Pagina 29 di 67 PrimaPrima ... 19272829303139 ... UltimaUltima
Risultati da 281 a 290 di 668
  1. #281
    Tempesta
    Data Registrazione
    29/03/06
    Località
    cesano di senigallia
    Età
    42
    Messaggi
    11,278
    Menzionato
    54 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    bella domanda
    ma innanzitutto bisogna intendersi sul concetto di sbilanciamento
    se parliamo di un vp con maggiore intensità vorticosa allora è plausibile
    del resto come ricordato altre volte, e senza volersi addentrare in elucubrazioni troppo avventurose, l'unico dato certo che possiamo assumere dalla carenza dei ghiacci è un maggior calore latente unitamente a un incremento deciso dell'ur, questo enfatizza i moti vorticosi e quindi una circolazione più esuberanente in seno al vpt piuttosto che non condizioni tipiche delle alte termiche
    che si possono generare solo in siberia o sul pack laddove esiste la possibilità di un gradiente termico maggiore al suolo che in quota
    detto ciò direi che senza dubbio si tratta di una circolazione correlata ancora una volta alla situazione ottobrina registratasi nell'artico, al netto della distribuzione del pack

    Allegato 541751
    Ok. Quindi cronica mancanza di ghiaccio= vortice polare più forte , giusto?
    Questo spiegherebbe anche la nao+++++ ormai perennemente postiva dal 2013.
    e fu cosi che con mia grossa sorpresa il 26-27 febbraio 2018 mi accorsi che la meteo era ancora VIVA!

  2. #282
    Brezza tesa L'avatar di Francesco94
    Data Registrazione
    28/12/08
    Località
    Valle Umbra Sudde (PG)
    Età
    26
    Messaggi
    813
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Intanto lassù si approfondisce che è un piacere




  3. #283
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    10,422
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da rafdimonte Visualizza Messaggio
    Ok. Quindi cronica mancanza di ghiaccio= vortice polare più forte , giusto?
    Questo spiegherebbe anche la nao+++++ ormai perennemente postiva dal 2013.

    ah non lo so
    sono valutazioni che necessitano di tempi lunghi e di molte conferme
    per altro l'andamento nao non è necessariamente correlato con l'ao, come è successo palesemente anche in anni recenti
    comunque, tanto per fare un esempio banalotto, se si prendono gli inverni post minimo e con estensione minima invernale e più lenta ripresa si hanno andamenti ao tutt'altro che da vortice forte
    e vorrei ricordare che il 15-16 chiude con ao neutra presentando un vp fortissimo in medio alta strato
    C'ho la falla nel cervello


  4. #284
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,385
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    bella domanda
    ma innanzitutto bisogna intendersi sul concetto di sbilanciamento
    se parliamo di un vp con maggiore intensità vorticosa allora è plausibile
    del resto come ricordato altre volte, e senza volersi addentrare in elucubrazioni troppo avventurose, l'unico dato certo che possiamo assumere dalla carenza dei ghiacci è un maggior calore latente unitamente a un incremento deciso dell'ur, questo enfatizza i moti vorticosi e quindi una circolazione più esuberanente in seno al vpt piuttosto che non condizioni tipiche delle alte termiche
    che si possono generare solo in siberia o sul pack laddove esiste la possibilità di un gradiente termico maggiore al suolo che in quota
    detto ciò direi che senza dubbio si tratta di una circolazione correlata ancora una volta alla situazione ottobrina registratasi nell'artico, al netto della distribuzione del pack

    Allegato 541751
    Ale ma di vorticoso in artico che c'è in quella mappa
    La mancanza di ghiacci in artico enfatizza il trasporto verticale di calore, heat index al massimo e VP che ne risente parecchio durante la fase di maturazione. Tanto è vero che se si facessero le rianalisi di ottobre degli scorsi anni che hanno tutti un forte deficit di estensione dii ghiacci, la caratteristica di anomalia positiva in Artico è praticamente una costante.
    Always looking at the sky

  5. #285
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    10,422
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Ale ma di vorticoso in artico che c'è in quella mappa
    La mancanza di ghiacci in artico enfatizza il trasporto verticale di calore, heat index al massimo e VP che ne risente parecchio durante la fase di maturazione. Tanto è vero che se si facessero le rianalisi di ottobre degli scorsi anni che hanno tutti un forte deficit di estensione dii ghiacci, la caratteristica di anomalia positiva in Artico è praticamente una costante.
    ah no, infatti quella mappa è semplicemente un passaggio successivo del ragionamento
    ma quello che faccio io è un discorso che vale anche durante l'inverno maturo, non solo in autunno, questo potrebbe eventualmente, perchè è solo un'ipotesi come altre, l'esuberanza del lato canadese che non può in alcun modo sviluppare un gradiente verticale tipico delle aree a forte inversione
    tant'è vero che diminuisce il gradiente termico tra le fasce temperate e quelle subpolari/polari ma il gradiente barico di certo non va di pari passo
    questo spiega anche l'esuberanza geopotenziale di alcuni mostri anticiclonici che nel trimestre invernale è in grandissima parte frutto proprio di quel gradiente
    C'ho la falla nel cervello


  6. #286
    Burrasca L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    Altedo (BO)
    Età
    37
    Messaggi
    6,596
    Menzionato
    39 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    ah non lo so
    sono valutazioni che necessitano di tempi lunghi e di molte conferme
    per altro l'andamento nao non è necessariamente correlato con l'ao, come è successo palesemente anche in anni recenti
    comunque, tanto per fare un esempio banalotto, se si prendono gli inverni post minimo e con estensione minima invernale e più lenta ripresa si hanno andamenti ao tutt'altro che da vortice forte
    e vorrei ricordare che il 15-16 chiude con ao neutra presentando un vp fortissimo in medio alta strato
    Ale a proposito del discorso NAO che ne pensi dell'evoluzione delle SST che interesserebbe in nord atlantico? Mi pare che sia già in atto un raffreddamento della zona tra Regno Unito e Islanda e che potrebbe proseguire anche nelle prossime settimane, tuttavia il centro delle anomalie negative sembra un pò più a sud rispetto al "solito":

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-cdas-sflux_ssta_global_1.jpg

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-pent.anom.xy.h300.30d.jpg

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-sst-atl.jpg


    La zona più a sud (soprattutto quella in uscita dagli USA che è quasi "cronicamente" positiva già da un bel pò) e anche quella tropicale atlantica TNA/TSA sono ancora positive anche se in calo:

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-atlantico-tropicale.jpg

    Di primo impatto avrei detto che ci saremmo avviati verso un tripolo favorevole ad una NAO positiva (-++ a partire dalle alte latitudini) , però riguardando bene la disposizione delle SST in zona nord atlantica mi viene qualche dubbio.
    Sono solo alcune considerazioni a ruota libera, c'è un bel caos ovunque

  7. #287
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    10,422
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Gio83Gavi Visualizza Messaggio
    Ale a proposito del discorso NAO che ne pensi dell'evoluzione delle SST che interesserebbe in nord atlantico? Mi pare che sia già in atto un raffreddamento della zona tra Regno Unito e Islanda e che potrebbe proseguire anche nelle prossime settimane, tuttavia il centro delle anomalie negative sembra un pò più a sud rispetto al "solito":

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-cdas-sflux_ssta_global_1.jpg

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-pent.anom.xy.h300.30d.jpg

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-sst-atl.jpg


    La zona più a sud (soprattutto quella in uscita dagli USA che è quasi "cronicamente" positiva già da un bel pò) e anche quella tropicale atlantica TNA/TSA sono ancora positive anche se in calo:

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-atlantico-tropicale.jpg

    Di primo impatto avrei detto che ci saremmo avviati verso un tripolo favorevole ad una NAO positiva (-++ a partire dalle alte latitudini) , però riguardando bene la disposizione delle SST in zona nord atlantica mi viene qualche dubbio.
    Sono solo alcune considerazioni a ruota libera, c'è un bel caos ovunque

    pensa che sono talmente coerenti le tue osservazioni caro Giorgio che il mese di novembre relativamente più simile a questo nel complesso dei parametri l'ho individuato proprio in quel '95 che diede l'avvio all'inversione del ciclo di allora
    ma ovviamente quest'anno ci sono molte variabili inedite che non ci permettono di arrivare a conclusioni solo su base statistica
    a proposito invece delle reanalisi sulla variabilità stratosferica degli ultimi anni che avevo iniziato nell'altro post aggiungo a compendio alcuni plot
    partiamo dalle due annate con vps (ma non vpt nel '16) forte per tutta la stagione
    come si vede intense le anomalie di gpt ma nel '16 maggiormente pressato e più ellittico

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.35.02.png

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.36.19.png

    '14 e '15 presentano invece un vps estremamente allungato, tendente alla bilobazione (chiarissima l'impronta troposferica del '14) più solido sul polo geografico ma allungatissimo l'anno seguente

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.37.47.png

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.38.08.png

    nel 2017 cambia l'impostazione media delle onde planetarie e prevalgono le anomalie gpt + sul lato canadese

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.42.46.png

    il '18 e il '19 sono l'esatto alter ego delle prime due annate postate

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.44.33.png

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.44.46.png
    C'ho la falla nel cervello


  8. #288
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,927
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    pensa che sono talmente coerenti le tue osservazioni caro Giorgio che il mese di novembre relativamente più simile a questo nel complesso dei parametri l'ho individuato proprio in quel '95 che diede l'avvio all'inversione del ciclo di allora
    ma ovviamente quest'anno ci sono molte variabili inedite che non ci permettono di arrivare a conclusioni solo su base statistica
    a proposito invece delle reanalisi sulla variabilità stratosferica degli ultimi anni che avevo iniziato nell'altro post aggiungo a compendio alcuni plot
    partiamo dalle due annate con vps (ma non vpt nel '16) forte per tutta la stagione
    come si vede intense le anomalie di gpt ma nel '16 maggiormente pressato e più ellittico

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.35.02.png

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.36.19.png

    '14 e '15 presentano invece un vps estremamente allungato, tendente alla bilobazione (chiarissima l'impronta troposferica del '14) più solido sul polo geografico ma allungatissimo l'anno seguente

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.37.47.png

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.38.08.png

    nel 2017 cambia l'impostazione media delle onde planetarie e prevalgono le anomalie gpt + sul lato canadese

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.42.46.png

    il '18 e il '19 sono l'esatto alter ego delle prime due annate postate

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.44.33.png

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-02-alle-15.44.46.png
    Non ho capito...nel 2018 e 2019 abbiamo avuto anomalie positive a 10 hpa ??

  9. #289
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    51
    Messaggi
    7,407
    Menzionato
    37 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Tra gli elementi salienti oggetto di analisi "oggi" notiamo:


    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-cattura.jpg

    un'estensione di massa del vps a 10 hpa a livelli minimi quasi record.
    Contemporaneamente:

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-cattura.jpg

    un forte presidio da parte dei nuclei di vorticità potenziale (EPV) su tutta la massa del vps fino alla perifieria dello stesso (EDGES).
    Inoltre:

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-cattura.jpg

    i massimi delle vorticità potenziali (MPV) appaiono al di sopra della media climatologica per il periodo.

    Per esemplificare in soldoni ne consegue un vortice stratosferico a medio alta quota e ad alta quota molto "concentrato" ovvero contenuto nella sua estensione ma estremamente coriaceo.

    La contestuale debolezza dei flussi di calore che appare ancora più evidente sopra i 50 hpa specialmente in riferimento a W1 (ovvero la cresta dei flussi di calore che penetra in modo più efficace alle alte quote della stratosfera) mette a mio avviso tutti i presupposti per una prosecuzione spedita verso un ulteriore forte raffreddamento radiativo.
    Sulla base degli indici previsti a livello pacifico (PNA su valori ormai negativi - segno indiscutibile del realizzarsi degli effetti della Nina) non viene da pensare ad un incremento significativo dei flussi nell'ambito perlomeno dei prossimi 10 giorni.
    Potrebbe esservi qualche incremento dopo la metà del mese probabilmente generati dai forcing dinamici della corrente a getto polare non più in condizione di penetrare all'interno del continente asiatico a causa del forte raffreddamento in atto.
    Tuttavia le condizioni a cui avrà intanto condotto il rapido raffreddamento potranno essere tali da non poter evitare un ennesimo stratcooling.

    Staremo a vedere
    Anteprime Allegate Anteprime Allegate Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-cattura.jpg  
    Matteo



  10. #290
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    29
    Messaggi
    18,578
    Menzionato
    195 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    mortaccioni suoi
    grazie Matteo, era inevitabile, lo stavo aspettando un post del genere
    Si vis pacem, para bellum.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •