Pagina 1 di 10 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 97
  1. #1
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,494
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Attualmente il SOI è in campo molto positivo. Il contributo odierno ha valori tra +25 e +30 ovvero il doppio della media degli ultimi 30 e 90 giorni.
    Questo significa che, non solo per tutta la primavera 22 ma anche l'estate avrà un regime di Nina.

    Le SSTA pacifiche hanno come un muro di sbarramento nei pressi della linea cambio data con un termoclino temporale di 0.6°W/mese nell'ultimo anno, portando questo muro a 162E. Di converso, le acque sotto-superficiali stanno avanzando verso est, con termoclino temporale piuttosto spinto e pari a 8°E/mese.

    L'anomalia di ORL (convezione soppressa) come i venti occidentali nei bassi strati avvengono sul lato australe, a sud della linea la linea dell'equatore. La Nina presenta un aspetto asimmetrico in cui la parte australe è pienamente formata mentre la controparte sull'emisfero boreale è in condizioni di Nada, non avendo anomalie particolari riscontrabili. Di conseguenza, l'avanzata verso est delle acque sotto-superficiali avviene principalmente a sud dell'equatore, non giustificando una progressione complessiva verso il Pacifico orientale a medio-breve (estate).

    La variabilità intrastagionale MJO ha visto un indebolimento dei venti orientali che ha fatto propagare una Kelvin wave che da dicembre è approdata sulle Galapagos lo scorso marzo, apportando un indebolimento delle anomalie sotto superficiali del regime Nina-like. L'anomala HP sul nord Pacifico associata al pattern, con asse promontorio centrato sull'Alaska, è stato sostituita da una saccatura che si è spalmata verso est (centro-est US) in aprile.

    L'asimmetria suddetta non consente di affermare che la Nina avrà un impatto diretto sull'estate boreale. Tuttavia, l'anomalia SSTA piuttosto positiva a nord delle Hawaii (Namias area) spinge comunque la PDO a mantenersi in campo debolmente negativo. Pertanto il promontorio di HP sul nord ovest pacifico non verrà ripristinato a breve, il regime sul nord Pacifico rimane orientato alla dinamicità con saccature che scorrono verso est e poi piegano verso gli States. USA che si troveranno secondo il NOAA a sostenere un'estate piuttosto estrema per caldo e secco, almeno per quanto riguarda la parte meridionale.

    Tutte le mappe su cui è basata l'analisi le trovate quì

    Per quanto riguarda lo storico, l'episodio che appariva pienamente in linea con quello del biennio 2010-12 potrebbe invece far evolvere la sua similitudine verso quello del triennio 1998-2001.
    Ultima modifica di 4ecast; 21/04/2022 alle 15:18

  2. #2
    Uragano L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    15,847
    Menzionato
    143 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Attualmente il SOI è in campo molto negativo. Il contributo odierno ha valori tra +25 e +30 ovvero il doppio della media degli ultimi 30 e 90 giorni.
    Questo significa che, non solo per tutta la primavera 22 ma anche l'estate avrà un regime di Nina.

    Le SSTA pacifiche hanno come un muro di sbarramento nei pressi della linea cambio data con un termoclino temporale di 0.6°W/mese nell'ultimo anno, portando questo muro a 162E. Di converso, le acque sotto-superficiali stanno avanzando verso est, con termoclino temporale piuttosto spinto e pari a 8°E/mese.

    L'anomalia di ORL (convezione soppressa) come i venti occidentali nei bassi strati avvengono sul lato australe, a sud della linea la linea dell'equatore. La Nina presenta un aspetto asimmetrico in cui la parte australe è pienamente formata mentre la controparte sull'emisfero boreale è in condizioni di Nada, non avendo anomalie particolari riscontrabili. Di conseguenza, l'avanzata verso est delle acque sotto-superficiali avviene principalmente a sud dell'equatore, non giustificando una progressione complessiva verso il Pacifico orientale a medio-breve (estate).

    La variabilità intrastagionale MJO ha visto un indebolimento dei venti orientali che ha fatto propagare una Kelvin wave che da dicembre è approdata sulle Galapagos lo scorso marzo, apportando un indebolimento delle anomalie sotto superficiali del regime Nina-like. L'anomala HP sul nord Pacifico associata al pattern, con asse promontorio centrato sull'Alaska, è stato sostituita da una saccatura che si è spalmata verso est (centro-est US) in aprile.

    L'asimmetria suddetta non consente di affermare che la Nina avrà un impatto diretto sull'estate boreale. Tuttavia, l'anomalia SSTA piuttosto positiva a nord delle Hawaii (Namias area) spinge comunque la PDO a mantenersi in campo debolmente negativo. Pertanto il promontorio di HP sul nord ovest pacifico non verrà ripristinato a breve, il regime sul nord Pacifico rimane orientato alla dinamicità con saccature che scorrono verso est e poi piegano verso gli States. USA che si troveranno secondo il NOAA a sostenere un'estate piuttosto estrema per caldo e secco, almeno per quanto riguarda la parte meridionale.

    Tutte le mappe su cui è basata l'analisi le trovate quì

    Per quanto riguarda lo storico, l'episodio che appariva pienamente in linea con quello del biennio 2010-12 potrebbe invece far evolvere la sua similitudine verso quello del triennio 1998-2001.
    L'estate 2001 fu molto clemente qua, giugno fresco e piovoso, luglio in media e solo agosto caldo e sopramedia...il trimestre chiuse con un'anomalia di +0,4° sulla 71/2000

  3. #3
    Uragano L'avatar di Friedrich 91
    Data Registrazione
    04/07/07
    Località
    Acquafredda (BS) 55 m /Ferrara (FE)
    Età
    32
    Messaggi
    36,993
    Menzionato
    42 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    L'estate 2001 fu molto clemente qua, giugno fresco e piovoso, luglio in media e solo agosto caldo e sopramedia...il trimestre chiuse con un'anomalia di +0,4° sulla 71/2000
    La somiglianza però sarebbe al limite con la 2000, non con la 2001 (visto che saremmo ancora al 2° anno con ENSO - e non al 3°). Magari un'Estate come la 2001, fu sontuosa pure dalle mie parti...Estate 2000 un po' meno ma ancora ancora accettabile.
    «L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono» (Giuseppe Prezzolini, 1921)

  4. #4
    Uragano L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    15,847
    Menzionato
    143 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da Friedrich 91 Visualizza Messaggio
    La somiglianza però sarebbe al limite con la 2000, non con la 2001 (visto che saremmo ancora al 2° anno con ENSO - e non al 3°). Magari un'Estate come la 2001, fu sontuosa pure dalle mie parti...Estate 2000 un po' meno ma ancora ancora accettabile.
    estate 2000 fu caldo a giugno, luglio e agosto normali tanto che il trimestre chiuse a +0,6° dalla 71/2000

  5. #5
    Vento forte
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    68
    Messaggi
    4,318
    Menzionato
    50 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Attualmente il SOI è in campo molto positivo. Il contributo odierno ha valori tra +25 e +30 ovvero il doppio della media degli ultimi 30 e 90 giorni.
    Questo significa che, non solo per tutta la primavera 22 ma anche l'estate avrà un regime di Nina.

    Le SSTA pacifiche hanno come un muro di sbarramento nei pressi della linea cambio data con un termoclino temporale di 0.6°W/mese nell'ultimo anno, portando questo muro a 162E. Di converso, le acque sotto-superficiali stanno avanzando verso est, con termoclino temporale piuttosto spinto e pari a 8°E/mese.

    L'anomalia di ORL (convezione soppressa) come i venti occidentali nei bassi strati avvengono sul lato australe, a sud della linea la linea dell'equatore. La Nina presenta un aspetto asimmetrico in cui la parte australe è pienamente formata mentre la controparte sull'emisfero boreale è in condizioni di Nada, non avendo anomalie particolari riscontrabili. Di conseguenza, l'avanzata verso est delle acque sotto-superficiali avviene principalmente a sud dell'equatore, non giustificando una progressione complessiva verso il Pacifico orientale a medio-breve (estate).

    La variabilità intrastagionale MJO ha visto un indebolimento dei venti orientali che ha fatto propagare una Kelvin wave che da dicembre è approdata sulle Galapagos lo scorso marzo, apportando un indebolimento delle anomalie sotto superficiali del regime Nina-like. L'anomala HP sul nord Pacifico associata al pattern, con asse promontorio centrato sull'Alaska, è stato sostituita da una saccatura che si è spalmata verso est (centro-est US) in aprile.

    L'asimmetria suddetta non consente di affermare che la Nina avrà un impatto diretto sull'estate boreale. Tuttavia, l'anomalia SSTA piuttosto positiva a nord delle Hawaii (Namias area) spinge comunque la PDO a mantenersi in campo debolmente negativo. Pertanto il promontorio di HP sul nord ovest pacifico non verrà ripristinato a breve, il regime sul nord Pacifico rimane orientato alla dinamicità con saccature che scorrono verso est e poi piegano verso gli States. USA che si troveranno secondo il NOAA a sostenere un'estate piuttosto estrema per caldo e secco, almeno per quanto riguarda la parte meridionale.

    Tutte le mappe su cui è basata l'analisi le trovate quì

    Per quanto riguarda lo storico, l'episodio che appariva pienamente in linea con quello del biennio 2010-12 potrebbe invece far evolvere la sua similitudine verso quello del triennio 1998-2001.
    Sei un genio di bravura posso dirlo? Sto senza parole...

  6. #6
    Vento forte L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    31
    Messaggi
    3,500
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Dato che martedì sera sono uscite le proiezioni ENSO e ssta di NMME volevo chiedervi: siamo ancora nella barriera di primavera o tali prospettive cominciano ad acquisire una certa attendibilità? Grazie!

    PS metto qui gli spaghi ENSO giusto per chi non avesse voglia di andare a cercarli.


  7. #7
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,494
    Menzionato
    34 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Buongiorno a tutti gli appassionati che ci seguono in stanza TLC

    A distanza di un mese dall'analisi di aggiornamento, a che punto siamo come chiede DuffMc92 ?

    In premessa la particolarità dell'episodio in corso definito come Nina asimmetrica, comportava che difficilmente il fenomeno potesse evolvere con un quadro standard. Le anomalie superficiali stanno infatti cedendo il passo.

    Verso Nada.PNG

    Da notare che il riscaldamento maggiore in questo mese è avvenuto laddove c'era l'asimmetria delle acque più fredde della media (a sud dell'equatore). Ragion per cui la Nina rallenta ma torna ad essere più omogenea.

    In premessa anche il SOI: con i valori di maggio così sostenuti difficilmente avrebbe consentito al fenomeno di rientrare entro l'estate. Tuttavia il SOI ha perso gran parte della propria forza, venti orientali che si affievoliscono e progressione dell'anomalia calda sottosuperficiale tra 100 e 200 m che si spalma verso est.
    Verso Nada1.PNG

    Questo prelude alla interruzione del fenomeno a breve, dove interruzione significa indice MEI compreso tra -1 e 0

    Verso Nada2.PNG

    e, soprattutto, indice ONI che sarebbe catalogato come Nina solo in MAGGIO, ma non in GIUGNO - LUGLIO.

    oni.PNG

    Ci tengo a precisare che l'interruzione estiva secondo la catalogazione del NOAA non significa affatto che l'episodio di Nina (che attualmente ha avuto lunghezza biennale) terminerà con la fine dell'estate. Da notare per esempio che l'anomalia sottosuperficiale spalmandosi verso est perde d'intensità nel settore indopacifico di provenienza. Questo significa semplicemente che la SECONDA parte dell'estate potrebbe essere valutata con impatto Nada nell'outlook del CTS (da verificare nel prossimo aggiornamento tra un mese).

    Da notare infine quì come questo episodio si conferma più simile a quello del 98-01 che a quello del 2010-12.
    I'm hoping you are reading this blog outside enjoying the wonderfulness of the weather wherever you may be.
    Always looking at the sky

  8. #8
    Burrasca forte L'avatar di Gio83Gavi
    Data Registrazione
    22/09/10
    Località
    Altedo (BO)
    Età
    41
    Messaggi
    7,991
    Menzionato
    64 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti gli appassionati che ci seguono in stanza TLC

    A distanza di un mese dall'analisi di aggiornamento, a che punto siamo come chiede DuffMc92 ?

    In premessa la particolarità dell'episodio in corso definito come Nina asimmetrica, comportava che difficilmente il fenomeno potesse evolvere con un quadro standard. Le anomalie superficiali stanno infatti cedendo il passo.

    Verso Nada.PNG

    Da notare che il riscaldamento maggiore in questo mese è avvenuto laddove c'era l'asimmetria delle acque più fredde della media (a sud dell'equatore). Ragion per cui la Nina rallenta ma torna ad essere più omogenea.

    In premessa anche il SOI: con i valori di maggio così sostenuti difficilmente avrebbe consentito al fenomeno di rientrare entro l'estate. Tuttavia il SOI ha perso gran parte della propria forza, venti orientali che si affievoliscono e progressione dell'anomalia calda sottosuperficiale tra 100 e 200 m che si spalma verso est.
    Verso Nada1.PNG

    Questo prelude alla interruzione del fenomeno a breve, dove interruzione significa indice MEI compreso tra -1 e 0

    Verso Nada2.PNG

    e, soprattutto, indice ONI che sarebbe catalogato come Nina solo in MAGGIO, ma non in GIUGNO - LUGLIO.

    oni.PNG

    Ci tengo a precisare che l'interruzione estiva secondo la catalogazione del NOAA non significa affatto che l'episodio di Nina (che attualmente ha avuto lunghezza biennale) terminerà con la fine dell'estate. Da notare per esempio che l'anomalia sottosuperficiale spalmandosi verso est perde d'intensità nel settore indopacifico di provenienza. Questo significa semplicemente che la SECONDA parte dell'estate potrebbe essere valutata con impatto Nada nell'outlook del CTS (da verificare nel prossimo aggiornamento tra un mese).

    Da notare infine quì come questo episodio si conferma più simile a quello del 98-01 che a quello del 2010-12.
    Sembra Andrea che stia prevalendo la visione di ECMWF, il quale appunto nel recente aggiornamento è orientato verso un indebolimento del fenomeno a cavallo del periodo estivo... Prendo le mappe dall'IRI:

    Allegato 592951

    IRI – International Research Institute for Climate and Society | June 2022 Quick Look

    Al netto del fatto che, se a distanza di pochi mesi dall'estate (nel senso che con i dati di inizializzazione di maggio) i GM faticano a tirar fuori un forecast attendibile per i 2/3 mesi successivi è difficile pensare a cosa succederà nel prossimo autunno/inverno...
    Difficile fare una previsione: l'anomalia calda nella parte occidentale della zona ENSO sta pian piano guadagnando terreno verso est ma mi sembra che nella zona ENSO 1+2/3 la circolazione oceanica "tiri" ancora da est verso ovest.

    movie.temp.0n.gif
    pent.anom.xz.u.0n.30d.gif

    Boh, è un bel caos e una situazione molto complicata

  9. #9
    Vento forte L'avatar di DuffMc92
    Data Registrazione
    18/02/17
    Località
    Conegliano (TV)
    Età
    31
    Messaggi
    3,500
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022

    Segnalo una cosa secondo me interessante, non so se anche rassicurante (magari me lo dirà qualche esperto un giorno).

    Rispetto a quasi un mese fa la PDO- ha perso intensità ma, in linea con quanto spiegato da 4ecast sulla simmetria delle anomalie negative, si nota una vera e propria esplosione dell'azzurro-blu tra Messico, Guatemala e Colombia.

    23 maggio:

    pdo 23 mag.png

    Oggi:

    Pdo 21 giu.png

    Ne parlo perché mi pare che così tanto azzurro in quella zona non si ripresentasse da molti anni.
    Ora non ricordo le ssta degli anni scorsi perfettamente, ma se da fine inverno 2020/21 a maggio 2022 non c'era nulla (se non ssta moderatamente positive) penso proprio che tra 2013 e 2020 la probabilità di averle negative fosse ancora più bassa.

    E' una cosa positiva in ottica di una Nina triennale e del consolidamento della pdo negativa? Secondo me sì, ma attendo pareri autorevoli

    Vedo anche un SOI tenace, oggi è risalito di colpo a 18.1 dopo giorni intorno a 16.

  10. #10
    Vento fresco L'avatar di Nocturno Frostreaper
    Data Registrazione
    19/05/19
    Località
    Roveleto di Cadeo (PC) 64 m. s.l.m
    Età
    21
    Messaggi
    2,472
    Menzionato
    6 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi/aggiornamento NINA 2022


    Raffreddamento della zona 1+2, la parte nord come ha detto Duffy, come ha detto Duffy è da molto che non vedo un raffreddamento in quella zona, anzi, da quando ho scoperto queste carte, ovvero nei primi mesi del 2016, non ho mai visto quella zona raffreddarsi così
    "Non farà tanto caldo" Frase più divertente del 2022
    "We are Motörhead. And we play rock and roll."
    "Just a hellish rock n' roll freak. We're too old too cold"

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •