Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Brezza tesa L'avatar di meteobuccellato-LU
    Data Registrazione
    05/09/03
    Località
    Ponte a Moriano (LU)
    Età
    39
    Messaggi
    669
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito 5 dicembre, piena del Fiume Serchio

    ciao,
    ecco qualche foto della piena del Serchio di venerdì 5 dicembre.
    E' stata una piena a metà strada tra l'ordinaria e straordinaria.
    A Monte San Quirico (periferia di Lucca), l'ondata è arrivata a circa 2,50 m s.z.i (nel 2000 arrivò a 3,19).
    La piena non ha destato particolari preoccupazioni, gli argini hanno retto bene ed il fiume ha raggiunto una portata di circa 1500 mc/sec. (stima mia considerando che nel 2000 arrivò a 2000 mc/sec.).
    Problemi seri invece si sono registrati in Garfagnana per alcune frane e nelle campagne lucchesi dell'Oltreserchio, dove - a causa della rottura di una chiusa - molta acqua si è riversata nelle campagne, isolando alcune corti.

    Il fenomeno è stato causato dal repentino rialzo termico unito alle abbondanti piogge (Orto di Donna-Apuane 338 mm/15 h).

    Il record storico rimane quello de 2 ottobre 1836, quando il Serchio arrivò a 3200 mc/sec.

    Il Fiume Serchio a Ponte a Moriano (6 km nord di Lucca)


    Il Serchio dalla SS 12 del Brennero


    La Protezione Civile in attività di monitoraggio sulla SS 12


    Ancora il Serchio presso Vinchiana (imbocco della Garfagnana)


    Cassa di espansione invasa dalle acque


    Borgo a Mozzano (Mediavalle del Serchio), il Ponte del diavolo (sec. XII)


    Ancora il Ponte del diavolo


    Dal Ponte del diavolo verso valle, sullo sfondo la diga di Borgo a Mozzano


    Verso monte


    Diga di Borgo a Mozzano


    Ancora il Serchio dalla SS 12


    Ponte a Moriano


    I canali della Piana di Lucca non defluiscono più nel Serchio e sl'acqua inizia ad accumularsi




    Ponte San Pietro (Piana di Lucca), particolare del ponte.
    La piena del 6/11/2000 coprì interamente la luce dell'arco di sinistra


    Ponte San Pietro


    Ancora Ponte San Pietro


    Piena notturna al Ponte del diavolo


    Ancora il Ponte del diavolo


    Metto anche una foto (tratta dal sito dell'acb Serchio) del Ponte del diavolo durante la piena del 9 novembre 1982. La strada invasa dalle acque è la SS 12 del Brennero
    Ultima modifica di meteobuccellato-LU; 11/12/2008 alle 13:07

  2. #2
    Vento fresco L'avatar di lupin-3
    Data Registrazione
    05/03/04
    Località
    Monticello 410m (LC)
    Età
    41
    Messaggi
    2,962
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: 5 dicembre, piena del Fiume Serchio

    quant'acqua!!!
    " L'alpinismo è salire per la via più facile alla vetta, tutto il resto è acrobazia ".
    -Bruno Detassis-

  3. #3
    Brezza leggera L'avatar di mirto
    Data Registrazione
    09/10/06
    Località
    Firenze (FI)
    Messaggi
    470
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: 5 dicembre, piena del Fiume Serchio

    Cavolo!
    Interessante reportage (e speriamo che torni la neve)!
    Turismo in Russia: http://www.holidaylend.com
    Alpi Apuane: cielo, mare, monti http://www.vadoetorno.altervista.org

  4. #4
    Brezza tesa L'avatar di meteobuccellato-LU
    Data Registrazione
    05/09/03
    Località
    Ponte a Moriano (LU)
    Età
    39
    Messaggi
    669
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: 5 dicembre, piena del Fiume Serchio

    Non avrei pensato di riprendere questo messaggio a soli 40 giorni dalla piena del 5 dicembre!

    Il Serchio - dopo la piena del 5/12/08 - ha fatto bis il 20 gennaio.
    Una piena "insolita", visto che in questo mese è statisticamente molto improbabile (l'ultima nel 1800 mi pare), eppure quella del 20 gennaio è stata una piena molto importante, sicuramente superiore a quella del 5 dicembre.
    A Lucca il fiume ha raggiunto +3,24 s.z.i, contro i +2,73 del 5 dicembre e i +3,19 del 6/11/2000.
    Non mi convince per niente però il dato di +3,24, in quanto è superiore a quello del novembre 2000, cosa davvero difficile visto che 9 anni fa il Serchio arrivò a oltre 1700 mc/sec a Borgo a Mozzanom contro i 1200 del 20 gennaio.
    Inoltre - anche visivamente - il Serchio era un metro più basso: probabilmente è cambiato il fondale del fiume a Lucca o forse i tantissimi alberi presenti nell'alveo hanno prodotto un "effetto diga".

    Le precipitazioni sono state molto importanti: 330 mm in 30 ore a Orto di Donna (Apuane), 325 a Campagrina (Apuane), tra i 250 e i 300 in molte altre stazioni apuane, sui 200 sull'Appennino Toscoemiliano (anche fusione di neve).

    A Lucca l'ondata di piena è transitata intorno alle 22, come si può vedere dal grafico è stata una ondata abbastanza veloce (innalzamento e abbassamento rapido)



    E' interessante notare la differenza con la piena del 5/12/08: in questo caso l'ondata di piena fu molto più lenta, probabilmente a causa della maggiore durata dell'evento (30-32 ore contro le 20 ore circa del 20 gennaio). A dicembre quindi l'intensità di pioggia fu minore, e l'ondata di piena fu di conseguenza più lenta (molto lunga la cosiddetta "fase di stanca").

    Interessante anche notare l'importante ruolo degli Appennini: il 5/12/08 la piena fu suprattutto "apuana", mentre quella del 20 gennaio è stata una piena anche "appenninica" (forte pioggia, forte fusione di neve).

    Interessante confrontare questi due idrometri: il primo (Ponte di Campia) a monte della confluenza con la Lima, il secondo (Fornoli) a valle





    Come detto la piena è transitata a Lucca intorno alle 22, mentre nel tratto pisano è arrivata a tarda notte.
    Sotto il grafico dell'idrometro di Vecchiano (circa +10 s.z.i, contro i +10,63 del novembre 2000).



    In conclusione possiamo dire che è stata una piena molto importante, possiamo dire "straordinaria" se pensiamo al mese dell'anno in cui è avvenuta...anche se dovremo cominciare a tenere d'occhio gennaio, che si sta trasformando semrpe più spesso in un "novembre invernale".

    Per quanto riguarda le precipitazioni, sono state nell'ordine di 200/250 mm sul versante apuano, un po' meno su quello appenninico (non ho ancora calcolato le precipitazioni medie).

    Da segnalare i notevoli disagi anche nella Piana di Lucca: stavolta infatti quando le correnti da SW sono diventate meno tese, il fronte ha scaricato anche in pianura (85 mm a San Macario, periferia ovest di Lucca, contro i 29 mm del 5/12/08)...ma paradossalmente questa è stata la nostra salvezza, perchè se il flusso da SW fosse continuato così "sparato", avremmo avuto sì meno precipitazioni in pianura, ma sulle Apuane saremmo arrivati tranquillamente a 450 mm...con le ovvie nefaste conseguenze del caso).

    Le piene storiche
    Come detto, in questo caso il Serchio è arrivato a circa 1300 mc/sec a Lucca. Tra le piene recenti, la più importante rimane quella del 9 novembre 1982 (2000 mc/sec. a Borgo a Mozzano, 2200 mc/sec. a Lucca), mentre la piena più grande del nostro fiume rimane quella del 2 ottobre 1836, quando il Serchio raggiunse la portata di ben 3200 mc/sec a Lucca. In questa occasione il Ponte del Diavolo subì gravi danni e a Cerasomma il fiume uscì dagli argini e invase la campagna. Straordinariamente gli argini appena costruiti intorno alla città ressero alla forza devastante del fiume, cosicché “la piena inaudita passò innocente alla sottostante pianura”. Per avere un’idea della portata di questo evento, basta pensare che il fiume scorreva sulla sede stradale della SS 12 del Brennero, dove raggiunse un’altezza di circa 2 metri (presente una tacca su una casa che indica il livello raggiunto dalle acque).
    La piena più rovinosa rimane probabilmente quella del 18 novembre 1812, quando il nostro ruppe gli argini a Monte San Quirico, entrando in città dalle porte delle mura. Raccontano le cronache dell’epoca che Elisa Baciocchi (Sovrana della Repubblica di Lucca, sorella di Napoleone Bonaparte) accorse da Pisa e, accostando la barca alle mura, fu fatta entrare in città a forza di braccia. Forse fu proprio la piena del 1812 che fece nascere il detto “costare più del Serchio ai lucchesi”.
    Per tornare al ‘900 una piena molto rovinosa fu quella del 1940, quando il Serchio ruppe gli argini dalla parte dell’Oltreserchio, provocando allagamenti importanti: il castello di Nozzano sembrava un’isola in mezzo a un grande lago.

    Scusate se sono stato un po' prolisso...

    ciao, nicola

    Posto anche alcune foto della piena, quelle del Ponte del Diavolo sono state scattate intorno alle 14, quindi il fiume non era ovviamente "al massimo della forma".

    Una "memoria storica" del Serchio ci racconta i segreti del fiume e delle piene


    Posto di osservazione privilegiato


    Il Ponte del Diavolo


    Dal Brennero


    Dal Ponte del Diavolo verso monte


    Il nostro punto di osservazione dal Ponte del Diavolo...siamo proprio sotto la gloriosa ferrovia Lucca-Aulla


    Particolare del Ponte del Diavolo


    Ore 22 circa, il colmo della piena transita da Ponte San Pietro

  5. #5
    Uragano L'avatar di Heinrich
    Data Registrazione
    21/04/08
    Località
    Bolzano
    Età
    27
    Messaggi
    16,498
    Menzionato
    25 Post(s)

    Predefinito Re: 5 dicembre, piena del Fiume Serchio

    Grandi ed ottimo report.
    Ho camminato su quella monolitica opera.
    Maestoso e fa quasi paura vederlo così minacciato dalle acque.
    Ma caso vuole che sia una delle strutture più resistenti che esistano.
    L'arco grande ha nella punta un tale perfetto bilanciamento delle forze peso.

    Mirabile.
    Bellissima struttura.
    Parlo di cose scomode: tipo ciglia negli occhi, vecchine alla guida o quando sbagli col sale...



Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •