Pagina 271 di 271 PrimaPrima ... 171221261269270271
Risultati da 2,701 a 2,705 di 2705
  1. #2701
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    02/01/14
    Località
    Palanzano (PR)
    Età
    34
    Messaggi
    2,570
    Menzionato
    67 Post(s)

    Predefinito Re: Vortice Polare inverno 2021/2022

    Ci avviamo verso quelle che saranno le battute finali del VPS. Siamo ormai prossimi ad una inversione zonale a 10hPa che decreterà un riscaldamento di tipo Major
    34544C58-5C86-440A-BDC4-D9842726736C.png
    Un Major warming del tutto particolare, a rimarcare una nuova tendenza climatica già sperimentata negli ultimi anni. Come si può infatti notare, l’incipit avverrà con una chiara separazione dei lobi in alta strato, in quello che sembrerebbe a tutti gli effetti un Major warming di tipo split se non fosse che in media e bassa stratosfera non avremo la stessa divisione delle vorticità
    D640219D-85AC-427B-AFFC-951B4CCC9A32.png
    e che subito dopo avremo un nuovo accorpamento con travaso delle vorticità sul settore asiatico a tutte le quote isobariche, in quello che è un chiaro schema displacement
    C60F72F5-B907-49C3-86A0-5B64584D8472.pngC62B59E3-2CBF-4917-9A07-CA51167C06F0.png
    Avremo quindi a che fare, ancora una volta, con quello che pare un riscaldamento maggiore ibrido, in quanto presenta caratteristiche di entrambe le classificazioni (split e displacement). Ma questa non sarà l’unica particolarità di questo evento. In questa fase, infatti, si mischieranno il MW descritto e il FW e personalmente faccio molta fatica a capire dove finisce ed inizia l’altro o se addirittura si potrà parlare di un FMW.
    Le velocità zonali a 10hPa non sono più viste in ripresa su valori positivi e anche a 30 hPa sembrano andare incontro ad un graduale calo che porterà verso la negatività del semestre caldo. I vettori delle EPV sono visti in azzeramento come nella norma di un FW di tipo radiativo, nonostante appena prima ci sia un evidente contributo dinamico. In più abbiamo invece una ripresa, seppur modesta, delle velocità zonali a 1 hPa
    EEC34575-58EF-4E92-A1BE-7F8A19BCD449.png
    Insomma, ancora una volta le carte a nostra disposizione sono estremamente intricate e di difficile interpretazione.
    Passando ai possibili risvolti troposferici di questa dinamica strato, possiamo dire che le cose non si semplifichino troppo neppure qui.
    Gli effetti sono comunque tangibili, lo si può notare anche dall’andamento degli indici AO e NAO che torneranno su valori negativi dopo parecchio tempo
    1579A2EF-A7F5-46E2-9574-3EA732101DF4.png7DB53629-2250-4963-81F3-AF09A70C81CF.png
    La dinamica che descrivono i modelli nel medio termine è chiaramente figlia delle dinamiche stratosferiche, con la netta separazione dei lobi
    95C03260-D91A-4360-9673-314553DBF929.png
    Questa azione porterà ad un forte reversal pattern sull’Europa Settentrionale rispetto al forte Scand + che abbiamo avuto per gran parte del mese di marzo.
    La stagione ormai avanzata e la rapida risoluzione del disturbo dovrebbe impedìre lo sfondamento verso il mediterraneo dell’aria artica che si spingerà comunque temporaneamente fino all’Europa centrale. Piuttosto sarà da monitorare il successivo travaso delle vorticità atlantiche verso est, una manovra che potrebbe finalmente portare ad uno sfondamento del getto verso l’Europa Meridionale, portando così alla possibilità di precipitazioni anche sul nostro territorio. L’ultima manovra del VPS prima della sua fine potrebbe portarci finalmente un po’ di sollievo da questa tremenda fase secca

  2. #2702
    Vento forte L'avatar di Alesa
    Data Registrazione
    18/09/21
    Località
    Alpignano
    Età
    31
    Messaggi
    3,955
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Vortice Polare inverno 2021/2022

    Citazione Originariamente Scritto da cavaz Visualizza Messaggio
    Ci avviamo verso quelle che saranno le battute finali del VPS. Siamo ormai prossimi ad una inversione zonale a 10hPa che decreterà un riscaldamento di tipo Major
    34544C58-5C86-440A-BDC4-D9842726736C.png
    Un Major warming del tutto particolare, a rimarcare una nuova tendenza climatica già sperimentata negli ultimi anni. Come si può infatti notare, l’incipit avverrà con una chiara separazione dei lobi in alta strato, in quello che sembrerebbe a tutti gli effetti un Major warming di tipo split se non fosse che in media e bassa stratosfera non avremo la stessa divisione delle vorticità
    D640219D-85AC-427B-AFFC-951B4CCC9A32.png
    e che subito dopo avremo un nuovo accorpamento con travaso delle vorticità sul settore asiatico a tutte le quote isobariche, in quello che è un chiaro schema displacement
    C60F72F5-B907-49C3-86A0-5B64584D8472.pngC62B59E3-2CBF-4917-9A07-CA51167C06F0.png
    Avremo quindi a che fare, ancora una volta, con quello che pare un riscaldamento maggiore ibrido, in quanto presenta caratteristiche di entrambe le classificazioni (split e displacement). Ma questa non sarà l’unica particolarità di questo evento. In questa fase, infatti, si mischieranno il MW descritto e il FW e personalmente faccio molta fatica a capire dove finisce ed inizia l’altro o se addirittura si potrà parlare di un FMW.
    Le velocità zonali a 10hPa non sono più viste in ripresa su valori positivi e anche a 30 hPa sembrano andare incontro ad un graduale calo che porterà verso la negatività del semestre caldo. I vettori delle EPV sono visti in azzeramento come nella norma di un FW di tipo radiativo, nonostante appena prima ci sia un evidente contributo dinamico. In più abbiamo invece una ripresa, seppur modesta, delle velocità zonali a 1 hPa
    EEC34575-58EF-4E92-A1BE-7F8A19BCD449.png
    Insomma, ancora una volta le carte a nostra disposizione sono estremamente intricate e di difficile interpretazione.
    Passando ai possibili risvolti troposferici di questa dinamica strato, possiamo dire che le cose non si semplifichino troppo neppure qui.
    Gli effetti sono comunque tangibili, lo si può notare anche dall’andamento degli indici AO e NAO che torneranno su valori negativi dopo parecchio tempo
    1579A2EF-A7F5-46E2-9574-3EA732101DF4.png7DB53629-2250-4963-81F3-AF09A70C81CF.png
    La dinamica che descrivono i modelli nel medio termine è chiaramente figlia delle dinamiche stratosferiche, con la netta separazione dei lobi
    95C03260-D91A-4360-9673-314553DBF929.png
    Questa azione porterà ad un forte reversal pattern sull’Europa Settentrionale rispetto al forte Scand + che abbiamo avuto per gran parte del mese di marzo.
    La stagione ormai avanzata e la rapida risoluzione del disturbo dovrebbe impedìre lo sfondamento verso il mediterraneo dell’aria artica che si spingerà comunque temporaneamente fino all’Europa centrale. Piuttosto sarà da monitorare il successivo travaso delle vorticità atlantiche verso est, una manovra che potrebbe finalmente portare ad uno sfondamento del getto verso l’Europa Meridionale, portando così alla possibilità di precipitazioni anche sul nostro territorio. L’ultima manovra del VPS prima della sua fine potrebbe portarci finalmente un po’ di sollievo da questa tremenda fase secca
    Una bella pugnalata al cuore del vps quindi

    Inviato dal mio CPH2211 utilizzando Tapatalk

  3. #2703
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,494
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Vortice Polare inverno 2021/2022

    Si Daniele, si sta avvicinando a grandi passi la prima decade di aprile che lasciando a casa una certa prudenza, segnerà un cambio di pattern ascrivibile all'indice NAO.
    Quella che nei giorni scorsi ritenevamo essere l'unica possibilità per terminare questa fase arida al centro nord, o perlomeno una ripresa delle piogge in veste primaverile, si sta sempre più approssimando sulla media modelli.
    Riferendomi sempre al modello anglo-bolognese possiamo vedere quì l'ultimo refolo di aridità sui terreni sulla Toscana, Liguria e della PP: altri 7 giorni.



    L'impianto artico non ci affronta direttamente, almeno in un primo momento (...), ma va ad agganciare la depressione in ingresso sul (basso) Atlantico, dalla penisola iberica. Quindi sembra in grado di intercettare una massa d'aria molto diversa, umida e temperata, fondamentale per interrompere il pattern arido.
    I'm hoping you are reading this blog outside enjoying the wonderfulness of the weather wherever you may be.
    Always looking at the sky

  4. #2704
    Vento fresco L'avatar di MicheleSbig
    Data Registrazione
    19/01/12
    Località
    San Bartolomeo in Galdo (BN) 600 m
    Età
    37
    Messaggi
    2,924
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Vortice Polare inverno 2021/2022

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    mmm

    Immagine


    Immagine



    questi sono gli ultimi anni con fw impattanti
    direi che non c'è bisogno di aggiungere altro
    posto che il peso del final sulle dinamiche estive è tutto da valutare a seconda delle annate
    la 2016 è stata molto piovosa in queste zone con exploit piovosissimo in settembre
    "E che prosegua così, muoiano le retrogressioni da Est: avanzi l'Atlantico"
    Heinrich (16 ottobre 2023)

  5. #2705
    Uragano L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    39
    Messaggi
    15,132
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Vortice Polare inverno 2021/2022

    si chiude così per il vps
    da un estremo all'altro

    Schermata 2022-04-09 alle 13.09.41.png
    C'ho la falla nel cervello


Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •