Pagina 65 di 69 PrimaPrima ... 15556364656667 ... UltimaUltima
Risultati da 641 a 650 di 690
  1. #641
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/02/12
    Località
    Roncofreddo (FC)
    Età
    38
    Messaggi
    1,888
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Buongiorno, mi aggancio alla discussione per chiedere un vostro parere. Ho sempre avuto il sospetto che il mio pluvio della VP2 sottostimasse, confrontandolo con stazioni vicine. Due gg fa ne ho preso uno manuale e con la pioggia caduta ieri ho già notato una grossa differenza. 4mm del manuale contro i 2.2 mm della Davis. Ho letto un manuale che ho trovato in internet per la taratura, secondo il quale (con un pesetto da 0,2 mm) versando 100 cc di acqua, avrei dovuto avere 24 colpi di bascula. In realtà ne ho avuti 17. Prima di agire sulle viti, mi chiedo come sia possibile che sia così fuori taratura.. Non vorrei sbagliare qualcosa io.. La mia versione della Davis ha l'adattore EU incluso, quindi sono sicuro che il peso montato di default sia quello da 0,2mm

  2. #642
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    2,875
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da RikFc Visualizza Messaggio
    Buongiorno, mi aggancio alla discussione per chiedere un vostro parere. Ho sempre avuto il sospetto che il mio pluvio della VP2 sottostimasse, confrontandolo con stazioni vicine. Due gg fa ne ho preso uno manuale e con la pioggia caduta ieri ho già notato una grossa differenza. 4mm del manuale contro i 2.2 mm della Davis. Ho letto un manuale che ho trovato in internet per la taratura, secondo il quale (con un pesetto da 0,2 mm) versando 100 cc di acqua, avrei dovuto avere 24 colpi di bascula. In realtà ne ho avuti 17. Prima di agire sulle viti, mi chiedo come sia possibile che sia così fuori taratura.. Non vorrei sbagliare qualcosa io.. La mia versione della Davis ha l'adattore EU incluso, quindi sono sicuro che il peso montato di default sia quello da 0,2mm
    Io la scorsa primavera ho provato esattamente la taratura dei 100 ml ottenendo 20 scatti rispetto i 24 auspicati. Allora in seguito l'ho tarato per avere 24 su 24 scatti.

    Risultato? In ottobre con le prime vere perturbazioni da centinaia di mm mi sono trovato con uno strumento che sovrastimava di un buon 20-25% rispetto le stazioni vicine e il pluviometro manuale TFA. Eppure a 100 ml corrispondevano ancora 24 scatti!

    Annotando poi su più perturbazioni i confronti tra i due pluviometri e calcolando di quanto diminuire la taratura (ca -16%) l'ho ricalibrato sapendo che un giro di vite modifica circa il 6%, è adesso da inizio novembre ho una strumentazione plausibile e coerente.

    Il consiglio che ti posso dare è prima di tutto di quantificare quanto diverge la davis annotando i confronti con un pluviometro manuale affidabile tra varie perturbazioni (trovi i miei esempi di tabella qualche commento fa). Non tutte le perturbazioni sono rappresentative, 4 mm è troppo poco per decidere, minimo deve essere una precipitazione da almeno 10/20 mm. Valuta cosa ottieni e solo in seguito agisci sulle viti sapendo che un giro applicato sulle due viti modifica il 6% (almeno da me è così), e in ogni caso bisogna continuare con i confronti anche dopo a nuova taratura.
    Ultima modifica di AbeteBianco; 28/11/2018 alle 20:07

  3. #643
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/02/12
    Località
    Roncofreddo (FC)
    Età
    38
    Messaggi
    1,888
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Io la scorsa primavera ho provato esattamente la taratura dei 100 ml ottenendo 20 scatti rispetto i 24 auspicati. Allora in seguito l'ho tarato per avere 24 su 24 scatti.

    Risultato? In ottobre con le prime vere perturbazioni da centinaia di mm mi sono trovato con uno strumento che sovrastimava di un buon 20-25% rispetto le stazioni vicine e il pluviometro manuale TFA. Eppure a 100 ml corrispondevano ancora 24 scatti!

    Annotando poi su più perturbazioni i confronti tra i due pluviometri e calcolando di quanto diminuire la taratura (ca -16%) l'ho ricalibrato sapendo che un giro di vite modifica circa il 6%, è adesso da inizio novembre ho una strumentazione plausibile e coerente.

    Il consiglio che ti posso dare è prima di tutto di quantificare quanto diverge la davis annotando i confronti con un pluviometro manuale affidabile tra varie perturbazioni (trovi i miei esempi di tabella qualche commento fa). Non tutte le perturbazioni sono rappresentative, 4 mm è troppo poco per decidere, minimo deve essere una precipitazione da almeno 10/20 mm. Valuta cosa ottieni e solo in seguito agisci sulle viti sapendo che un giro applicato sulle due viti modifica il 6% (almeno da me è così), e in ogni caso bisogna continuare con i confronti anche dopo a nuova taratura.
    Ti ringrazio. Allora aspetto quantitativi di pioggia più cospicui prima di decidere di intervenire. Tu a strumento tarato, quanti scatti di bascula ottieni? Altra cosa... Eventualmente sarebbe possibile provare a tarare lo strumento sulla base del quantitativo segnato sulla console? Mi spiego meglio... So che se verso 100 ml devo arrivare a 4,8mm se non erro. Potrei provare in questo modo o mi consigli comunque di aspettare le piogge?
    Grazie

  4. #644
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    2,875
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da RikFc Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio. Allora aspetto quantitativi di pioggia più cospicui prima di decidere di intervenire. Tu a strumento tarato, quanti scatti di bascula ottieni? Altra cosa... Eventualmente sarebbe possibile provare a tarare lo strumento sulla base del quantitativo segnato sulla console? Mi spiego meglio... So che se verso 100 ml devo arrivare a 4,8mm se non erro. Potrei provare in questo modo o mi consigli comunque di aspettare le piogge?
    Grazie
    Io proprio come te avevo notato che la Davis sottostimava di circa il 10% rispetto le stazioni limitrofe, ma all'epoca non avevo un pluviometro manuale affidabile, ma solo quello della mia vecchia stazione Irox. Avevo notato che con il passare dei mesi si era starata rispetto quel pluviometro.

    Poi avevo deciso di seguire quella teoria dei 100 ml = 4.8 mm e mi sono fornito di un pluviometro manuale affidabile più che discreto (TFA da 70 mm).

    Quest'estate ha piovuto poco e dunque non si potevano fare molti confronti. Le precipitazioni di ottobre (in totale oltre 300 mm) sono state invece un banco di prova importante, ma lo ho notato evidenti sovrastime sia rispetto le stazioni limitrofe che i miei due pluviometri...

    Allora a inizio novembre visto che pioveva ancora molto ho annotato per bene i confronti con le osservazioni manuali, calcolato che io avrei dovuto diminuire le osservazioni Davis del 16% e dunque agito sulle viti sapendo che un giro è 6%.

    I confronti successivi lo hanno riportato entro ranghi accettabili e gli scatti ottenuti non sono 24, ma 21/22 (originale era 20, dunque conferma che leggermente sottostimava prima delle esperienze).

    Se leggi i commenti di inizio novembre in questo thread #604 trovi propri le mie esperienze fatte con la ritaratura.

    Io prima di tutto ti consiglio di allestire una tabella di confronto con un pluviometro MANUALE AFFIDABILE se hai la possibilità di confrontare con precipitazioni in questo periodo.

    Tarature a livello software purtroppo non ne ho trovate per il software Weatherlink, ma a livello di console non saprei.

    PS: Avevo chiesto a Davis se quella dei 100 ml = 4.8 mm fosse un metodo di taratura, ma mi avevano risposto che non sono sicuri che sia un buon metodo! Loro dicono di confrontare i dati con osservazioni manuali su più perturbazioni, esattamente come sto facendo io dopo questa pessima esperienza con la taratura teorica dei 100 ml. Considera che ho dovuto correggere le osservazioni dei mesi precedenti nel software WSWIN (applicato fattori di scala di 0.82 e 0.9 a dipendenza).

    Sono tutte cose che avevo esposto sul forum, magari le trovi, ma se vuoi dopo te le giro.

    Dopo ti giro pure la mia tabella di confronto aggiornata.
    Ultima modifica di AbeteBianco; 29/11/2018 alle 07:20

  5. #645
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/02/12
    Località
    Roncofreddo (FC)
    Età
    38
    Messaggi
    1,888
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Io proprio come te avevo notato che la Davis sottostimava di circa il 10% rispetto le stazioni limitrofe, ma all'epoca non avevo un pluviometro manuale affidabile, ma solo quello della mia vecchia stazione Irox. Avevo notato che con il passare dei mesi si era starata rispetto quel pluviometro.

    Poi avevo deciso di seguire quella teoria dei 100 ml = 4.8 mm e mi sono fornito di un pluviometro manuale affidabile più che discreto (TFA da 70 mm).

    Quest'estate ha piovuto poco e dunque non si potevano fare molti confronti. Le precipitazioni di ottobre (in totale oltre 300 mm) sono state invece un banco di prova importante, ma lo ho notato evidenti sovrastime sia rispetto le stazioni limitrofe che i miei due pluviometri...

    Allora a inizio novembre visto che pioveva ancora molto ho annotato per bene i confronti con le osservazioni manuali, calcolato che io avrei dovuto diminuire le osservazioni Davis del 16% e dunque agito sulle viti sapendo che un giro è 6%.

    I confronti successivi lo hanno riportato entro ranghi accettabili e gli scatti ottenuti non sono 24, ma 21/22 (originale era 20, dunque conferma che leggermente sottostimava prima delle esperienze).

    Se leggi i commenti di inizio novembre in questo thread #604 trovi propri le mie esperienze fatte con la ritaratura.

    Io prima di tutto ti consiglio di allestire una tabella di confronto con un pluviometro MANUALE AFFIDABILE se hai la possibilità di confrontare con precipitazioni in questo periodo.

    Tarature a livello software purtroppo non ne ho trovate per il software Weatherlink, ma a livello di console non saprei.

    PS: Avevo chiesto a Davis se quella dei 100 ml = 4.8 mm fosse un metodo di taratura, ma mi avevano risposto che non sono sicuri che sia un buon metodo! Loro dicono di confrontare i dati con osservazioni manuali su più perturbazioni, esattamente come sto facendo io dopo questa pessima esperienza con la taratura teorica dei 100 ml. Considera che ho dovuto correggere le osservazioni dei mesi precedenti nel software WSWIN (applicato fattori di scala di 0.82 e 0.9 a dipendenza).

    Sono tutte cose che avevo esposto sul forum, magari le trovi, ma se vuoi dopo te le giro.

    Dopo ti giro pure la mia tabella di confronto aggiornata.
    Grazie, gentilissimo! Anzitutto provo a spostarla dal punto in cui é adesso. É in una collocazione non ottimale e troppo vicina ad una siepe che é piú alta di lei e che sicuramente scherma le piogge. Avrei già dovuto farlo prima.. Una volta spostata posso iniziare già a valutare gli eventuali miglioramenti ed iniziare un confronto con il pluvio manuale. Visto che mi fa 17 scatti, sicuramente la sottostima c'è, ma provo comunque a valutare su più perturbazioni come mi hai consigliato tu. A livello di console non credo sia possibile intervenire, ma sarebbe utile per evitare di agire sulle viti


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro

  6. #646
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    2,875
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da RikFc Visualizza Messaggio
    Grazie, gentilissimo! Anzitutto provo a spostarla dal punto in cui é adesso. É in una collocazione non ottimale e troppo vicina ad una siepe che é piú alta di lei e che sicuramente scherma le piogge. Avrei già dovuto farlo prima.. Una volta spostata posso iniziare già a valutare gli eventuali miglioramenti ed iniziare un confronto con il pluvio manuale. Visto che mi fa 17 scatti, sicuramente la sottostima c'è, ma provo comunque a valutare su più perturbazioni come mi hai consigliato tu. A livello di console non credo sia possibile intervenire, ma sarebbe utile per evitare di agire sulle viti


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
    Sicuramente prima ancora della calibrazione è importante il posizionamento a norma. Probabilmente se la tua stazione fa 17 scatti effettivamente è presente una sottostima, ma per quantificarla il miglior modo è confrontare con i dati concreti degli eventi pluviometrici, perché è proprio lì che i pluviometri devono fornire dati affidabili e non durante prove teoriche che hanno fatto cilecca su tutti i fronti nel mio caso.
    È chiaro che non sempre si possono fare buoni confronti tra pluviometri perché ci possono essere perturbazioni temporalesche irregolari o periodi di siccità.

    Di principio comunque i pluviometri basculanti come quelli della Davis presentano delle ovvie imprecisioni che non possono essere compensate con le calibrazioni e che ci saranno sempre, non si può pretendere l'impossibile, oscillazioni del +/- 5-10% sono normalissime.

    Il problema c'è ad esempio quando hai sistematicamente valori - (come potrebbe essere il tuo caso) oppure + (io prima della nuova ricalibrazione). L'ideale sarebbe cercare di tenere la media dei valori attorno 0%, ma una variabilità c'è sempre. Si cerca di eliminare le sistematicità. @capriccio sa spiegare nel dettaglio queste cose.

    Qui allego la mia tabella di confronto con il pluviometro manuale. È evidente come i valori della tabella arancione (con la calibrazione 100 ml) siano totalmente inaccettabili, eppure 24 scatti li faceva...

    È evidente, prima a una precipitazione di circa 27 mm del manuale segnava 36 mm, ora ho l'esempio dei 28 mm, quindi a qualcosa è servita questa tabella. I dati fasulli archiviati li ho corretti applicando un fattore di scala di 0.82 per avvicinarmi ai valori teorici giusti ma non è una cosa logica da fare in questa portata.

    Tieni presente che anche dopo una calibrazione corretta il pluviometro va verificato, perché potrebbe stararsi.

    Poi sotto c'è il confronto dopo la ricalibrazione basata su questi dati.
    Ultima modifica di AbeteBianco; 29/11/2018 alle 13:12

  7. #647
    Vento teso
    Data Registrazione
    05/02/12
    Località
    Roncofreddo (FC)
    Età
    38
    Messaggi
    1,888
    Menzionato
    5 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Sicuramente prima ancora della calibrazione è importante il posizionamento a norma. Probabilmente se la tua stazione fa 17 scatti effettivamente è presente una sottostima, ma per quantificarla il miglior modo è confrontare con i dati concreti degli eventi pluviometrici, perché è proprio lì che i pluviometri devono fornire dati affidabili e non durante prove teoriche che hanno fatto cilecca su tutti i fronti nel mio caso.
    È chiaro che non sempre si possono fare buoni confronti tra pluviometri perché ci possono essere perturbazioni temporalesche irregolari o periodi di siccità.

    Di principio comunque i pluviometri basculanti come quelli della Davis presentano delle ovvie imprecisioni che non possono essere compensate con le calibrazioni e che ci saranno sempre, non si può pretendere l'impossibile, oscillazioni del +/- 5-10% sono normalissime.

    Il problema c'è ad esempio quando hai sistematicamente valori - (come potrebbe essere il tuo caso) oppure + (io prima della nuova ricalibrazione). L'ideale sarebbe cercare di tenere la media dei valori attorno 0%, ma una variabilità c'è sempre. Si cerca di eliminare le sistematicità. @capriccio sa spiegare nel dettaglio queste cose.

    Qui allego la mia tabella di confronto con il pluviometro manuale. È evidente come i valori della tabella arancione (con la calibrazione 100 ml) siano totalmente inaccettabili, eppure 24 scatti li faceva...

    È evidente, prima a una precipitazione di circa 27 mm del manuale segnava 36 mm, ora ho l'esempio dei 28 mm, quindi a qualcosa è servita questa tabella. I dati fasulli archiviati li ho corretti applicando un fattore di scala di 0.82 per avvicinarmi ai valori teorici giusti ma non è una cosa logica da fare in questa portata.

    Tieni presente che anche dopo una calibrazione corretta il pluviometro va verificato, perché potrebbe stararsi.

    Poi sotto c'è il confronto dopo la ricalibrazione basata su questi dati.Immagine
    Grazie mille di tutto


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro

  8. #648
    Vento forte L'avatar di Stefano83
    Data Registrazione
    08/11/07
    Località
    Galàtone (LE)
    Età
    35
    Messaggi
    4,131
    Menzionato
    10 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    @AbeteBianco: intanto ottimo lavoro.
    Ad essere precisi, con 100 ml ci vorrebbero 23,5 scatti (quindi 23 più mezzo cucchiaio) visto che, secondo i miei calcoli, veniva 235 scatti per 1 litro.
    Qualche anno fa tarai il pluvio facendo prove per diversi giorni e spesso con 1 litro di acqua, come illustrato alcune pagine dietro in questo thread, arrivando ad un ottimo risultato teorico (234 scatti per 1 litro + eventuali residui sulle pareti del pluvio).

    Ebbene, posso dire che confrontando i dati con 2 pluvio manuali i risultati sono stati in genere buoni/ottimi, certo con le normali oscillazioni, ma non ho mai avuto errori sistematici nelle sovrastime, semmai lievi sottostime, ma sempre tollerabili, diciamo.
    Io confronto sempre con un TFA Nexus uguale al tuo e con un altro pluvio manuale ad imbuto auto-costruito.

    Tutto ciò fino a circa 1 mese fa quando ho notato improvvisamente delle pesanti sovrastime (anche del 20-25%)! Per cui dopo pochi giorni l'ho smontato, approfittando anche per fare una pulizia completa di tutti i componenti, ho visto qualche ragnatela all'interno del pluvio e sospetto quindi che in qualche modo facesse scattare la bascula ben prima del dovuto, anche se non sembrava cosi evidente.
    Ad ogni modo ho chiuso con dei pezzi di rete per zanzariere quei quadrati alla base che "comunicano" con la parte interna del pluvio.

    Dopo la pulitura, ho ricontrollato e ri-tarato il pluvio con il metodo dei 100 ml (23 scatti e mezzo), e quindi corretto gli ultimi dati errati via software; dopo averlo rimontato, gli ultimi eventi piovosi sono stati ben in linea con i manuali (esempio, domenica scorsa TFA Nexus 24 mm, Davis 23.8).

    Ora, mi ha stupito il comportamento cosi anomalo del tuo Davis dopo quella taratura, per cui ti chiedo: sei sicuro che fosse fissato a dovere e che qualche fattore esterno non aiutasse a far scattare prima la bascula? Per esempio il palo che, se non accompagnato da tiranti ben ancorati, può oscillare eccessivamente facendo scattare prima le bascule in caso di vento forte.


    Il mio sito: Meteosts

    Reti: MNW - WU - Sup.

    Webcams - Stream


    "Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato" ​(Albert Einstein)

  9. #649
    myMeteoNetwork Team L'avatar di AbeteBianco
    Data Registrazione
    17/07/16
    Località
    Bellinzona (Ticino, Svizzera)
    Età
    21
    Messaggi
    2,875
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da Stefano83 Visualizza Messaggio
    @AbeteBianco: intanto ottimo lavoro.
    Ad essere precisi, con 100 ml ci vorrebbero 23,5 scatti (quindi 23 più mezzo cucchiaio) visto che, secondo i miei calcoli, veniva 235 scatti per 1 litro.
    Qualche anno fa tarai il pluvio facendo prove per diversi giorni e spesso con 1 litro di acqua, come illustrato alcune pagine dietro in questo thread, arrivando ad un ottimo risultato teorico (234 scatti per 1 litro + eventuali residui sulle pareti del pluvio).

    Ebbene, posso dire che confrontando i dati con 2 pluvio manuali i risultati sono stati in genere buoni/ottimi, certo con le normali oscillazioni, ma non ho mai avuto errori sistematici nelle sovrastime, semmai lievi sottostime, ma sempre tollerabili, diciamo.
    Io confronto sempre con un TFA Nexus uguale al tuo e con un altro pluvio manuale ad imbuto auto-costruito.

    Tutto ciò fino a circa 1 mese fa quando ho notato improvvisamente delle pesanti sovrastime (anche del 20-25%)! Per cui dopo pochi giorni l'ho smontato, approfittando anche per fare una pulizia completa di tutti i componenti, ho visto qualche ragnatela all'interno del pluvio e sospetto quindi che in qualche modo facesse scattare la bascula ben prima del dovuto, anche se non sembrava cosi evidente.
    Ad ogni modo ho chiuso con dei pezzi di rete per zanzariere quei quadrati alla base che "comunicano" con la parte interna del pluvio.

    Dopo la pulitura, ho ricontrollato e ri-tarato il pluvio con il metodo dei 100 ml (23 scatti e mezzo), e quindi corretto gli ultimi dati errati via software; dopo averlo rimontato, gli ultimi eventi piovosi sono stati ben in linea con i manuali (esempio, domenica scorsa TFA Nexus 24 mm, Davis 23.8).

    Ora, mi ha stupito il comportamento cosi anomalo del tuo Davis dopo quella taratura, per cui ti chiedo: sei sicuro che fosse fissato a dovere e che qualche fattore esterno non aiutasse a far scattare prima la bascula? Per esempio il palo che, se non accompagnato da tiranti ben ancorati, può oscillare eccessivamente facendo scattare prima le bascule in caso di vento forte.

    Grazie dello spunto. La prova del litro è dunque quella da 100 ml moltiplicata per 10, sicuramente è meglio di quella da 100 ml (io avevo provato anche quella da 150 ml e 200 ml ottenendo risultati proporzionali con i 24 scatti auspicati), sarebbe interessante sapere se ad ogni 100 ml nella tua prova corrispondevano esattamente 23.5 scatti perché se ad esempio una volta fa 20 poi 25 poi 23 ma sul totale fa il giusto 235 viene dimostrato che la precisione del pluviometro Davis ha i suoi limiti e quantitativi da 100 ml non sono sufficienti per la taratura.

    Quindi anche te hai avuto sovrastime così marcate di recente?
    Anch'io ho notato questa cosa solamente in ottobre, perché prima non dava l'impressione di sovrastimare tanto (penso solo +10% non +25%), infatti i dati dei mesi da aprile a settembre non li ho ridotti del 18%, ma del 10% altrimenti non quadravano, anche se non si potevano fare molti confronti viste le scarse piogge.

    Può essere che il pluviometro si stari in base alle temperature? Io lo scorso anno effettuavo dei confronti tra la Davis e la Irox, e ho notato che la Davis nei quantitativi mensili tendeva a sottostimare in modo QUASI LINEARE rispetto la Irox! Si passava da +10% in agosto a 0% in novembre a -8% in gennaio e marzo! Dopo in aprile avevo deciso di effettuare questa calibrazione ma non ho più avuto confronti diretti con la Irox.

    Confermo anch'io che c'erano stati parecchi ragni, ma non attorno la bascula (quelli inoltre c'erano anche dopo la nuova taratura e i risultati erano diversi).

    Fattori esterni che possano far scattare la bascula non ne ho trovati. L'unica cosa che avevo fatto prima delle pesanti sovrastime è stata quella di lubrificare i meccanismi (facilitando logicamente i movimenti), ma avevo apposta riverificato e si confermavano i 24 scatti.

    Avevo però notato durante la nuova taratura di novembre che la bascula della Davis non era perfettamente bilanciata, mettendola in equilibrio da un lato scattava prima dell'altro, allora ho parzialmente compensato con mezzo giro di vite. In effetti adesso i quantitativi misurati sono coerenti, però si deve sempre verificare.

    Forse ci sono così tanti fattori da considerare che bisogna valutare più la pratica che la teoria.

    Chi mi dice che la taratura attuale vada poi bene per le precipitazioni con rain rate elevati (cosa non verificata nel periodo preso in considerazione)?

    Intanto il mio pluviometro è tarato nonostante faccia 21/22 scatti al posto dei 24 che si citano.

  10. #650
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,065
    Menzionato
    17 Post(s)

    Predefinito Re: Taratura pluviometro Davis vantage Pro 2

    Citazione Originariamente Scritto da AbeteBianco Visualizza Messaggio
    Grazie dello spunto. La prova del litro è dunque quella da 100 ml moltiplicata per 10, sicuramente è meglio di quella da 100 ml (io avevo provato anche quella da 150 ml e 200 ml ottenendo risultati proporzionali con i 24 scatti auspicati), sarebbe interessante sapere se ad ogni 100 ml nella tua prova corrispondevano esattamente 23.5 scatti perché se ad esempio una volta fa 20 poi 25 poi 23 ma sul totale fa il giusto 235 viene dimostrato che la precisione del pluviometro Davis ha i suoi limiti e quantitativi da 100 ml non sono sufficienti per la taratura.

    Quindi anche te hai avuto sovrastime così marcate di recente?
    Anch'io ho notato questa cosa solamente in ottobre, perché prima non dava l'impressione di sovrastimare tanto (penso solo +10% non +25%), infatti i dati dei mesi da aprile a settembre non li ho ridotti del 18%, ma del 10% altrimenti non quadravano, anche se non si potevano fare molti confronti viste le scarse piogge.

    Può essere che il pluviometro si stari in base alle temperature? Io lo scorso anno effettuavo dei confronti tra la Davis e la Irox, e ho notato che la Davis nei quantitativi mensili tendeva a sottostimare in modo QUASI LINEARE rispetto la Irox! Si passava da +10% in agosto a 0% in novembre a -8% in gennaio e marzo! Dopo in aprile avevo deciso di effettuare questa calibrazione ma non ho più avuto confronti diretti con la Irox.

    Confermo anch'io che c'erano stati parecchi ragni, ma non attorno la bascula (quelli inoltre c'erano anche dopo la nuova taratura e i risultati erano diversi).

    Fattori esterni che possano far scattare la bascula non ne ho trovati. L'unica cosa che avevo fatto prima delle pesanti sovrastime è stata quella di lubrificare i meccanismi (facilitando logicamente i movimenti), ma avevo apposta riverificato e si confermavano i 24 scatti.

    Avevo però notato durante la nuova taratura di novembre che la bascula della Davis non era perfettamente bilanciata, mettendola in equilibrio da un lato scattava prima dell'altro, allora ho parzialmente compensato con mezzo giro di vite. In effetti adesso i quantitativi misurati sono coerenti, però si deve sempre verificare.

    Forse ci sono così tanti fattori da considerare che bisogna valutare più la pratica che la teoria.

    Chi mi dice che la taratura attuale vada poi bene per le precipitazioni con rain rate elevati (cosa non verificata nel periodo preso in considerazione)?

    Intanto il mio pluviometro è tarato nonostante faccia 21/22 scatti al posto dei 24 che si citano.
    Ciao AbeteBianco, hai perfettamente centrato il problema principale, il tipping bucket della vp2 NON è bilanciato, quasi mai, sono rarissimi i casi di una bascula vp2 bilanciata correttamente, questo crea notevoli problemi sia in fase di taratura sia in fase di confronto con altra strumentazione, questo è un problema noto e difficilmente risolvibile se non arrovellandosi con tentativi di tarature estenuanti.

    Mi auguro che il nuovo tipping spoon risolva questo problema restituendo al comparto pluvio della vp2 i meriti guadagnati in tutti gli altri parametri

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •