/06/09
    Località
    Roma
    Messaggi
    14,056
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio ITCZ 2020

    Come procede?
    Sempre bassa o sta salendo molto?

  10. #30
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,404
    Menzionato
    77 Post(s)

    Predefinito Re: Monitoraggio ITCZ 2020

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano De C. Visualizza Messaggio
    Come procede?
    Sempre bassa o sta salendo molto?
    Partee ovest su valori normali.
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Monitoraggio ITCZ 2020-itcz.jpg  

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •