Pagina 11 di 27 PrimaPrima ... 91011121321 ... UltimaUltima
Risultati da 101 a 110 di 270
  1. #101
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,776
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Facendo seguito al mio precedente post, si conferma la tendenza dei modelli a minimizzare e circoscrivere la forza del vortice polare nel periodo che va dal 28 agosto ad oggi.

    Allegato 538188

    Questo viene fatto con differenze ragguardevoli tra realtà osservata e previsioni che si mantengono superiori al 10% (nella scala storica delle differenze).
    L'errore più importante viene fatto dove è possibile notare l'approfondimento del VP, ossia nell'emisfero occidentale perciò la differenza tra il dato osservato e quello previsto è stata meno apprezzabile in Eurasia.

    Allegato 538189

    Il nucleo del VP si mantiene tra Groenlandia e Canada, mentre è soggetto a incursioni dalle latitudini temperate in Eurasia. In quest'ultima area, dove la previsione è stata migliore, l'alta pressione russa prevista nel medio lungo termine potrebbe essere effettivamente osservata così forte come prevista dalla media dei modelli.
    La pulsazione calda in quel caso sarà scatenata più ad ovest, dal prossimo affondo su Europa centrale, vista penetrare molto in profondità, fino in Italia, attraverso la vallata del Rodano.
    Ma questo errore di valutazione, di per sé è una cosa positiva?.... Cioè avere un VPT più forte è una cosa positiva... O sbaglio?

  2. #102
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,375
    Menzionato
    15 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Ma questo errore di valutazione, di per sé è una cosa positiva?.... Cioè avere un VPT più forte è una cosa positiva... O sbaglio?
    Il mio monitoraggio ha un senso se lo circoscriviamo ad un errore dei modelli nel long range riguardo alla presunta debolezza del VP.

    Al momento attuale il mese di ottobre è molto border line tra il solito copione con prematuro split del VP e un lento ma costante accorpamento delle vorticità potenziali che interrompe il pattern dominante di ottobre degli anni 10.

    Sul Mediterraneo una prematura rottura del VP ad inizio ottobre si rifletteva come lunga protesi dell'estate.

    Ma questo era già stato messo in evidenza da chi mi aveva preceduto, Sergio in primis. La loro analisi riguardava la continuità della defezione dei ghiacci artici estivi. La loro conclusione non faceva una piega, riassumo: VP molto debole, divergenza profonda con il VPT, SC precocissimo e quant'altro che già conosciamo.

    Se però il mio monitoraggio va a buon fine è chiaro che una o più variabili al contorno stanno creando troppo rumore per essere circoscritta.
    Ultima modifica di 4ecast; 24/09/2020 alle 08:54
    Always looking at the sky

  3. #103
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,776
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Il mio monitoraggio ha un senso se lo circoscriviamo ad un errore dei modelli nel long range riguardo alla presunta debolezza del VP.

    Al momento attuale il mese di ottobre è molto border line tra il solito copione con prematuro split del VP e un lento ma costante accorpamento delle vorticità potenziali che interrompe il pattern dominante di ottobre degli anni 10.

    Sul Mediterraneo una prematura rottura del VP ad inizio ottobre si rifletteva come lunga protesi dell'estate.

    Ma questo era già stato messo in evidenza da chi mi aveva preceduto, Sergio in primis. La loro analisi riguardava la continuità della defezione dei ghiacci artici estivi. La loro conclusione non faceva una piega, riassumo: VP molto debole, divergenza profonda con il VPT, SC precocissimo e quant'altro che già conosciamo.

    Se però il mio monitoraggio va a buon fine è chiaro che una o più variabili al contorno stanno creando troppo rumore per essere circoscritta.

    Quindi sarebbe da augurarsi il lento e costante accorpamento delle vorticità potenziali che interromperebbe il pattern dominante ottobrino che ha caratterizzato gli anni 10, giusto ?...da non augurarsi il prematuro split...

  4. #104
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    2,447
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Io continuo a pensare che le analisi che sono state fatte, pur ricche di spunti interessanti, scontano l'eccessiva brevità dei periodi presi in esame... inoltre una domanda che mi pongo spesso è: quanto siamo condizionati, nelle nostre analisi, dal contesto territoriale (continentale) in cui siamo immersi? Insomma se guardo quanto accaduto nei tre ultimi inverni: 2017/2018, 2018/2019/, 2019/2020, vedo la relativa costanza con cui si è verificato lo SC, ma poi evolutivamente mi trovo di fronte a scenari molto diversi... e su questi influiscono principalmente lo status dell'Oceano Pacifico, l'ozono in stratosfera, la circolazione di D&B e verosimilmente anche altro, tanto per fare un esempio: quanto impiegherà la PDO per tornare stabilmente negativa?

  5. #105
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    2,447
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    E comunque se dovessimo fare considerazioni puramente statistiche, partendo dalla situazione attuale, con:

    Enso- (intensità verosimilmente moderata e baricentro orientale); bassi livelli di ozono stratosferico che probabilmente influiranno sulla D&B, probabile QBO in fase occidentale a 45 e 50 hPa un inverno con Vortice polare forte potrebbe essere largamente preventivabile, indipendentemente dal possibile o probabile raffreddamento stratosferico. Il punto è: questa situazione (in particolare quella relativa all'ozono) è destinata a rimanere costante? Non è che ad ottobre 2017 fossimo poi messi benissimo... eppure quello non è stato certo un inverno con Strong Polar Vortex.

  6. #106
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,776
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    L'ozono peraltro è in crescita e ora su valori quasi normali

  7. #107
    Vento fresco
    Data Registrazione
    18/03/19
    Località
    Mele - Fado (GE)
    Messaggi
    2,447
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    L'ozono peraltro è in crescita e ora su valori quasi normali
    Sì, infatti, secondo me guardare ora ai valori dell'ozono stratosferico non ha molto senso, di certo non depone benissimo l'eventualità di una Nina di moderata intensità circa la crescita nei prossimi mesi, ma anche lì le evidenze statistiche, pur essendoci, non sono così nette come si crede.

  8. #108
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,776
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Comunque sta di fatto che negli ultimi 8 anni, abbiamo avuto 6 strat cooling di cui 4 pesantemente condizionanti... E infatti negli ultimi 8 anni abbiamo avuto inverni di m.

  9. #109
    Calma di vento
    Data Registrazione
    11/08/20
    Località
    Mestre (VE)
    Messaggi
    34
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Comunque sta di fatto che negli ultimi 8 anni, abbiamo avuto 6 strat cooling di cui 4 pesantemente condizionanti... E infatti negli ultimi 8 anni abbiamo avuto inverni di m.
    lo SC mi sembra comunque sia stato estremamente frequente anche negli anni passati, dipende dal periodo e da quanto è stato condizionante

  10. #110
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    31
    Messaggi
    1,980
    Menzionato
    20 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da andi Visualizza Messaggio
    lo SC mi sembra comunque sia stato estremamente frequente anche negli anni passati, dipende dal periodo e da quanto è stato condizionante
    Esatto, dal 1978 al 2012 abbiamo avuto ben 28 SC con sfondamento della soglia NAM. Quindi anche in passato era molto probabile avere uno Strat cooling durante la stagione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •