Pagina 56 di 114 PrimaPrima ... 646545556575866106 ... UltimaUltima
Risultati da 551 a 560 di 1140
  1. #551
    Tempesta violenta L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    13,649
    Menzionato
    113 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da Porano444 Visualizza Messaggio
    Semplicemente la somiglianza di quest'anno rispetto ad un omologo noto. Carte stratosferiche cambiate
    E quale sarebbe l'omologo noto?

  2. #552
    Vento fresco
    Data Registrazione
    24/04/05
    Località
    savignano s/p formic
    Età
    62
    Messaggi
    2,578
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da Marcoan Visualizza Messaggio
    E quale sarebbe l'omologo noto?
    84 forse ????, no cold
    -16,1 il 6 e il 14/02/2012 +41,1 il 04/08/2017
    www.meteosystem.com/stazioni/savignanosulpanaro/

  3. #553
    Brezza leggera L'avatar di Bortan
    Data Registrazione
    15/12/20
    Località
    Casanova di rovegno ( GE )
    Età
    49
    Messaggi
    313
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Ben ritrovati a tutti , provo a fare una cronistoria sintetica del passato autunno e una previsione per la mensilità di dicembre ( primo mese invernale ) . Al momento vedo un' alternanza tra 2 wave pattern e relativo " parziale " accentramento del vps con raffreddamento e approfondimento in special modo alle alte quote per via della scarsa intraprendenza della wave 1( nina like ) in questa fase finale dell' autunno . Al momento viviamo di una fase positiva del glaam che permette ogni qualvolta il vps tenta il riposizionamento un corposo atrito con le anomalie in troposfera e un Mountain torque asiatico in grande spolvero che ci sta regalando una wave 2 strong ...nel prossimo futuro , l' ennesimo wave 2 pattern stratosferico andrà esaurendosi proponendo una canalizzazione degli heat flux sulla prima cresta d' onda ...siamo alla fine della prima decade di dicembre con un nuovo tentativo di riposizionamento del vps sul polo geografico ma molto pressato ( questa volta ) dalla wave 1 che gli darà caratteristiche di elitticita e forma allungata . Presumo e credo molto probabile , avendo ancora in previsione il glaam + , che si riproporra il Mountain torque asiatico ridando linfa alla wave 2 e riproponendo a breve il 2 wave pattern stratosferico . Qui saremo ormai in seconda decade di dicembre e si tireranno le somme , il vps avrà raggiunto un buon grado di maturazione e i relativi attriti troposferici molto probabilmente produrranno un' impennata degli heat flux . A questo punto , fine dicembre , avremo le idee molto più chiare sulla vita del vps . Sembrerebbe che quest' anno il core del vps si dimostri più permeabile ai flussi rispetto lo scorso dicembre ( 2021 ) e quindi se il loop termodinamico si confermasse come penso , le quotazioni per un SSW potrebbero salire vistosamente ... Confido anche in una wave 1 in risveglio dicembrino vedendo i forecast ... nn nego alcune assomiglianze con l' innominabile per alcuni indici TLC e per il comportamento avutosi finora sull' interezza della colonna del vp come andamento dei gph... Rimane sempre attuale l' ipotesi più gettonata molto simile all' inverno 2021/2022...ESE cold ...😁

    Ultima modifica di Bortan; 02/12/2022 alle 21:26

  4. #554
    Vento teso L'avatar di Sandro58
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Roma
    Età
    64
    Messaggi
    1,990
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Ciao Bortan, scusa se intervengo sul tuo post, che a grandi linee trovo sensato ... vorrei chiedere come mai te e ho visto anche in altri forumisti, si usano terminologie alquanto "incognite", a meno che non vi siate fatti una terminologia specifica x questo forum (diciamo x capirsi):
    Es dici:
    ...proponendo una canalizzazione degli heat flux sulla prima cresta d' onda...
    Non ha alcun senso meteorologico. Non esistono "creste d'onda" e le "canalizzazioni" sono qualcosa che non ha attinenza con il tema. Capisco che intendi dire, grosso modo, ma è usata una terminologia piuttosto criptica. Le cose, seppur estremamente complesse (gli eddy heat flux sono una schematizzazione UMANA, matematica, x definire le entità delle variazioni spaziali di caratteristiche fisiche dell'atmosfera, roba difficilissima) in realtà nascondono cose piuttosto banali: la colonna atmosferica sappiamo che è diversa con la quota e estremamente diversa a cavallo della tropopausa, tutto quello che dici è attinente con VARIAZIONI troposferiche che poi vengono nel tempo "risentite" verso i piani + alti, o anche variazioni a certe altezze che si risentono negli altri piani + in generale, non necessariamente troposfera, ma di norma tutto parte dalla troposfera. Quindi direi che potrebbe essere + semplice far notare le variazioni (generalmente rossby acute, persistenze d'onda atmosferica) che avvengono in certi momenti e come queste poi si risentano più in alto ... e non è un problema di "cresta", un onda atmosferica è completa e le variazioni dipendono dalle differenze di "forma" che si propagano.

    un altro esempio:
    ma molto pressato ( questa volta ) dalla wave 1 che gli darà caratteristiche di elitticita e forma allungata .
    Wave 1 immagino che tu intenda l'alta aleutinica classica stratosferica, giusto? Non è così, la wave 1 NON è l'alta aleutinica, ma la forma a 1 vortice 1 alta ... quindi potrebbe anche essere un vortice siberiano con alta canadese x esempio. Quindi l'ellitticità non sarà data da wave 1 ma saranno le anomalie di wave 1 e 2 a cambiare se il vortice diventa + ellittico x via di alte aleutinica o altro (equilibrio tra alta e vortice in realtà).
    Scusa se mi sono intromesso, diciamo che il senso che intendi si capisce pure, però mi pare una modo fuorviato, non esatto e difficile di porre le questioni tecniche. Parlare + semplice credo che aiuti ... es. una rossby acuta che determina qualcosa (flussi, variiazioni di forma del VPS ecc.. OK, chiuso OT, era solo x chiarimento e spero che possa servire. Ciao.

  5. #555
    Brezza leggera L'avatar di Bortan
    Data Registrazione
    15/12/20
    Località
    Casanova di rovegno ( GE )
    Età
    49
    Messaggi
    313
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Si Sandro hai ragione ma la terminologia cresta d' onda è un' altro modo di chiamare l' onda planetaria e credo che l' idea di raffigurare un' onda con la cresta da' ancora più l' idea all' utente della sua possibile propagazione verticale ...anche se nn è etimologicamente corretto ...sul discorso delle wave , anche li hai ragione ma è talmente tanto radicato il concetto che la wave1 corrisponda all' onda planetaria pacifica e la wave 2 corrisponda all' onda planetaria atlantica che viene ogni volta complicato specificare o precisare ...all' utente è più semplice capire che le onde planetarie siano in corrispondenza dei due oceani nell' emisfero nord ....che poi partano da punti variabili è un po' più complicato fare comprendere il concetto ...diciamo che è un modus ormai operandi ,una lingua parlata da tutti e compresa da tutti ...

  6. #556
    Tempesta violenta L'avatar di Fabry18
    Data Registrazione
    23/02/06
    Località
    Tagliacozzo (AQ)
    Messaggi
    13,455
    Menzionato
    41 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro58 Visualizza Messaggio
    Ciao Bortan, scusa se intervengo sul tuo post, che a grandi linee trovo sensato ... vorrei chiedere come mai te e ho visto anche in altri forumisti, si usano terminologie alquanto "incognite", a meno che non vi siate fatti una terminologia specifica x questo forum (diciamo x capirsi):
    Es dici:


    Non ha alcun senso meteorologico. Non esistono "creste d'onda" e le "canalizzazioni" sono qualcosa che non ha attinenza con il tema. Capisco che intendi dire, grosso modo, ma è usata una terminologia piuttosto criptica. Le cose, seppur estremamente complesse (gli eddy heat flux sono una schematizzazione UMANA, matematica, x definire le entità delle variazioni spaziali di caratteristiche fisiche dell'atmosfera, roba difficilissima) in realtà nascondono cose piuttosto banali: la colonna atmosferica sappiamo che è diversa con la quota e estremamente diversa a cavallo della tropopausa, tutto quello che dici è attinente con VARIAZIONI troposferiche che poi vengono nel tempo "risentite" verso i piani + alti, o anche variazioni a certe altezze che si risentono negli altri piani + in generale, non necessariamente troposfera, ma di norma tutto parte dalla troposfera. Quindi direi che potrebbe essere + semplice far notare le variazioni (generalmente rossby acute, persistenze d'onda atmosferica) che avvengono in certi momenti e come queste poi si risentano più in alto ... e non è un problema di "cresta", un onda atmosferica è completa e le variazioni dipendono dalle differenze di "forma" che si propagano.

    un altro esempio:


    Wave 1 immagino che tu intenda l'alta aleutinica classica stratosferica, giusto? Non è così, la wave 1 NON è l'alta aleutinica, ma la forma a 1 vortice 1 alta ... quindi potrebbe anche essere un vortice siberiano con alta canadese x esempio. Quindi l'ellitticità non sarà data da wave 1 ma saranno le anomalie di wave 1 e 2 a cambiare se il vortice diventa + ellittico x via di alte aleutinica o altro (equilibrio tra alta e vortice in realtà).
    Scusa se mi sono intromesso, diciamo che il senso che intendi si capisce pure, però mi pare una modo fuorviato, non esatto e difficile di porre le questioni tecniche. Parlare + semplice credo che aiuti ... es. una rossby acuta che determina qualcosa (flussi, variiazioni di forma del VPS ecc.. OK, chiuso OT, era solo x chiarimento e spero che possa servire. Ciao.Immagine
    Sandro permettimi OT..scrivi sempre troppo poco su questo forum..speriamo in qualche run dell’ammmoore…(bei tempi andati di inizio anno 2000) per vederti più spesso


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  7. #557
    Tempesta violenta L'avatar di Marcoan
    Data Registrazione
    02/09/03
    Località
    Portogruaro (VE)
    Messaggi
    13,649
    Menzionato
    113 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da Bortan Visualizza Messaggio
    Si Sandro hai ragione ma la terminologia cresta d' onda è un' altro modo di chiamare l' onda planetaria e credo che l' idea di raffigurare un' onda con la cresta da' ancora più l' idea all' utente della sua possibile propagazione verticale ...anche se nn è etimologicamente corretto ...sul discorso delle wave , anche li hai ragione ma è talmente tanto radicato il concetto che la wave1 corrisponda all' onda planetaria pacifica e la wave 2 corrisponda all' onda planetaria atlantica che viene ogni volta complicato specificare o precisare ...all' utente è più semplice capire che le onde planetarie siano in corrispondenza dei due oceani nell' emisfero nord ....che poi partano da punti variabili è un po' più complicato fare comprendere il concetto ...diciamo che è un modus ormai operandi ,una lingua parlata da tutti e compresa da tutti ...
    Scusa Bortan, intervengo sul tuo onde evitare, ma di di "cresta d'onda" se ne parla in decine di paper così come di "canalizzazione dei flussi" che, banalizzando, è come dire avere in flusso in un tubo bucherellato e quindi tanti piccoli rivoli, anziché avere un flusso unico su un tubo senza buchi: va da sé che nel primo caso hai una minore potenza dei flussi rispetto al secondo caso...quanto a w1 e w2, sono acronimi per indicare un disturbo a una "cresta" d'onda prevalente e uno a due "creste" , onda aleutinica o atlantica non c'entrano nulla.

  8. #558
    Vento teso L'avatar di Sandro58
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Roma
    Età
    64
    Messaggi
    1,990
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Marco, solo una cosa, non voglio entrare in una discussione, ma una precisazione si: i flussi di calore o di altra grandezza, è qualcosa che "fluisce", che si "propaga" .. nel senso che una sollecitazione impone cambiamenti limitrofi andando a modificare le misure. Alla fine trovi che, x es. una rossby, gradatamente impone ai piani + alti (o + bassi in taluni casi) variazioni di forma e ovviamente delle misure atmosferiche .. il tutto viene schematizzato matematicamente x rendere queste variazioni come un flusso energetico che si propaga, non esistono "canali" ma semmai "zone" dove le variazioni avvengono +/- velocemente e di intensità. Sulla "cresta" ho capito da Bortan che la usate pour parler, x capirsi, ma occhio che un onda non è solo la sua "cresta", agisce TUTTA.

    Es. di eddy heat flux, vedi zone in cui si sono verificate variazioni e quindi aumento di trasporto energetico, ieri, discrete le variazioni che si propagano dalla rossby siberiana.
    gfs_nh-ehf-hgt_lonprs-xsect_20221202_f000.png

    Comunque chiudo qui e mi scuso x l'OT. Ringrazio Fabbry che saluto cordialmente, certo, speriamo in un bellissimo run dell'ammore, ci vorrebbe proprio !!

  9. #559
    Brezza leggera L'avatar di bunicorn
    Data Registrazione
    25/07/20
    Località
    RE
    Messaggi
    289
    Menzionato
    3 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Citazione Originariamente Scritto da Sandro58 Visualizza Messaggio
    Marco, solo una cosa, non voglio entrare in una discussione, ma una precisazione si: i flussi di calore o di altra grandezza, è qualcosa che "fluisce", che si "propaga" .. nel senso che una sollecitazione impone cambiamenti limitrofi andando a modificare le misure. Alla fine trovi che, x es. una rossby, gradatamente impone ai piani + alti (o + bassi in taluni casi) variazioni di forma e ovviamente delle misure atmosferiche .. il tutto viene schematizzato matematicamente x rendere queste variazioni come un flusso energetico che si propaga, non esistono "canali" ma semmai "zone" dove le variazioni avvengono +/- velocemente e di intensità. Sulla "cresta" ho capito da Bortan che la usate pour parler, x capirsi, ma occhio che un onda non è solo la sua "cresta", agisce TUTTA.
    Es. di eddy heat flux, vedi zone in cui si sono verificate variazioni e quindi aumento di trasporto energetico, ieri, discrete le variazioni che si propagano dalla rossby siberiana.
    gfs_nh-ehf-hgt_lonprs-xsect_20221202_f000.png

    Comunque chiudo qui e mi scuso x l'OT. Ringrazio Fabbry che saluto cordialmente, certo, speriamo in un bellissimo run dell'ammore, ci vorrebbe proprio !!
    Ciao.
    Due interventi molto pertinenti i tuoi (anche se sul discorso onde non sono completamente d'accordo).
    Sugli Eddy flux in particolare, poiché, soprattutto per la parte derivante dalle onde planetarie, il calcolo è fondato su valor medi emisferici di v e t.
    Quindi di "canali" proprio non se ne parla.
    Si può fare la mappa emisferica delle aree in cui i flussi sono più marcati, ma la sostanza finale è che il flusso "di breve periodo" serve a poco, mentre invece è molto importante il flusso mediato su un lungo periodo, per il quale una rappresentazione spaziale non avrebbe gran senso.
    Africanum HP delendum est.
    https://Arasky.it

    Youtube

  10. #560
    Vento teso L'avatar di Sandro58
    Data Registrazione
    28/10/08
    Località
    Roma
    Età
    64
    Messaggi
    1,990
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: VORTICE POLARE 2022/23, analisi e prospettive del semestre freddo.

    Condivido .. anche se occhio che ..
    ..il calcolo è fondato su valor medi emisferici di v e t...
    e
    molto importante il flusso mediato su un lungo periodo, per il quale una rappresentazione spaziale non avrebbe gran senso
    sono NOSTRE considerazioni (x esempio x il calcolo del flusso medio nei 45gg precedenti x capire lo stato del VPS), ma in realtà è una condizione spaziale a macchie sparse che si muovono nel tempo e nello spazio .. esempio flussi a 100hpa (linea bianca) mediandoli saranno certamente positivi rispetto alla climatologia, ma sono diversi x zone (e nel tempo sulle varie zone xhè le onde si muovono nel tempo)
    gfs_nh-ehf-hgt_lonprs-xsect_20221202_f120.png

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •