Pagina 9 di 27 PrimaPrima ... 789101119 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 270
  1. #81
    Uragano L'avatar di jack9
    Data Registrazione
    12/12/08
    Località
    Seregno (MB)
    Età
    29
    Messaggi
    18,002
    Menzionato
    172 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    purtroppo questo meccanismo instauratosi, penso io, a causa del deficit spaventoso dei ghiacci artici, sta diventando una costante (se già non lo è). per forza di cose il VP va ad ipercompensare in fase di maturazione, approfondendosi brutalmente ai piani alti e condizionando, letteralmente , la stagione.
    dovessi scommettere, punterei su quanto ha scritto Mat senza battere ciglio, anzi, giocassero ste cose all Snai probabilmente saremmo milionari
    con questa battuta intendo dire che dubito che si possa avere una visione diversa, guardando obiettivamente lo stato delle cose attuali.
    grazie a Matteo per il bel post sopra, molto ma molto chiaro e direi onestissimo.
    con queste premesse a livello di CTS si può fare una gran stagione, se lato freddo abbiamo poco da prendere, ci pigliamo tutto ciò che di positivo c'è. daje
    Si vis pacem, para bellum.

  2. #82
    Bava di vento L'avatar di bunicorn
    Data Registrazione
    25/07/20
    Località
    RE
    Messaggi
    95
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da jack9 Visualizza Messaggio
    purtroppo questo meccanismo instauratosi, penso io, a causa del deficit spaventoso dei ghiacci artici, sta diventando una costante (se già non lo è). per forza di cose il VP va ad ipercompensare in fase di maturazione, approfondendosi brutalmente ai piani alti e condizionando, letteralmente , la stagione.
    dovessi scommettere, punterei su quanto ha scritto Mat senza battere ciglio, anzi, giocassero ste cose all Snai probabilmente saremmo milionari
    con questa battuta intendo dire che dubito che si possa avere una visione diversa, guardando obiettivamente lo stato delle cose attuali.
    grazie a Matteo per il bel post sopra, molto ma molto chiaro e direi onestissimo.
    con queste premesse a livello di CTS si può fare una gran stagione, se lato freddo abbiamo poco da prendere, ci pigliamo tutto ciò che di positivo c'è. daje
    Secondo me è a partire dagli anni 80' che gli inverni del Sud Europa vivono di episodi. Non si hanno più fasi stagionali prolungate di maltempo, ma episodi più o meno importanti che danno l'impronta alla stagione.
    Se pensiamo al mitico 1984/1985, il tutto si risolse in 15 giorni in un contesto di stagione piuttosto anonimo.
    Anche il 2012 fu così, una bordata gelida in una corta sequenza temporale. Il 2011/2012 per due mesi vide la bonaccia piu estrema. L'eccezione fu il 2009/2010
    Quindi, vista la serie storica, credo sia da valutare sotto questo punto di vista la nuova stagione invernale prossima ventura.

  3. #83
    Burrasca forte L'avatar di Gangi
    Data Registrazione
    08/12/09
    Località
    Gangi(pa), San Pellegrino Terme(Bg)
    Età
    35
    Messaggi
    9,024
    Menzionato
    37 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    In sintesi: allo stato attuale, altro inverno potenzialmente pessimo
    Non dimentichiamo che negli ultimi anni gli inverni "pessimi" hanno regalato irruzioni fredde di notevole spessore al centro sud Italia...

  4. #84
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,776
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da bunicorn Visualizza Messaggio
    Secondo me è a partire dagli anni 80' che gli inverni del Sud Europa vivono di episodi. Non si hanno più fasi stagionali prolungate di maltempo, ma episodi più o meno importanti che danno l'impronta alla stagione.
    Se pensiamo al mitico 1984/1985, il tutto si risolse in 15 giorni in un contesto di stagione piuttosto anonimo.
    Anche il 2012 fu così, una bordata gelida in una corta sequenza temporale. Il 2011/2012 per due mesi vide la bonaccia piu estrema. L'eccezione fu il 2009/2010
    Quindi, vista la serie storica, credo sia da valutare sotto questo punto di vista la nuova stagione invernale prossima ventura.
    L'84/85 in 15 giorni??... Ti ricordi male.... Febbraio ebbe altri episodi di freddo e neve e anche Marzo, non bestemmiamo per cortesia... Quel trittico 85/86/87 fu favoloso.. E dopo un 80/81 gelido... Il 2012 si che si limito' a quei 15 giorni, ma paragonare l'85 al 2012 è uguale a paragonare due cose marroni ma di tutt'altro sapore

  5. #85
    Burrasca forte L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    9,776
    Menzionato
    82 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    .. Seguendo il discorso di Mat, vediamo se questa ipotesi di precoce e significativo raffreddamento della est Europa, ci potrà dare una mano...

  6. #86
    Vento moderato
    Data Registrazione
    08/11/19
    Località
    Arbus (SU) 370 m/ Torino
    Età
    22
    Messaggi
    1,066
    Menzionato
    24 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    .. Seguendo il discorso di Mat, vediamo se questa ipotesi di precoce e significativo raffreddamento della est Europa, ci potrà dare una mano...

    Eh, ma se le cose vanno come si prevede la mano ce la darà in autunno, quando non serve a nulla. Caratteristica anche degli ultimi due anni, tra l'altro....

  7. #87
    Bava di vento L'avatar di bunicorn
    Data Registrazione
    25/07/20
    Località
    RE
    Messaggi
    95
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    L'84/85 in 15 giorni??... Ti ricordi male.... Febbraio ebbe altri episodi di freddo e neve e anche Marzo, non bestemmiamo per cortesia... Quel trittico 85/86/87 fu favoloso.. E dopo un 80/81 gelido... Il 2012 si che si limito' a quei 15 giorni, ma paragonare l'85 al 2012 è uguale a paragonare due cose marroni ma di tutt'altro sapore
    Mi hai fatto venire il dubbio, così, partendo dal 1985, sono andato a riprendere gli appunti che scrissi all'epoca.
    Al perido 5/17 Gennaio seguì una fase ben più mite (e qui in emilia centrale dominata dalla nebbia) e solo tra l'11 e 12 Febbraio si rivede una veloce avvezione fredda (che portò pochi mm di neve qui in Emilia centrale) e nuovamente un rapido transito il 15. Il 5 Marzo (sempre parlando dell'Emilia centrale) mi segnai come in quei giorni fossero spariti anche gli ultimi cumuli di neve derivanti da Gennaio (ne precipitò un disastro). Un'altra rapidissima puntata di freddo la si ebbe il 12 Marzo ed è forse il 17 Marzo il giorno in cui il freddo e la neve si ripresentarono in modo più diffuso, seppur sempre rapidamente, anche in centro Italia e sul Nord/est.
    Anche l'85 mostrò l'importante evento primario e sostanzialmente solo alcune rapide intrusioni.
    Andrò a ripescare anche gli appunti dell'86' e dell'87', ma non credo d'esser stato così blasfemo.

  8. #88
    Vento fresco
    Data Registrazione
    05/01/09
    Località
    Torino
    Età
    40
    Messaggi
    2,158
    Menzionato
    94 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    L'amplificazione artica c'era già anche 10-15 anni fa, era un poco più debole ma le temperature autunnali/invernali hanno iniziato ad aumentare verso metà anni '90 ed è su valori elevati già dal 2005 ben prima che iniziasse questa sequenza di inverni zonali in atlantico, l'impatto dell'AA non cambia di segno in funzione di ciò che si osserva poichè è solo 1 fattore ed è improbabile che sia il più rilevante; potrebbe aver contribuito ad amplificare la tendenza ad avere inverni freddi in eurasia nel periodo post 2007 che comunque era già favorita dai pattern nelle ssta. Una sequenza di inverni zonali può verificarsi indipendentemente dall'AA, ad esempio non era presente a fine anni '80-inizio 90.

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-tsiera5_t2m_0-360e_65-90n_n_ahalf.png
    Ultima modifica di elz; 09/09/2020 alle 07:58

  9. #89
    Uragano L'avatar di Dream Designer
    Data Registrazione
    13/10/04
    Località
    Napoli 249 mt / Cassano D'Adda (MI)
    Età
    32
    Messaggi
    17,999
    Menzionato
    9 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Citazione Originariamente Scritto da elz Visualizza Messaggio
    L'amplificazione artica c'era già anche 10-15 anni fa, era un poco più debole ma le temperature autunnali/invernali hanno iniziato ad aumentare verso metà anni '90 ed è su valori elevati già dal 2005 ben prima che iniziasse questa sequenza di inverni zonali in atlantico, l'impatto dell'AA non cambia di segno in funzione di ciò che si osserva poichè è solo 1 fattore ed è improbabile che sia il più rilevante; potrebbe aver contribuito ad amplificare la tendenza ad avere inverni freddi in eurasia nel periodo post 2007 che comunque era già favorita dai pattern nelle ssta. Una sequenza di inverni zonali può verificarsi indipendentemente dall'AA, ad esempio non era presente a fine anni '80-inizio 90.

    Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno-tsiera5_t2m_0-360e_65-90n_n_ahalf.png
    E' quello che non si riesce a capire in sede previsionale stagionale, cioè se l'amplificazione artica "fregherà" puntualmente l'andamento del VPS invernale, o se ci sono margini per avere inverni o serie di inverni favorevoli ancora ad una tendenza non zonale.

    Penso che solo analizzando ogni inverno singolarmente degli ultimi (dal 2013/14 in poi) possiamo dedurre se c'è un elemento centrale che se li è portati tutti dietro (anche se il trittico 17-18 e 19 esce un pò fuori dalla serie iper zonale o atlantica dei suddetti inverni per episodi forti inversi.)
    Ultima modifica di Dream Designer; 09/09/2020 alle 09:30


    NAPOLI, Febbraio 2018: IO C'ERO !!!
    estremi dal 2001: -3.7 (2014) +38.1 (2007)


  10. #90
    Calma di vento
    Data Registrazione
    04/08/20
    Località
    Querceta (Versilia)
    Età
    51
    Messaggi
    36
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Il NASCENTE Vortice Polare 2020/21 ed il futuro inverno

    Sono d'accordo,in particolare su '84-85 da fine dicembre in poi e '86-87 in particolare ( uno degli ultimi inverni veramente lunghi e dinamici.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •