Pagina 19 di 73 PrimaPrima ... 917181920212969 ... UltimaUltima
Risultati da 181 a 190 di 724
  1. #181
    Vento fresco
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Italia
    Messaggi
    2,660
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Ecowitt, chi e' costei?

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Ok, sono per il confronto, sempre, e in metrologia ho da imparare almeno un altro 99% ma non riesco a interpretare la domanda
    La metrologia è una cosa, la meteorologia un altra, senza la prima non esisterebbe la seconda come la conosciamo oggi
    Se i test vanno fatti in ambiente direi che possiamo gettare le camere climatiche che servono a testare gli strumenti, almeno quelli seri, che sono necessari in meteorologia

    Ciao
    Mauro
    Riformulo la domanda:
    Se possiamo testare strumenti artificiali che devono farci comprendere cose naturali è in questa dimensione che le devo testare,che senso ha farlo in ambiente artificiale o compromesso da cose di questo tipo?...se poi non è quello in cui andranno a fare le loro performance?Ok posso riproporre artificialmente (seppur molto alla lontana) una condizione naturale,ma se della stessa ne dispongo a che serve?
    Forse mi sono dilungato troppo, la capacita' di sintesi non è il mio forte.

    Metafora:Creo una medicina per testarne l'efficacia la sperimento su topi (purtroppo) non su robot,perchè è a esseri organici che la somministrero' no a macchine.
    Ultima modifica di Nevizio; 24/08/2019 alle 18:15

  2. #182
    myMeteoNetwork Team L'avatar di Raffaello
    Data Registrazione
    19/05/09
    Località
    Scandriglia(RI)
    Età
    48
    Messaggi
    465
    Menzionato
    1 Post(s)

    Predefinito Re: Ecowitt, chi e' costei?

    La risposta è molto semplice. Se non esistessero sistemi di test in ambienti controllati non sapremmo mai quale strumento è il migliore per un determinato parametro meteorologico.
    La metrologia è nata per questo: dare ai fisici il miglior strumento e la migliore modalità per studiare un determinato parametro fisico.

    Se non esistessero i test in camera climatica o in galleria del vento o a diverse altezze o mille altri modi, non sapremmo mai quale è il miglior strumento e nel caso del vento non sapremmo mai se la velocità del vento misurata a 10m da diversi anemometri, rispecchia veramente la velocità del vento in quel momento.

    Fra i vari motivi per cui le stazioni ufficiali utilizzano strumentazione di alto livello, è perché l'alto livello lo si raggiunge con innumerevoli test in camere climatiche, con test in ambiente salino, con test in ambiente a forti radiazioni e così via.
    Solo alla fine dei test al chiuso, la strumentazione si installa sul campo e si ricomincia con i test in varie parti del mondo sempre nelle medesime condizioni operative


    https://www.wmo.int/pages/prog/www/I...sts/ITR676.pdf

    Ecco un test report di un anemometro vaisala effettuato per conto del WMO.



    Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk

  3. #183
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,029
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Ecowitt, chi e' costei?

    Citazione Originariamente Scritto da Nevizio Visualizza Messaggio
    Riformulo la domanda:
    Se possiamo testare strumenti artificiali che devono farci comprendere cose naturali è in questa dimensione che le devo testare,che senso ha farlo in ambiente artificiale o compromesso da cose di questo tipo?...se poi non è quello in cui andranno a fare le loro performance?Ok posso riproporre artificialmente (seppur molto alla lontana) una condizione naturale,ma se della stessa ne dispongo a che serve?
    Forse mi sono dilungato troppo, la capacita' di sintesi non è il mio forte.

    Metafora:Creo una medicina per testarne l'efficacia la sperimento su topi (purtroppo) non su robot,perchè è a esseri organici che la somministrero' no a macchine.
    Quindi il mio campo test è un ambiente artificiale al pari di una camera climatica
    Chiudo qui
    Grazie comunque per la discussione

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  4. #184
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,029
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Ecowitt, chi e' costei?

    Un breve riepilogo di oggi, giornata caratterizzata da cielo irregolarmente nuvoloso, una costante presenza di velature ha ridotto la radiazione solare che non è riuscita a superare i 760 w/mq

    massima davis vp2 28,3
    massima meteohelix pro 27,6
    massima meteoshield standard con ecowitt wh32 28,0
    massima ecowitt ws80 28,9

    umidità massima vp2 86%
    umidità massima meteohelix pro 87%
    umidità massima meteoshield standard con ecowitt wh32 86%
    umidità massima ecowitt ws80 88%

    vento medio vp2 2,4 km/h
    vento medio ecowitt ws80 9,2 km/h
    vento massimo vp2 14,5 km/h
    vento massimo ecowitt ws80 16,6 km/h

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  5. #185
    Burrasca L'avatar di snow
    Data Registrazione
    26/08/09
    Località
    Termini Imerese (PA)
    Messaggi
    6,791
    Menzionato
    26 Post(s)

    Predefinito Re: Ecowitt, chi e' costei?

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Un breve riepilogo di oggi, giornata caratterizzata da cielo irregolarmente nuvoloso, una costante presenza di velature ha ridotto la radiazione solare che non è riuscita a superare i 760 w/mq

    massima davis vp2 28,3
    massima meteohelix pro 27,6
    massima meteoshield standard con ecowitt wh32 28,0
    massima ecowitt ws80 28,9

    umidità massima vp2 86%
    umidità massima meteohelix pro 87%
    umidità massima meteoshield standard con ecowitt wh32 86%
    umidità massima ecowitt ws80 88%

    vento medio vp2 2,4 km/h
    vento medio ecowitt ws80 9,2 km/h
    vento massimo vp2 14,5 km/h
    vento massimo ecowitt ws80 16,6 km/h

    Mauro
    Valori come da attese per quanto riguarda temperatura e umidità; non mi aspettavo queste differenze sul vento. Vedremo come proseguirà il test!

  6. #186
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,029
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Ecowitt, chi e' costei?

    Citazione Originariamente Scritto da snow Visualizza Messaggio
    Valori come da attese per quanto riguarda temperatura e umidità; non mi aspettavo queste differenze sul vento. Vedremo come proseguirà il test!
    si, diciamo che oggi non era certo una giornata adatta ad un simile confronto, dobbiamo però notare che la ws80, nonostante le condizioni non particolarmente difficili, ha registrato +0,6 sulla vp2 e ben +1,3 sulla meteohelix pro, che ovviamente è su un altro piano qualitativo e non fa testo.
    è prestissimo per trarre conclusioni, attendiamo giornate più difficili, con cielo sereno e radiazione vicina ai 1000 w/mq prima di fare valutazioni, altrettanto importante sarà valutare il comportamento sulle minime ma anche per questo è necessario avere condizioni di cielo sereno

    riguardo il vento, la situazione attuale vede la vp2 a coppette ferme, questa la ws80 pochi secondi fa

    Ecowitt, chi e' costei?-schermata-2019-08-24-21.20.37.jpeg

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  7. #187
    Vento fresco
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Italia
    Messaggi
    2,660
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Ecowitt, chi e' costei?

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Quindi il mio campo test è un ambiente artificiale al pari di una camera climatica
    Chiudo qui
    Grazie comunque per la discussione

    Mauro
    E' la seconda volta che polemizzi gratuitamente,senza argomentare in maniera esaustiva cio' su cui si sta dibattendo,soltanto perchè si guardano le cose da un punto di vista diverso dal tuo,questa dimensione di dialogo non l'accetto,pertanto si chiudiamo qua, certe cose non le accetto solo per sentito dire a me piace capire e approfondire a patto che ci sia l'interlocutore disposto a farlo diversamente pazienza,metaforicamente parlando non bevo il bicchiere d'acqua che viene proposto,senza chiedere ne perche' ne per come,o perlomeno non sono abituato a farlo.Senza polemica.Grazie a te seppur per le poche spiegazioni su cui pare hai principi di cui non sei disposto ad aprire nuove frontiere di ragionamento.Personalmente non mi accontento sara' che amo l'illuminismo.Ma è un mio limite lo riconosco.

  8. #188
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,029
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Ecowitt, chi e' costei?

    Citazione Originariamente Scritto da Nevizio Visualizza Messaggio
    E' la seconda volta che polemizzi gratuitamente,senza argomentare in maniera esaustiva cio' su cui si sta dibattendo,soltanto perchè si guardano le cose da un punto di vista diverso dal tuo,questa dimensione di dialogo non l'accetto,pertanto si chiudiamo qua, certe cose non le accetto solo per sentito dire a me piace capire e approfondire a patto che ci sia l'interlocutore disposto a farlo diversamente pazienza,metaforicamente parlando non bevo il bicchiere d'acqua che viene proposto,senza chiedere ne perche' ne per come,o perlomeno non sono abituato a farlo.Senza polemica.Grazie a te seppur per le poche spiegazioni su cui pare hai principi di cui non sei disposto ad aprire nuove frontiere di ragionamento.Personalmente non mi accontento sara' che amo l'illuminismo.Ma è un mio limite lo riconosco.
    Caro Nevizio, non era assolutamente mia intenzione polemizzare, se l'ho fatto, e inavvertitamente, sono pronto a scusarmi pubblicamente, mi piace il confronto e mi piace condividere il mio scarso sapere e imparare più che posso.

    Ciò che non riesco a capire, perdonami, è una mia mancanza, è l'argomento del dibattere, i test sugli strumenti, come ben ti ha spiegato Raffaello, sono step necessari per poter caratterizzare, calibrare e certificare dei sensori che poi dovranno essere utilizzati in atmosfera libera, un sensore di temperatura può essere calibrato fino ad ottenere precisioni nell'ordine dei centesimi di grado, una volta che si sia sicuri delle sue prestazioni, esso viene testato in atmosfera, con risultati del tutto diversi, un sensore non misura la temperatura dell'aria ma misura se stesso e una quantità indefinita di trasferimenti termici, che in camera climatica non esistono, dato che i sensori vengono tarati in atmosfera adiabatica, all''interno di liquidi e per punti fissi stabiliti a livello internazionale.

    In atmosfera libera, un sensore di temperatura, per essere confrontato correttamente, richiede almeno 3 sensori, con caratteristiche di accuratezza, precisione, ripetibilità conosciute, e i risultati vengono mediati al fine di ottenere un risultato quanto più vicino alla realtà, sempre al netto dei trasferimenti terrmici, impossibili da valutare in laboratorio.

    I pluviometri vengono testati in camere climatiche con generatori di vento e pioggia artificiale, potrei continuare per pagine e pagine, ma onestamente, ripeto, non sono riuscito a focalizzare il tuo reale problema, quindi sprecherei tempo e annoierei molti

    inoltre, qui non si tratta di punti di vista, la metrologia è una scienza quasi esatta, al contrario della meteorologia

    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  9. #189
    myMeteoNetwork Team L'avatar di capriccio
    Data Registrazione
    07/12/16
    Località
    Montemarciano (AN)
    Età
    56
    Messaggi
    2,029
    Menzionato
    16 Post(s)

    Predefinito Re: Ecowitt, chi e' costei?

    Citazione Originariamente Scritto da Nevizio Visualizza Messaggio
    E' la seconda volta che polemizzi gratuitamente,senza argomentare in maniera esaustiva cio' su cui si sta dibattendo,soltanto perchè si guardano le cose da un punto di vista diverso dal tuo,questa dimensione di dialogo non l'accetto,pertanto si chiudiamo qua, certe cose non le accetto solo per sentito dire a me piace capire e approfondire a patto che ci sia l'interlocutore disposto a farlo diversamente pazienza,metaforicamente parlando non bevo il bicchiere d'acqua che viene proposto,senza chiedere ne perche' ne per come,o perlomeno non sono abituato a farlo.Senza polemica.Grazie a te seppur per le poche spiegazioni su cui pare hai principi di cui non sei disposto ad aprire nuove frontiere di ragionamento.Personalmente non mi accontento sara' che amo l'illuminismo.Ma è un mio limite lo riconosco.
    In merito al discorso vento/pluviometri, sappiamo benissimo entrambi che l'intensità del vento pregiudica il corretto rilevamento, la mia postazione ha probabilmente venti di intensità inferiore a causa degli ostacoli, benissimo, a me interessa sapere come questi, a prescindere dalla loro coerenza con la realtà, influiscono e in che misura
    se il mio pluviometro, per essere a norma, e non in un contesto creato artificialmente, come hai detto, dovesse essere posizionato in un luogo totalmente libero da ostacoli, il 90% delle installazioni di pluviometri professionali andrebbe eliminata, penso tu saprai certamente cosa sono i windshield, ebbene grazie ad essi il vento viene frenato e frazionato prima che impatti sul cono di raccolta, quindi ambiente assolutamente artificiale e non naturale

    Ecowitt, chi e' costei?-weather_sta6.jpg

    con stima
    Mauro
    MeteoNetwork
    Responsabile validazioni

    La misura della reale temperatura dell'aria è l'arduo tentativo di misurare un misurando non misurabile (Capriccio)

  10. #190
    Vento fresco
    Data Registrazione
    29/05/06
    Località
    Italia
    Messaggi
    2,660
    Menzionato
    0 Post(s)

    Predefinito Re: Ecowitt, chi e' costei?

    Citazione Originariamente Scritto da capriccio Visualizza Messaggio
    Caro Nevizio, non era assolutamente mia intenzione polemizzare, se l'ho fatto, e inavvertitamente, sono pronto a scusarmi pubblicamente, mi piace il confronto e mi piace condividere il mio scarso sapere e imparare più che posso.

    Ciò che non riesco a capire, perdonami, è una mia mancanza, è l'argomento del dibattere, i test sugli strumenti, come ben ti ha spiegato Raffaello, sono step necessari per poter caratterizzare, calibrare e certificare dei sensori che poi dovranno essere utilizzati in atmosfera libera, un sensore di temperatura può essere calibrato fino ad ottenere precisioni nell'ordine dei centesimi di grado, una volta che si sia sicuri delle sue prestazioni, esso viene testato in atmosfera, con risultati del tutto diversi, un sensore non misura la temperatura dell'aria ma misura se stesso e una quantità indefinita di trasferimenti termici, che in camera climatica non esistono, dato che i sensori vengono tarati in atmosfera adiabatica, all''interno di liquidi e per punti fissi stabiliti a livello internazionale.

    In atmosfera libera, un sensore di temperatura, per essere confrontato correttamente, richiede almeno 3 sensori, con caratteristiche di accuratezza, precisione, ripetibilità conosciute, e i risultati vengono mediati al fine di ottenere un risultato quanto più vicino alla realtà, sempre al netto dei trasferimenti terrmici, impossibili da valutare in laboratorio.

    I pluviometri vengono testati in camere climatiche con generatori di vento e pioggia artificiale, potrei continuare per pagine e pagine, ma onestamente, ripeto, non sono riuscito a focalizzare il tuo reale problema, quindi sprecherei tempo e annoierei molti

    inoltre, qui non si tratta di punti di vista, la metrologia è una scienza quasi esatta, al contrario della meteorologia

    Mauro
    Bene mi piace la tua umilta',adesso siamo tornati sul binario che gradisco maggiormente,è tutto molto chiaro cio' che esponi,rimane un mistero tuttavia il motivo per il quale si potrebbe fare questi test in una locazione a norma wmo e perchè ci si debba accontentare della tua,che a norma non lo è,ma se ci dobbiamo accontentare ci accontentiamo se ti rende sereno....basta che teniamo in considerazione l'ampissimo margine di errore dettato dalla locazione in parte compromessa da elementi di disturbo.Il punto è questo,ora non rispondo piu' a questo tema non per polemica ma perchè siamo andati ampiamente fuori argomentazione del topic,che tra l'altro stavo seguendo come tanti con molto interesse.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •