Pagina 55 di 188 PrimaPrima ... 545535455565765105155 ... UltimaUltima
Risultati da 541 a 550 di 1877
  1. #541
    Vento moderato
    Data Registrazione
    24/12/17
    Località
    Roma
    Età
    33
    Messaggi
    1,167
    Menzionato
    279 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Cloover Visualizza Messaggio
    È la normalità che i valori di GPT più negativi siano in alta Stratosfera come è normale assistere a disturbi a carico della 1^ cresta d'onda durante un ESE, tanto che ad un valore di 1.5 può seguire un valore anche di +2/+2.5 grazie all'accelerazione che subisce ad ogni compressione di massa.
    Se la soglia critica viene raggiunta per esclusivi processi radiativi, non ci sono ugualmente ostacoli al touchdown dell'ESE, con la Troposfera che innesca un'attivazione dell'ep flux come risposta all'abbassamento dei GPT ed all'incremento di PV...
    Non vedo attinenza tra questo ragionamento e la situazione attuale.

    Il riscaldamento siberiano è generato da una azione prettamente troposferica che vede lo sbilanciamento del VP verso il Pacifico, non da una accelerazione forzata dall'alto, visto anche che le PV sono e resteranno piuttosto basse.
    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-2020_460mvp.jpg

    La soglia comunque non verrà superata nei prossimi giorni prima dell'arrivo del warming siberiano, i modelli su queste distanze temporali sono molto affidabili, quindi l'unico modo per superarla sarebbe avere un rimbalzo successivo per compressione, ma come scrive Ale questo lo avresti al termine dell'attuale interazione TST.

    Gli spaghi di ECMWF tuttavia ci dicono che questo è considerato molto improbabile dal modello (che potrà anche sbagliare, ma la previsione attuale è questa). A mio avviso è anche una soluzione piuttosto logica, visto che questo sbilanciamento del VP tenderà a produrre un riscaldamento stazionario senza peraltro riuscire a scalzare il SH. Un eventuale successivo tentativo di accentramento del VP quindi troverebbe molti ostacoli, a partire dal SH e dallo stato della convezione tropicale. Quindi difficilmente quel riscaldamento sarà seguito da un crollo sostenuto dei flussi che potrebbe agevolare un ESE.

  2. #542
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    29
    Messaggi
    20,300
    Menzionato
    226 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Pisky Visualizza Messaggio
    Le previsoni a lungo termine della AM appena aggiornate dicono cose molto interessanti.. anche sulla stratosfera.

    Il forte vortice polare stratosferico, che per tutto l’autunno ha impedito significativi scambi meridiani delle masse d’aria, è previsto indebolirsi bruscamente dopo i primi dieci giorni di dicembre. La prevista diminuzione della velocità dei suoi venti zonali nella seconda metà di dicembre si dovrebbe tradurre in successivi potenziali periodi di tempo caratterizzati da alterne anomalie termiche e precipitative. Questo scenario è in linea anche con il previsto calo dell’indice NAO e da un previsto e significativo riscaldamento stratosferico (sudden stratospheric warming), che potrebbe significare la rottura o un precoce split del vortice polare e quindi temporanee inversioni del flusso zonale, preludio di possibili ondate di freddo per la seconda parte di dicembre (non ancora previsto dal modello previsionale mensile dell'ECMWF). La prima settimana sarà caratterizzata da un blocco anticiclonico sull’Atlantico settentrionale, che probabilmente intorno a mercoledì 2 dicembre determinerà la formazione di un’area ciclonica sul Mediterraneo centrale, dando vita a un temporaneo periodo di modesto maltempo e di freddo. Le piogge sono previste sopra alla norma sul Nord-Ovest, sulle coste del Lazio e della Calabria, e sul Salento. Neve, anche a bassa quota, un po’ sopra la norma sulle Alpi Marittime, Alpi Liguri e Dolomiti. L’aria fredda giungerà dai Balcani e con il maestrale, di conseguenza le temperature saranno sotto la media del periodo in Val Padana e al Centro, nella norma o al di sopra al Sud. A causa del favonio le temperature sono previste sopra la norma nelle valli alpine.

    Link completo
    http://www.meteoam.it/


    già come inizia non è che mi piaccia granché, sinceramente. Ottobre di scambi meridiani ne ha visti, poi non so che cosa si aspettano ad ottobre normalmente, ma questo non è di certo roba ridicola:




    il solo mese senza scambi meridiani di sorta è stato novembre.
    sul resto va beh, come non si può dire che andremo in contro ad ESE cold sicuramente entro breve, non si può nemmeno dire che andremo incontro a MMW.
    Se fanno previsioni stagionali come tengono le stazioni meteo, siamo a cavallo
    Si vis pacem, para bellum.

  3. #543
    Calma di vento L'avatar di adm.ackbar
    Data Registrazione
    02/02/18
    Località
    Vado Ligure
    Età
    46
    Messaggi
    42
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    non potevo prendere quote più alte perchè il merra non le riporta
    comunque direi di no, non è un feedback invernale
    anche perche nella parte centrale dell'anno in alta strato mediamente ti ritrovi le stesse anomalie sia che si sia avuto un fw tardivo sia un cold tardivo
    le ragioni sono esogene alle interazioni e sono state affrontate più volte, di recente anche in un td apposito
    e no, non direi che si tratta di un aspetto irrilevante perchè poi è proprio quel trend che ti porta a sfondare i -30 di anomalia in pieno raffreddamento radiativo in alta strato
    e l'alta strato ha un impatto maggiore di quanto non abbiano le interazioni t-s in fase di approfondimento autunnale se i flussi sono scarsi o addirittura nulli sulla quota di soglia
    Mah...il thread segnalato tratta correttamente altri aspetti...aldilà del ruolo dell'alta strato, non mi hai convinto molto, sincero...

    Non voglio monopolizzare il thread...lascio

    Ciao,
    Andrea

  4. #544
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    35
    Messaggi
    11,033
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da adm.ackbar Visualizza Messaggio
    Mah...il thread segnalato tratta correttamente altri aspetti...aldilà del ruolo dell'alta strato, non mi hai convinto molto, sincero...

    Non voglio monopolizzare il thread...lascio

    Ciao,
    Andrea

    pazienza
    ho ragionato sui dati, nient'altro
    ciao
    C'ho la falla nel cervello


  5. #545
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di Piro
    Data Registrazione
    28/12/05
    Località
    Pisa
    Età
    45
    Messaggi
    6,690
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    E se l'attesa dell'ESE fosse essa stessa l'ESE?
    Luca Bargagna

  6. #546
    Vento fresco L'avatar di Cloover
    Data Registrazione
    31/07/06
    Località
    montecatini(pt)
    Età
    44
    Messaggi
    2,260
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da snowaholic Visualizza Messaggio
    Non vedo attinenza tra questo ragionamento e la situazione attuale.

    Il riscaldamento siberiano è generato da una azione prettamente troposferica che vede lo sbilanciamento del VP verso il Pacifico, non da una accelerazione forzata dall'alto, visto anche che le PV sono e resteranno piuttosto basse.
    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-2020_460mvp.jpg

    La soglia comunque non verrà superata nei prossimi giorni prima dell'arrivo del warming siberiano, i modelli su queste distanze temporali sono molto affidabili, quindi l'unico modo per superarla sarebbe avere un rimbalzo successivo per compressione, ma come scrive Ale questo lo avresti al termine dell'attuale interazione TST.

    Gli spaghi di ECMWF tuttavia ci dicono che questo è considerato molto improbabile dal modello (che potrà anche sbagliare, ma la previsione attuale è questa). A mio avviso è anche una soluzione piuttosto logica, visto che questo sbilanciamento del VP tenderà a produrre un riscaldamento stazionario senza peraltro riuscire a scalzare il SH. Un eventuale successivo tentativo di accentramento del VP quindi troverebbe molti ostacoli, a partire dal SH e dallo stato della convezione tropicale. Quindi difficilmente quel riscaldamento sarà seguito da un crollo sostenuto dei flussi che potrebbe agevolare un ESE.

    Dai primi di Dicembre potrebbe essere già classificato ESE
    Filippo Casciani previsore di Meteodue.it/

  7. #547
    Vento fresco
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    64
    Messaggi
    2,839
    Menzionato
    31 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Potra' o non potra' essere o non essere ma quale sarebbe il problema? Non credo sia in grado di sovvertire il percorso medio della corrente a getto che ha un chiaro imprinting di divergenza da un lato/abbassamento dall'altro, con la figura dell'hp asiatico che potrebbe anzi gonfiarsi a causa delle vorticita' dislocate. Tra l'altro la transizione in PDO- pare piuttosto matura, cosi come le relative sst in deciso miglioramento. Credo fortemente che l'ESE non sia un interruttore, e vada contestualizzato al pregresso, che vede un VP autunnale che ha preso maggiore forza rispetto a tante ultime annate.

  8. #548
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    31
    Messaggi
    2,107
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Se in 3 giorni il long dei modelli passa da un AD molto pronunciato, che infatti lasciava presagire un trasferimento del disturbo a carico della sola prima onda, a questo
    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-66709aab-5d29-42fa-8f74-1b25a00c552b.png
    Con VP più centrato in sede polare, forte presa di vorticità sul settore Pacifico e 3 waves pattern ma soprattutto con una resilienza davvero incredibile dell’hp russo parzialmente termicizzato, allora diventa assolutamente impossibile e superfluo fare analisi a lungo termine con un minimo di senso e attendibilità.
    Rimaniamo in attesa e osserviamo, le cose si stanno mettendo ben diversamente rispetto a quanto si credeva fino a qualche giorno fa

  9. #549
    Burrasca forte L'avatar di Gangi
    Data Registrazione
    08/12/09
    Località
    Gangi(pa), San Pellegrino Terme(Bg)
    Età
    35
    Messaggi
    9,314
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da sponsi Visualizza Messaggio
    Potra' o non potra' essere o non essere ma quale sarebbe il problema? Non credo sia in grado di sovvertire il percorso medio della corrente a getto che ha un chiaro imprinting di divergenza da un lato/abbassamento dall'altro, con la figura dell'hp asiatico che potrebbe anzi gonfiarsi a causa delle vorticita' dislocate. Tra l'altro la transizione in PDO- pare piuttosto matura, cosi come le relative sst in deciso miglioramento. Credo fortemente che l'ESE non sia un interruttore, e vada contestualizzato al pregresso, che vede un VP autunnale che ha preso maggiore forza rispetto a tante ultime annate.
    Io invece noto ogni anno alcuni utenti anche molto esperti che lo considerano come un interruttore on/off...e sinceramente non capisco perchè; per fortuna ho un'ottima memoria e mi ricordo anche certi discorsi che venivano fatti a fine dicembre 2016 per lo "spauracchio" ese....poi abbiamo avuto 3 settimane memorabili.

  10. #550
    Calma di vento
    Data Registrazione
    22/11/20
    Località
    Taglio di Po
    Età
    29
    Messaggi
    4
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    esatto

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •