Pagina 34 di 113 PrimaPrima ... 2432333435364484 ... UltimaUltima
Risultati da 331 a 340 di 1126
  1. #331
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    612
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Se confermate sarebbe un bel anticiclone in sede polare……..

  2. #332
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    21/04/16
    Località
    RIMINI
    Messaggi
    612
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Nel frattempo, la corrente a getto sembra piuttosto invadente sul continente europeo…D7EE5386-D1D2-4C6D-991F-EE5D474A8130.gif

  3. #333
    Burrasca L'avatar di luca_mo
    Data Registrazione
    03/10/10
    Località
    Modena
    Età
    29
    Messaggi
    5,099
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da Stella Polare Visualizza Messaggio
    Se confermate sarebbe un bel anticiclone in sede polare……..
    Io ne farei volentieri a meno
    "Una NAO persistentemente negativa può favorire il wave break del VPS ed indebolirlo con conseguente predisposizione del pattern AO-, introducendo così una sorta di feedback che si ripercuote sul segno della stessa NAO e sulle SSTA atlantiche."

  4. #334
    Tempesta violenta L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    13,604
    Menzionato
    113 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da Stella Polare Visualizza Messaggio
    Nel frattempo, la corrente a getto sembra piuttosto invadente sul continente europeo…D7EE5386-D1D2-4C6D-991F-EE5D474A8130.gif
    Continua a mancare quasi del tutto il ramo subtropicale....il resto c'è ma sempre alto

  5. #335
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di 4ecast
    Data Registrazione
    23/01/06
    Località
    Ansa dell'Arno
    Messaggi
    12,473
    Menzionato
    32 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Siamo in una fase di passaggio guidata dall'oscillazione dei venti zonali alle medie latitudini, a mio avviso (GWO). L'ATL è stato dominante fino a fine ottobre in corrispondenza di una MJO / convezione tropicale poco forzante, con un pattern di tipo EA+ sviluppatosi a fine agosto (si veda la discussione in verifica outlook estate). Poi la MJO è uscita in fase 6 seppur stazionaria. Oggi partiamo da questa emisferica

    1.png

    E' una delle ultime del suo genere. I venti zonali sparati al massimo sulle due grandi catene montuose delle medie latitudini nord emisferiche producono una "testa di ponte" altopressoria che in figura è indicata con H è espressione del momento torcente sviluppato in centro-sud Asia (Tibet Plateau / Himalaya) e che si trasferisce attrito e eddies verso nord. La saccatura 1 sprofonda a monte di H (rispetto ai venti zonali) e l'oscillazione prodotta sulla corda del jetstream si ripercuote verso ovest con le ondulazioni 2 e in prospettiva 3. La saccatura rimasta semipermanente in zona ATL, subisce la frustata creando la saccatura secondaria 3 che si troverà proprio a ridosso dell'Europa occidentale.

    2.png

    Questa che arriva tra 96 h è una carta molto importante che indica il cambiamento di un pattern, non tanto per una prima fase piovosa sull'Italia in generale che mancava da tempo. Quanto al fatto che le due saccature 2 e 3 evolvono isolando due cutoff alle medie latitudini e dunque tutto ciò è coerente con il transito della convezione in sede alla MJO dall'Indiano verso l'ovest Pacifico, coerente anche con pattern Nina-like.
    Quindi a mio avviso l'emisferica che ne consegue, con l'intrusione in sede polare della pulsazione H e l'approfondimento della 1 che calamita in seguito un lobo del VP sul nord Eurasia è molto verosimile. Si avrebbe in pratica il primo serio disturbo al VP della stagione che si disporrebbe su una 2.wave. Mi fermerei quì, c'è poco da aggiungere, monitorare per un pattern in netta controtendenza rispetto ad ottobre.

    3.JPG
    Always looking at the sky

  6. #336
    Tempesta violenta L'avatar di Fabry18
    Data Registrazione
    23/02/06
    Località
    Tagliacozzo (AQ)
    Messaggi
    13,399
    Menzionato
    40 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Siamo in una fase di passaggio guidata dall'oscillazione dei venti zonali alle medie latitudini, a mio avviso (GWO). L'ATL è stato dominante fino a fine ottobre in corrispondenza di una MJO / convezione tropicale poco forzante, con un pattern di tipo EA+ sviluppatosi a fine agosto (si veda la discussione in verifica outlook estate). Poi la MJO è uscita in fase 6 seppur stazionaria. Oggi partiamo da questa emisferica

    1.png

    E' una delle ultime del suo genere. I venti zonali sparati al massimo sulle due grandi catene montuose delle medie latitudini nord emisferiche producono una "testa di ponte" altopressoria che in figura è indicata con H è espressione del momento torcente sviluppato in centro-sud Asia (Tibet Plateau / Himalaya) e che si trasferisce attrito e eddies verso nord. La saccatura 1 sprofonda a monte di H (rispetto ai venti zonali) e l'oscillazione prodotta sulla corda del jetstream si ripercuote verso ovest con le ondulazioni 2 e in prospettiva 3. La saccatura rimasta semipermanente in zona ATL, subisce la frustata creando la saccatura secondaria 3 che si troverà proprio a ridosso dell'Europa occidentale.

    2.png

    Questa che arriva tra 96 h è una carta molto importante che indica il cambiamento di un pattern, non tanto per una prima fase piovosa sull'Italia in generale che mancava da tempo. Quanto al fatto che le due saccature 2 e 3 evolvono isolando due cutoff alle medie latitudini e dunque tutto ciò è coerente con il transito della convezione in sede alla MJO dall'Indiano verso l'ovest Pacifico, coerente anche con pattern Nina-like.
    Quindi a mio avviso l'emisferica che ne consegue, con l'intrusione in sede polare della pulsazione H e l'approfondimento della 1 che calamita in seguito un lobo del VP sul nord Eurasia è molto verosimile. Si avrebbe in pratica il primo serio disturbo al VP della stagione che si disporrebbe su una 2.wave. Mi fermerei quì, c'è poco da aggiungere, monitorare per un pattern in netta controtendenza rispetto ad ottobre.

    3.JPG
    Mi vengono i brividi a pensare ad un guasto del VP in novembre ma tanto ormai è buono tutto e non possiamo basarci su cose passate..
    Analisi al solito di qualità superiore


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  7. #337
    Vento forte
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    66
    Messaggi
    4,216
    Menzionato
    49 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Siamo in una fase di passaggio guidata dall'oscillazione dei venti zonali alle medie latitudini, a mio avviso (GWO). L'ATL è stato dominante fino a fine ottobre in corrispondenza di una MJO / convezione tropicale poco forzante, con un pattern di tipo EA+ sviluppatosi a fine agosto (si veda la discussione in verifica outlook estate). Poi la MJO è uscita in fase 6 seppur stazionaria. Oggi partiamo da questa emisferica

    1.png

    E' una delle ultime del suo genere. I venti zonali sparati al massimo sulle due grandi catene montuose delle medie latitudini nord emisferiche producono una "testa di ponte" altopressoria che in figura è indicata con H è espressione del momento torcente sviluppato in centro-sud Asia (Tibet Plateau / Himalaya) e che si trasferisce attrito e eddies verso nord. La saccatura 1 sprofonda a monte di H (rispetto ai venti zonali) e l'oscillazione prodotta sulla corda del jetstream si ripercuote verso ovest con le ondulazioni 2 e in prospettiva 3. La saccatura rimasta semipermanente in zona ATL, subisce la frustata creando la saccatura secondaria 3 che si troverà proprio a ridosso dell'Europa occidentale.

    2.png

    Questa che arriva tra 96 h è una carta molto importante che indica il cambiamento di un pattern, non tanto per una prima fase piovosa sull'Italia in generale che mancava da tempo. Quanto al fatto che le due saccature 2 e 3 evolvono isolando due cutoff alle medie latitudini e dunque tutto ciò è coerente con il transito della convezione in sede alla MJO dall'Indiano verso l'ovest Pacifico, coerente anche con pattern Nina-like.
    Quindi a mio avviso l'emisferica che ne consegue, con l'intrusione in sede polare della pulsazione H e l'approfondimento della 1 che calamita in seguito un lobo del VP sul nord Eurasia è molto verosimile. Si avrebbe in pratica il primo serio disturbo al VP della stagione che si disporrebbe su una 2.wave. Mi fermerei quì, c'è poco da aggiungere, monitorare per un pattern in netta controtendenza rispetto ad ottobre.

    3.JPG
    Sei il maradona della meteo. Un abbraccio

  8. #338
    Vento forte
    Data Registrazione
    08/09/14
    Località
    ancona
    Età
    66
    Messaggi
    4,216
    Menzionato
    49 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da Fabry18 Visualizza Messaggio
    Mi vengono i brividi a pensare ad un guasto del VP in novembre ma tanto ormai è buono tutto e non possiamo basarci su cose passate..
    Analisi al solito di qualità superiore


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Esatto ...sembra di leggere un pozzo di sapere da restare a bocca aperta.

  9. #339
    Bava di vento
    Data Registrazione
    02/08/22
    Località
    Crispano(NA)
    Età
    23
    Messaggi
    184
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Complimenti!!

  10. #340
    Tempesta violenta L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    13,604
    Menzionato
    113 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da 4ecast Visualizza Messaggio
    Siamo in una fase di passaggio guidata dall'oscillazione dei venti zonali alle medie latitudini, a mio avviso (GWO). L'ATL è stato dominante fino a fine ottobre in corrispondenza di una MJO / convezione tropicale poco forzante, con un pattern di tipo EA+ sviluppatosi a fine agosto (si veda la discussione in verifica outlook estate). Poi la MJO è uscita in fase 6 seppur stazionaria. Oggi partiamo da questa emisferica

    1.png

    E' una delle ultime del suo genere. I venti zonali sparati al massimo sulle due grandi catene montuose delle medie latitudini nord emisferiche producono una "testa di ponte" altopressoria che in figura è indicata con H è espressione del momento torcente sviluppato in centro-sud Asia (Tibet Plateau / Himalaya) e che si trasferisce attrito e eddies verso nord. La saccatura 1 sprofonda a monte di H (rispetto ai venti zonali) e l'oscillazione prodotta sulla corda del jetstream si ripercuote verso ovest con le ondulazioni 2 e in prospettiva 3. La saccatura rimasta semipermanente in zona ATL, subisce la frustata creando la saccatura secondaria 3 che si troverà proprio a ridosso dell'Europa occidentale.

    2.png

    Questa che arriva tra 96 h è una carta molto importante che indica il cambiamento di un pattern, non tanto per una prima fase piovosa sull'Italia in generale che mancava da tempo. Quanto al fatto che le due saccature 2 e 3 evolvono isolando due cutoff alle medie latitudini e dunque tutto ciò è coerente con il transito della convezione in sede alla MJO dall'Indiano verso l'ovest Pacifico, coerente anche con pattern Nina-like.
    Quindi a mio avviso l'emisferica che ne consegue, con l'intrusione in sede polare della pulsazione H e l'approfondimento della 1 che calamita in seguito un lobo del VP sul nord Eurasia è molto verosimile. Si avrebbe in pratica il primo serio disturbo al VP della stagione che si disporrebbe su una 2.wave. Mi fermerei quì, c'è poco da aggiungere, monitorare per un pattern in netta controtendenza rispetto ad ottobre.

    3.JPG
    Gran bella analisi Andrea...in ogni caso penso che fino a metà mese saremo in NAO+/BL+, regime sempre secco ma che potrebbe essere decisamente più fresco.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •