Pagina 3 di 10 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 97
  1. #21
    Burrasca forte L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    Altedo (BO)
    Età
    41
    Messaggi
    7,998
    Menzionato
    64 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Il SOI è in campo positivo. Nell'ultima settimana, il contributo giornaliero è oscillato tra 12 e -3 con una media di circa 8 ovvero la metà della media degli ultimi 30 e 90 giorni. L'estate avrà un regime di Nina ovvero i vari indici MEI e Enso 1-4 si troveranno in campo negativo, ma questi tenderanno a superare il valore soglia di -1. Solo 3 su 23 modelli vedono la l'Enso sotto il -1.
    Per quanto riguarda l'indice ONI che rispecchia la media trimestrale centrata sul secondo mese, dovrebbe andare sopra i -0.5 in agosto se continua il trend di indebolimento SOI, cioè verrà classificato in grigio dal NOAA (in campo Nada).

    Allegato 594550
    Le SSTA pacifiche permangono in una configurazione specifica di questo terzo anno consecutivo di Nina. La configurazione che ho chiamato asimmetrica si è un pò indebolita da inizio estate e le SSTA negative si sono relativamente spalmate più a nord. I principali elementi di SSTA negative ben sviluppate a sud della linea dell'equatore sono tre: 1) convezione inibita, 2) anomalia in quota dei venti da est verso ovest, nel Pacifico australe (intertropicale) e
    3) l'avanzata verso est delle acque sotto-superficiali che avviene principalmente a sud dell'equatore, non giustificando una progressione complessiva verso il Pacifico orientale entro la fine dell'estate.

    Allegato 594547
    Notare come la lingua calda sottosuperficiale si fraziona e col passare delle settimane arretra di 20°. Questo conferma l'analisi fatta ad inizio topic.
    Le principali conseguenze sono le seguenti: 1) fasi di downwelling o sprofondamento delle acque calde dall'Indo- verso la Micro-nesia con sviluppo di Kelvin wave (MJO che riesce a raggiungere la fase 8 ma poi entra nel cerchio; due fasi, da dicembre a marzo e da aprile ad oggi) e 2) rafforzamento dei venti orientali in porzioni molto occidentali, con massimi oltre la linea di cambio data.
    Un quadro che vede la convezione massima nell'emisfero australe su ovest Indonesia (inferiore invece tra Indonesia e Sud-est Asiatico). Dunque acque superficiali molto calde a nord e nord ovest Australia. Indian Ocean Dipole spinto verso il negativo. Da notare che si era avuta una fase neutrale IOD in tarda primavera laddove i venti orientali sul Pacifico si erano invece interrotti e sostituiti da una debole corrente da ovest.
    Nina e IOD- predispongono una circolazione tropicale di rinforzo degli alisei
    su scala globale. E' quasi certo che il rinforzo alisei stia già lavorando in Atlantico, si veda per esempio questo post: Atlantic Meridional Mode (AMM) negativo che rende bene l'idea della chiusura del cerchio Enso- / IOD-.

    Allegato 594552

    Dal punto della circolazione globale, torniamo per un attimo sulla variabilità intrastagionale MJO. L'indebolimento dei venti orientali che ha fatto approdare in Micronesia una Kelvin wave lo scorso marzo, rimosse l'anomala HP sul nord Pacifico con asse promontorio centrato sull'Alaska. Tanto è vero che una saccatura si spalmò verso est (centro-est US) in aprile. Adesso è avvenuta la stessa identica cosa con la MJO approdata in centro-est Pacifico, infatti di nuovo l'anomala HP sul nord Pacifico è stata rimossa da una saccatura si è allungata sul centro-est US andando a far saltare il primo outlook NOAA, in cui si vedeva un gran secco e caldo a sud-ovest, tra California, Nevada, Utah e Nuovo Maxico. Il nuovo outlook trimestrale NOAA ha rivisto questo secco e caldo più centrato sugli stati centrali dal Texas in su.

    Allegato 594553
    Questo blocco sul nord Pacifico venne ripristinato il mese successivo, in maggio. Forse entrò in gioco la pesante anomalia positiva in zona Namias, centro nord Pacifico a nord delle Hawaii che spinse e continua a spingere una PDO leggermente negativa. Possiamo immaginare che anche questa volta il regime sul nord Pacifico rimanga orientato alla dinamicità con saccature che scorrono verso est e poi piegano verso il sud degli States.
    Infine propongo questa analisi di trend, riprendendo sempre la fonte grafica NOAA, su cui però ho messo lo spostamento dei massimi e minimi della convezione intertropicale (blu e rosso rispettivamente). Da osservare come "pericolosamente" la zona di massima convezione inibita approcci da est l'Indonesia. Per esempio, il mar Cinese Meridionale appare da giorni sgombro di nuvolosità convettiva (https://www.lightningmaps.org). La massima convezione è invece a 60°, stagionalmente relativa al monsone indiano ma anche all'IOD- (ovest Indonesia).

    Allegato 594554
    Io Andrea, con riferimento al discorso dell'indiano, un monsone così intenso non credo di averlo mai notato dai plot ... Praticamente, a parte la prima decade di giugno in cui ha registrato valori in media, è sopramedia e di parecchio da maggio e senza soluzione di discontinuità.
    Oltre a ciò, e non è una novità grazie alla nina, la zona del Continente Marittimo/est indiano è diventata una "fucina" del centro convettivo.
    Era già emersa questo pattern circolatorio intenso qualche anno fà, probabilmente ad agosto del 2020, e si era ipotizzato un ruolo della QBO (adesso, se non erro, è positiva a 10/30hpa e negativa sotto), fatto sta che mi sembra piuttosto evidente la correlazione del tipo indiano forte --> estati mediterranee calde/molto calde.

    ismidx.today.jpg

    vpt.30day.figb.gif

    Se la convezione dovesse spostarsi, come sembra da ECMWF, verso il continente africano e poi l'indiano (fase 1 e, soprattutto, 2) penso che il monsone potrebbe, quantomeno temporaneamente, indebolirsi così come i venti est-->ovest che spirano sul pacifico equatoriale (più o meno verso fine luglio/primissimi giorni di agosto ).

    ps2png-worker-commands-74f867f5b9-745kt-6fe5cac1a363ec1525f54343b6cc9fd8-yDNq8t.jpg
    Ultima modifica di Gio83Gavi; 17/07/2022 alle 20:26

  2. #22
    Vento fresco L'avatar di Diego 14
    Data Registrazione
    11/01/17
    Località
    Sant'Ilario d'enza (RE)
    Età
    22
    Messaggi
    2,499
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Gio83Gavi Visualizza Messaggio
    Io Andrea, con riferimento al discorso dell'indiano, un monsone così intenso non credo di averlo mai notato dai plot ... Praticamente, a parte la prima decade di giugno in cui ha registrato valori in media, è sopramedia e di parecchio da maggio e senza soluzione di discontinuità.
    Oltre a ciò, e non è una novità grazie alla nina, la zona del Continente Marittimo/est indiano è diventata una "fucina" del centro convettivo.
    Era già emersa questo pattern circolatorio intenso qualche anno fà, probabilmente ad agosto del 2020, e si era ipotizzato un ruolo della QBO (adesso, se non erro, è positiva a 10/30hpa e negativa sotto), fatto sta che mi sembra piuttosto evidente la correlazione del tipo indiano forte --> estati mediterranee calde/molto calde.

    ismidx.today.jpg

    vpt.30day.figb.gif

    Se la convezione dovesse spostarsi, come sembra da ECMWF, verso il continente africano e poi l'indiano (fase 1 e, soprattutto, 2) penso che il monsone potrebbe, quantomeno temporaneamente, indebolirsi così come i venti est-->ovest che spirano sul pacifico equatoriale (più o meno verso fine luglio/primissimi giorni di agosto ).

    ps2png-worker-commands-74f867f5b9-745kt-6fe5cac1a363ec1525f54343b6cc9fd8-yDNq8t.jpg
    Ciao Gio!
    Sicuramente l'attività monsonica ha un'influenza importante sulla circolazione atmosferica come spiegato in questo studio
    Frontiers | How Does Indian Monsoon Regulate the Northern Hemisphere Stationary Wave Pattern?
    Però, rispetto ad una volta, il monsone si è indebolito parecchio e nonostante questo le ondate di calore non sono mancate. Poco tempo fa avevo letto uno studio sulla possibile correlazione tra monsone e anticiclone delle Azzorre, che potrebbe in parte spiegare il cambio di segno dell'indice.
    Non voglio sporcare il td, però è interessante cercare di unire tutti i puntini a livello teleconnettivo.

  3. #23
    Uragano L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    39
    Messaggi
    15,132
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Diego 14 Visualizza Messaggio
    Ciao Gio!
    Sicuramente l'attività monsonica ha un'influenza importante sulla circolazione atmosferica come spiegato in questo studio
    Frontiers | How Does Indian Monsoon Regulate the Northern Hemisphere Stationary Wave Pattern?
    Però, rispetto ad una volta, il monsone si è indebolito parecchio e nonostante questo le ondate di calore non sono mancate. Poco tempo fa avevo letto uno studio sulla possibile correlazione tra monsone e anticiclone delle Azzorre, che potrebbe in parte spiegare il cambio di segno dell'indice.
    Non voglio sporcare il td, però è interessante cercare di unire tutti i puntini a livello teleconnettivo.
    Immagine
    se sporchi tu i td il 90% dei post del forum è da cestinare
    i miei compresi
    C'ho la falla nel cervello


  4. #24
    Vento fresco L'avatar di Diego 14
    Data Registrazione
    11/01/17
    Località
    Sant'Ilario d'enza (RE)
    Età
    22
    Messaggi
    2,499
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    se sporchi tu i td il 90% dei post del forum è da cestinare
    i miei compresi

  5. #25

  6. #26
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,494
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da DuffMc92 Visualizza Messaggio
    Loro hanno un modello molto raffinato, per cui dobbiamo prendere atto di alta probabilità di continuazione pattern in agosto. Il SOI però si è praticamente azzerato e quindi andrei avanti per step verificando gli sviluppi nelle prossime settimane

  7. #27
    Uragano L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    39
    Messaggi
    15,132
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    a vedere questo penso sia solo una parentesi

    C'ho la falla nel cervello


  8. #28
    Uragano L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    15,847
    Menzionato
    143 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Oltre che a La Nina sarebbe da controllare l'intensità del WAM....LA Nina è ormai acquisito secondo me che proseguirà

  9. #29
    Uragano L'avatar di Alessandro1985
    Data Registrazione
    20/11/15
    Località
    milano
    Età
    39
    Messaggi
    15,132
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022



    a ovest non è previsto granché
    a est si per via del passaggio della convezione sull'indiano
    C'ho la falla nel cervello


  10. #30
    Uragano L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    15,847
    Menzionato
    143 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Alessandro1985 Visualizza Messaggio
    Immagine


    a ovest non è previsto granché
    a est si per via del passaggio della convezione sull'indiano
    In effetti poi non mi pare che il WAM sia stato particolarmente attivo finora

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •