Pagina 55 di 114 PrimaPrima ... 545535455565765105 ... UltimaUltima
Risultati da 541 a 550 di 1134
  1. #541
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    53
    Messaggi
    7,595
    Menzionato
    52 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    ecmwf_z50_anom_nh_240.pngECH1-192.jpg

    Fisiologicamente il forcing che accompagna la disposizione della quasi totalità delle masse artiche, sostanzialmente a tutte le quote, nell'artico orientale, va attenuare le dinamiche dei flussi verticali disposte in 2 waves pattern.
    Proprio la 2a cresta d'onda, che ad oggi si è dimostrata la più attiva data l'elevata canalizzazione dei flussi di calore, poco inclini nel disturbare il vps alle sue quote più elevate, dovrebbe subire una fase di remissione dato il wave breaking visibile in Groenlandia che verrà molto lentamente riassorbito dal vortice polare.
    Questa fase vedrà, in troposfera un'esacerbazione del segno negativo della NAO e l'instaurazione di una divergenza della corrente a getto verso le medie latitudini dell'Atlantico settentrionale.
    L'ulteriore contributo di correnti fredde orientali nella loro traiettoria alta e poi nella loro successiva integrazione nei meridiani oceanici, darà manforte al getto che, probabilmente avrà la forza di coinvolgere anche l'Europa meridionale all'interno di una lunga fase umida.
    Tuttavia la condotta obbligata delle masse del vp è quella di ritentare la via del polo una volta che il forcing dinamico si è esaurito e in questa rotazione di parte consistente delle masse artiche dal continente eurasiatico verso il Pacifico è del tutto probabile la riattivazione dei flussi di calore ad iniziare da W1.
    Questa dinamica darebbe il via al, già descritto in precedenza, 3° step identificabile nell'esordio grossomodo a cavallo tra la prima e la seconda decade di dicembre, di una nuova fase forzante con risalita degli indici PNA/GLAAM ed Mjo (fasi 6/7) nonché solo parzialmente della NAO.
    Non mi è proprio possibile andare oltre in quanto il prosieguo è fortemente condizionato dall'efficacia di questa dinamica a tutte le quote.

    Matteo



  2. #542
    Bava di vento
    Data Registrazione
    02/09/20
    Località
    Fonte (TV)-97 m slm
    Età
    28
    Messaggi
    154
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Vedendo il susseguirsi delle ultime emissioni modellistiche noto purtroppo una situazione che statisticamente non è tra le migliori, anzi! Questa tendenza nel vedere retrogressioni così alte di latitudine (e sempre più alte) rema nettamente a sfavore di dinamiche invernali buone per nostre lande e ho notato che spesso poi si arriva al classico ciambellone che tanto male fa al nostro inverno. Dinamica vista anche l'anno scorso a fine dicembre solo per citare l'ultimo caso.
    Ecco, spero di non giocarmi il mese di dicembre in questo modo, anche perché visti gli indici e le analogie con inverni passati se deve fare qualcosa di buono è più probabile che lo faccia nella prima metà della stagione quest'anno. Quindi spero di non giocarmi dicembre con retrogressioni alte, ciambellone e pattumiera mediterranea. Chiedo ai più esperti, non so se c'è il rischio di vedere una dinamica alla fine dic 2021

  3. #543
    Burrasca L'avatar di Adriano90
    Data Registrazione
    12/01/11
    Località
    Roma (Montesacro)
    Messaggi
    5,016
    Menzionato
    29 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    ecmwf_z50_anom_nh_240.pngECH1-192.jpg

    Fisiologicamente il forcing che accompagna la disposizione della quasi totalità delle masse artiche, sostanzialmente a tutte le quote, nell'artico orientale, va attenuare le dinamiche dei flussi verticali disposte in 2 waves pattern.
    Proprio la 2a cresta d'onda, che ad oggi si è dimostrata la più attiva data l'elevata canalizzazione dei flussi di calore, poco inclini nel disturbare il vps alle sue quote più elevate, dovrebbe subire una fase di remissione dato il wave breaking visibile in Groenlandia che verrà molto lentamente riassorbito dal vortice polare.
    Questa fase vedrà, in troposfera un'esacerbazione del segno negativo della NAO e l'instaurazione di una divergenza della corrente a getto verso le medie latitudini dell'Atlantico settentrionale.
    L'ulteriore contributo di correnti fredde orientali nella loro traiettoria alta e poi nella loro successiva integrazione nei meridiani oceanici, darà manforte al getto che, probabilmente avrà la forza di coinvolgere anche l'Europa meridionale all'interno di una lunga fase umida.
    Tuttavia la condotta obbligata delle masse del vp è quella di ritentare la via del polo una volta che il forcing dinamico si è esaurito e in questa rotazione di parte consistente delle masse artiche dal continente eurasiatico verso il Pacifico è del tutto probabile la riattivazione dei flussi di calore ad iniziare da W1.
    Questa dinamica darebbe il via al, già descritto in precedenza, 3° step identificabile nell'esordio grossomodo a cavallo tra la prima e la seconda decade di dicembre, di una nuova fase forzante con risalita degli indici PNA/GLAAM ed Mjo (fasi 6/7) nonché solo parzialmente della NAO.
    Non mi è proprio possibile andare oltre in quanto il prosieguo è fortemente condizionato dall'efficacia di questa dinamica a tutte le quote.

    Stai mica dicendo che la dinamicità non pare sopirsi?
    Always looking at the sky.


  4. #544
    Vento forte L'avatar di basso_piave
    Data Registrazione
    08/05/09
    Località
    Silea/Roncade
    Età
    40
    Messaggi
    4,553
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    ecmwf_z50_anom_nh_240.pngECH1-192.jpg

    Fisiologicamente il forcing che accompagna la disposizione della quasi totalità delle masse artiche, sostanzialmente a tutte le quote, nell'artico orientale, va attenuare le dinamiche dei flussi verticali disposte in 2 waves pattern.
    Proprio la 2a cresta d'onda, che ad oggi si è dimostrata la più attiva data l'elevata canalizzazione dei flussi di calore, poco inclini nel disturbare il vps alle sue quote più elevate, dovrebbe subire una fase di remissione dato il wave breaking visibile in Groenlandia che verrà molto lentamente riassorbito dal vortice polare.
    Questa fase vedrà, in troposfera un'esacerbazione del segno negativo della NAO e l'instaurazione di una divergenza della corrente a getto verso le medie latitudini dell'Atlantico settentrionale.
    L'ulteriore contributo di correnti fredde orientali nella loro traiettoria alta e poi nella loro successiva integrazione nei meridiani oceanici, darà manforte al getto che, probabilmente avrà la forza di coinvolgere anche l'Europa meridionale all'interno di una lunga fase umida.
    Tuttavia la condotta obbligata delle masse del vp è quella di ritentare la via del polo una volta che il forcing dinamico si è esaurito e in questa rotazione di parte consistente delle masse artiche dal continente eurasiatico verso il Pacifico è del tutto probabile la riattivazione dei flussi di calore ad iniziare da W1.
    Questa dinamica darebbe il via al, già descritto in precedenza, 3° step identificabile nell'esordio grossomodo a cavallo tra la prima e la seconda decade di dicembre, di una nuova fase forzante con risalita degli indici PNA/GLAAM ed Mjo (fasi 6/7) nonché solo parzialmente della NAO.
    Non mi è proprio possibile andare oltre in quanto il prosieguo è fortemente condizionato dall'efficacia di questa dinamica a tutte le quote.

    Una nao molto negativa che parzialmente recupera non è una cattiva prospettiva

  5. #545
    Comitato Tecnico Scientifico L'avatar di mat69
    Data Registrazione
    07/03/04
    Località
    Genova
    Età
    53
    Messaggi
    7,595
    Menzionato
    52 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    ecmwf_z10_anom_nh_144.pngecmwf_z50_anom_nh_144.png

    Tra circa 7 giorni la 2a cresta d'onda del 2 waves pattern avrà raggiunto in stratosfera la sua massima intensità confermando l'aspettativa di un potente minor warming.

    ecmwf_z10_anom_nh_240 (1).pngecmwf_z50_anom_nh_240 (1).png

    A 10 giorni assistiamo ad un suo lento progressivo assorbimento mentre, dal Pacifico, inizia a pulsare il forcing dinamico di quella parte del vp, quasi interamente dislocato nell'artico orientale, che sta al confine tra il continente asiatico e le regioni occidentali subartiche dell'oceano.

    Questa fase va a coincidere con il 3° step descritto in precedente e che ha inizio all'inizio della 2a decade di dicembre in cui si assiste ad una risalita del PNA e ad un evidente incremento del gradiente in stratosfera proprio sul Pacifico:

    download (3).pngecmwf_uv10_nh_240.png

    La maggior evidenza della ripartenza di w1 si apprezza nell'azione dei flussi di calore in alta stratosfera, difficilmente disturbata da un flusso canalizzato su 2 onde e con la 1a cresta debole (come finora per lo più è avvenuto)

    Cattura.JPGgfs_nh-hgt-w1-60n_20221130.png
    Matteo



  6. #546
    Bava di vento
    Data Registrazione
    08/12/19
    Località
    Piacenza
    Età
    44
    Messaggi
    67
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Quindi in soldoni nessun cooling e nessuna manovra di approfondimento su tutta la colonna....anzi....probabilmente di potrebbe innescare il processo inverso se non ho capito male?

  7. #547
    Calma di vento
    Data Registrazione
    11/12/20
    Località
    Asola MN
    Età
    58
    Messaggi
    9
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    ecmwf_z10_anom_nh_144.pngecmwf_z50_anom_nh_144.png

    Tra circa 7 giorni la 2a cresta d'onda del 2 waves pattern avrà raggiunto in stratosfera la sua massima intensità confermando l'aspettativa di un potente minor warming.

    ecmwf_z10_anom_nh_240 (1).pngecmwf_z50_anom_nh_240 (1).png

    A 10 giorni assistiamo ad un suo lento progressivo assorbimento mentre, dal Pacifico, inizia a pulsare il forcing dinamico di quella parte del vp, quasi interamente dislocato nell'artico orientale, che sta al confine tra il continente asiatico e le regioni occidentali subartiche dell'oceano.

    Questa fase va a coincidere con il 3° step descritto in precedente e che ha inizio all'inizio della 2a decade di dicembre in cui si assiste ad una risalita del PNA e ad un evidente incremento del gradiente in stratosfera proprio sul Pacifico:

    download (3).pngecmwf_uv10_nh_240.png

    La maggior evidenza della ripartenza di w1 si apprezza nell'azione dei flussi di calore in alta stratosfera, difficilmente disturbata da un flusso canalizzato su 2 onde e con la 1a cresta debole (come finora per lo più è avvenuto)

    Cattura.JPGgfs_nh-hgt-w1-60n_20221130.png
    disamina chiarissima....adesso attendiamo in rigoroso silenzio.

  8. #548
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    5,858
    Menzionato
    58 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da mat69 Visualizza Messaggio
    ecmwf_z10_anom_nh_144.pngecmwf_z50_anom_nh_144.png

    Tra circa 7 giorni la 2a cresta d'onda del 2 waves pattern avrà raggiunto in stratosfera la sua massima intensità confermando l'aspettativa di un potente minor warming.

    ecmwf_z10_anom_nh_240 (1).pngecmwf_z50_anom_nh_240 (1).png

    A 10 giorni assistiamo ad un suo lento progressivo assorbimento mentre, dal Pacifico, inizia a pulsare il forcing dinamico di quella parte del vp, quasi interamente dislocato nell'artico orientale, che sta al confine tra il continente asiatico e le regioni occidentali subartiche dell'oceano.

    Questa fase va a coincidere con il 3° step descritto in precedente e che ha inizio all'inizio della 2a decade di dicembre in cui si assiste ad una risalita del PNA e ad un evidente incremento del gradiente in stratosfera proprio sul Pacifico:

    download (3).pngecmwf_uv10_nh_240.png

    La maggior evidenza della ripartenza di w1 si apprezza nell'azione dei flussi di calore in alta stratosfera, difficilmente disturbata da un flusso canalizzato su 2 onde e con la 1a cresta debole (come finora per lo più è avvenuto)

    Cattura.JPGgfs_nh-hgt-w1-60n_20221130.png
    Rispondendo ad una cortese richiesta di un utente circa il monitoraggio dell'anomalia groenlandese mi sono andato a fare un rapido giretto e a 10 hpa.
    1-5 DIC .jpg
    1 10 dice.jpg
    10 15 dice.jpg

    Se i giovani sapessero, se i vecchi potessero!!!

  9. #549
    Tempesta violenta L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    13,639
    Menzionato
    113 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Rispondendo ad una cortese richiesta di un utente circa il monitoraggio dell'anomalia groenlandese mi sono andato a fare un rapido giretto e a 10 hpa.
    1-5 DIC .jpg
    1 10 dice.jpg
    10 15 dice.jpg

    Boh, non capisco il post...

  10. #550
    Comitato Tecnico Scientifico
    Data Registrazione
    23/05/04
    Località
    Porano (TR)
    Messaggi
    5,858
    Menzionato
    58 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    Boh, non capisco il post...
    Semplicemente la somiglianza di quest'anno rispetto ad un omologo noto. Carte stratosferiche cambiate
    Se i giovani sapessero, se i vecchi potessero!!!

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •