Pagina 186 di 195 PrimaPrima ... 86136176184185186187188 ... UltimaUltima
Risultati da 1,851 a 1,860 di 1948
  1. #1851
    Vento fresco L'avatar di Alessandro669
    Data Registrazione
    21/01/12
    Località
    Roma
    Età
    34
    Messaggi
    2,588
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Si sperando a sta botta di beccare qualcosa Ale

  2. #1852
    Vento teso L'avatar di Sandro58
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Roma
    Età
    62
    Messaggi
    1,924
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro669 Visualizza Messaggio
    Si sperando a sta botta di beccare qualcosa Ale
    Si, si, lo capisco. Questo potranno dircelo i GM a tempo debito, al momento elementi certi non ce ne sono, ne in strato ne in tropo, le uniche note da ATTENZIONE sono le view di Reading e P su una buona tenuta "fredda" euroasiatica e ben messa in Europa nel lungo termine. SE queste view saranno confermate ci metteremo con attenzione a vedere SE intervengono frenate giuste e buone x innescare movimenti retrogradi alle masse artiche sul nostro lato ... la strato ci dice poco, giusto se sarà "facilitante" o "ostacolante" in certi tempi, vista la sua inerzia diversa dalla tropo. Vedremo e speriamo bene.

  3. #1853
    Burrasca L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    Altedo (BO)
    Età
    37
    Messaggi
    6,710
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    [
    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Credo che a fine mese assisteremo ad una ripresa dell’attività dell’onda pacifica, la MJO in fase 6/7 lascia intuire la possibilità di blocco in zona centrale (stretto di Bering). La concomitante nuova disposizione del VP, con la risoluzione degli effetti deleteri seguiti al displacement, unita proprio alla rapida risalita del PNA, mi fanno pensare ad una buona trasmissione d’onda verso l’Atlantico per la prima settimana dì febbraio. Idea del tutto personale, vediamo cosa ne pensano i modelli
    Daniele, l'altra sera al webinar ho posto una domanda che pero' poi mi sono reso anche conto di averla formulata male a proposito del Final Warming. Avevo cioe' mancato di specificare se l'eventuale insorgenza di un nuovo evento stratosferico potrebbe destrutturare definitivamente il VP, considerato anche il fatto che e' in uno stato di "debolezza" ormai cronica.
    Riprendendo meglio il discorso, se non dovesse accadere nulla allora si va spediti verso un ricompattamento delle masse artiche e FW di tipo late... In questo caso pero'
    'insorgenza della MJO in fase 6/7 potrebbe mettere in ulteriori difficolta' un VP gia' "stressato" dalle vicende citate piu' volte:
    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-diagram_40days_forecast_gefs_member.gif Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-emon_phase_manom_51m_small.gif

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-immagine1.jpg


    Mi e' venuto il dubbio perche' guardando anche i forecast dei venti zonali su base ECMWF, a distanza di 4/5 giorni l'uno dall'altro vedono una progressiva intensificazione dell'evento ma potrebbe semplicemente essere legato ad un evento previsto via via piu' intenso:

    Proiezioni 14 gennaio:

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-proiezioni-14-gennaio.jpg

    Proiezione 18 gennaio:
    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-proiezioni-18-gennaio.jpg
    Scusami se torno un attimo sulla questione ma appunto l'altra sera mancava un appunto che mi ero scordato di esporre, ovvero se il FW puo' accadere in concomitanza ad un evento stratosferico di tipo maggiore

  4. #1854
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    31
    Messaggi
    2,140
    Menzionato
    45 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Gio83Gavi Visualizza Messaggio
    [
    Daniele, l'altra sera al webinar ho posto una domanda che pero' poi mi sono reso anche conto di averla formulata male a proposito del Final Warming. Avevo cioe' mancato di specificare se l'eventuale insorgenza di un nuovo evento stratosferico potrebbe destrutturare definitivamente il VP, considerato anche il fatto che e' in uno stato di "debolezza" ormai cronica.
    Riprendendo meglio il discorso, se non dovesse accadere nulla allora si va spediti verso un ricompattamento delle masse artiche e FW di tipo late... In questo caso pero'
    'insorgenza della MJO in fase 6/7 potrebbe mettere in ulteriori difficolta' un VP gia' "stressato" dalle vicende citate piu' volte:
    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-diagram_40days_forecast_gefs_member.gif Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-emon_phase_manom_51m_small.gif

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-immagine1.jpg


    Mi e' venuto il dubbio perche' guardando anche i forecast dei venti zonali su base ECMWF, a distanza di 4/5 giorni l'uno dall'altro vedono una progressiva intensificazione dell'evento ma potrebbe semplicemente essere legato ad un evento previsto via via piu' intenso:

    Proiezioni 14 gennaio:

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-proiezioni-14-gennaio.jpg

    Proiezione 18 gennaio:
    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-proiezioni-18-gennaio.jpg
    Scusami se torno un attimo sulla questione ma appunto l'altra sera mancava un appunto che mi ero scordato di esporre, ovvero se il FW puo' accadere in concomitanza ad un evento stratosferico di tipo maggiore
    Ciao Giorgio ! Non ho ben capito se intendi chiedere se il prossimo possibile MMW potrà risultare anche Final o se la domanda è più a carattere generale e slegata dalle dinamiche di quest’anno cercherò di rispondere per entrambi i casi, per quelle che sono le mie conoscenze ovviamente .
    Come è mostrato anche dai forecast ECMWF che ha postato (e come ne parlava anche Alessandro qualche messaggio sopra) pare ci sia la possibilità di andare incontro ad una nuova inversione zonale a 10 hPa nei prossimi 10/15 giorni. Ad ora comunque terrei il beneficio del dubbio, soprattutto perché tale dinamica sarebbe un unicum nella climatologia moderna, sinceramente non ho memoria (lo ha sottolineato anche Alessandro) di due eventi simili così ravvicinati ma comunque indipendenti. Detto questo, anche in caso di andasse in MMW, stavolta più probabilmente di tipo split, è davvero impensabile che possa anche risultare Final Warming, così a memoria mi pare che non ci siamo mai stati FW nel mese di febbraio e la cosa credo sia anche fisicamente impossibile in quanto comunque l’incidenza dei raggi solari sia ancora troppo marginale in questo mese. Sarebbe quindi ipotizzabile un rinforzo del VPS a compimento degli effetti dell’ipotetico mmw, favorito dalla risoluzione del disturbo a partire dall’alta strato che seguirebbe uno split.
    Se invece la tua domanda è a carattere generale, si, può essere un major warming che risulta anche Final, il cosiddetto FMW (Final Major Warming). Per essere definito tale ovviamente deve corrispondere alle modalità di un Major Warming, dato che la sola inversione a 10 hPa avviene normalmente ogni anno con il FW. Se non ricordo male ce ne fù uni pochi anni fa ma non ricordo di preciso .
    Spero di aver risposto al tuo quesito

  5. #1855
    Vento fresco
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    65
    Messaggi
    2,938
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    @cavaz grazie

  6. #1856
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    11,082
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    idem
    anzi ci sarebbe sicuramente un forte rimbalzo a fine inverno con un final decisamente tardivo e dagli effetti molto incerti rispetto alla propagazione
    C'ho la falla nel cervello


  7. #1857
    Brezza tesa L'avatar di Francesco94
    Data Registrazione
    28/12/08
    Località
    Valle Umbra Sudde (PG)
    Età
    27
    Messaggi
    818
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Causa o conseguenza?

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-immagine-2021-01-20-184054.png

  8. #1858
    Vento forte L'avatar di luca_mo
    Data Registrazione
    03/10/10
    Località
    Modena
    Età
    27
    Messaggi
    4,715
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Francesco94 Visualizza Messaggio
    Causa o conseguenza?

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-immagine-2021-01-20-184054.png
    Non leggo bene cosa c'è scritto sopra ma a giudicare dalla unità di misura credo si parli di Ozono.
    L'Ozono non causa warming in Inverno, questo perchè la scissione della molecola di Ozono in Ossigeno atomico ed Ossigeno molecolare necessita della radiazione solare (in particolare la lunghezza d'onda che corrisponde ai raggi UV) che è poi quella che causa la liberazione di calore (essendo una reazione esotermica). In Inverno c'è la notte polare quindi non hai radiazione solare.
    Quindi perchè si monitora l'Ozono? Semplicemente perchè l'Ozono prodotto nella Stratosfera equatoriale viene poi trasportato alla latitudini polari dalla BDC. Monitorarlo, dunque, è utile perchè ci indica se la BDC è forte o debole. E sappiamo quanto la BDC sia importante nel setting del VP e sulla modulazione del getto e quindi anche la genesi di eventuali onde di Rossby.
    "Una NAO persistentemente negativa può favorire il wave break del VPS ed indebolirlo con conseguente predisposizione del pattern AO-, introducendo così una sorta di feedback che si ripercuote sul segno della stessa NAO e sulle SSTA atlantiche."

  9. #1859
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    21/12/18
    Località
    Fano
    Età
    54
    Messaggi
    520
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da luca_mo Visualizza Messaggio
    Non leggo bene cosa c'è scritto sopra ma a giudicare dalla unità di misura credo si parli di Ozono.
    L'Ozono non causa warming in Inverno, questo perchè la scissione della molecola di Ozono in Ossigeno atomico ed Ossigeno molecolare necessita della radiazione solare (in particolare la lunghezza d'onda che corrisponde ai raggi UV) che è poi quella che causa la liberazione di calore (essendo una reazione esotermica). In Inverno c'è la notte polare quindi non hai radiazione solare.
    Quindi perchè si monitora l'Ozono? Semplicemente perchè l'Ozono prodotto nella Stratosfera equatoriale viene poi trasportato alla latitudini polari dalla BDC. Monitorarlo, dunque, è utile perchè ci indica se la BDC è forte o debole. E sappiamo quanto la BDC sia importante nel setting del VP e sulla modulazione del getto e quindi anche la genesi di eventuali onde di Rossby.
    E dal quel grafico cosa si evince?

  10. #1860
    Vento forte L'avatar di luca_mo
    Data Registrazione
    03/10/10
    Località
    Modena
    Età
    27
    Messaggi
    4,715
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Simofano Visualizza Messaggio
    E dal quel grafico cosa si evince?
    Innanzitutto si vedono i livelli molto bassi dello scorso inverno, segno che la Bdc ha lavorato "male", a conferma dell'inverno molto noioso vissuto. Per quest'anno si vede l'impennata in corrispondenza di inizio anno, in cui abbiamo avuto l'MMW. Bisognerà monitorarla nei prossimi giorni per avere una "spia" del trasporto di calore verso il Polo, ulteriore tassello per eventuali azioni fredde.
    "Una NAO persistentemente negativa può favorire il wave break del VPS ed indebolirlo con conseguente predisposizione del pattern AO-, introducendo così una sorta di feedback che si ripercuote sul segno della stessa NAO e sulle SSTA atlantiche."

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •