Pagina 388 di 955 PrimaPrima ... 288338378386387388389390398438488888 ... UltimaUltima
Risultati da 3,871 a 3,880 di 9542
  1. #3871
    Vento moderato L'avatar di slaiervale
    Data Registrazione
    21/10/07
    Località
    Ceglie del Campo (BA) 70 mt. a 8km da Bari
    Età
    30
    Messaggi
    1,177
    Menzionato
    66 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Inverno 2019/20

    Spero che questo gennaio così pieno di confusione e di estremismi di genere vario, si risolva alla fine con una solenne sentenza dei maggiori modelli i quali hanno in primo luogo interesse ad una vigorosa ripresa dell'inverno, che porta il vero nevone ed il grande gelo, e che prepari il paese ad un'ondata storica d'altri tempi.

    In mezzo a tutti questi 100 modelli, cercate un nevone cegliese, il nevone solidale,sociale,diffuso.

  2. #3872
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,889
    Menzionato
    134 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Inverno 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Sulla varianza...l'autunno ha avuto configurazioni quasi opposte rispetto alla fase attuale, ma a parte questo è evidente che il periodo è troppo breve per entrare nel merito.

    Malgrado questo, proprio i modelli che sto mettendo a punto dicono che siamo in una situazione estrema: la bassa pressione prevista per l'autunno sul mediterraneo centrale se ne è andata sulla manica, per il resto la configurazione era abbastanza simile a quella prevista ma traslata 1000 km più a nord. Credimi non è un caso perchè sono molti anni che sto verificando i modelli e quando ci sono pattern similari non è per questioni di fortuna.

    Per l'inverno invece finora sembra che il blocking di tipo continentale non riesca a sfondare la soglia critica per avviare una retrogressione degna di questo nome come previsto dai modelli cop. Può essere che ora la situazione si sblocchi, ma siamo sempre più al limite.

    L'altro punto riguarda più che altro l'esperienza: mi sono accorto che quando nell'emisfero nord le anomalie sono troppo forti, non si può sperare in chissà quali irruzioni di aria fredda, questo non solo perchè oggettivamente si restringono le aree con anomalie negative ma anche perchè l'Italia è in un settore border-line e dunque oltre una certa soglia finisce col non essere interessata quasi mai dai grandi movimenti che portano i noccioli freddi fin sul mediterraneo.

    Detto questo, non è detto che si rimanga sempre su questi valori, anzi penso che da qui si possa ridiscendere su anomalie meno assurde (picchi di +2 C a livello emisferico), almeno per gli anni immediatamente a venire...
    E' anche vero però che quei picchi a +2 sono il risultato di un AO super positivo. In effetti le anomalie maggiori riguardano la Siberia, dove di freddo non ce n'è. Ieri guardavo i modelli del 7 Gennaio 2017, per ricordare la super ondata gelida di tre anni fa. Bè, quest'anno quelle termiche che allora giunsero in Puglia (-14° e la -16° dall'altro lato dell'Adriatico) non ci sono neppure in Siberia. Isoterme del genere sono confinate sull'oceano Artico.
    Inoltre c'è una minore estensione del freddo, compensato però da una sua maggiore entità quest'anno in Groenlandia e isole canadesi (punte sotto i -40°, mentre nel 2017 di questo periodo il picco minimo era sui -30°).

    Inoltre, l'Italia comprende anche il Sud, dove l'ultima ondata fredda, quella di ieri e l'altro ieri, è giunta eccome. I radiosondaggi hanno mostrato una -7° in quota, e ci sono interi inverni del passato in cui nemmeno si è mai vista!
    Non esageriamo quindi, sia nel limitare l'Italia al solo centro-nord, sia nell'avere corta memoria storica. Negli ultimi anni tra 2014 e 2019 tutto si può dire ma non che l'Italia non abbia avuto ondate storiche. Le ha avute solo il Sud? Non importa, sempre Italia è. Non è un'Italia diversa.

  3. #3873
    Brezza tesa
    Data Registrazione
    04/01/19
    Località
    alpignano(TO)
    Età
    26
    Messaggi
    882
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Inverno 2019/20

    Anzi addirittura potrebbe arrivare più freddo con un bello scivolo nord atlantico visto il freddo che c'è a NW..attualmente molto più freddo della Siberia

  4. #3874
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,889
    Menzionato
    134 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Inverno 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da alexsax93 Visualizza Messaggio
    Anzi addirittura potrebbe arrivare più freddo con un bello scivolo nord atlantico visto il freddo che c'è a NW..attualmente molto più freddo della Siberia
    Sì, la Siberia ha isoterme in quota ridicole, sui -10/-12°.

    Molte ondate fredde, l'ultima delle quali sta interessando la Grecia e i Balcani e ci ha marginalmente sfiorato, derivava proprio da aria fredda di estrazione groenlandese.

  5. #3875
    Vento moderato
    Data Registrazione
    10/08/09
    Località
    Roma 20 mt s.l.m.
    Messaggi
    1,097
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Inverno 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da burian br Visualizza Messaggio
    E' anche vero però che quei picchi a +2 sono il risultato di un AO super positivo. In effetti le anomalie maggiori riguardano la Siberia, dove di freddo non ce n'è. Ieri guardavo i modelli del 7 Gennaio 2017, per ricordare la super ondata gelida di tre anni fa. Bè, quest'anno quelle termiche che allora giunsero in Puglia (-14° e la -16° dall'altro lato dell'Adriatico) non ci sono neppure in Siberia. Isoterme del genere sono confinate sull'oceano Artico.
    Inoltre c'è una minore estensione del freddo, compensato però da una sua maggiore entità quest'anno in Groenlandia e isole canadesi (punte sotto i -40°, mentre nel 2017 di questo periodo il picco minimo era sui -30°).

    Inoltre, l'Italia comprende anche il Sud, dove l'ultima ondata fredda, quella di ieri e l'altro ieri, è giunta eccome. I radiosondaggi hanno mostrato una -7° in quota, e ci sono interi inverni del passato in cui nemmeno si è mai vista!
    Non esageriamo quindi, sia nel limitare l'Italia al solo centro-nord, sia nell'avere corta memoria storica. Negli ultimi anni tra 2014 e 2019 tutto si può dire ma non che l'Italia non abbia avuto ondate storiche. Le ha avute solo il Sud? Non importa, sempre Italia è. Non è un'Italia diversa.
    Ma è appunto la difficoltà ad avere temperature meno anomale anche con AO negativa o con condizioni che normalmente sarebbero più fredde che preoccupa. Lascia stare gli ultimi 5-10 giorni, è da parecchio che l'emisfero nord fa registrare anomalie eccezionali, anche quando la AO era debolmente negativa come a dicembre e se non erro novembre. Quando vedi che con configurazioni normalmente fredde il freddo non c'è, da qui viene la preoccupazione. Magari probabile che è una fase transitoria, ma comunque cose del genere finora non ne aveva mai fatte...chiaro che ci dovremo abituare a novità del genere, ma la chiuderei qui perchè siamo ormai in chiaro OT...

    Quanto alla situazione attuale penso che il peggio (incrociando le dita) dovrebbe ormai stare alle spalle (oceano in complessivo raffreddamento e IOD che dovrebbe rientrare nei ranghi)...

  6. #3876
    Burrasca
    Data Registrazione
    06/01/17
    Località
    Brindisi
    Età
    25
    Messaggi
    6,889
    Menzionato
    134 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Inverno 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da Copernicus64 Visualizza Messaggio
    Ma è appunto la difficoltà ad avere temperature meno anomale anche con AO negativa o con condizioni che normalmente sarebbero più fredde che preoccupa. Lascia stare gli ultimi 5-10 giorni, è da parecchio che l'emisfero nord fa registrare anomalie eccezionali, anche quando la AO era debolmente negativa come a dicembre e se non erro novembre. Quando vedi che con configurazioni normalmente fredde il freddo non c'è, da qui viene la preoccupazione. Magari probabile che è una fase transitoria, ma comunque cose del genere finora non ne aveva mai fatte...chiaro che ci dovremo abituare a novità del genere, ma la chiuderei qui perchè siamo ormai in chiaro OT...

    Quanto alla situazione attuale penso che il peggio (incrociando le dita) dovrebbe ormai stare alle spalle (oceano in complessivo raffreddamento e IOD che dovrebbe rientrare nei ranghi)...
    AO negativa non è sempre sinonimo di più freddo a livello emisferico. Dipende anche da dove questo freddo va a colpire.
    Se va a interessare zone oceaniche, che essendo enormi distese di acqua possiedono un'immensa capacità termica, avrai un calo relativo ed effimero in proporzione alle termiche in arrivo. Per me che vivo sul mare è davvero palese: qui con una -5/-7 in quota ieri ho registrato estremi 7,5/9,6°. Praticamente sotto media di un nulla, mentre in quota ero sotto media di 6/8°.
    Viceversa, se interessa le lande continentali asiatiche o nordamericane, avrai cali cospicui anche con isoterme in quota inferiori rispetto al primo caso.
    C'è davvero un mare di possibilità, tra cui anche il fatto che le aree delle risaliti miti abbiano effetti molto più forti perchè sui continenti.

  7. #3877
    Vento fresco L'avatar di LucaTs
    Data Registrazione
    19/03/13
    Località
    Trieste
    Età
    23
    Messaggi
    2,659
    Menzionato
    4 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Inverno 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da slaiervale Visualizza Messaggio
    Spero che questo gennaio così pieno di confusione e di estremismi di genere vario, si risolva alla fine con una solenne sentenza dei maggiori modelli i quali hanno in primo luogo interesse ad una vigorosa ripresa dell'inverno, che porta il vero nevone ed il grande gelo, e che prepari il paese ad un'ondata storica d'altri tempi.

    In mezzo a tutti questi 100 modelli, cercate un nevone cegliese, il nevone solidale,sociale,diffuso.
    Arriverà il giorno in cui capirò cosa c'è di divertente in questi post del nevone cegliese.
    Ma non è ancora questo il giorno.

  8. #3878
    Burrasca forte L'avatar di leonex
    Data Registrazione
    26/01/06
    Località
    Foggia - Roma
    Messaggi
    7,704
    Menzionato
    12 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Inverno 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da LucaTs Visualizza Messaggio
    Arriverà il giorno in cui capirò cosa c'è di divertente in questi post del nevone cegliese.
    Ma non è ancora questo il giorno.
    Purtroppo ce lo dobbiamo tenere. Almeno in "nazionale" limita gli interventi, in stanza meridionale invece, ti lascio immaginare.

  9. #3879
    Burrasca L'avatar di wtrentino
    Data Registrazione
    14/05/13
    Località
    Zambana (TN)
    Età
    23
    Messaggi
    5,464
    Menzionato
    19 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Inverno 2019/20

    Citazione Originariamente Scritto da alexsax93 Visualizza Messaggio
    Anzi addirittura potrebbe arrivare più freddo con un bello scivolo nord atlantico visto il freddo che c'è a NW..attualmente molto più freddo della Siberia
    Il problema e l’oceano di mezzo che la riscalderebbe... così come accade sempre con correnti zonali. Il freddo per noi è sull’artico e sull’est, ma quest’anno in russia manco c’è.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  10. #3880
    Uragano L'avatar di Conte
    Data Registrazione
    06/03/04
    Località
    Grottammare (AP) 0-170 mt slm
    Età
    58
    Messaggi
    16,188
    Menzionato
    8 Post(s)

    Predefinito Re: Analisi modelli Inverno 2019/20

    Io mi godo il run di controllo come ultimo pannello. Se proprio non avremo nulla almeno mi faccio i viaggi di fantasia.....




    Davis Vantage Pro2 wireless. LaCrosse WS 2300 cablata con schermo artigianale autoventilabile.
    "L'uomo non ha avuto il mondo in regalo dai suoi genitori, lo ha avuto in prestito dai propri figli"


Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •