Pagina 53 di 188 PrimaPrima ... 343515253545563103153 ... UltimaUltima
Risultati da 521 a 530 di 1871
  1. #521
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    31
    Messaggi
    2,094
    Menzionato
    37 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da adm.ackbar Visualizza Messaggio
    A riguardo Eddy HF a 100hPa, segnalo che ad oggi risultano negativi di 1-2 deviazioni standard rispetto a media 45d dal 31 ottobre scorso...


    Admiral Ackbar
    Vero, ma altrettanto vero è che sono visti in aumento nei prossimi giorni e a carico di entrambe le onde. Diciamo che se avremo un ESE cold, questo non avverrà fino alla risoluzione dei disturbi visti nei forecast strato e quindi verosimilmente per almeno altri 15 giorni

  2. #522
    Vento teso L'avatar di Sandro58
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Roma
    Età
    62
    Messaggi
    1,924
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Cloover Visualizza Messaggio
    Se sarà ESE avverrà ben prima di metà Gennaio, facciamo tra 6/10gg.... il monitoraggio dello zw non certifica un ESE e nemmeno ne possiamo presupporre l'intensità....
    Si, certo, l'esempio era x mostrare lo scorso anno in cui ci fu evento ese in febbraio in cui si superarono i -5,5K m/s dei flussi di calore mediati su 40gg (a 100hpa), dati che non ho dell'attuale situazione, ma siamo a meno di 30gg di flussi bassini e in chiaro aumento ...
    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-ens_nh-eddyfluxes_010hpa_20201126.png
    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-ens_nh-eddyfluxes_100hpa_20201126.png

    ... francamente la vedo dura, anche se a 100hpa l'aumento non sembra molto importante ma c'è, ma sono previsioni. Tu dici 10gg e forse questo potrebbe rientrare in una buona situazione temporale x arrivare a ESE Cold, ma non mi pare calzi con le previsioni, poi vedremo la realtà.
    Come quadro teleconnettivo è classico x ESE cold ... ma a fine stagione invernale, vedremo.

  3. #523
    Calma di vento L'avatar di adm.ackbar
    Data Registrazione
    02/02/18
    Località
    Vado Ligure
    Età
    46
    Messaggi
    42
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Vero, ma altrettanto vero è che sono visti in aumento nei prossimi giorni e a carico di entrambe le onde. Diciamo che se avremo un ESE cold, questo non avverrà fino alla risoluzione dei disturbi visti nei forecast strato e quindi verosimilmente per almeno altri 15 giorni
    Mah...molto complicato sbilanciarsi in questo momento: i forecast mostrano una certa progressione degli Eddy in sync con una ripresa d’attività d’onda planetaria, con possibilità di viaggiare a doppia cresta, ma l’E-P Flux mostra segnali divergenti e di scarsa intrusività.

    Il timing della dinamica, un po’ a singhiozzo, può determinare la scarsa efficacia.

    Ad oggi uno dei pochi predictor pro-ESE è proprio la media mobile 45d degli Eddy HF100, forecast in merito inclusi

    Ciao


    Admiral Ackbar

  4. #524
    Vento teso L'avatar di Sandro58
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Roma
    Età
    62
    Messaggi
    1,924
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da adm.ackbar Visualizza Messaggio
    A riguardo Eddy HF a 100hPa, segnalo che ad oggi risultano negativi di 1-2 deviazioni standard rispetto a media 45d dal 31 ottobre scorso...
    Admiral Ackbar
    Mi ha incuriosito il tuo post ... hai dati mediati ? Dal quadro risultano flussi bassini ma non molto ...

  5. #525
    Calma di vento L'avatar di adm.ackbar
    Data Registrazione
    02/02/18
    Località
    Vado Ligure
    Età
    46
    Messaggi
    42
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro58 Visualizza Messaggio
    Mi ha incuriosito il tuo post ... hai dati mediati ? Dal quadro risultano flussi bassini ma non molto ...
    Qui trovi tutto

    NASA Ozone Watch: 2020 Arctic MERRA-2 Heat Flux


    Admiral Ackbar

  6. #526
    Vento teso L'avatar di Sandro58
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Roma
    Età
    62
    Messaggi
    1,924
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da adm.ackbar Visualizza Messaggio
    Thanks !

  7. #527
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    31
    Messaggi
    2,094
    Menzionato
    37 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da adm.ackbar Visualizza Messaggio
    Mah...molto complicato sbilanciarsi in questo momento: i forecast mostrano una certa progressione degli Eddy in sync con una ripresa d’attività d’onda planetaria, con possibilità di viaggiare a doppia cresta, ma l’E-P Flux mostra segnali divergenti e di scarsa intrusività.

    Il timing della dinamica, un po’ a singhiozzo, può determinare la scarsa efficacia.

    Ad oggi uno dei pochi predictor pro-ESE è proprio la media mobile 45d degli Eddy HF100, forecast in merito inclusi

    Ciao


    Admiral Ackbar
    Con un VPS molto freddo e compatto come quello di quest’anno, è abbastanza inverosimile pensare che il primo moderato disturbo possa essere subito intrusivo e infatti, come dici, i vettori dell’EPV segnalano un disturbo divergente. Quello che sarebbe normalmente attendibile in questi casi (che infatti personalmente mi sarei aspettato) è una rotazione del VP con risoluzione del disturbo a 2 creste d’onda, soppressione della seconda onda è più intenso aumento dei flussi a carico della prima. Questo però dai forecast attuali non si vede, o almeno si vede molto parzialmente e solo temporaneamente. Ammesso e non concesso che i forecast rimangano tali, cioè con un nuovo disturbo a 2 onde, quello si potrebbe risultare più convergente e andare a destabilizzare la colonna del VP, con vorticità che nel frattempo avranno subito già una prima frenata a causa del disturbo precedente.
    Io credo che ci sarà da attendere ancora qualche giorno per sapere come andrà a finire, con queste interazioni strato-tropo che quest’anno continuano a sorprendere parecchio

  8. #528
    Calma di vento L'avatar di adm.ackbar
    Data Registrazione
    02/02/18
    Località
    Vado Ligure
    Età
    46
    Messaggi
    42
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Con un VPS molto freddo e compatto come quello di quest’anno, è abbastanza inverosimile pensare che il primo moderato disturbo possa essere subito intrusivo e infatti, come dici, i vettori dell’EPV segnalano un disturbo divergente. Quello che sarebbe normalmente attendibile in questi casi (che infatti personalmente mi sarei aspettato) è una rotazione del VP con risoluzione del disturbo a 2 creste d’onda, soppressione della seconda onda è più intenso aumento dei flussi a carico della prima. Questo però dai forecast attuali non si vede, o almeno si vede molto parzialmente e solo temporaneamente. Ammesso e non concesso che i forecast rimangano tali, cioè con un nuovo disturbo a 2 onde, quello si potrebbe risultare più convergente e andare a destabilizzare la colonna del VP, con vorticità che nel frattempo avranno subito già una prima frenata a causa del disturbo precedente.
    Io credo che ci sarà da attendere ancora qualche giorno per sapere come andrà a finire, con queste interazioni strato-tropo che quest’anno continuano a sorprendere parecchio
    Assolutamente condivisibile e (a mio avviso) fedelmente descrittivo dei forecast attuali.

    Sul prosieguo entriamo nel campo delle teorie ed insieme ad altri aspetti, vedasi una non coerente distribuzione di PV a piani isoentropici alti, non consentono di sbilanciarsi verso soluzioni early o diametralmente opposte.


    Admiral Ackbar

  9. #529
    Vento forte L'avatar di Adriano90
    Data Registrazione
    12/01/11
    Località
    Roma (Montesacro)
    Messaggi
    3,815
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Con un VPS molto freddo e compatto come quello di quest’anno, è abbastanza inverosimile pensare che il primo moderato disturbo possa essere subito intrusivo e infatti, come dici, i vettori dell’EPV segnalano un disturbo divergente. Quello che sarebbe normalmente attendibile in questi casi (che infatti personalmente mi sarei aspettato) è una rotazione del VP con risoluzione del disturbo a 2 creste d’onda, soppressione della seconda onda è più intenso aumento dei flussi a carico della prima. Questo però dai forecast attuali non si vede, o almeno si vede molto parzialmente e solo temporaneamente. Ammesso e non concesso che i forecast rimangano tali, cioè con un nuovo disturbo a 2 onde, quello si potrebbe risultare più convergente e andare a destabilizzare la colonna del VP, con vorticità che nel frattempo avranno subito già una prima frenata a causa del disturbo precedente.
    Io credo che ci sarà da attendere ancora qualche giorno per sapere come andrà a finire, con queste interazioni strato-tropo che quest’anno continuano a sorprendere parecchio
    Peraltro, ormai vivere per assiomi inizia ad essere vietato anche per il diritto costituzionale.
    Ho scritto la stessa cosa nella sezione modelli, molto terra terra però.
    Ma voi del CTS state elaborando il DPCM per Natale? Firmato dal Primo Ministro Sacchetti e controfirmato dal Presidente?
    Always looking at the sky.


  10. #530
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    11,032
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    il problema dei potenziali sc quasi esclusivamente per raffreddamento radiativo, come nel frangente di questo autunno, è che non hanno una componente dinamica tale per cui la propagazione riesce in modo efficiente tra le quote di soglia e quelle della medio bassa stratosfera
    si è detto che quest'anno la componente dinamica c'è stata a ottobre
    ma a ottobre i flussi per quanto possano essere sopramedia non sono ancora sufficientemente intensi per produrre contrazioni significative
    del resto questo lo si evince chiaramente dal quadro della deviazione standard ottobrina

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-schermata-2020-11-27-alle-12.29.17.png

    l'unica ragione per cui il vps avrebbe potuto raggiungere la quota di soglia ai 10hpa in questa lunga fase di flussi sottomedia è la situazione della medio alta strato di cui già si è discusso molto nelle settimane scorse su questo stesso td e sulla quale non mi soffermo
    del resto i dati parlano da soli in merito sia per quanto concerne il quadro barico che quello termico





    si è lamentata per anni la capacità del vp di approfondirsi nella piena fase di maturazione per componente radiativa a causa dell'amplificazione artica
    quest'anno è successo ma la climatologia attuale dell'alta strato ha spostato l'attenzione su quel livello di approfondimento oltremisura
    a questo punto tocca farsene una ragione
    o il vp si approfondisce e i flussi rimangono bassi, oppure rimane instabile e poco profondo in troposfera e si interfaccia con una controparte che sta in una fase opposta per climatologia di base, al netto delle interazioni
    personalmente se proprio devo scegliere preferisco vedere flussi bassi e un vpt profondo
    perchè più si avvicina allo status strato e quindi si allinea rispetto alla profondità verso il minimo radiativo
    più è probabile che le interazioni in una fase successiva diventino proficue per portare instabilità
    in ogni caso come si vedrà anche in questo frangente (qualora questa fase t-s si avvierà verso una risoluzione senza andare a intaccare granchè il core del vps e troverà terreno fertile nel regime troposferico al rintocco s-t) gli allineamenti estremi hanno bisogno delle componente dinamica, quindi dei flussi, che siano in grado di stimolare picchi delle epv per forti contrazioni e conseguente capacità di dialogo efficiente
    altrimenti


    C'ho la falla nel cervello


Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •